→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Svizzera è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 234Analitici, di cui in selezione 7 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Analitici)


da Alberto L'Abate, Tre storie di emigrati in KBD-Periodici: Nuovi Argomenti 1960 - 1 - 1 - numero 42

Brano: [...]e di Ginevra, dove ho raccolto le seguenti biografie, non è motto diversa do quella di altri posti. Più di 20.000 italiani, molti dei quali abitanti in baracche o alloggi a ben diritto definibili come `tuguri': nessun assistente sociale che, al consolato, si preoccupi della loro salute materiale e morale e che li aiuti nei momenti difficili. Nessuno che dia loro una mano, quando sono trattati male dai padroni; purtroppo succede talvolta anche in Svizzera, a far cambiare a questi modo di agire o a trovare loro un padrone migliore. Nessuno che li aiuti, quando senza buone ragioni e all'improvviso vengano licenziati, a trovare un'altra occupazione.
Per comprendere meglio i loro problemi mi sono mescolato, per vari mesi, alla loro vita. Mangiavo con loro nei vari locali da loro preferiti, o li incontravo nei bar o nei circoli o nei luoghi dove vivono usualmente.
Ho potuto cos? intervistare circa un centinaio di operai di varie categorie, soprattutto perd manovali o muratori o operai di qualche fabbrica.
Il risultato di queste ricerche (provvis[...]

[...]o diventando per noi — mi ha detto pressapoco — un po' quello che i negri e i nord africani sono rispettivamente per l'America del Nord e per la Francia. Persone della cui forzalavoro abbiamo bisogno ma che vorremmo avessero meno diritti possibile. Ciò che rende ancor più grave il problema è il fatto che i pregiudizi contro gli italiani, molte volte completamente infondati o almeno molto esagerati, vanno ogni giorno aumentando tra la popolazione svizzera ed anche tra gli operai ». (A proposito di pregiudizi non è infrequente vedere sui giornali ginevrini avvisi come questo: `affittasi camera — italiani esclusi'. Oppure se avviene in città un furto o una rapina i primi a essere sospettati sono molto spesso degli italiani che poi, molte volte, si scopre non c'entrano per niente).
Queste tre biografie non sono scelte a caso né sono particolarmente tipiche. Sono soltanto le tre persone, tra le tante intervistate, che avevano più da raccontare e con le quali mi sono inteso meglio. Mi sembrano significative per comprendere meglio lo stato d'animo [...]

[...]i si aspettava la chiamata da parte dei padroni, ma, quando venne, ci dissero che lo stipendio era di soli 6000 franchi al mese più 4000 per mia moglie se lavorava mezza giornata. E che poi al mangiare dovevamo pensare noi. E come potevo vivere con quella miseria con tutta la famiglia! Lo avessi saputo prima non ci sarei nemmeno andato. Così, dopo circa quaranta giorni di campo di smistamento, ce ne tornammo a casa.
Qualche anno dopo emigrai in Svizzera, nei Grigioni. Avevo addirittura due contratti di lavoro: uno, come contadino l'avevo avuto pagando 5000 lire ad uno svizzero, almeno così diceva di essere, che andava in giro vendendo contratti di lavoro per l'agricoltura persino a 20.000 lire. Tanto che dopo l'hanno arrestato. L'altro, nell'edilizia, attraverso un conoscente che era andato a lavorare in Svizzera già da qualche anno. Scelsi quest'ultimo lavoro perché si guadagnava di più e rimandai l'altro contratto dicendo che ero ammalato. Divenni così manovale nella costruzione di una diga. Eravamo in montagna, in mezzo alla neve e con l'acqua fino al ginocchio ed anche piú. Dopo pochi giorni di lavoro mi fracassai tre dita della mano sinistra. Stettï trentacinque giorni all'ospedale e dopo qualche tempo che avevo ripreso il lavoro mi tornarono i reumatismi e non potetti più lavorare, fui così costretto a rientrare a casa.
Quattro anni fa andai a cercare lavoro a Locarno. Dopo otto giorni di ricer[...]

