→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «l'Unità-Nuova Serie(PCI)-Nazionale del 1988»--Id 1562877904.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

E difficile, per non dire [...] rispondere [...] a questa domanda. Su un punto di [...] ancora una volta molto chiari. Quando [...] De Mita ha dichiarato [...] del futuro governo si sarebbe fondato su [...] istituzionale e quella europea, noi abbiamo espresso [...] considerazione positiva, sollecitando semmai il Presidente incaricato [...] sul serio. Poi, sono venute le [...] le quali anche muovevano [...] europeo; nella stessa scia [...] le affermazioni e i propositi di altri [...]. Più specificamente vogliamo ricordare [...] base per la trattativa proposto dalla Direzione [...] De [...] «Un progetto di governo, articolato in alcuni [...] programma» deve scaturire da [...] della scadenza della effettiva [...] unico»; che II testo programmatico avanzato da [...] a De Mita iniziava [...] internazionale assunto [...] e le prossime scadenze [...] sul plano europeo»; che un articolo del [...] Zanone, riassumendo la situazione, si apriva con [...] «Si intavola in questi giorni la trattativa [...] di governo che, stando alle dichiarazioni di [...] sfondo [...] del [...] e nel presente le [...] assumere per [...] Unico europeo». Non c era, dùnque, [...]. C'è stato, perù, subito un [...]. Lasciamo stare il fatto [...] il confronto e la trattativa si sono [...] pentapartiti, suscitando le ben note inestricabili contraddizioni [...] soggettive. Rimaniamo alle impostazioni programmatiche. In realtà, i contenuti [...] di un guscio verbale [...] hanno ben poco. Cerchiamo di essere più [...]. Un programma per far [...] Europa» e alle tappe che ci attendono [...] essere costituito da due parti tra loro [...] reciprocamente [...] di trasformazioni («modernizzazioni», le [...] II [...] socialista) [...] al paese, e [...] di vera e propria [...]. Prescindiamo anche [...] almeno per un momento, [...] soluzioni e misure che vengono avanzate. E un dato incontestabile [...] finora prospettate, si tratta [...] prive di qualsiasi respiro e sostegno più [...] comunitario appunto. Facciamo un esemplo: la [...] oggi il cuore di qualsiasi politica economica [...] nome. Ebbene, essa non si [...] in un quadro di sviluppo delle forze [...]. Ma questo sviluppo, che [...] anche «nazionale», non ha luogo se si [...] Impulsi «interni» o vagamente internazionali («americani», in [...]. Ha bisogno di una [...] insegna [...] di ormai un quindicennio, [...] non solo [...] ma la vicina Francia [...] altri paesi europei. Un ragionamento analogo può [...] il Mezzogiorno, per [...] per il fisco e [...] i nodi della realtà italiana. [...] parte, accanto e in [...] e coesione economiche balzano Innanzi i temi Istituzionali [...] della politica [...]. Il passaggio è arduo, [...] «europeizzazione» della politica. Non bastano dunque le [...] del paese. Occorre una politica europea nel [...] pieno della parola. Si potrà dire che ciò [...] problemi. ///
[...] ///
In particolare rende più acuti [...] problema [...] confronto e [...] di governo con i comunisti [...] e quello di una ricerca di convergenze politiche e [...] nella Comunità. Ma che fare altrimenti? Altra [...] esiste. La politica del «piede [...] considerata un errore ancor prima di [...] i contenuti. Quando, soprattutto, si dice di [...] dare un orizzonte europeo, ci vuole altro sia sul [...] della elaborazione programmatica, sia sul piano [...] politico. Qualsiasi forza -di sinistra, [...] di destra che sia -la quale non [...] punto è destinata a non corrispondere agli [...] ad acutizzare, e non a risolvere, le [...] sul tappeto. [...] ai soldi dello Stato Dallo [...] carceri d'oro ai politici coinvolti nei processa [...] È il 28 luglio 1981. Su tre intere pagine, Repubblica [...] di Eugenio Scalfari a Enrico Berlinguer, segretario [...] Pei. Sarà uno dei suoi [...] criticati, contestati. Due i capi [...] moralismo e settarismo. Ma il concetto e [...] morale» -ha retto alla critica, si è [...] è imposto. Oggi fa parte del [...] la forza con cui rappresenta e rispecchia [...] sta di fronte alla democrazia italiana. Quando Berlinguer concede [...] ha già alle spalle, recente [...] bruciante, [...] della solidarietà nazionale, un [...] tentativo politico fallito. Moro è stato ucciso [...] Pei ha ritirato il voto di fiducia [...] la De ha abbandonato [...] «terza fase». Dopo [...] lunga avanzata elettorale, i [...] nelle elezioni politiche del [...] un pesante arretramento. Repubblica titola così la [...] pagine. ///
