→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: NO FILTRO (BD NON AUTORIZZATA)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Pagina da Preview Biblioteca Digitale--Pagina de «l'Unità-Nuova Serie(PCI)-Nazionale del 1987»--Id 1559759363.

Videoguida per la navigazione in KosmosDOC.org

Il brano seguente è un frammento di trascrizione automatica (OCR) della pagina richiesta. Questo sistema di indicizzazione della Biblioteca digitale non liberamente visualizzabile mostra parzialmente ciascuna Entità Multimediale suddividendola in piccoli segmenti separati da «[...]» (medesimo periodo o primo periodo successivo) e da « /// [...] /// » (periodo successivo non adiacente). Per riscontrare nella pagina i termini ricercati suggeriamo l'uso di ctrl+F o analoghi, ove il proprio browser lo consenta.

Ci fu qualche vaga [...]. Qualcuno disse che lo [...] una libreria, : qualcun altro al cinema. Ma [...] scrittore peruviano fu come un [...] una parte che comincia ad apprezzare. Ormai famoso In tutto il [...] l'autore di [...] nella [...] città e l cani. La guerra della fine [...] Storia di [...] e il recente [...] perpetua, uno dei più [...]. Questa volta però Vargas Llosa [...] riuscito a mimetizzarsi nella platea di un [...] I banchi di una libreria. Venuto f Firenze su [...] Gramsci Toscano (un vecchio sogno del direttore Giorgio Van Straten [...] del [...] collaboratore Giovani [...] lo scrittore è stato [...] da [...] ammiratori e curiosi. Con grande charme e [...] con il suo sorriso contagioso var-gas Uosa [...] Passai [...] e ha dovuto in [...] giorni di vacanza fiorentini, Insieme alla moglie, [...] (due maschi e una femmina) e a [...]. E venerdì sera, malgrado fino [...] fine avesse [...] un tavolo del bar del Fenice [...] chiarimenti e consulenze a giovani [...] decisi a mettere in scena un suo [...] teatrale e raccontato i [...] vita e le sue idee [...] a implacabili cronisti, Il è presentato in ottima [...] al Palazzo dei Congressi [...] tenere una conferenza su . Quanti anni fa? Quasi un [...] eravamo» della sinistra e degli [...] di sinistra. Invece Vargas Llosa. Non còme eravamo, dunque, [...] oggi, Come è oggi uno scrittore. E per far questo Vargas Llosa ha cominciato da lontano. Il [...] romanzo nelle colonie spagnole [...] secoli, un genere vietato. Capirono, come [...] nessun critico o studioso [...] ha mal capito, la natura P-rofonda della [...] raccontare storie. Capirono che la finzione [...] di sedizioso. Un buon romanzo . ///
[...] ///
La narrativa è pericolosa [...] gli indigeni, [...] inquisitori, è un genere [...] di cose mondane e separa gli spiriti [...] li allontana Malia religione. Cosi per 300 : inni [...] romanzo fu bandito dalie colonie [...]. Durante [...] di [...] narrativo si [...] pò anche una specie di [...] letterario. Qualche romanzo veniva [...] introdotto [...] in quel paesi [...] a fare a meno delle [...] dei sogni letterari. Mario Vargas Llosa ci [...] e letteratura: «La fantasia [...] Lo scrittore latino-americano Mario Vargas Llosa Direi [...] peculiarità della nostra letteratura-, dice Vargas Llosa. Ancora una volta lo scrittore [...] si richiama alla storia. Con [...] del movimenti di indipendenza [...] cominciano a scrivere romanzi e accade [...] di quanto era accaduto [...]. La narrativa diventò allora [...] strumento di espressione delle tematiche sociali. Ciò che veniva taciuto [...] veniva ignorato dal parlamenti, che veniva [...] dalle università e da [...] istituzioni culturali, veniva detto nei romanzi. La funzione critica era [...] teatro, della poesia, della narrativa. [...] non era al potere [...] metteva in dubbio, lo incrinava. E questo vale anche [...]. [...] romantico che avvolge tuttora la [...] dello scrittore In [...] deriva proprio dal suo privilegio [...] parlare, di [...] esprimere le sue opinioni, di [...] una responsabilità civile, sociale. Peculiarità che ha avuto [...] anche effetti positivi, molto positivi. Per molti scrittori, però, [...] sociale ha comportato pene, [...]