[...]giorni interi, per aiutarmi a trovare un lavoro. Ed infine riuscimmo a trovare il posto dove sono ancora, in una ditta asfal tatrice di strade. Sono manovale, la paga è buona ed il padrone mi rispetta. L'unico guaio è che si lavora sempre all'aria aperta, anche quando piove, ed ogni tanto mi riprendono i reumatismi. Inoltre, ogni anno, devo tornare in Italia per i mesi d'inverno, con tutta la famiglia, e non si è mai sicuri di poter rientrare in Svizzera. Se, per qualche ragione, non vogliono rinnovare
TRE STORIE DI EMIGRATI 169
il contratto, ci tocca restare in Italia. Mio figlio va a scuola qui, nella scuola svizzera, e va anche bene. Il maestro ne è molto contento, e deve studiare in francese! Ma ogni inverno gli tocca perdere due o tre mesi di scuola, non lo posso mica lasciare solo, ha appena 12 anni. Lui ci ha passione per lo studio e mi ha detto che vuole continuare. E io non voglio fare come mio padre che mi fece smettere alla seconda, non voglio che poi possa rimproverarmi di averlo rovinato. Se ne ha la capacità è giusto che vada avanti a studiare ed impari un mestiere migliore, più qualificato, e che non sia costretto a fare il manovale, come me. C'è la scuola di arti e mestieri, per esempio, che[...]

[...]ri un mestiere migliore, più qualificato, e che non sia costretto a fare il manovale, come me. C'è la scuola di arti e mestieri, per esempio, che è molto buona. E per fortuna qui gli studi sono tutti gratis. Non è come in Italia che tocca sempre comprare il quaderno, i libri, le matite, eccetera, eccetera. Qui danno tutto loro.
Io resto per questo, per permettergli di studiare, perché abbia una vita migliore della mia. E poi mi ci trovo bene in Svizzera. Sono gente onesta. Si può lasciare la roba per la strada e nessuno la ruba. Da noi, invece, appena si pianta qualche cavolo e qualche altra cosa qualcuno viene di notte e se li porta via. Noi, per esempio, coi soldi guadagnati con il carbone, ci facemmo un bel fienile, non una cosa di lusso, lo facemmo noi stessi, ma finalmente avevamo qualcosa di nostro. Ci portavamo le bestie durante il giorno. Mia moglie aveva una mucca e qualche agnello, dormivano con noi, in paese, nella stanza di sotto, altrimenti le avrebbero rubate. Scassinarono due volte il lucchetto del fienile e presero tutto quel[...]

[...]si trovava più un arancio in paese e, se ci beccavano, erano guai. Uno che é stato preso a rubare un cavolo ha avuto due mesi di carcere e lo volevano denunciare all'alta corte. Poi, per fortuna, si sono ricordati che era solo un cavolo e l'hann.o lasciato libero. Il nostro comandante, invece, in quel periodo, faceva il contrabbando.
Di mestiere faccio l'alesatore, in una ditta che fabbrica macchine utensili. E da tre anni e mezzo che lavoro in Svizzera. Prima lavoravo a Modena, la mia città. Ho fatto fino alla quinta industriale poi sono entrato a lavorare alla FIAT. Ma dopo la guerra di Abissinia il lavoro diminuì, così mi licenziai ed andai a lavorare da un'altra ditta. Poi scoppiò la guerra ed andai militare. Ero in uno dei reparti pompieri dell'esercito e lavoravo nel carro attrezzi, ma non sono mai stato un buon militare. Ho sempre detto a tutti che facevo parte del battaglione « lepre » (o « scappa »). A quei tempi ero giovane, non pensavo che a mangiare, quando avevo la pancia piena ero contento. Mi ricordo che una volta, quando ci s[...]