[...] ///
Scalfari tenta anche di [...] le rughe e [...] «. Certo, quello che parla [...] sotto tiro, che ha di fronte [...] di un colpo di [...] e alla strategia del Pei. Ha già visto un [...] scandali, compreso quello (la [...] che ha costretto un [...] Repubblica, il democristiano Giovanni Leone, alle dimissioni. Ma il suo ragionamento [...] rispecchia solo il dato morale più immediato, [...] lo schifo di fronte alla corruzione dilagante [...] della cosa pubblica. Difende il [...] e attacca gli altri: «I [...] oggi sono soprattutto macchina di potere e [...] o mistificata conoscenza della vita e dei [...] della gente; idee, ideali, programmi pochi e [...] passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più [...] contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun [...] esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure [...] il bene comune». ///
[...] ///
Oli attirerà fama di [...] settario. Ma è solo [...] del suo ragionamento. Moralista? Il moralista cerca [...] i motivi delle perdite di coscienza. ///
[...] ///
Scalfari: «Lei mi ha [...] che la degenerazione dei partiti è il [...] trisi italiana». Berlinguer «E quello cheLa [...] finiti a partiti e [...]. Lima e [...] i politici che ricorrono [...] processi di mafia. Le «carceri d'oro»: [...] e Colombo, tre ministri [...] De Mico. [...] ai soldi dello Stato destinati [...] ricostruzione [...] terremotata. Riesplode la «questione morale». Un uomo politico, per [...] la centralità: Enrico Berlinguer. FABIO MUSSIo penso». Scalfari: [...] quale motivo?». Berlinguer «I partiti hanno [...] Stato e tutte le sue istituzioni, a partire [...]. Hanno occupato gli enti [...] di previdenza, le banche, [...] pubbliche, gli istituti culturali, [...] università, la [...] alcuni grandi giornali (. Insomma, tutto è già [...] o si vorrebbe lottizzare o spartire. Il risultato è drammatico». A questo punto si [...]. Condivide la sostanza, ma [...] linguaggio diretto e aspro. Chiede ancora spiegazioni. Domanda: ma perché allora [...] In che cosa consiste la vostra diversità?« In [...] consiste il nostro essere diversi?», Berlinguer sì [...] «Primo, [...] noi vogliamo che i partiti cessino di [...] Stato. Poco prima Berlinguer, in [...] "indice soprattutto contro la De, poi contro [...] Psi [...] il [...] descrive, sarcastico e amaro, [...] dei partiti fatta ai nomi e luoghi. Ma il tema della «diversità [...] pur assai insistito, non risente in nessun modo di [...] dottrina staliniana sui comunisti, «uomini [...] pasta speciale». Sono le relazioni concrete, [...] cose che determinano la situazione, è Berlinguer [...]. Scalfari: «Lei ha detto [...] la questione morale oggi è al centro [...]. Berlinguer «La questione morale non [...] esaurisce nel fatto che, essendoci dei ladri, dei corrotti, [...] in alte sfere della politica [...] bisogna [...] e bisogna [...] in galera. [...] morale, [...] i oggi, secondo noi [...] uno con [...] delio Stato da parte [...] e della guerra per bande, fa tut-t'uno [...] della politica e con i metodi di [...] che vanno semplicemente abbandonati e superati. Ecco perché dico che [...] è il centro del problema italiano». In sostanza vengono indicate due [...] come centrale, [...] una questione [...] la discriminazione anticomunista e [...] dello Stato da parte dei [...]. Una causa schiettamente politica, [...] ed una, si direbbe meglio oggi, di [...] struttura del potere e del regime democratico [...]. Certo, il Pei è [...] interpretando meglio queste cause. Spiegandosi meglio le ragioni, [...] propria politica e alla propria cultura, di [...] «potere di coalizione», cosicché la politica e [...] centralità democristiana, e della [...] ad [...] hanno resistito ben oltre [...] storica. E studiando [...] di una crisi della democrazia, [...] ha una specificità italiana, ma anche tratti comuni alle [...] dei sistemi politici in numerose nazioni [...] occidentale. Ma Berlinguer aveva afferrato [...] un problema di fondo. E la «questione morale» [...] esplosiva di allora. Era il luglio [...]