→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «l'Unità-Giornale fondato da Antonio Gramsci-Nazionale del 1991»--Id 1645705855.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

[...] 24 OTTOBRE [...] fondato da Antonio Gramsci nel [...] guerzoni [...] decisiva, questa, per il processo [...] riforma [...]. Le competenti commissioni di Camera [...] Senato dovranno licenziare, in questi giorni, il parere [...] di sviluppo [...]. La commissione Cultura della Camera [...] chiamata, forse oggi, al voto, in sede [...] per il diritto allo studio universitario, già [...] Senato. Martedì 5 novembre, infine, [...] aula, alla Camera, la legge [...] delle università e degli [...] anch'essa già approvata dal Senato. Su questi provvedimenti, come [...] legge istitutiva del ministero [...] (la 168 del [...] e per [...] legge di riforma degli [...] (la 341 del 1990), abbiamo [...] governo ombra e come [...] che si è caratterizzata [...] metodo e per incisività di contenuti. Se in questo scorcio di [...] dopo un decennio [...] e di abbandono, il processo [...] riforma [...] universitario potrà [...] -con i provvedimenti tuttora [...] del giorno -non potrà non [...] la rilevanza culturale e politica del nostro contributo. Nondimeno, siamo ben consapevoli [...] legislativi restano da varare -dalla riforma della [...] delle funzioni del personale tecnico e amministrativo [...] legislativa è soltanto una [...] superare il disagio, gli squilibri e i [...] nostro sistema formativo e di ricerca alla [...] europeo e [...]. Le resistenze però non [...] di vanificare. Fra questi, il piano [...] primo dopo la nuova legge di programmazione [...] del 1990). Lo schema predisposto dal [...] Ruberti, [...] al vaglio delle Camere, è la prova [...] mancata. Come governo ombra avevamo [...] nostro programma «Università 2000», [...] proposta di metodo: fare [...] insieme ai due successivi del decennio di [...] strumento per una programmazione di medio periodo [...] di portare, entro [...] 2000, [...] italiana agli standard medi [...]. Era [...] di una programmazione rigorosamente definita [...] ai traguardi da conseguire, ma scorrevole nella [...] strumentazione e [...] delle risorse. Il piano ministeriale obbedisce [...] logica della sommatoria delle richieste. Metà del decennio rischia [...] persa ai fini [...] prioritaria della riqualificazione del [...]. Sottoporremo dunque al voto [...] Parlamento [...] nostro motivato parere contrario. Pericoli non meno gravi [...] per il diritto allo studio. Il provvedimento rischia di [...] assurdi tagli della manovra finanziaria del governo, [...] dimezzato li pur modestissimo [...] -ridotto da SO a 25 miliardi -addirittura [...] 1993. La legge, che doveva [...] porre riparo al disagio gravissimo della condizione [...] al Senato dai nostri gruppi e da [...] presenta dunque [...] e per di più [...]. Come non bastasse, si [...] di essa, alla Camera -ad opera soprattutto [...] gruppo De -una manovra grave e inaccettabile. Si vorrebbe, attraverso un [...] dal relatore socialista, on. Savino (ma con [...] dichiarata dello stesso ministro [...] Ruberti), [...] nel provvedimento la delegificazione delle tasse universitarie, [...] in materia al ministro. In sostanza, è la [...] il varco ad aumenti indiscriminati e incontrollati [...] senza più alcun vaglio parlamentare. Verrebbe in tal modo [...] parte importante, e per noi irrinunciabile, del [...]. Ci opporremo dunque a [...] a richiamare, ove necessario, la legge [...] di Montecitorio, imponendo ad [...] di misurarsi apertamente con il degrado della [...] generalità dei nostri atenei. Siamo tanto più legittimati [...] non abbiamo mancato di dichiarare la disponibilità [...] apposito provvedimento. Quanto alla legge [...] nonostante la riscrittura operata [...] nostro contributo -dalla competente commissione della Camera, [...] approvato dal Senato (con il nostro voto [...] provvedimento [...] inadeguato alle esigenze di [...] un moderno sistema formativo e di ricerca. Il confronto [...] della Camera sarà dunque [...] per una pubblica ed aperta [...] della posizioni, tra chi di autonomia va soltanto a [...] per seminari e convegni e chi, come noi, intende [...] in un efficace e coerente impianto legislativo. Ma su questo sarà opportuno [...]