[...]lasciano sempre 11 e sempre tutti in disordine. Così, per fare lo stesso lavoro devo fare le prove finché non trovo il ferro adatto; si perde un sacco di tempo in più senza concludere niente. Inoltre molto spesso i dirigenti non sono capaci di organizzare bene il lavoro; per questo talvolta le nostre ditte vanno male e devono fare tutti quei licenziamenti. Dovrebbero venire qui ad imparare!
Perd, per quanto riguarda le assicurazioni sociali, la Svizzera é il paese
176 ALBERTO L'ABATE
dove ce n'è di meno. Per la Cassa Malattie, per esempio, ogni ditta ha la sua solo per l'operaio. Se si ammala qualcuno della famiglia non c'è niente. Oppure bisogna fare una assicurazione privata, come ce n'è moltissime, `ma che si ingrassano sugli operai. Io ho le stesse assicurazioni degli svizzeri, tranne quella contro la disoccupazione. Se resto senza lavoro e non ne trovo un altro entro quindici giorni, mi fanno rientrare in Italia. Ed il contratto scade ogni anno e non si è mai sicuri se sarà rinnovato o meno. E pago anche molte tasse, perché non sono s[...]

[...]n sindacato dove non c'è libertà non ci voglio entrare. Inoltre il sindacato non fa quasi nulla, non può neppure fare scioperi. Firmò un patto con i padroni, qualche anno fa, dove si impegnavano a non farli. La chiamano « pace sindacale », la chiamano.
Io, una volta al giorno, mangio in un ristorante di fronte a casa mia. I padroni sono italiani ed hanno una buona cucina. L'altro pasto lo prendo invece alla mensa della fabbrica, é cucinato alla svizzera, non è molto buono, ma meglio che niente.
Per la camera ho avuto fortuna: pago solo 55 franchi al mese. Per una camera cosí chiedono, di solito, 100 franchi ed anche piú. Ma c'è il cimitero, qui davanti, per questo il prezzo è basso. Ma a me i morti non danno noia, stanno sempre zitti. Sembra che ci sia seppellito anche Calvino, che era protestante. Io però non l'ho sentito protestare mai!
Ogni tanto, nelle ore libere, mi metto a disegnare. Che vuole, è un passatempo! Tempo fa mi sono anche comprato un giradischi. Di dischi ne ho pochi ma spero di farmene di più. L'altro giorno, per caso, h[...]

[...]tanti che sono consultati dalla commissione interna per questioni che li riguardano. Prima, nel nostro sindacato, c'erano anche dei membri del partito del lavoro. Ma dopo i fatti di Ungheria sono stati buttati fuori.
Sono sposato ma non ho bambini. Mia moglie vive qui con me. Ma queste sono questioni personali, non hanno importanza.
Uno dei problemi principali, per gli italiani che lavorano a Ginevra, è quello degli alloggi. Quando entriamo in Svizzera mettono sul permesso di soggiorno un timbro con scritto sopra: « non può affittare un appartamento ». Cosi siamo costretti a prenderli in subaffitto e si paga molto più caro. Oppure si prende una camera in qualche famiglia, ma spesso non vogliono i bambini e tosi molti italiani non possono richiamare i loro familiari. Nella mia ditta si sta un poco meglio perché lo Stato ha dato dei sussidi alle fabbriche per degli appartamenti a buon mercato per operai. A noi non li danno, non ne abbiamo diritto, ma spesso gli svizzeri che ci vanno ci lasciano le loro vecchie case. Ma altri italiani vivono a[...]