. Vargas [...] è stato, da questo punto [...] vista, fortunato. La mia vocazione narrativa [...] ribellione nei confronti del mondo. Anche se politicamente ho [...] parere (molte certezze sono diventati dubbi e [...] sono Ingigantiti). Questo in politica, nella [...] e del [...] in particolare, provoca quasi [...] sangue. In letteratura, invece, essere [...] a chi scrive e a chi legge». Questo non significa, però, [...] non debbano essere, a volte, eccessivi. Però, anche, siamo oggi [...] di [...] distruggere ii pianeta, rischia [...] specie» Né Vargas Llosa vuole che la [...] funzione consolatoria eccessiva. A distanza di secoli [...] Santa Inquisizione nei confronti della narrativa, i [...] incantare il lettore e. Antonio [...] è il nume tutelare di [...] racconto: due uomini si sfidano in una partita a [...]. [...] di uno è vissuto [...] come estremo oltraggio. Il duello da immaginario [...]. ///
[...] ///
[...] riguadagnò la scacchiera visibilmente preoccupato. Abbracciò con lo sguardo [...] nuova posizione e divenne pallido. Tra lo stupore generale [...] tre mosse in difesa. [...] imperterrito, continuò a spostare il [...]. [...] senza contropartita apparente» tentò di [...] la torre [...] al cavallo bianco. [...] mosse il re. Terreo in volto, sudato, [...] infilò il suo re [...] della scacchiera, come cercando lo stallo. Alla successiva mossa di [...] (Re bianco in [...] abbandonò palco, partita e [...]. Chiese il soprabito al [...] spettatore qualsiasi e si gettò quasi [...]. Il pubblico, interdetto, attese [...] prima di applaudire [...]. Il vincitore era rimasto [...] scacchiera. La [...] posizione era ancora [...] chiaramente votata alla sconfitta. Gli sfuggiva che pericolo [...]. La constatazione di [...] vinto senza [...] perché, di [...] minacciato un «matto» che solo [...] era riuscito a prevedere, lo [...] e lo nauseava. Fu incerto se accettare [...]. Ma il pubblico pagante, [...] acclamare un vincitore. A casa, [...] rifece più volte la [...] per la superiorità dimostrata [...]. Il finale però, gli [...]. Come il fatto che [...] solito, rifiutasse dichiarazioni alla stampa, e vivesse [...] più sordo isolamento. Dopo un attento studio [...] cominciò a sospettare che [...] fosse un estremo, beffardo [...]. Compì allora un altro [...] inorridito. ///
[...] ///
Che, naturalmente, si fece [...]. [...] era atroce e superava [...] passato. Tre giorni dopo un [...] parlò apertamente dì [...]. [...] non aveva solamente deluso gli [...] del [...] gioco: doveva perdere, senza discussioni. Il trionfatore querelò il [...]. Ma quella sera attese [...] nascosto [...] del suo palazzo. Appena [...] vide, [...] il viso alterato da [...] di corsa la porta di casa e [...]. Prima che dileguasse [...] infilò il bastone tra i [...]. La porta si richiuse, [...]. Il giorno seguente [...] discorreva con il suo [...] valente scacchista. Per due terzi è una [...] vostre più belle. Credi che tu avresti [...] il Re potesse, in questo gioco, dare [...] avversario. LO stesso amico gli [...] che [...] era irriconoscibile dal giorno [...] che, a quanto pareva non vedeva [...] di salpare dalla Francia [...] qualche nazione lontana. Sarebbe partito infatti [...] per destinazione ignota. ///
[...] ///
Non poteva permettere, disse, che [...] tanghero scappasse senza [...] chiarito pubblicamente il mistero delia [...] resa. La scacchiera truffata Sta [...] edizioni Theoria [...] caso del piccolo Lama [...] di Franco [...] (Adan [...]. Franco [...] vive a Roma dove [...] Rai. Questa raccolta di racconti [...] (nel 1985 [...] aveva pubblicato Il matrimonio [...] dell'inferno) a [...] del fantastico. Come scrive [...] «E il [...] del fantastico furono [...] riuniti. Crudeli imperatori cinesi, uomini [...] di Giuda, venditori di elisir diabolici. E poi vennero in [...] Tentazioni per religiosi, le Premonizioni per giocatori di [...] I sogni più torbidi. E per ultimo 11 [...] Lama [...]