→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «l'Unità-Nuova Serie(PCI)-Nazionale del 1988»--Id 1563810384.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

Ciò può spiegare da una [...] il successo, sia oggi che in passato, della letteratura [...] e, [...] un certo carattere [...] che questo tipo di letteratura, [...] in altre aree culturali secondo modelli prevalentemente di «evasione», [...] assunto fin dalle sue origini [...]. Basii pensare a un [...] romanzo Noi (1922) di [...] Zamjatin (che a quella [...] del domani [...] futuro [...] Boris [...] scarabeo nel formicaio» Editori [...]. ///
[...] ///
Bulgakov, da [...] anfibio (1928) di A. [...] a Stella rossa (1923) di A. ///
[...] ///
Se gli anni staliniani [...] genere di letteratura un lungo perìodo dì [...] poi una ulteriore fioritura dopo il XX Congresso [...] la cultura [...] accentuava, fra [...] la domanda del pubblico [...] crescita e [...] di [...] scrittori di [...] quali i fratelli [...] e Boris [...] che, dopo [...] esordito nel 1959 con [...] II paese delle nuvole purpuree e [...] ribadito il successo iniziale [...] di altri romanzi, sono oggi tra [...] autori di maggior fortuna. È importante rilevare come, [...] essere delle semplici storie [...] ma anche drammatiche riflessioni su scottanti problemi [...] i loro scritti hanno dovuto non di [...] presso modeste riviste periferiche o addirittura case [...]. Dei due romanzi che, [...] volume arricchito da una informata prefazione e [...] Claudia [...] ha ora tradotto per [...] Lo scarabeo nel formicaio, che dà il [...] è i) [...] (1980) e forse anche [...] per la lunga scia di interrogativi senza [...] e supposizioni non verificabili che esso lascia [...]. Il protagonista, lev [...] è esso stesso una creatura [...] nato com'è da [...] abbandonata da nomadi dello spazio: [...] essere (e così altri con lui) una specie di [...] o portare in sé un «programma» elettronico per la [...] distruzio-ne del mondo. Come scoprire, dunque, le sue [...] In mancanza di certezze, [...] verrà ucciso per decisione del [...] Rudolf [...] Eccellenza, [...] insieme a un altro personaggio, Maksim [...] di una commissione incaricata di [...] «perché la scienza, nel suo sviluppo, non rechi danno [...] della Terra». Anche il progresso, infatti, presenta [...] e [...] si rifiuta di verificare come [...] uno scarabeo sia potuto entrare nel formicaio, in quanto [...] verifica stessa implicherebbe da parte [...] (e di ciò che egli [...] del ruolo di formica. Cosi decide, nel dubbio, [...] misterioso [...] in nome, appunto, di [...] generale» sul cui altare troppo spesso (ed [...] morale della storia) si sono sacrificati i [...]. La felicità non fa [...] Un [...] di [...] del 1911 proposto ora [...] Umberto Cerroni dopo la ripubblicazione in Unione Sovietica analizza [...] sviluppo Nel 1989 ricorre il centenario della [...] (1889-1968), il grande sociologo [...]. In vista di tale avvenimento [...] rivista sovietica [...] ha pubblicato una serie di [...] che il sociologo inviò [...] delle Scienze [...] nonché (nei n. [...] -si legge nella nota di [...] di A. [...] -di [...] saggio composto sul finire del [...] o [...] del 1912 in vista [...] Congresso [...] di sociologia che avrebbe dovuto [...] in Italia e che fu invece rinviato, li manoscritto [...] A. [...] -non risulta pubblicato: fu invece [...] una variante molto più breve intitolata [...] progresso i [...] progresso (Rassegna delle teorie del [...] e dei principali problemi dei progresso) in [...] idei v [...] 1914, [...]. Il programma previsto doveva [...] aspetti del problema (i temi principali erano [...] di progresso, b) il [...] economico, d) intellettuale, e) morale, [...] politico e, infine, g) [...] del progresso. ///
[...] ///