. Le tesi di fondo [...] Ranieri sono due: la trasformazione del Pei in Pds [...] in crisi [...] politico tradizionale (il pentapartito) [...] la crisi della De; non è scontato [...] della De si traduca in uno spostamento [...] quadro politico. Sul primo punto ho [...] funzione «maieutica» rappresentata dalla nascita del Pds. A mio avviso, invece, [...] c'è il collasso del comunismo a livello [...]. A [...] volta, sia pure con [...] il nuovo gruppo dirigente del Pds ha [...] che si stava addensando e ha salvato [...]. Quanto è riuscito a [...] diranno le prossime elezioni politiche. Sono invece completamente [...] sulla seconda tesi di [...] di Ranieri: «La De può perdere ma [...] che vinca la sinistra». Contestazione nei confronti dei [...] Attualmente [...] situazione è dominata da una crescente contestazione [...] partiti. ///
[...] ///
Sarebbe però un gravissimo [...] che oggi c'è un complesso di forze [...] politiche) che punta, a colpi di campagne [...] referendum, ad annullare la presenza e la [...] per sostituire ad essi [...] di pochi grandi gruppi economici privati. In questo contesto non [...] d'occhio la situazione economica. I gruppi industriali non [...] condizioni di salute. La classe industriale italiana [...] sul terreno [...] e non si muove [...] mercato [...] delle scalate e delle [...]. Di conseguenza òggi in Italia [...] corso uno scontro durissimo sulla ripartizione di [...] in crisi il metodo tradizionale di mediazione [...] tutti questi anni dalla De con correttivi [...] in volta acquisiti con fatica dai socialisti [...] poco conto: vanno dalla nazionalizzazione [...] elettrica, alle regioni, allo [...] canone, alla legge antitrust, [...] mercati finanziari, ecc. La mediazione democristiana si [...] forme di sostegno assistenziale al Sud, su [...] Stato [...] largo di spesa e inefficiente nella gestione, [...] fiscale a favore del ceto medio, su [...] imprese per bilanciare gli aumenti salariali agli [...] incrementi degli stipendi pubblici. Bisogna però avere coscienza [...] entrata in crisi la mediazione De nella [...] è fra due tipi [...] un rigore [...] e confindustriale ò' Oh [...]. A mio avviso il PDs [...] un grave errore a respingere la tesi [...] presidenziale. La repubblica presidenziale è [...] una proposta istituzionale «forte», come [...] in grado di venire incontro alla domanda innovativa [...] società civile, destruttura realmente una [...] del sistema di potere della De senza distruggere totalmente il sistema dei partiti come invece [...] fare i referendum di Segni e Giannini. In assenza di una [...] e nettamente distinta da quella della De [...] propone [...] del confronto fra i [...] il premio di maggioranza le forze di [...] proposte istituzionali limitate, che come tali vengono [...] di «novità» proveniente da molti ambienti, oppure [...] rimorchio delle forze che, con scopi molto [...] della sinistra, cavalcano i referendum. [...] probabile che in assenza [...] «forte» e positiva avanzata in questa o [...] a livello politico e parlamentare le forze [...]. Andremo ad un sistema [...] di cui Sartori ha dimostrato [...] dei possibili risultati, il [...] anche il possibile trionfo della De per [...] numerici. [...] veniamo, però, ad una questione [...] essenziale. Il nodo fondamentale per [...] realtà di sinistra è costituito da quello [...] chiamiamo [...] socialista, cioè il rapporto politico [...] fra il Psi e il Pds sul [...] e del socialismo democratico. Questa linea [...] può [...] dire trovare punti di [...] del-la finanziaria senza pretendere da parte socialista [...] Pds la voti o si astenga o da [...] Pds che il Psi [...] colpo passi [...] dichiari pronta [...] e chieda su questo [...]. In questo quadro non [...] alcune recenti prese di posizione di esponenti [...] Pds [...] sono sembrate sbagliate e contraddittorie con obiettivi [...] Non ho capito perché a proposito dei [...] al Pei e a [...] D'Alema abbia chiamato in [...]