→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «Rinascita-mensile ('44/'62)-ed. unica - numero di periodico»--Id 1563944445.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

Poco dopo [...] scritto la Sinfonia. Egli vuol conoscere dal [...] i canti dei contadini per [...] e studiare così la [...] la quale si sente [...] attratto. E questo primo giro [...] influenza sul suo cammino di compositore. Vicino alle fonti pure dei [...] della [...] terra, egli [...] della loro straordinaria ricchezza, delle [...] possibilità che essi contengono. Sente che il canto [...] non è affatto simile [...] ispirate a un basso folklorismo che la [...]. Che perciò va studiato, [...] scientifico, raccolto, annotato. Perché capisce che è [...] da proteggere contro ogni deformazione approssimativa. Perché, a contatto con [...] siano le grandi possibilità di creare [...] veramente nazionale e degna [...] sospira. Così dunque, sotto [...] diretto del materiale che [...] Bartók inizia la [...] strada di musicista, desideroso [...] nuove nella sostanza e nella forma, rispondenti [...] una cultura viva, [...] quasi; esigenze queste sentite [...] gli intellettuali più avanzati [...] E mentre da un [...] a [...] corpo concreto al carattere [...] musica mediante [...] delle melodie popolari, [...] superato ormai il periodo [...] Strauss, ecco che rapidamente egli si pone [...] tra i compositori [...] sperimentando i risultati delle [...] del fronte musicale in [...]. Questa doppia lotta, per [...] e universale della propria musica, è il [...] allora in poi guiderà Bartók nel cammino [...] coscientemente intrapreso. Aggiornamento e superamento delle [...] sperimentali e formalistiche da un lato e [...] ricreativo [...]. E le prime ostilità [...] a manifestarsi. Mano a mano che [...] parlano di lui come di un compositore [...] e geniale, (le [...] e 1 Due ritratti [...] della [...] evoluzione negli anni seguenti [...] pubblico e anche i musicisti [...] gli stessi che già [...] ispirato a [...] lo seguono più; parlano [...] come di un alienato, nella musica del [...] più nulla di ungherese. Ma Bartók [...] e assieme a lui il [...] amico Kodàly [...] sue ricerche annotando con rigore [...] i canti popolari [...] e degli altri paesi del [...] danubiano. Scoppia il primo conflitto [...] già tenuto in disparte per le sue [...] arte, assiste doloroso alla [...] non crede e alla quale non partecipa. La guerra, da lui [...]. Egli prende parte attiva ai [...] nati [...] Rivoluzione Socialista e copre delle [...] durante la Comune ungherese. Quando il terrore bianco [...] viene perseguitato e osteggiato in mille modi. Per molto tempo non può [...] concorrere a una cattedra [...] della musica. [...] naturalmente è costituita dalla [...] noiosa e scontata calunnia: Bartók non è [...] dice è un sovversivo, non un ungherese. E così Bartók, proprio [...] raccogliendo a migliaia i canti veri della [...] nella propria musica si avvicina sempre più [...] viene additato tra i reprobi. Sono anni duri quelli [...] questo grande compositore. Ma egli lavora [...]. [...] delle sue opere è già [...]. La [...] personalità si rivela matura. Già si possono definire [...] arte: è il musicista [...] dalle atmosfere tese; i suoi temi dimostrano [...] canto popolare sta avvenendo felicemente, e che [...] come sano reagente alle esperienze formali più [...] non ha paura di avventurarsi. Ha già scritto il [...] li Quartetto per archi, condensando quasi in [...] delle esperienze dei lavori scritti nello stesso [...]. Nel balletto II Mandarino [...] sbalorditiva ricchezza di timbri e di colori [...] una prepotente vitalità ritmica, aggressiva e violenta. Seguono poi le Improvvisazioni [...] due Sonate per violino e pianoforte. Siamo al 1923 ed [...] penna il lavoro che [...] tardi, con un grande successo al Festival [...] Praga, [...] del mondo musicale internazionale [...] la Suite di danze, per orchestra. Opera perfetta nelle sue proporzioni, [...] tutta [...] dei canti popolari magiari. Mentre [...] si parla di lui [...] dei più grandi compositori contemporanei e il [...] la curiosità, [...] e talvolta anche lo [...] musicisti e critici del mondo intiero, in Ungheria [...] silenzio ostile nei suoi riguardi. Si « minimizza » la [...] della [...] produzione e si tacciono le [...] brillanti affermazioni. Intanto Bartók viaggia, dà concerti [...] è [...] pure . Va in America, è [...] Unione Sovietica, raccoglie materiale [...] di diversi paesi e [...]. Arricchisce di nuove pagine [...] brani pianistici intitolata [...] che termina nel [...]. Escono altri due Quartetti [...] Cantata profana per coro, i primi due Concerti [...] e orchestra e canti popolari per voci [...]. Nel 1934 ecco uscire [...] segna ormai la grande maturità di Bartók: [...] V Quartetto per archi. Canto popolare assimilato, immaginazione [...] minacciosi o estatici e ritmi ansimanti e [...] caratteristiche più salienti di questa opera importantissima. Il brio fantastico dello [...] Alla [...] se, [...] del primo tempo o [...] del Rondò finale testimoniano la grandezza di Béla Bartók, [...] statura di primissimo piano [...] contemporanei. ///
[...] ///
Il brio fantastico dello [...] Alla [...] se, [...] del primo tempo o [...] del Rondò finale testimoniano la grandezza di Béla Bartók, [...] statura di primissimo piano [...] contemporanei.

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(77)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(92)


(53)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(51)

Città & Regione [1975-1976*]

(50)


(55)

Interstampa [1981-1984*]

(53)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(53)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(60)

L'Orto [1937]

(46)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(59)


(49)


(53)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(68)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(52)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(52)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(83)

Brescia Libera [1943-1945]

(48)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(61)


(67)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(46)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(57)

Umanità Nova [1919-1945]

(51)



(82)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)