. Estratto dai libro, pubblichiamo [...] A Oscar Wilde. PER ANNI si erano [...] distanza. Impedivano che il nome [...] venisse fatto in loro presenza. Ognuno dei due riteneva [...] partite [...]. La verità i che [...] di gioco era completamente diverso. [...] era un romantico, un esteta, [...] il gioco [...]. [...] il contrattacco e le combinazioni [...] ossessive». Per un tacito accordo, [...] si era mai presentato ai campionati. Finito il torneo, entrambi [...] e ne avevano facilmente ragione [...] dietro la stessa scacchiera [...] preparata per lustri da un club di [...]. Corse voce che ì due [...] ognuno, a prescindere dalle sorti [...] una cifra a 6 zeri. Non ci fu nessuno [...]. I due contendenti, attraverso [...] stabilirono che la tenzone si sarebbe esaurita [...] partita, da giocare alla morte. Non sopportavano la presenza [...] più delle quattro ore previste [...] regolamento per un unico incontro. La sfida fu giocata [...] e richiamò una folla straripante che, subito, [...] giurò prezzolata da [...] e [...] plagiata da [...]. Un membro del club [...] come arbitro. ///
[...] ///
Nessun altro si propose [...]. I due sedettero allora [...]. ///
[...] ///
Decise che giocare con il [...] delia prima mossa, sia pure concessa in modo sospetto [...] gli conveniva. Ruotò la scacchiera e [...]. La partita era cominciata. Fin verso metà [...] ì due offrirono il [...] repertorio. Il pubblico applaudì a [...] prima sortita del cavallo di re di [...]. Altrettanto fece per un [...] di [...] con la torre avversaria [...] perfette, successive mosse. Poi [...] sferrò un attacco imprevedibile [...] Violento. Si accese una sigaretta, [...] e andò a parlare con i cronisti. [...] parò il pericolo in due [...]. Raggiunse [...] nella sala e gli disse, [...] con la punta del bastone: [...] Tocca a Lei. È scacco al re [...]. [...] si stava già vantando di [...] vinto. Tuttavia, le sorti bianche [...]. [...] fece un errore che [...] veniate, ma da allora giocò sempre in [...]. In chiusura, il vantaggio [...] era evidente. [...] inchiodato alla sedia, scoprì [...] di lui, sapevano da tempo: che era [...] non avrebbe sopportato la [...]. Mentre studiava le contromosse, [...] girava tra il pubblico [...] e complimenti. Alla [...] mossa, [...] perse la torre. Colto dal panico, propose [...] cambio di regine, che lo indebolì ancora [...]. Sulla scacchiera [...] ormai solo i due [...] per parte, torre e cavallo neri, un [...]. La posizione di [...] era fortissima. Il giocatore nero scese [...] pedana e annunciò che se [...] non avesse inventato una [...] impossibile per quel damerino da strapazzo), avrebbe [...] conoscenza del piroscafo che avrebbe fatto espatriare [...] l'attese sul molo. Vide avvicinarsi la vettura [...]. [...] si fermò in una zona [...]. [...] scese, fece pochi passi [...] si voltò e, trascinandosi dietro il bagaglio, [...] verso il centro della [...]. Aveva visto [...]. Trafelato, penetrò nel labirinto [...] lo seguiva da presso, [...]. [...] abbandonò il bagaglio e [...] scarno sentiero di un vicolo. Ma era troppo grasso. [...] lo raggiunse ai centro [...] piazza. [...] momento [...] della torre segnava mezzogiorno meno [...]. [...] era percorso da un tremito, [...] sguardo sul selciata Trasse di [...] il portafogli. Perché, perché hai abbandonato? [...] Mi lasci andare. Mi lasci andare, la [...]. [...] era armato. Lo minacciò con una pistola, [...] quella [...] vista [...] cedette. Il suo corpo grasso [...] addosso, gli abbracciò le ginocchia. Non per il pericolo, [...] ribrezzo, [...] fece fuoco, Volò via [...] piccioni. Una ragazza perse i [...]. [...] della Torre batté il [...]. [...] fu condannato alla ghigliottina. La sera prima [...] ricevette nella [...] cella [...]