. Si preparava la lunga [...]. Dopo sette anni siamo [...]. La contesa tra De [...] Psi [...] stata effettiva, e dura. Ciò che non è [...] riflessione del Partito socialista probabilmente è questo: [...] riformista è stata via via riassorbita da [...] imitazione della De nei rapporti con lo Stato. Perciò entra in crisi [...]. Siamo ad una crisi [...] da cui dovrebbe uscire un nuovo governo [...] però non avrà nome. Se si aprirà una nuova [...] se si [...] una transizione effettiva, lo deciderà [...] e soprattutto il modo [...] si affronterà, andando alle radici, [...] tema che Berlinguer volle chiamare «questione morale». Intervento Cari comunisti, in [...] ancora nel [...] articolo [...]. Achille [...] su «la Repubblica» [...] marzo stimola [...] stato del Pei in [...] delicata fase [...] del nostro paese. Consente anche considerazioni più [...] movimento complessivo del socialismo nel mondo, di [...] è una filiazione di sinistra. La ragione di un [...] comunista, a mio avviso, si colloca in [...] metodo e di sostanza che concerne il [...] Pei: identità ideologica ed identità storica. Su quella ideologica, apparentemente, [...] Pei [...] chiuso [...] affidandosi a una «laicizzazione» [...] concretata nella cancellazione del còmma [...] del vecchio statuto. È una cancellazione che [...] avendo sollevato la questione quando ancora non [...] e neppure di polemica esterna, in un [...] delle Adi. Dovrei solo riconoscere che una [...] ai comunisti ha avuto una risposta positiva. Solo che, adesso, con [...] di innovazione, quella laicizzazione non basta più [...] a cultura e a valori non soltanto [...] deve rimanere. Altrimenti si entra nel [...] grandi processi trasformistici, gli stessi che cercano [...] storia ii pettegolezzo, [...] il desiderio e soprattutto [...] di rivincita [...] di chi fu stalinista [...] Stalin [...] e ha cessato di [...] soltanto dopo, dando forza [...] con [...] dal Pei. Avendo sostenuto, sin dal [...] II dialogo alla prova che tra cattolici [...] sarebbe dovuto prendere in esame quel che [...] quel che unisce, contrariamente alla tesi di [...] (animato da Gozzini), rimango fedele alla mia [...]. Per questo mi pare [...] limite nel discorso di Occhetto e riguarda [...] culturale del Pei che so che esiste [...] spetta a me enunciare. Anche perché gioca un [...] terreno della identità storica di cui, invece, [...] del Pei in termini molto, moltissimo interessanti. In effetti ciò che giustifica [...] Pei, più che [...] ideologica, è quella storica. [...] che è il Pei [...] rappresentanza sociale e politica, che va molto [...] I [...] genetici non solo di Livorno, 1921 (sostanzialmente [...] di Salerno, 1944. [...] di chi oggi pone [...] la storia del Pei sembra non avere [...] una storicità di fondo di [...] che si è definita [...] pure lento e faticoso e nella prassi, [...] Gramsci indicò -significa essenzialmente governo delle trasformazioni. Nella prassi vanno considerate [...] importanti perché esse hanno imposto una riflessione [...]. E da [...] presente sul piano storico [...] tecnologica scaturisce al di [...] volontà e capacità di [...] del mondo e della [...]. Da questo punto di [...] futile (se non per la scienza storica) [...] di Togliatti su singole questioni, o anche [...] che il Pei di oggi è, in [...] lo stesso segretario generale ha voluto che [...] stesso ad aprire gli archivi scomodi del [...]. [...] di Occhetto interessa soprattutto [...] quel che davvero gli preme di più. In fondo Occhetto chiede una [...] ad extra e una ad intra. La prima serve per [...] la [...] fare affermazioni che vanno [...] di una mancanza di [...] della rivoluzione sovietica già [...] Berlinguer. La «radicale ricollocazione storica [...] Rivoluzione [...] che impegna Occhetto, porta questi a un [...] della visione politica dei rivoluzionari [...]. Ciò aiuta a capire [...] Terrore che segui la prima presa del potere. In sostanza [...] di una minoranza al [...] imperiali potrebbe essere la spiegazione di un [...] si osa chiamare fallimento vero e proprio. E certo però per Occhetto [...] russo non serve da modello oggi, ma [...] storia futura», [...] più assoluto», Il caso [...] «scacco a livello di massa delle Idealità [...]