[...] malattia professionale, la silicosi, per esempio, per i minatori, e cadono ammalati in Italia, sono rovinati.
Quelli che lavorano nelle costruzioni, inoltre, se hanno famiglia in Italia, non hanno assegni familiari. E se hanno a carico i genitori o i fratelli gli tolgono pochissimo dalle tasse. Ma questo anche per le altre categorie.
Inoltre c'èé la questione della difesa militare. Perché a noi italiani ci tocca pagare per la difesa nazionale svizzera? I francesi hanno ottenuto di non farlo. Tempo fa, alla Cappella italiana, è venuto a parlare un nostro ministro. Quando ha finito, ho chiesto il contraddittorio e gli ho domandato perché il governo non facesse niente per farci togliere questa tassa. Ha cominciato a rispondere un sacco di belle cose, dicendo che, per amor della patria, era giusto che si pagasse per la difesa delle altre patrie contro l'aggressione. Io non ci ho visto più ed ho gridato: « Ma che patria e patria, il portafoglio! ». E diventato livido e bianco come un cencio, ma intanto il governo si ingrassa alle nostre spalle.[...]



da Kabaktceff (delegato dei comunisti bulgari e delegato come membro del Comitato della Terza Internazionale) [traduzione dal francese dell'onorevole Misiano], Discorso Kabaktceff in Resoconto stenografico del 17. congresso nazionale del Partito socialista italiano : Livorno, 15-20 gennaio 1921 : con l'aggiunta di documenti sulla fondazione del Partito comunista d'Italia

Brano: [...]utti i paesi dell'Europa continentale, in Partiti comunisti, dopo l'unione del Partito comunista con la sinistra del Partito indipendente socialista di Germania e la formazione di un nuovo, potente Partito comunista unificato, dopo la epurazione del Partito francese dai suoi socialpatrioti e la sua adesione all'Internazionale comunista, dopo la scissione della sinistra comunista dal Partita socialdemocratico di CzecoSlovacchia, di Austria, della Svizzera; del Belgio, ecc., e la formazione in quei paesi di Partiti comunisti indipendenti, raccoglienti tutte le forze rivoluzionarie del proletariato di quei medesimi paesi, è ora la volta degli operai coscienti e rivoluzionari italiani per la liberazione dai riformisti e la unificazione delle loro forze in un grande Partito comunista, costituendo l'organismo piú potente dell'Internazionale comunista. Il Comitato esecutivo dell'Internazionale comunista è sicuro che voi assolverete questo compito con dignità e con coraggio.
Compagni, il dovere del proletariato italiano e del Partito socialista ital[...]

[...]indi i' «Internazionale », seguiti nel canto da tutto il Congresso. La dimostrazione dura qualche tempo).
L' adesione dei socialisti svizzeri di sinistra
ROBERTO, presidente: La compagna Bloch, a nome della parte sinistra del Partito socialista svizzero, desidera esprimere al Congresso il suo saluto.
BLOCH (Applausi): Compagni ! Sarò breve, ma vorrei portarvi qui il saluto dei compagni dell'ala sinistra del Partito socialista svizzero. Noi in Svizzera abbiamo ammirato la politica del Partito socialista italiano, e speriamo che adesso che noi entriamo col Partito comunista svizzero nella Terza Internazionale... (applausi vivissimi dai compagni comunisti, grida di « Viva la Terza Internazionale ! »), voi altri italiani rimarrete in quella Terza Internazionale e vi rimarrà pure Serrati che ha fatto tanto bel lavoro... (applausi) e speriamo che il compagno Serrati capisca bene che non può restare, come é rimasto in queste ultime settimane, esule e nascosto, come i dissidenti di Germania. Chi non vuole andare colla Terza Internazionale, i Noske[...]

[...]vissimi dai compagni comunisti, grida di « Viva la Terza Internazionale ! »), voi altri italiani rimarrete in quella Terza Internazionale e vi rimarrà pure Serrati che ha fatto tanto bel lavoro... (applausi) e speriamo che il compagno Serrati capisca bene che non può restare, come é rimasto in queste ultime settimane, esule e nascosto, come i dissidenti di Germania. Chi non vuole andare colla Terza Internazionale, i Noske di Germania, i Renan di Svizzera, andranno a fare una Internazionale per loro conto. Ma noi speriamo che voi non vorrete far questo e vorrete anzi rimanere nella Terza Internazionale. Se fra questi 21 punti ve ne è qualcuno che non si può accettare si va a Mosca, si discute... (approvazioni, applausi generali) ma per questo motivo non si divide un Partito, non si fa un sf grande torto alla rivoluzione, perché si sa che voi, proletariato italiano, dovete essere all'avanguardia in questa battaglia, come finora era il proletariato russo facendo quello che ha fatto.
Noi, compagni, in Svizzera siamo in un altro caso. Noi tendiam[...]

