→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «l'Unità-Nuova Serie(PCI)-Nazionale del 1956»--Id 1570036195.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

Par [...] 11 ottobre [...] PER ORA IL DRAMMATICO COLLOQUIA FRA IL PAZZO CHIUSO NELLA SCUOLA E GLI [...] i 200 milioni o accecherò [...] bambini e farò saltare in aria tutta la scuola [...] l. Si fa largo fra [...] sul pavimento. Poi trova la forza [...] di uscire sulla piazza. La detonazione è stata come [...] scintilla. Ora tutti sanno, oro [...] più dubbi, [...] quasi [...] 12,30 cominciano ad affittire [...] Terrazzano [...] prime forze di [...]. Tutto il paese è già [...] piazza, ma le pistole automatiche dei [...] criminali, e in più il [...] che i due possano [...] sui bimbi, [...]. I poliziotti [...] sgombrare le adiacenze dello edificio, [...] la scuola. Giungono i carabinieri in [...] guerra. Arrivano alcune autoblinda c [...] dei vigili ilei fuoco. Ti offro la min rifa [...] la [...] ». Va via o ti [...] cane! Parte un colpo che lo [...] per mi capello, il Cantato [...] Via tutti! Sono io il padrone! Fra di essi, è [...] Giulio Malocchi, il macellaio del paese. Ma tutti vengono implacabilmente [...]. ///
[...] ///
Arturo [...] non . ///
[...] ///
La folla continua ad [...]. Giungono da Milano, dai paesi [...] La [...] si è [...] in un lampo e dovunque [...] suscitato sgomento, orrore, esecrazione. Parlando nel microfono, Arturo detta [...] sue condizioni. [...] parlare ai padri e [...] madri dei bambini. Se avete ti cuore [...] troiate ìl denaro e soprattutto non tentate [...] noi. I poliziotti non si [...] ano. Chi va, in cerca di [...] si ricordi che [...] sono in aiuto [...] vite di [...] innocenti. Il discorso del lolle [...]. Se [...] me o mio [...] La Ioli» [...] «1» [...] flavi"» Osvaldo [...]. Ma e ancora Arturo [...] ad assumere la iniziativa. Ucciderò i vostri figli! [...] i soldi o faccio saltare [...] scuola con il tritolo. Perchè, purtroppo, i due [...] introdotti nello edificio con candelotti di tritolo, [...] acido solforico. E non sembrano disposti [...]. ///
[...] ///
Continuano [...] affluire forze di polizia. Tutta la zona è [...]. Arturo [...] apre ancora la finestra [...] sul davanzale [...] due o tre bimbi -Cosi [...] spararmi [...] sghignazza il pazzo [...]. Cosi posso tenervi sotto [...] ». Un fremito [...] percorre la folla. Sulla piazza accadono strazianti [...]. Facendosi scudo del corpo dei [...] Arturo [...] continua a [...] legge. Telefonate ai giornali, alla [...]. Vi offrirò uno spettacolo mai [...]. Ma non osate attaccare, [...] bimbi dolio finestra! ///
[...] ///
Nuovo proclamo del folle: [...] Voglio [...] milioni! Vi tengo tutti in [...]. Fate presto, perchè fra poco [...] a sparare sui bambini! Giù, nella [...] le madri piangono disperate. Ma nessuno, per timore di [...] ai piccoli prigionieri, osa [...]. Ed ecco [...] solo, indifeso, un sacerdote. [...] don Eugenio [...]. Nessuno può far niente. Piuttosto [...] del cibo. Voglio dei polli, della [...] della verdura e del pane. ///
[...] ///
E che tutto sia abbondante, [...] dovremo rimanere [...] a lungo. E lei, prete, non [...] ». Do» [...] dece per forza acconsentire [...] bandito. Parte e torna carico [...]. Viene calato un paniere, [...] fratelli [...] possono rifornirsi di cibarie. Intanto giungono le macchine [...] della RAI. Vengono celermente piazzati i microfoni, [...] impianto di fortuna, ma efficiente; si potrà cosi più [...] parlare con [...] banditi. Un tecnico della RAI si [...] per una scala e porge un microfono ad Per [...] ragioni di spazio siamo [...] strettì a rinviare la pubblicazione [...] PAGINA DELLA [...] la scuola. Se tentate di passare [...] ce ne accorgeremo e sarà peggio per [...]. In [...] di estrema tensione, ha [...] un drammatico [...] So no il [...] Milano. Dica quello che vuole [...] accori [...]. [...] a ni padri e alle [...] che io non scherzo te il pazzo si fa [...] mentre punta la pistola alla [...] pia di una bimba dai [...] biondi) sono pronto a tutto. Poi si [...] questure: « Via anche lei! Questore [...] Siamo disposti a tutto, pur [...] salvare i bambini. Suolato [...] Non mi Udo. Citai a voi se [...]. Ucciderò questa bimba. Fu paura, ora, la [...]. Citi uomini, sconvolti ila [...] gli occhi torvi. Le mani tremano. Il pazzo sta scherzando [...]. [...] un presentimento di tempestai. ///
[...] ///