. Se viene auspicato il [...] questa non può essere che una premessa. A che cosa? [...] il punici nodale di Occhetto: [...] «rivoluzione democratica», in cui la democrazia sia [...] mezzo, in cui viga la non violenza [...] per tutti. Occhetto con queste affermazioni [...] il problema posto dalle discussioni di questi [...] cosi le domande di abiura. Dobbiamo riconoscere che le affermazioni [...] sono molto più importanti di [...] rinnegamento di Togliatti e della [...] autorità. Ma la domanda vera [...] di un simile assunto. Anche se si deve [...] trasformazioni che il Pei ha conseguito, accettando [...] quale gli ha [...] in termini di sistema [...] sovietico [...] fa, e i pensieri [...] da una riflessione sulla situazione moderna, testano [...]. Il primo è di [...] In [...] misura il Pei possa riferirsi [...] a un interlocutore privilegiato [...] di cui si pone [...] della tradizione [...]. Il problema resta aperto [...]. Il secondo è che [...] Pei [...] possa definirsi con quel che nega oggi, [...] che ricostituisca in qualche modo un «sistema [...]. La questione è ancora il [...] e la [...] collocazione in una serie di [...] dottrinarie che esigono chiarezza sul peso [...] nello sviluppo umano; il valore [...] come [...] concezione del mondo» [...] ancora la intendeva lo stesso Gramsci. In terzo luogo non [...] non violenza senza fare I conti con Lenin, [...] sosteneva che chi non credeva che la [...] continuazione della politica con altri mezzi (che [...] Clausewitz) non è buon comunista. Non basta la bomba [...] i termini della questione. Il bando delle armi [...] convincimento che deve essere di principio e [...] sarebbe importante sapere in quale misura il Pei [...] nel comunismo: cioè in un sistema [...] che apre un tipo [...] capace di cambiare la natura [...]. In ultimo luogo è [...] il Pei consideri [...] con le altre forze [...] dì altri con esso, oppure una cooperazìone [...] sempre reversibile: provvisoria non in attesa del [...] provvisoria perché nulla c'è dì definitivo polìticamente. In sostanza si tratta [...] specifico comunista in termini di cooperazione politica [...] esso debba avere caratteri di [...] agli altri in termini [...] conta quel che divide e rende diverso, [...] necessario [...] punto. Sapere quali siano i [...] una strada in cui comunisti e [...] possano camminare insieme, senza [...] solidarietà che tutto diventi indistinto. [...] Chiaromonte, direttore Fabio Mussi, [...] Renzo Foa e Giancarlo Bosetti, vicedirettori Editrice [...] , Armando Sarti, [...] Esecutivo: Enrico Lepri (amministratore delegato) Andrea Barbato, Diego Bassini, Alessandro Carri, Gerardo Chiaromonte, Pietro [...] redazione, amministrazione 00185 Roma, [...] Taurini 19 telefono 06/404901, telex 613461: 20162 Milano, [...] Fulvio Testi 75. ///
[...] ///
Direttore responsabile Giuseppe F. Mennella Concessionarie per la [...] SI P RA, via Bertola 34 Torino, telefono 01 [...] S PI. Apriamo i giornali: molte [...] su uno e non [...] o viceversa. Più giornali si [...] no e più si [...] spesso agghiaccianti. C'è stato un «impazzimento», [...] ultimi tempi? La prima risposta è che [...] e le ragazze denunciano di più. Prendono coscienza e coraggio. Hanno saputo, dalla televisione, [...] loro che invece di tacere la violenza [...] e per minacce. [...] c'è impresso il segno [...] donne e del toro movimento, affermato In [...] gioioso sabato scorso per le vie di Roma. Ma questa risposta non [...] lutto. Forse perché -si sa [...] maschi (per lo più da giovani maschi) [...] lo più ragazze e giovanissime) interrogano gravemente [...]. Chiamano in causa responsabilità [...] che qualcosa di più [...] chiede -a noi maschi -un cambiamento profondo. Credo cioè che ci [...]. Dopo [...] di piazza dei Massimi [...] Roma [...] passa giorno senza nuove notizie. Ne cito alcune, le [...]. A Monza otto studenti [...] intorno ai 14-15 anni, forse coadiuvati da [...] violentato e seviziato quattro volte, per un [...] una ragazzina. Il «capo» ha 15 [...]