. Che gli disse: [...] Ho studiato il tuo caso [...] scacchiera. E evidente che [...] abbandonò perché, con il suo [...] vi aveva visto improvvisamente il [...] della [...] morte. Una torre, due cavalli, [...] due re, che hanno giurato di darsi [...] limite estremo. Franco [...] sono mal stata capa [...] che cosa sia [...] /etti va mente il [...] nel 1913 Rebecca West [...] so solo che la [...] femminista quando dico qualcosa che mi rende [...] semplice scendiletto». Oggi la West non [...] a trovare subito la definizione più adeguata [...] basterebbe consultare il Dizionario femminista da poco [...] Londra dalla Pandora [...] che ha già ottenuto [...]. [...] spiegano le due autrici, [...] e Paula [...] delle quali secondo una vecchia [...] femminista nulla ci viene detto [...] è quello di dare finalmente [...] al contributo linguistico delle donne e al modo in [...] hanno pensato se stesse. Il [...] e 11 resto del mondo» [...] mal prima rea lizzata [...] del dizionari dove i curatori [...] vantano di raccogliere [...] e parole dalle opere degli [...] migliori, il che in genere significa autori per [...] e mai autrici. [...] criterio standard per [...] di una qualsiasi parola [...] e cioè la [...] naturalmente an-, [...] tutto al maschile; le pubblicazioni [...] donne sono infatti tranquillamente ignorate. Il sessismo poi non [...] le due autrici, basta vedere gli esempi, [...] annotati, che accompagnano parole come nervi, per [...] Random [...] Di-A Londra un dizionario [...] leggere al femminile la storia e le [...] Vi [...] del [...] donne che hanno la [...] danno ai [...]. Con determinazione lutta anglosassone [...] hanno raccolto i numerosi cliché imposti da [...] del cielo, fermandosi sulle ridefinizioni che ne [...] storiche» giornaliste e letterate. E cosi alla parola [...] in-cantatrice, sacerdotessa. Tra [...] X VII secolo [...] dì persone, la maggior parte [...] quali donne, vennero torturate e uccise [...] con [...] della Chiesa cattolica e più [...] di quella protestante». E una storia al [...] il dizionario rac-conta, in cui trovano posto [...] nascoste dalla Storia, sulle quali invitavano a [...] inizi degli anni 60, le storiche inglesi. Un invito che nella [...] ha avuto successo [...] la Storia delle Donne [...] Inghilterra [...] e questo libro ne [...]. Alla parola [...] per esempio, (azione, strategia [...] sfida la condizione di oppressione imposta alle [...] forme di ingiustizia sociale) viene ricordata Harriet [...] che nei 2667 nella Carolina [...] Sud fu a capo di un gruppo r. Il suo [...] annoiano le autrici [...] é [...] caso di campagna militare nella [...] americana ideata e guidata da una donna. Altra protagonista dimenticata é Rose [...] Alabama 1955, che rifiutò [...] suo posto [...] ad un bianco, gesto [...] via al movimento per i diritti civili. Né mancano le tappe, [...] a quelle meno note, attraverso le quali [...] la riflessione al femminile. Chi ricordava o meglio [...] già nel 1876 [...] Julia Smith aveva pubblicato [...] Bibbia dalla parte delle donne? [...] più tardi [...] segui la leader femminista [...] Elisabeth [...] Stanton con la [...]. E sempre alla lettera B [...] tipo di esercìzio, di [...] che alla fine del [...] secolo fu per le [...] e il simbolo di una libertà da [...]. Un gran numero di donne [...] scrisse Elisabeth [...] Stanton [...] vengono in bicicletta alle manifestazioni [...] II diritto di voto. Questo dizionario insomma, che [...] ben 70 pagine di bibliografia, si presenta [...] a più voci, una sorta di seguito [...] Secondo Sesso che Simone de Beauvoir voleva continuare [...] ai-, tre donne. A lei, che lodò [...] la parte delle bambine, [...] due inglesi sarebbe certo piaciuto; in fondo [...] femminile è [...] dimostrazione di come donne [...] ma si diventi. Anna Maria [...] primo anniversario della morte [...] casa editrice Feltrinelli, gli [...] collaboratori ricordano con affetto e rimpianto [...] e il direttore editoriale, [...] e intelligenza, lo straordinario contributo culturale e [...]. ///
[...] ///
Anna Maria [...] primo anniversario della morte [...] casa editrice Feltrinelli, gli [...] collaboratori ricordano con affetto e rimpianto [...] e il direttore editoriale, [...] e intelligenza, lo straordinario contributo culturale e [...].