Revue [...] de sociologie, [...]. Ma, a causa de) [...] Italia e di altri motivi, il congresso [...] e [...] rinviato a tempo indeterminato. Esaminando tale programma non [...] un altro, assai complesso e al tempo [...] essenziale problema connesso con il progresso, cioè [...] il progresso e la cosiddetta felicità. La formula del progresso [...] sé come elemento necessario anche il principio [...] deve invece ignorare del tutto la felicità? E [...] felicità rientra nel concetto di progresso, essa [...] sviluppa insieme con il progresso o [...] questo problema non è [...] citato programma del Congresso, esso sarebbe tuttavia [...] certamente avrebbe suscitato animati dibattiti perché é [...] problema del progresso [...] e di fatto non [...] tutti i teorici più o meno grandi [...]. Alcuni di essi, come [...] Kant, [...] Spencer ecc. [...] A tutti i problemi sollevati [...] Congresso si [...] dare risposta positiva e tuttavia [...] non significherebbe ancora che il progresso è al tempo [...] anche aumento di felicità (di benessere, di soddisfazione, di [...] ecc. Si potrebbe dire che [...] è al tempo stesso un progresso antropologico [...] secondo il criterio di Spencer e altri [...] processo di differenziazione e di [...] o integrazione [...] umano. Si può ammettere che [...] è al tempo stesso anche un progresso [...] e politico che si esprime nel perfezionamento [...] degli strumenti di produzione, nella crescita ininterrotta [...] crescente altruismo e nella crescente solidarietà [...] s, ciononostante, non si [...] il problema di un aumento della felicità, [...]. Ripeto, si possono ammettere [...] tipi di progresso e tuttavia ci si [...] sul problema delia felicità e del benessere. Felicità e benessere sono [...] soggettivi, ma v'è ala Idea di una [...] Kant ironizza abbastanza causticamente sul principio di felicità: [...] consiste [...] dei benessere -egli dice [...] che nelle (elici isole di Tahiti invece [...] abitanti pascolassero felici mucche e pecore. Anche [...] nel [...] tomo del [...] de [...] po-sitive (Paris 1864) dice: [...] comparare còn la felicità individuale la condizione [...] possono fare accostamenti. Ciò è del tutto [...] bisogna eliminare questi vuoti ragionamenti e pensare [...] perfezionamento (progresso) solo sotto [...] dello sviluppo armonico permanente [...] della natura umana secondo le leggi [...] (voi. Lo stesso Spencer costruisce [...] progresso [...] dai nostri interessi» e [...] le conseguenze di benessere del progresso» (// [...]. [...] legge e causa, ed. ///
[...] ///
Invece [...] non meno vasta corrente [...] quel cambiamento che comporta aumento di felicità. Ward dice: «Poiché [...] e ultimo fine degli [...] la felicità, non ci può essere vero [...] conduca a questo fine. Quindi il progresso consiste [...] la felicità umana o. Lineamenti di sociologia, Mosca [...]. Il medesimo punto di [...] da N. ///
[...] ///
È questo il criterio [...] in De la [...] du trovai! Una vita felice è [...]. Perciò, se vogliamo giudicare [...] o meno oggettiva se la felicità aumenta [...] o se si ritiene che il [...] sia al tempo stesso [...] dobbiamo considerare il numero dei suicidi. Se il loro numero [...] sviluppo storico, vuol dire che felicità e [...] parallelamente, ma diminuiscono. Considerando i dati, vediamo [...] dei suicidi aumenta con la crescita della [...]. Secondo i calcoli di [...] il loro numero in Europa, [...] Norvegia, dal 1821 al 1880 si è [...] significativo che essi sono tanto più diffusi [...] società sono civilizzate. Fino a poco tempo [...] Europa i suicidi erano più frequenti in Francia [...] Germania e più rari in Spagna, Portogallo e Russia. [...] Se si considera il [...] duplice di differenziazione [...] e di integrazione come [...] Spencer e sviluppato in rapporto alla società [...] e altri, il processo [...] tempo stesso progresso perché questa è una [...] leggi della vita sociale [...]. [...] La differenziazione sociale, Spencer, Principi [...] La lotta delle razze, Tarde, Le leggi sociali e La logica sociale, [...] La [...] la [...] ecc. Del pari, se consideriamo [...] il principio di economia e conservazione delle [...] questo punto di vista lo sviluppo storico [...] quel duplice processo diventa progresso [...]. [...] La differenziazione sociale, [...]. Se si considera criterio [...] della solidarietà, della socialità e [...] allora il processo storico [...] progresso anche se non ininterrotto perché lo [...] compie in una data direzione [...]. ///
[...] ///