. Al contrario il gruppo [...] Psi ha evitato facili ritorsioni polemiche sul tema. Cosi non si può [...] esagerato sul condono e dimenticare che [...] Formica ha posto in [...] del «segreto bancario» che la sinistra chiede [...]. Chi può prevedere oggi [...] politico e numerico del prossimo Parlamento e [...] situazione italiana si può pensare di [...] far decollare [...] senza fasi intermedie? Che [...] complessa e difficile è dimostrato proprio dalla [...] avanzata da Occhetto su un cartello fra [...] o movimenti di [...] sinistra. Ma davvero Occhetto pensa [...] agli occhi [...] pubblica uno schieramento indifferenziato, [...] lotta alla De, che dovrebbe andare da Giorgio La Malfa a [...] A mio avviso solo [...] da un processo unitario fra il Psi [...] Pds [...] basi chiare sarà possibile sbloccare la situazione [...] i conti con forti spinte di destra. Temo che a rendere [...] la posizione del Pds siano intervenuti fattori [...] al quesito che è stato sottoposto ai [...] dovrebbe essere [...] tema in discussione. Vorrei perciò tentare, più [...] il mio atteggiamento, di capire le ragioni [...] il dibattito e che rischiano di paralizzare [...] in questo campo. Non penso che si tratti [...] conflitto fra [...] e [...] del Pds. Le posizioni assunte unitariamente [...] Pds [...] legge finanziaria mostrano che la priorità degli [...] tante volte proclamata, comincia a essere praticata, [...] successo. Può esserci stato, invece, [...] voluto o meno, dei promotori di questo [...]. Mi riferisco in primo [...]. I comitati (di cui [...] hanno lanciato gli altri referendum hanno concordato [...] e gli orientamenti, ben sapendo che [...] del Pds può essere [...] è riducibile alla funzione di portatore d'acqua. Non mi pare che ciò [...] accaduto per le droghe. Molti nel Pds hanno [...] di [...] dinanzi a un «prendere [...]. Ma più che al metodo [...] riferisco [...] politica. Il referendum è stato [...] come il seguito di una campagna [...] promossa da tempo dai [...] liberalizzare non solo il consumo, ma anche [...] droghe, lo considero [...] come una tesi non [...] perfino stimolante. Tuttavia il referendum non [...]. Esso non prevede la [...] delle norme che vietano e puniscono il [...]. Queste sono peraltro con-tenute, [...] leggi dello Stato italiano, in convenzioni [...] ratificate da quasi tutti [...] mondo, compresa [...] e non sono perciò [...] con strumenti referendari. Il quesito del referendum [...] cancellazione di quelle norme che puniscono [...] personale delle droghe: e [...] come [...] dei medici di segnalare [...] uso di sostanze stupefacenti o psicotrope, che [...] repressione che [...]. Alterare e dilatare il [...] è soltanto un arbitrio; è anche un [...] compromettere il suo esito, già di per [...]. Lo dimostra [...] recente, quella dei referendum [...] sui pesticidi. Si chiedeva allora di [...] e [...] dei pesticidi in [...] nella campagna di propaganda, [...] sforzi, prevalse la tesi che si dovesse [...] caccia e fare a meno della chimica [...]. Crebbero le diffidenze e [...] la battaglia fu perduta. Oggi soltanto una minoranza è [...] alla liberalizzazione delle droghe, mentre può esservi una maggioranza [...] rifiuta la punizione di chi ne la uso e [...] carcere per i [...]. Noi stessi abbiamo contribuito [...] la consapevolezza che le ragioni della solidarietà [...] sicurezza possono coincidere. Abbiamo votato contro quegli [...] di cui ora è giusto richiedere [...]. C'è [...] allora un comportamento unitario [...] e si sono ottenuti consensi che sono [...] di là del nostro elettorato. Ora che la linea [...] è chiaramente fallita, oltre ai molti cattolici [...] dalla posizione della De. Per il Pds il [...] se lasciare ai propri iscritti libera scelta, [...] ormai un diritto acquisito in ogni campo: [...] la propria cultura e la propria attività [...] una battaglia giusta; e anche per evitare [...] comprometta [...]