[...] potro cedere se qualcuno si [...]. Portate del cibo. Vi avverto che tarò [...] qualsiasi vivanda, cosi, se tentate di avvelenarmi, [...] morire. Portate anche 1(1 tubetti di [...] (nini sostanza che serve per resistere al [...] Va bene, ho latto prendere [...]. [...] Voglio [...] un fornello a gas e [...] caffè. Si fa [...] ora, [...] Ila [...] la signóra Enrica [...] madre della bimba a [...] ha puntato In pistola [...]. Lu madie [...] Lascia mia figlia. [...] ---Vattene, o la uccido, e [...] brucio gli occhi a [...] bimba! Sono ormai passate le [...]. Il pazzo [...] ad urlare ordini. Forse fili pare di stringere [...] mondo fra i pugni. Si sente al centro [...]. [...] insulti ni medici, ai [...] « Se [...] qualcosa, la colpa è [...] lei questore, dei ministri, tutti sono responsabili. ///
[...] ///
Mio padre è pazzo, [...] nessuno mi vuol credere. I medici mi hanno [...] faccia. Hanno rubato una bicicletta, [...] Hanno subito dato la [...]. Ma noi siamo uomini! Si avvicinano altri due [...]. Bozzi, dirigente del manicomio di Mombello, e il suo rice [...]. ///
[...] ///
Bozzi [...] Siamo dottori, vogliamo aiutarti. [...] Nessuno può aiutarmi. Volete ingannarmi? In non [...]. Non voglio più andare [...]. Piuttosto mi ammazzo! Si tenta ora min carta [...] ingenua. Si sciolgono delle compresse di [...] in una bottiglia di marsala e la si offre [...]. Il pazzo respinge [...] sghignazzando. Sono ormai le 16. [...] dramma entra nella [...] fase più acuta. Intorno alta scuola ri [...] di agenti, di carabinieri presidiano la :ona. La folla preme contro [...] poliziotti. Il [...] smania sempre di più [...] telecamere. Arrivano il [...] e la sorella del pazzo. Quando vede la sorella Fulvia, [...] punta lo pistola contro di lei. Afa [...] l'arma si inceppa. La vista del padre [...] in uno stato di pericoloso furore. ///
[...] ///
Giungono alcuni tiratori scelti in [...] coti [...] munito [...] chiale. ///
[...] ///
I signora Irene l. I fratelli Saldato le munirono [...] a una gamba. [...] mentre [...] e una donna la conducono, [...] a farsi [...] V« bette, ab [...] capito. Cosa vuole [...] alta finestra per [...]. Voglio che succeda una cosa [...]. Vaglio che tutto il mondo [...] di me e di [...] mio fratello! Arturo disprezza Flario, il [...] terrore, e rimasti/ per tutto il tempo [...] bimbi. Giunge in questo momento [...] Milano. Vengono [...] potenti fari con [...] di illuminare a giorno [...] appena le tenebre caleranno. [...] il tramonto è imminente Già [...] si [...]. Ma qualcosa di nuoro sfa [...]. [...] la folla che si fa [...] minacciosa. [...] la lunghissima snervante attesa. La [...] teme che, da un momento [...] la massa possa rompere i cordoni e tentare un [...]. Sarebbe la fine per [...] il [...] non sembra disposto a [...] genere. Sono le [...] quando si concorda un [...] anche riuscire. Si cerca, in sostanza, [...] del pacco, per far si che, attraverso [...] uomini della polizia possano penetrare nella scuola. E [...] del folle la si [...] fìngendo un attacco da [...] parte. ///
[...] ///
[...] in questo istante che [...] Paola Susini, colto il momento favorevole, balza sul [...]. Il fatto, imprevisto, viene però [...] e [...] sfruttato. Si balza in [...] scale. Fra i primi a [...] questore di Milano, [...]. Modica, poi il dottor Nardone, [...] Mobile, alcuni agenti, armati di mitra, il [...]. Il gruppetto si inerpica per [...] lunga scala a [...] Ma in quel momento ecco [...] verificarsi [...]. Da un paio dì [...]. Sante Zennaro, un giovane [...] morderà il freno, [...] Io li conosco bene [...] giovane a quanti lo ascoltavano [...] se potessi parlare con [...] ad arrendersi ». Ora lo Zennaro ha [...] che è tempo di agire. Rapidamente rizza una scala. ///
[...] ///
Io riconosce, ma non [...] la pistola. Un colpo, e Zennaro [...]. Poi lavero pericolo, il [...] sommersi, schiacciati. [...] i si calano, con le [...] dalla [...] molti vengono stroppati a cica [...]. ///
[...] ///
Ma ora tutti cercano [...]. Arturo [...] sembra morto, ha il volto [...] di [...] carabinieri lo afferrano, cercano di [...] al piano terreno. La /olla [...] . Lu scena è terribile, Per [...] del ferito, ordina il [...] a San Vittore. Nella stanza con le [...] i banchi intrisi di sangue, giace il [...] Sante Zennaro. In [...] stanza, guardato a vista [...] stuolo di carabinieri, Flavio [...] trema e piange. [...] stato Arturo. ///
[...] ///