Il progresso in [...] 1912, [...] contemporanei, [...] La [...] la [...] ecc. Se criterio di progresso [...] conoscenze, in questo caso il progresso è [...] E. De Roberti, [...] le [...] ecc. Si potrebbe portare ancora [...] di criteri differenti del progresso, neutrali o [...] al principio di felicità, [...] pienamente corrispondo-no allo sviluppo [...] quindi la realtà del progresso. Ma come si è [...] le cose stanno in modo diverso se [...] progresso poniamo il principio di felicità. In questo caso si ha [...] una risposta negativa o, in ogni caso, una risposta [...]. Non a caso i [...] corrente hanno definito regressivi gran parte degli [...] storico [...]. Ward e in particolare [...] e [...]. Ma si può davvero [...] il principio di felicità dalla formula del [...] Si [...] considerare progresso uno qualsiasi dei principi suindicati [...] indirettamente esso riconduce alla diminuzione della felicità [...] sofferenza? Evidentemente no. Per quanto caro possa [...] sé [...] per il prossimo, [...] solidarietà o la conoscenza [...]. E non è difficile [...] i più grandi razionalisti, gli stoici, gli [...] stesso Kant che hanno considerato supremo valore [...] hanno implicitamente incluso in essa la felicità [...] anche senza [...] con la felicità quotidiana. Ha pienamente ragione A. [...] quando afferma che in Kant [...] nel suo [...] c'è non solo un puro [...] non solo il valore della verità e della legge [...] ma anche una certa «affettività». Facendo della legge morale [...] valore assoluto, egli implicitamente vi [...] anche la felicità come valore autosuffìciente, Nel [...] viene considerato «le [...] et [...] un [...] un [...] (Revue [...] 1911, febbraio, La [...] du [...] p. Parimenti anche tutti gli [...] valutazione, per quanto possano essere lontani dai [...] in un modo o [...] lo hanno presupposto e [...]. E poiché il concetto [...] non solo la formula [...] e del passato, ma [...] del desiderabile o dover essere, si comprende [...] modo o [...] i criteri del progresso [...] principio di felicità. E lo stesso Spencer, [...] risultasse la [...] formula [...] che escludeva [...] il principio di felicità [...] nei suoi Principi della morale ha Identificato [...] con la soddisfazione o felicità. E ciò è di per [...] comprensibile. Per quanto grande sia il [...] della verità o [...] o dell'amore attivo ecc. Quindi, tutti i criteri [...] quanto vari siano sottintendono e debbono includere [...] felicità. Possono non parlare di [...] soggettiva ma debbono [...] conto e [...]. Formule neutrali del progresso [...] modo oggettivo di valutare la soggettività del [...]. Quindi il valore delle [...] dalla attendibilità con cui affermano il nesso [...] criterio oggettivo e la felicità. Per esempio il duplice [...] e della integrazione sarà giusto come contrassegno [...] misura in cui sarà causalmente connesso con [...] e rappresenterà un modo oggettivo di formulare [...]. Se ogni passo sulla [...] è al tempo stesso un aumento della [...] del progresso) la formula è vera, se [...]. Lo stesso vale anche [...] formule del progresso e in genere per [...] esprìmono il [...] essere perché in questo [...] è [...] sine qua non. La sofferenza assoluta di [...] è stata mai e per nessuno un [...]. Altrimenti stanno le cose, [...] formule che constatano [...]. In tal caso ha [...] stessa formula della differenziazione. Ma constatando [...] e [...] a ciò che è e [...] ciò che è stato essa sì muta in una [...] del processo e non del progresso. Considerando che, dal punto [...] tutte le suindicate formule «neutrali» del progresso, [...] quand'anche lo sviluppo della felicità sia problematico [...] la felicità costituisce la [...] sine qua non de) [...] conclusione che evidentemente tutti quei criteri non [...] causale necessaria con la felicità e quindi [...] formule del progresso, di aggiunte o chiarimenti. Naturalmente il suicidio era [...] ma si trattava dì un [...] puramente religioso o di [...] a cause puramente economiche: al desiderio di [...] o la famiglia da una bocca superflua. La categoria del suicidio [...] cosiddetta [...] a giudicare dal materiale [...] nota [...] o, in ogni caso, [...] estremamente raro. Adesso di questa categoria leggiamo [...] giornali quotidianamente. Di più, la morte incomincia [...] essere idealizzata e compaiono «club di suicidi» che organizzano [...] propagandano il rifiuto della vita, [...] questi fenomeni [...] tipo sono specificamente propri della [...] della cultura della grande città, [...] più progredito della storia umana. Quindi, se davvero il [...] o rifiuto della vita» può servire da [...] meno oggettivo per risolvere il problema [...] o della diminuzione della [...] riconoscere il progresso di lutti gli aspetti [...] e negare tuttavia che esso [...] tempo stesso un aumento [...]. Per chi, come [...] Spencer ecc. Ma diversamente stanno le [...] che considerano criterio del progresso il principio [...] che la felicità non aumenta ma [...] Ma forse si può [...] Ward, [...] e altri [...] nitori delle teorie eudemonistiche [...] cioè a criterio del progresso direttamente il [...]