→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «Ordine Nuovo-settimanale ('19/'20)-Nazionale - numero di periodico»--Id 1636451682.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

Da semplice apprendista sarto [...] ragazzo, mi trovai sul lastrico [...] strada, riuscii a perfezionarmi [...] modo da occupare ambiti posti nelle primarie [...] Parigi e di Londra, ed a procacciarmi [...] letteraria più che bastevole [...] seguito speciali mansioni epistolari e linguistiche nel Gabinetto [...] Ministero di Stato. [...] francamente di non essere un [...] dotato di [...] superiore. Non sono più intelligenti [...] altri operai che un tempo lavoravano con [...] oggi leggono stentatamente un giornale quotidiano. Riconosco soltanto di avere [...] di [...] preferito lo studio alle [...] alle case equivoche. ///
[...] ///
[...] sopratutto il dovere di ogni [...] perchè tutti sanno oramai che la potenza delle classi [...] e sulla disorganizzazione delle classi [...]. Escano dunque i cottimisti [...] buchi. [...] più spesso si conosceranno meglio, [...] organizzeranno meglio e, discutendo intorno ai [...] interessi, si istruiranno, si formeranno [...] cultura migliore e maggiore. La loro emancipazione è tutta [...] collettiva [...] sapranno spiegare. Se [...] debba [...] verso [...] dei laboratori domestici per i [...] cooperativi, è cosa di cui [...] poi. Basti per oggi ripetere [...] e le richieste fatte individualmente ai padroni, [...] non di giovamento, no! Individualismo è sinonimo di [...]. Collettivismo, di forza, di [...]. ///
[...] ///
[...] necessario [...] presente che [...] opuscolo, pubblicato nel luglio [...] a quanto pare, immediatamente dopo la [...] di Caporétto, nei primi [...] 1917 : bisogna fendersi ragione di questa [...] queste pagine vi è un poco dello [...] fu di tutti, legittima conseguenza delle condizioni [...] più di due anni si era vissuto, [...] « costume » di guerra. La [...] più originalmente bizzarra di [...] certamente quella special figura di [...] che consisteva nel dire [...]. Supponete una collettività cui [...] grave, di cui molti hanno non solo [...] e confusa, ma [...] percezione, supponete che si [...] di rendere noto a tutti questo [...] che pure a tutti [...] da molti conosciuto, supponete che si giunga [...] incriminare e di impedire che apertamente si [...] da ognuno. [...] evidente che si giungerà [...] assai curiose : si assisterà [...] strabilianti applicazioni della dottrina della doppia verità, una per [...] volgo, [...] per gli iniziati, si vedrà [...] pubblica [...] tanto più illuminata quanto più [...] lontana dal vero, ci sarà della gente che, a [...] di negare [...] luce del sole, finirà per [...] sul serio che il sole non esiste, e ce [...] sarà [...] la' quale penserà di essere [...] assai, e di [...] fatto cosa molto nuova quando [...] avuto [...] di pensare, tra di sé, [...] ciò che nessuno dovrebbe dire, e the tutti sanno, [...] quando si sarà spinta a [...] in un crocchio di amici, [...] a [...] per iscritto, [...] poi lo scritto nel proprio [...]. Intendiamoci, io non voglio [...] Prezzolini di mancanza di coraggio ; cerco di [...] condizioni generali dello spirito pubblico nei giorni [...] riflessioni raccolte nel suo libro, e credo [...] quelle condizioni una guida per comprendere [...] dello scrittore. Egli dichiara di non [...] spiegare « come si sono [...] i latti » ma « [...] sono stati possibili », egli [...] dunque lare una ricerca di cause, una ricerca Storica: [...] inquadrare i fatti in una visione complessiva, nella quale [...] trovino una spiegazione completa. Riesce egli a fare ciò? A me non pare. Mi pare che egli [...] sostanza poco di più di una semplice [...] del disastro militare e morale. É a limitare in [...] risultati dell'esame credo che contribuì, oltre alia [...] anche il tempo nel quale egli scrìsse: [...] ripeto, era già gran cosa il riconoscere [...] si poteva facilmente essere indotti a credere [...] riconoscimento stesse una spiegazione. Ma le cose non [...]. Caporetto è, per i militari, [...] battaglia perduta ; le battaglie perdute si [...] con una molteplicità di cause [...] inettitudine dei capi, difetti nella [...] dell'esercito, errori di [...] di [...] ecc. Ma Caporetto fu solo [...] Fu qualcosa di più, [...] più, fu l'indice [...] sfacelo generale, di un [...] morale che preesisteva e venne alla luce [...] mòdo violento. Il [...] coi rovesci [...] paesi in guerra non regge; la disfatta [...] caratteri suoi, che riguardano [...] vita della nazione, è, [...] soltanto allo sfasciarsi dell'esercito russo, o dell'esercito [...] tempi dopo [...]. Ma se così è, [...] carattere militare non spiegano nulla: essi debbono, [...] essere spiegati. E cesi tutti i [...] natura che il Prezzolini espone come determinanti [...]