[...] Flavio parla a fatica, [...] una tempesta di coliti. Potrebbe anche [...] il sopravvento. Giungono [far pena, ma la [...] fuori. Ma [...] deve ancora attraversare tutta [...]. [...] della folla, mi-nori ha [...]. La folla urla, grida la [...] sete di giustizia. [...] lo sfogo [...] con la mia mamma Eccoci [...] casa della signora [...] la [...] che è rimasta [...]. Suo figlio, i piccolo Giovanbattista [...] stacca un attimo dalla [...] gonna. La signora [...] racconta con voce rotta [...] drammatica vicenda Volevo mio [...]. Ilo creduto di impazzire. Tutti sono rientrati nelle [...]. Tutto e rimasto in [...]. Ma sarà facile cancellare le [...] di sangue che imbrattano il pavimento [...] al primo piano: il generoso [...] di [...] che ha dato [...] vita perchè le madri di Terrazzano non [...] la morte del loro figli. [...] Zennaro sarà commemorato in luffe [...] scuole di Milano MILANO, 10. ///
[...] ///
I loro bambini a scuola [...] i Pili stracciati; le loro cai", nei borghi, le [...]. Aveva poco più di enti [...] non [...] . [...] legame tra il giovane veneto [...] il parìe non . In guerra il coraggio [...] reazione al terrore, per emulazione, per cieca [...] un coraggio nutrito di slanci positivi [...]. Lo abbiamo rivisto, sullo [...]. Era la prima volta [...] inquadravano un dramma vero, ed è stato [...] nei anale abbondano elementi tragicamente copiati dal [...]. [...] di orrore sono entrate [...] e non erano inventate. [...] triste dovere di cronaca registrare [...] questo. Ala noi siamo italiani, non [...] di [...] siamo certi che la reazione [...] pubblico a quelle immagini non si c fermata al [...] morboso. In tempi in cui [...] eroi si impadroniscono [...] generale, nomi corrono su [...] per imprese ridicole, volt: diventano celebri per [...]. In visione di Sante Zennaro [...] incontro al sacrificio rimarrà come un richiamo [...] vita, alla forza dei sentimenti [...] nobili che vivono nel [...] nostra gioventù. [...] racconti dei [...] dalla [...] laLa maestra Susini per loro [...] già una leggenda DA UNO DEI NOSTRI INVIATI [...]. ///
[...] ///
Tutti eravamo [...]. Po: avevano una [...]. Io [...] scena che abbiamo lo accompagna [...] già TERRAZZANO [...] Mentre aurora f in [...] per catturare i due [...]. ///
[...] ///
Al primo colpo di [...]. In folla r riuscita [...] da. ///
[...] ///
Sono le 19 quando, [...]. [...] ferite di striscio. Ma la folla ora [...]. Padri e madri si [...] aranti. Per evitare una catastrofe, il [...]. Amati direttore del Manicomio [...] Aversa. Egli e un mezzo [...] un folle: c un luetico. Individuo facilmente suggestionabile, è [...] stato spinto a tale eccedo dalla vista [...] o dalla lettura di un giornale a [...]. Mi si dice che [...] alcuni momenti il nome [...] Peter ». Probabilmente la lettura degli [...] quel triste caso ha potuto far nascere [...] di fare qualcosa di [...]. Subito dopo, [...] prof. Amati, raggiunto da una chiamata [...] è partito per Milano recando con ?è tutto il [...] concernente Arturo [...]. [...] si è perciò potuto [...] non che al folle, dopo [...] mesi di ricovero, il [...] aveva concesso la libertà vigilata per 6 [...] sarebbe scaduto il 18 ottobre. Si tratta [...] Zennaro. Il mormorio [...] ho visto i [...] che «trin-che [...]. La gente si scopre. La marea della [...] si apre rispettosa al suo [...]. Ma ecco il secondo [...]. Poi Flavio [...]. Ancora [...] della folla, minaccioso. [...] sfreccia [...]. Difficile rintracciare ora 1 bimbi, [...] fra le braccia delle madri piangenti e felici, coccolati, [...] cer:ro [...] di tutti. Ecco Graziella Me«::a. Quei brutti mi hanno [...] e le gambe. Ora [...] deposta a :erra e cen-ando [...]. E anche [...] circonda:. V [...] eh" prova-; [...] -chicco -Si. Dovevano fare cinema Allora [...]. ///
[...] ///
Ernesto conferma quanto poco [...] Annamaria: -Dovete fare le tabellone del 4 [...]. Ma non era vero, avevano [...]. ///
[...] ///
Ma non era vero, avevano [...].

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(77)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(92)


(53)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(51)

Città & Regione [1975-1976*]

(50)


(55)

Interstampa [1981-1984*]

(53)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(53)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(60)

L'Orto [1937]

(46)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(59)


(49)


(53)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(68)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(52)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(52)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(83)

Brescia Libera [1943-1945]

(48)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(61)


(67)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(46)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(57)

Umanità Nova [1919-1945]

(51)



(82)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)