(0)
(0)


Nota sulla tutela della privacy. e Nota sulla tutela del copyright.

Nonostante i continui tagli che il settore culturale è costretto a subire - biblioteche storico/letterarie ed Archivi storici in particolare -, nell'epoca del Web 2.0 non termovalorizziamoci!La funzione di servizio pubblico sia essa offerta da un Ente pubblico o privato ha un costo; affinché il progetto possa mantenersi e continuare ad essere sviluppato sarebbe necessario un sostanzioso finanziamento pubblico, ma in sua assenza? Sareste disposti ad "adottare" una pagina e renderla fruibile a tutti in una rigorosa logica senza scopo di lucro?
Visualizza: adotta una pagina della Biblioteca digitale KosmosDOC

Consultazione gratuita del cartaceo in sede: .

Biblioteca Digitale


Perché è necessario essere utente di una biblioteca abilitata al sistema KosmosDOC per visualizzare la descrizione catalografica, le istanze materiali nei singoli inventari, la trascrizione completa e l'oggetto digitalizzato?
Il progetto è senza scopo di lucro, ma purtroppo le spese sono ingenti. Da alcuni anni IdMiS - Istituto della Memoria in Scena (ONLUS) -, anche grazie al Comitato promotore Fondazione Giovanni Frediani ed all'Associazione Culturale Controtempo, ha investito molte risorse sia monetarie che umane nella progettazione del sistema, nella traduzione digitale del proprio patrimonio archivistico, bibliografico - specialmente dell'emeroteca -, biblioteconomico, e museale; in assenza di un contributo pubblico minimamente adeguato ci vediamo costretti a chiedere alle biblioteche che vorranno aderirvi ed indirettamente agli utenti la condivisione dei costi e/o la partecipazione attiva all'elaborazione delle unità bibliografiche che ciascun ente vorrà inserire per il prestito digitale interbibliotecario.
Il sistema condivide già oltre settecentomila Entità Multimediali, di cui gran parte afferenti alla Biblioteca digitale.

(77)
(1)


Ultimo post:

inserito da il 22/09/2016 05.52.58


La digitalizzazione/elaborazione dal cartaceo alla Biblioteca Digitale, relativamente all'emeroteca riguarda (in parentesi quadra consistenza detenuta ed altre annotazioni; * ove lavorazione tuttora in corso):

Periodicità non quotidiana

Belfagor. Rassegna di varia umanità [1946-1961 direttore Luigi Russo; 1961-1998 direttore Carlo Ferdinando Russo]

(92)


(53)

Cinema Nuovo [serie quindicinale diretta da Guido Aristarco 1952-1958]

(51)

Città & Regione [1975-1976*]

(50)


(55)

Interstampa [1981-1984*]

(53)

Marxismo Oggi [1988-1991*]

(53)

Nuovi Argomenti [1953-1965]

(60)

L'Orto [1937]

(46)

Paragone. Arte [le serie dirette da Roberto Longhi, 1950-1970]

(59)


(49)


(53)

Rinascita [1944-1962 mensile, 1962-1989* settimanale, marzo 1989 numero 0 direttore Franco Ottolenghi, 1990-1991* Nuova serie direttore Asor Rosa]

(68)

Teatro in Europa [1987-1997*]

(52)

Vita cecoslovacca [1978-1984*]


(52)

Quotidiani

Avanti! Quotidiano del Partito Socialista Italiano [1943-1990* edizioni di Milano e Roma]

(83)

Brescia Libera [1943-1945]

(48)

Granma. Organo oficial del Comite Central del Partido Comunista de Cuba [1965-1971*, 1966-1992 riduzione del Resumen Semanal]

(61)


(67)

Ordine Nuovo [1919-1925]

(46)

Corriere della Sera [1948* annata completa «Nuovo Corriere della Sera»]

(57)

Umanità Nova [1919-1945]

(51)



(82)


Eventuali segnalazioni dei propri interessi potranno influire sulle priorità di lavorazione. Per un elenco di tipologie differenti (monografie, enciclopedie, materiale discografico e non book material) o delle consistenze minori, oppure per informazioni sul prestito bibliotecario/interbibliotecario: .





Filtro S.M.O.G+ disabilitato. Indici dal corpus autorizzato

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)