[...]ete anzi rimanere nella Terza Internazionale. Se fra questi 21 punti ve ne è qualcuno che non si può accettare si va a Mosca, si discute... (approvazioni, applausi generali) ma per questo motivo non si divide un Partito, non si fa un sf grande torto alla rivoluzione, perché si sa che voi, proletariato italiano, dovete essere all'avanguardia in questa battaglia, come finora era il proletariato russo facendo quello che ha fatto.
Noi, compagni, in Svizzera siamo in un altro caso. Noi tendiamo alla scissione perché nel nostro Partito, quelli che hanno finora la maggioranza, non vogliono aderire alla Terza Internazionale, non vogliono andare con la Russia, con Lenin, con Trotsky, ma vogliono andare coi Dittmann: vogliono andare a Vienna: noi vogliamo, invece, essere con la Terza Internazionale e perciò ci scindiamo da loro e andiamo col proletariato internazionale.
Concludo il mio breve discorso invitandovi a gridare insieme a me: « Viva la Terza Internazionale comunista !». (Applausi).
La seduta é tolta alle ore 13.
99



da compagna Bloch (a nome della parte sinistra del Partito socialista svizzero), saluto al Congresso in Resoconto stenografico del 17. congresso nazionale del Partito socialista italiano : Livorno, 15-20 gennaio 1921 : con l'aggiunta di documenti sulla fondazione del Partito comunista d'Italia

Brano: [...]indi i' «Internazionale », seguiti nel canto da tutto il Congresso. La dimostrazione dura qualche tempo).
L' adesione dei socialisti svizzeri di sinistra
ROBERTO, presidente: La compagna Bloch, a nome della parte sinistra del Partito socialista svizzero, desidera esprimere al Congresso il suo saluto.
BLOCH (Applausi): Compagni ! Sarò breve, ma vorrei portarvi qui il saluto dei compagni dell'ala sinistra del Partito socialista svizzero. Noi in Svizzera abbiamo ammirato la politica del Partito socialista italiano, e speriamo che adesso che noi entriamo col Partito comunista svizzero nella Terza Internazionale... (applausi vivissimi dai compagni comunisti, grida di « Viva la Terza Internazionale ! »), voi altri italiani rimarrete in quella Terza Internazionale e vi rimarrà pure Serrati che ha fatto tanto bel lavoro... (applausi) e speriamo che il compagno Serrati capisca bene che non può restare, come é rimasto in queste ultime settimane, esule e nascosto, come i dissidenti di Germania. Chi non vuole andare colla Terza Internazionale, i Noske[...]

[...]vissimi dai compagni comunisti, grida di « Viva la Terza Internazionale ! »), voi altri italiani rimarrete in quella Terza Internazionale e vi rimarrà pure Serrati che ha fatto tanto bel lavoro... (applausi) e speriamo che il compagno Serrati capisca bene che non può restare, come é rimasto in queste ultime settimane, esule e nascosto, come i dissidenti di Germania. Chi non vuole andare colla Terza Internazionale, i Noske di Germania, i Renan di Svizzera, andranno a fare una Internazionale per loro conto. Ma noi speriamo che voi non vorrete far questo e vorrete anzi rimanere nella Terza Internazionale. Se fra questi 21 punti ve ne è qualcuno che non si può accettare si va a Mosca, si discute... (approvazioni, applausi generali) ma per questo motivo non si divide un Partito, non si fa un sf grande torto alla rivoluzione, perché si sa che voi, proletariato italiano, dovete essere all'avanguardia in questa battaglia, come finora era il proletariato russo facendo quello che ha fatto.
Noi, compagni, in Svizzera siamo in un altro caso. Noi tendiam[...]