. Quel che vi è [...] ciò ch'egli dice non è altro che [...] semplice ritorno alla realtà, la notazione esatta [...] via via che si procede nel loro [...] palesano di una gravità, di una importanza [...] essa pure una spiegazione. Il disastro non è [...] la ritirata, [...] ; è in quella [...] generali che non sapevano e non facevano, [...] che non capivano i soldati, in quei [...] erano tenuti assieme che dal vincolo esteriore [...] disciplina, in quei giornalisti che mentivano, in [...] inetti, in quella classe dirigente di incapaci, [...] di « pazienti», cioè di inattivi, vittime, [...] storia. Caporetto fu dunque tutta [...] prima del 1917 ; e se la [...] di mezzo secolo di storia italiana, la [...] ottobre resta il fatto culminante di questo [...]. Caporetto ha rivelato la [...] modo più crudo e più semplice. Di una esposizione non [...] dunque contentare e il Prezzolini lo sente [...] rifarsi, ogni tanto, a considerazioni di indole [...] malgrado di esse, chiuso il libro la [...] in tutta la [...] estensione, in tutta la [...] fu possibile ciò? e il paese in [...] possibile è degno di essere chiamato « [...] che esso esista come [...] autonoma, viva e vitale? Questo dovrebbe [...] centrale di una riflessione su Caporetto, fatta [...] di vista storico, e da essa potrebbe [...] conseguenza quanto al significato della disfatta. Tutto sta nel modo [...] problema. Ora, nel libro che [...] problema è posto in modo sbagliato, senza [...] storica dei termini di esso. Il Prezzolini prende gli [...] 1915-17, gli istituti politici, civili e militari, [...] governo e il [...] ed esprime su [...] serie di giudizi di carattere astratto, derivanti [...] tra la realtà e un tipo di [...] governo, di [...] ecc. Egli costringe la realtà [...] un processo di comparazione con quella che [...] fosse. È un procedimento precisamente [...] dello storico. Prezzolini non è uno [...] moralista, è un predicatore di sane massime [...]. Anche quando egli eleva [...] durante la guerra (per esempio [...] a sintomo e forma [...] malattia preesistente nel corpo sociale italiano, egli [...] generalizzare, che estendere il giudizio di disapprovazione [...] alla nazione [...]. E così [...] è sempre lo stesso [...] moralismo da maestro di scuola, predestinato alla [...]. Vero è che qualche [...] ricorda di essere un idealista, si ricorda [...] filosofico che [...] ha insegnato che ogni [...] e pare ravvedersi, tornare a una visione [...] ma è un ravvedimento generico, che non [...] banale affermazione che i popoli hanno i [...] e viceversa, è uno storicismo cui manca, [...] senno della storicità. Si veda [...] del carattere del [...] qualità delle nostre classi dirigenti. A prima vista sembrano [...] giuste: è vero che da noi il [...] stato inteso come scuola di capacità e [...] come stimolo delle energie individuali, è vero [...] Stato non fu da noi espressione della coscienza [...] della collettività, che la classe dirigente fu [...] truffatori e di sbirri, e il [...] che si lasciano opprimere senza osare la [...] via. Ma queste verità sono [...] da [...] quasi credere che le [...] per colpa di individui e classi ignoranti [...] che per evitare tanti malanni basterebbe che [...] della eccellenza delle teorie liberali, della necessita [...] liberalismo come disciplina spirituale, di fare dello Stato [...] coscienza etica comune ecc. Invece è vero il contrario, [...] che lo Stato, e una disciplina di libertà e [...] coscienza etica ecc. Per intendere [...] del [...] e degli anni seguenti, [...] la teoria filosofica dello Stato liberale, com'era [...] della Destra, e come è nella mente [...] Prezzolini, [...] ha maggior valore delle dottrine politiche della Repubblica [...] Platone. Non solo, ma nemmeno [...] liberalismo [...] non servono a chiarirci [...] sono, per noi, materiale importato, come tutti [...] istituti politici dello Stato moderno. Noi non abbiamo vissuto, [...] formati a nazione, e costituiti in Stato [...] riflesso di condizioni estrinseche; siamo diventati uno Stato [...] la necessità di entrare a far parte [...] economico e politica retto da forze a [...] sistema del capitalismo industriale europeo. Tutti i paesi che [...] sono stati costretti ad adattarsi alle necessità, [...] questo sistema, a subire condizioni anticipatamente poste, [...] o meno [...] per [...] diventare parti di un [...] produzione, di scambi, di convivenza e di [...] modo rispondente al grado di sviluppo raggiunto [...] più progrediti. La dottrina del liberalismo [...] dell' aspetto che avevano assunto i rapporti [...] nei paesi di avanzata civiltà industriale. Nei paesi dove questi [...] dove si viveva ancora in modo medioevale, [...] destinato a diventare una buffonata, a coprire [...] il paradiso dei cialtroni, il regno dei [...] mala vita ». Lo stesso si dica [...] funzioni tra [...] e classe [...] rigente, specchio di quella [...] nei rapporti di produzione industriale, tra il [...] il potere e [...] che lavora: quella divisione [...] far sì che la classe dei borghesi [...] mondo il contributo della [...] capacità organizzativa e di [...]