. Ma chi ha parlato di [...] arnao« Il dibattito sul referendum sulla legge droga sta [...] scivolando sulpiano della contrapposizione ideologica e della superficialità: [...] è stata addirittura equiparata da [...] politici (anche Chiaromonte dopo [...] e La Malfa) ad una [...] delle droghe». Premesso che gli [...] (come risulta anche dal [...] droga», a cura di Luigi Manconi) propongono [...] «Legalizzare» [...] regolamentare) la droga e non di [...] occorre ricordare che il [...] né a legalizzare né tantomeno a liberalizzare, [...] alcune norme repressive della [...]. Sul piano delle sanzioni [...] modifica che il referendum prefigura è la [...] della «dose media giornaliera» [...]. Sulla questione abbiamo avuto [...] discussioni in seguito alla eccezione di incostituzionalità [...] Saraceni. La Corte Costituzionale pur [...] espresso profonde critiche alla [...] suggerendo perfino ai giudici [...]. A queste critiche il [...] reagito. Il ministro [...] ha candidamente declinato ogni [...] una pretesa incompetenza «tecnica» [...] 7 agosto [...] della Sanità, il «tecnico» che con il [...] fissato le «dosi» per le rispettive sostanze, [...] la [...] è uno sbaglio («Il [...] giugno 1991). Come è noto le [...] fissate da De Lorenzo [...] il possesso di un grammo di marijuana [...] spinelli, valore sul mercato [...] lire) è un reato [...] nelle sanzioni amministrative il possesso di 100 [...] (20 dosi [...] attive, valore [...] lire), c. Naturalmente la repressione penale [...] i [...] la cui presenza nelle [...] ulteriormente aumentata. È evidente [...] dì avviare al circuito [...] lo più giovani che indulgono in un [...] rischioso (assuntori di droga leggera) o che [...] problemi sociali e caratteriali che il carcere [...]. Ma fra le conseguenze [...] 162 ci sembra che sia stato finora [...] che si concreta in una minaccia per [...] della crisi del sistema [...]. È ormai ampiamente dimostrato [...] per droga costituiscono uno dei fattori più [...] delle strutture giudiziarie: a Milano i reati [...] il [...] a Palermo il [...] (La Repubblica 7 agosto [...] Roma il [...] (Coiro, comunicazione personale settembre [...]. Per non parlare [...] delle forze [...] e della sovrappopolazione delle carceri. Poiché le risorse giudiziarie non [...] illimitate ciò significa che una limitazione delle ipotesi di [...] rispetto al possesso di droga [...] destinata a rifletterei in una maggiore disponibilità [...] giudiziario per combattere la grande [...] piccola criminalità. Con [...] della [...] la discriminante fra consumatori [...] sarebbe determinata meccanicamente da criteri quantitativi, ma [...] emersi dal processo (come è [...] appunto proposto dalla Corte Costituzionale); [...] sottratti [...] penale migliaia di casi [...] alla [...] ma chiaramente non collegati [...]. Lo spaccio sarebbe comunque [...]. La detenzione per uso [...] punita da sanzioni amministrative, La normativa della [...] quindi assai più restrittiva ai quella della [...]. Quotidiano del Pds Roma [...] Direttore responsabile Giuseppe F. ///
[...] ///
Milano -Direttore responsabile Silvio Trevisani [...]. ///
[...] ///
[...] ascoltato in qualche convegno [...] con grande interesse. Non ho letto nessuno [...] libri filosofici, seguo però con attenzione i [...]. Attenzione e interesse che [...] un motivo: la [...] libertà da ogni schema [...] steccato fra credenti e non credenti; libertà [...] frequenti (e pertinenti) incursioni nel campo teologico [...] ricorda, come nessun altro oggi, la lezione [...] maestri, Cantimori e Garin: non si dà [...] se non si tiene in conto la [...] riflessione teologica. [...] a parlare di [...] è una [...] intervista di questi giorni: [...] li Sinodo dei vescovi che, proprio su [...] per riunirsi. Un testo anticonformista e [...] pone questioni di grande rile-vanza, sulle quali [...] credenti farebbero bene a meditare e discutere. [...] parte dalla constatazione che [...] per tutto il dopoguerra, nella illuministica utopia [...] culturali, etniche e religiose fossero state eliminate [...] progressive del linguaggio [...] e che su questa [...] procedere verso «una radicale omologazione planetaria». E prosegue: «Adesso siamo [...] grande, autentica sfida che la cultura [...] non ha mai affrontato, [...] parole: concepire un dialogo fra popolazioni, culture, [...] effettivamente e radicalmente distinte. E che vogliono entrare [...] in quanto tali. Assistiamo ad un prepotente [...] della dimensione più seria [...] politico, che non è mai [...] riducibile a ragioni puramente [...] Chiesa e la nuova [...]