[...]ete anzi rimanere nella Terza Internazionale. Se fra questi 21 punti ve ne è qualcuno che non si può accettare si va a Mosca, si discute... (approvazioni, applausi generali) ma per questo motivo non si divide un Partito, non si fa un sf grande torto alla rivoluzione, perché si sa che voi, proletariato italiano, dovete essere all'avanguardia in questa battaglia, come finora era il proletariato russo facendo quello che ha fatto.
Noi, compagni, in Svizzera siamo in un altro caso. Noi tendiamo alla scissione perché nel nostro Partito, quelli che hanno finora la maggioranza, non vogliono aderire alla Terza Internazionale, non vogliono andare con la Russia, con Lenin, con Trotsky, ma vogliono andare coi Dittmann: vogliono andare a Vienna: noi vogliamo, invece, essere con la Terza Internazionale e perciò ci scindiamo da loro e andiamo col proletariato internazionale.
Concludo il mio breve discorso invitandovi a gridare insieme a me: « Viva la Terza Internazionale comunista !». (Applausi).
La seduta é tolta alle ore 13.
99



da Lettura del saluto della Presidenza del C.E. del Partito comunista in Olanda in Resoconto stenografico del 17. congresso nazionale del Partito socialista italiano : Livorno, 15-20 gennaio 1921 : con l'aggiunta di documenti sulla fondazione del Partito comunista d'Italia

Brano: [...]la preconferenza di Berna per ricostruire la Internazionale di Vienna.
« Ci auguriamo che il vostro prossimo Congresso comprenderà e sanzionerà la condotta della vostra Direzione in questa questione. Noi consideriamo ogni tentativo di questi opportunisti come un delitto contro la Terza Internazionale comunista.
«Voi comprenderete che non potevamo piú restare in un Partito coi Nobs, Grimm ed i loro aderenti.
« È necessario assolutamente per la Svizzera che gli elementi veramente rivoluzionari si costituiscano in una forte Sezione della Terza Internazionale perché possa, al momento opportuno, creare veramente l'avanguardia della classe operaia della Svizzera.
«Speriamo, alla fine di gennaio od ai primi di febbraio, di poterci fondere con il piccolo Partito comunista svizzero in un Partito unificato comunista, Sezione della Terza Internazionale. Ci sarebbe allora molto grato di poter salutare uno o piú vostri delegati.
« Saluti comunisti.
La Centrale del Partito socialista di sinistra D.
Partito comunista olandese
«Compagni,
«Abbiamo avvertito il nostro compagno Rutgers, che è in questo momento in Italia, di voler rappresentarci al vostro Congresso. Noi speriamo che gli sarà possibile venire a Livorno.
« Ad ogni modo noi vi auguriamo un buo[...]



da Lettura del saluto de La Centrale del Partito socialista di sinistra svizzero in Resoconto stenografico del 17. congresso nazionale del Partito socialista italiano : Livorno, 15-20 gennaio 1921 : con l'aggiunta di documenti sulla fondazione del Partito comunista d'Italia

Brano: [...]la preconferenza di Berna per ricostruire la Internazionale di Vienna.
« Ci auguriamo che il vostro prossimo Congresso comprenderà e sanzionerà la condotta della vostra Direzione in questa questione. Noi consideriamo ogni tentativo di questi opportunisti come un delitto contro la Terza Internazionale comunista.
«Voi comprenderete che non potevamo piú restare in un Partito coi Nobs, Grimm ed i loro aderenti.
« È necessario assolutamente per la Svizzera che gli elementi veramente rivoluzionari si costituiscano in una forte Sezione della Terza Internazionale perché possa, al momento opportuno, creare veramente l'avanguardia della classe operaia della Svizzera.
«Speriamo, alla fine di gennaio od ai primi di febbraio, di poterci fondere con il piccolo Partito comunista svizzero in un Partito unificato comunista, Sezione della Terza Internazionale. Ci sarebbe allora molto grato di poter salutare uno o piú vostri delegati.
« Saluti comunisti.
La Centrale del Partito socialista di sinistra D.
Partito comunista olandese
«Compagni,
«Abbiamo avvertito il nostro compagno Rutgers, che è in questo momento in Italia, di voler rappresentarci al vostro Congresso. Noi speriamo che gli sarà possibile venire a Livorno.
« Ad ogni modo noi vi auguriamo un buo[...]