. In un paese rimasto [...] rapporti di soggezione feudale di un uomo [...] uomo, che maraviglia che la classe di [...] sempre su per giù una specie di [...] associazione a delinquere e a sfruttare la [...] Constatare le aberrazioni è quindi cosa [...] si risale poi alle condizioni loro, alle [...] comprendere il nocciolo della realtà, [...] degli organismi sociali, e [...] nè [...] politica, nè il costume [...] la costituzione stessa [...] produttivo, il modo di [...] di produzione e di scambio. Il modo di giudicare [...] del Prezzolini porta però in sè la [...]. Egli è portato a [...] le cose e dopo cinquanta pagine di [...] critiche confessa candidamente che gli «pare impossibile» [...] sia proprio quella; egli è condannato poi, [...] tutto bratto, o disperare nel modo più [...] a rifugiarsi in una serie di ipotetiche [...] giustificate di quelle che si formulavano una [...] enfasi retorica, [...] glorioso della razza romana, [...] ecc. In pratica Prezzolini e [...] suo genere troveranno che [...] rimedio è quello di [...] leghe di uomini di buona volontà» per [...] morale, la vera libertà, la vera onestà, [...]. Gran brave persone, ma [...] essere mai contente di niente, a ripetere [...] edificazione di pochi e frutto di nessuno, [...] in una parola, uomini eternamente sterili. Noi, se da Caporetto ricaviamo [...] prova [...] «nazionale» e borghese, non disperiamo [...] perciò. Nella storia reàle d'Italia [...] di un rinnovamento e [...] troviamo da una sola [...] dei [...] nuovo col quale il [...] nella lotta sociale» La storia [...] moderna, come organismo dotato [...] e libera, coincide con la storia del [...] di classe tra le masse italiane. La lotta di classe [...] dal suo torpore, [...] ha dato virtù civili, [...] non virtù di pazienza, lo ha reso [...] la [...] volontà, ha plasmato il [...] ha fatto padrone di sè, ha unificato [...] e la [...] azione, gli ha fatto [...] che legano tra di loro gli uomini [...] più servile ma libero, gli ha fatto [...] occhi un avvenire di dignità, lo ha [...] a soffrire, a sacrificarsi per esso. L'italiano ha imparato nelle [...] a essere attore e non vittima della [...]. Se ai socialisti si può [...] una colpa, per ciò che si riferisce a Caporetto, [...] quella di non essere stati veramente « disfattisti », [...] non averla saputo [...] loro, la disfatta, di non [...] saputo far seguire alla rotta una « rivoluzione di [...] » e una « pace di [...]. Ciò sarebbe stato realmente [...] nuova storia per il [...] italiano. Ma noi non possiamo [...] questa colpa, perchè sappiamo che la storia [...] a capriccio. Quel che resta di Caporetto [...] per noi, un insegnamento. Le classi borghesi passano [...] sconfitta, di disfatta in disfatta, tra il [...] responsabilità dei partiti e il vano predicare [...]. Ma le sconfitte borghesi sono [...] scuola del proletariato, perchè esso solo può [...] appieno, è in una posizione [...] permette una critica totale, che [...] concede di farne la storia : la storia delle [...] borghesi deve essere una sola cosa con la storia [...] conquiste proletarie. Segretario di redazione: Antonio [...]. Alleanza -Corso Stupinigi, [...] responsabile : Umberto Terracini. ///
[...] ///
Alleanza -Corso Stupinigi, [...] responsabile : Umberto Terracini.

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(42)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(58)


(24)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(19)

Città & Regione [1975-1976*]

(17)


(21)

Interstampa [1981-1984*]

(18)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(19)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(28)

L'Orto [1937]

(15)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(27)


(17)


(18)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(43)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(17)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(17)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(51)

Brescia Libera [1943-1945]

(18)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(28)


(32)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(22)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(24)

Umanità Nova [1919-1945]

(20)



(57)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)