. Di fronte a questo [...] laica è palesemente -a volte pateticamente -incapace [...]. Ma anche per la Chiesa [...] tradizione cristiana si tratta di un grande [...]. Quanto al progetto di una Europa che riscopra, come collante, le sue radici cristiane -progetto [...] cui il Papa attuale 6 segno ed artefice [...] da un lato, in positivo, [...] giusta avvertenza, da parte della Chiesa, che la vìa [...] (tante volte consistita [...] dei non uguali) è ormai [...] mostra la corda; e allora, o [...] da altri orizzonti di valore [...] non riuscirà a costruire alcuna pace, neppure provvisoria»; [...] in negativo, «la tendenza a [...] con accenti trionfalistici una immagine di [...] cristiana a venire». E [...] si apre, secondo [...] «una serie infinita di problemi». Radici cristiane: come [...] «Se le intendessimo come [...] cui il Papa chiede di convertirci, a [...] il senso di questa tradizione e anche [...] viva. La Chiesa non può [...] fondamento ma deve proporsi come [...]. Se dunque si pensa [...] ai popoli europei che devono convertirsi a [...] rappresentato dal messaggio della Chiesa stessa, allora [...] fronte a una contraddizione teologica radicale. La Chiesa deve riformarsi [...]. Il cosiddetto umanesimo cristiano [...] base culturale della nuova Europa. Ma di quale umanesimo [...]. E non senza ironia: [...] di [...] sine glossa al Vangelo?, [...] Pico della Mirandola? Insomma fino a che [...] Chiesa [...] definisce se stessa, nel processo di riforma [...] qualifica [...] cristiano, è evidente che [...] -integralismo sono giustificati. Personalmente penso che nella [...] vi siano dei germi per la fondazione [...] distinti molto più fecondi [...] illuministica di tolleranza. Ma bisogna esplicita [...]. Sono pienamente [...]. E osservo che, se [...] non fosse un isolato, [...] laica fosse capace di fare propri tali [...] gioverebbe a se stessa e alla Chiesa. Parimenti, se vescovi e [...] scrollassero di dosso, si mostrerebbero ciechi e [...]. D'altronde nel pensiero di [...] è presente, in filigrana, [...] Concilio quando disse che la Chiesa non [...] bisogno della storia e [...] umana. Ciò [...] nel seguito [...] a proposito della secolarizzazione: «La Chiesa [...] cessare di vedere questo processo come nemico, [...] lottare contro il moderno. Deve piuttosto approfondire il [...] non per fame [...] ma per trovare in [...] grande dimensione [...] cristiano, e cioè: siate [...] assumetevi tutte le responsabilità. [...] c'è [...] della prande intuizione di [...] il teologo luterano messo [...] nazisti, sul modo di concepire Dio nel [...] non più «tappabuchi» delle debolezze e delle [...] richiamo estremo [...] di responsabilità storiche. [...] si legge su [...] bisettimanale che esce da [...] informativo prezioso sui fatti (e i misfatti) [...] Chiesa [...] dei cristiani. ///
[...] ///
[...] si legge su [...] bisettimanale che esce da [...] informativo prezioso sui fatti (e i misfatti) [...] Chiesa [...] dei cristiani.

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(42)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(58)


(24)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(19)

Città & Regione [1975-1976*]

(17)


(21)

Interstampa [1981-1984*]

(18)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(19)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(28)

L'Orto [1937]

(15)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(27)


(17)


(18)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(43)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(17)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(17)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(51)

Brescia Libera [1943-1945]

(18)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(28)


(32)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(22)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(24)

Umanità Nova [1919-1945]

(20)



(57)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)