. [...] ciò che aumenta la felicità [...] progresso, tutto ciò che la diminuisce è regresso: sarebbe [...] la formula del progresso che costituisce una modificazione del [...] utilitaristico un massimo di felicità per un massimo di [...]. È chiaro però che [...] i criteri mutano la [...] base. Se tutto consiste nella [...] benessere, non sarebbe la stessa cosa se [...] essere conseguenti -debbono considerare tutta la storia [...] tendenza fondamentale non progressiva, ma regressiva. Sorge di conseguenza il [...] riconoscere il processo storico come progresso ma [...] progresso si deve escludere un principio di [...] la felicità è un criterio del progresso, [...] del progresso diviene problematica. Per essere coerente avrebbe [...] «Meglio essere un maiale soddisfatto che un uomo [...] felice che un Socrate infelice e sofferente». Ma egli dice proprio [...] «Si troveranno pochi uomini che per una vita [...] animali accettano di cambiare la loro vita [...] quella di un qualsiasi animale. Meglio essere un uomo [...] maiale soddisfatto, un Socrate insoddisfatto che un [...]. Vuol dire che non [...] dì soddisfazione e felicità e che bisogna [...] induce a pre-ferire un Socrate insoddisfatto a [...]. E cosi anche il [...] come criterio esclusivo del progresso è di [...] «A [...]. In conclusione siamo di fronte [...] un dilemma: in quanto [...] formula del progresso non si [...] con [...] formula del processo ed è [...] una formulazione [...] ma una formulazione del [...] essere, essa deve includere anche [...] principio di felicità o benessere. Ogni processo che conduca [...] della felicità o un aumento della sofferenza [...]. La [...] non fu mai né può [...] essere un fine in sé e perciò non può [...] considerata come positiva e quindi come progressiva. Se a ciò aggiungiamo [...] sofferenza, dal punto di vista biologico, è [...] indice di distruzione [...] o di distruzione biologica, [...] in queste condizioni, diventa del tutto impossibile [...] condizione essenziale 6 prima di tutto la [...] biologicamente sani. E un organismo sano [...] in assenza di sofferenze permanenti o più [...]. In caso contrario [...] sarà in un modo [...] (un parziale esempio sono tutte le possibili [...] e al tempo stesso finisce allora anche [...]. Lo stesso risultato si [...] solo criterio del progresso è considerato il [...]. Anche [...] svolgendo con coerenza questo punto [...] vista arriviamo alta medesima impossibilità e [...] del progresso. Se un dato essere [...] e un imbecille soddisfatto) sta bene, si [...] è pienamente soddisfatto della [...] condizione cade ogni fondamento [...] progresso e perfezionamento. Pertanto tutte e due te [...] -quella che [...] ra la felicità e quella [...] la considera [...] criterio -sono dì por sé [...] e non possono risolvere il problema del progresso. Sono troppo anguste ed [...] In caso contrario la [...] rischia di dare invece della formula del [...] del processo, ovvero -invece della formula del [...] della stagnazione. Se una tale sintesi [...] se anche in questo caso, poi, il [...] un progresso non rientra [...] dì questa nota. NOTE [...] 1) Per una più dettagliata [...] e critica del concetto di progresso vedi il mio [...] Sul problema dello evoluzione e del progresso, in [...] UHI, fase. ///
[...] ///
Ve ne sono anche [...]. ///
[...] ///
Ve ne sono anche [...].

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(77)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(92)


(53)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(51)

Città & Regione [1975-1976*]

(50)


(55)

Interstampa [1981-1984*]

(53)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(53)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(60)

L'Orto [1937]

(46)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(59)


(49)


(53)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(68)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(52)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(52)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(83)

Brescia Libera [1943-1945]

(48)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(61)


(67)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(46)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(57)

Umanità Nova [1919-1945]

(51)



(82)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)