. Don Gra-ziano, il parroco [...] di [...] bene, perché molestavano gli [...]. A Savona una ragazza di [...] anni, tossicodipendente, è stata violentata per [...] denunciato al giudice i trafficanti [...] droga. A Imola due pregiudicati di [...] e 24 anni hanno TERRA DI NESSUNO PIETRO [...] e falsi [...] a forza una dose -di [...] a una [...] pare con [...] di compiere atti di violenza [...]. La ragazza si è [...] stata ricoverata e ora è fuori pericolo. Un infermiere «modello» di Padova [...] accusato di [...] violentato in ospedale un [...] 18 [...] questa violenza così quotidiana [...] Inequivocabile segno [...] di un processo dì [...]. In primo luogo, mi [...] mercificazione del sesso cosi cresciuta in questi [...]. La «vecchia» violenza era [...] e dei tabù della società [...] totale domìnio maschile. Questa violenza è [...] fra quella -e i [...] passato -e la riduzione della sfera sessuale [...] corpo a merce, [...] sessuale a consumo dì [...]. Si crea un impasto [...] repressivo -spesso paravento di violenze terribili -e [...] nel mercato. Inutile ricordare cosa sia [...] pornografica o quello della prostituzione. C'è [...] un effetto delle culture della [...] del mercato. [...] di libertà sessuale, di cui [...] giovani generazioni negli anni passati sono [...] è stata offerta la religione [...] mercato. In secondo luogo soprattutto [...] avvenuta [...] la frantumarono. Si tende a perdere [...] identità collettiva: di stato, di solidarietà, dì [...]. Nascono nuove tribù, nuove [...]. A volte con un [...] musica, sport, volontariato. Ma ce ne sono [...] violenza la propria identità. E guaì a chi [...] tocca. Mi ha colpito, e [...] solidarietà che un folto gruppo di ragazzi [...] ha dato ai [...] delta violenza dì piazza [...] Massimi. C'è qualcosa (rottura dì [...] sopraffazione) che già abbiamo visto nella vicenda [...] Rom, [...] poi in quella della [...]. [...] sì esprìme in forma [...] con [...] alle ragazze presenti al [...] la totale difesa dei comportamento dei loro [...]. Ecco: quella compiuta dentro [...] è [...] violenza, che ha dietro [...] della prima. Dobbiamo a viso aperto [...] valori e quei [...] soprattutto fra i giovani [...] chi non na luoghi di socializzazione. Portare cioè [...] idea di vita, dì [...] Ira uomini e donne, di libertà sessuale. Ma dobbiamo [...] stando lì, fra questi [...] come a Monza, a Palermo [...] Savona: stando ne) territorio, costruendo [...] zione dove c'è frammentazione, [...] individualismo. Differenza e diversità dei [...] o non annullamento, dominio, omologazione. E lo Stato? A Rovereto [...] con una sconcertante decisione hanno condannato solo [...] e a 10 milioni dì multa un [...] che per 11 anni aveva abusato delle [...]. I giudici, evidentemente, considerano [...] di 9 e 10 anni, quando le [...] e giustificano il delitto [...]. E un altro caso [...] violenza in famìglia neppure denunciata?). Quei giudici lì hanno [...] violenza; hanno detto a chiunque subisca di [...] dì accettare il dominio paterno e maschile. Toma alla mente il [...] Palmina: «rio Stato che non riconosce la parola [...] diritti di una giovane donna. ///
[...] ///
Toma alla mente il [...] Palmina: «rio Stato che non riconosce la parola [...] diritti di una giovane donna.

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(77)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(92)


(53)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(51)

Città & Regione [1975-1976*]

(50)


(55)

Interstampa [1981-1984*]

(53)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(53)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(60)

L'Orto [1937]

(46)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(59)


(49)


(53)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(68)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(52)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(52)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(83)

Brescia Libera [1943-1945]

(48)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(61)


(67)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(46)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(57)

Umanità Nova [1919-1945]

(51)



(82)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)