da Angelo Muscetta, Memorie del cavaliere Angelo Muscetta in KBD-Periodici: Nuovi Argomenti 1964 - 7 - 1 - numero 69

Brano: [...]iaburri compresa, quella che mi aveva rifiutato il credito) vedendo die gli acquisti erano di molto aumentati, volle concedermi il credito di lire 750 con cambiali a 306090 giorni. E quello fu l'inizio di iniziare la vendita all'ingrosso, per modo di dire, cioè qualche chilo per ogni articolo, ai piccoli dettaglianti.
Ero molto soddisfatto, avevo l'aria già di un grande grossista: dall'acquisto di kg. 5 cioccolato, incominciavo a ritirare dalla Svizzera (Compagnie Suisse di Lugano) i primi kg. 50 di cioccolato speciale a lire 2.60 il chilo franco Avellino con pagamento a 60 giorni tratta, e così per lo zucchero, caffè, pepe ecct. Durante questo periodo, la mia povera Amelia, zia Angelarosa si occupavano per la vendita a minuto perché erano diventate molto provette, ed io mi incaricavo per la vendita all'ingrosso, e per gli acquisti. La mia casa si allietò del primo figlio Carlo, poi Vincenzina che insieme a Umberto, e Mario venuti dopo, furono cresciuti su sacchi di pasta, farina, e persino nei tiretti del caffè, senza tante sottigliezze, né[...]

[...]sposi che ero mediatore di vino (cosa che non avevo mai esercitato) e lui tutto contento di essersi imbattuto in me che gli faceva da mediatore, e da interprete, perché non conosceva neanche una parola di italiano. Dal suo vestire dimesso non gli si attribuiva l'aria di un milionario quale effettivamente era, e mi raccontò tutta una storia. Nativo di un paese di confino con la Germania (Epinal) dove aveva due stabilimenti vinicoli, e un altro in Svizzera era stato espulso dalla Francia per tre anni (non gli domandai per delicatezza il motivo) e durante la guerra '14'18 Epinal fu occupato dalla Barbaria Tedesca, che invase i due stabilimenti, saccheggiando centinaia di migliaia bottiglie di champagne, e centinaia di migliaia [di] ettolitri di vino. Due figli in guerra, e una sola signorina figlia, che ebbe l'astuzia di murare in uno scantinato denaro gioie
e titoli che possedeva. Volle condurmi a cena nel buffet, e mi accorsi che aveva per me già una simpatia. Il mattino seguente ci mettemmo in viaggio per i possibili acquisti di vino. Diment[...]



da Piccola biografia di un sorvegliato politico in KBD-Periodici: Nuovi Argomenti 1960 - 9 - 1 - numero 46

Brano: [...]o Brunelli Odero, oggetto, da ultimo, della mia nota ciel 15 corrente, diretta all'antifascista..., contenente apprezzamenti sfavorevoli al Regime...
A tale corrispondenza é stato dato regolare corso.
Il Prefetto di Verona al Ministero dell'Interno 8 agosto 1936 Anno XIV
Mi pregio comunicare a codesto on. Ministero che il soprascritto... ha presentato alla locale Questura domanda tendente ad ottenere il passaporto per recarsi in Francia ed in Svizzera per motivi di turismo e studio...
Richiamando la ministeriale N. 27559/123216 dell'8 maggio u. s., prego compiacersi farmi conoscere se, nell'eventualità, assai probabile, che l'autorità militare conceda il chiesto nulla osta, debba essere, o meno, accolta
l'istanza di che trattasi.
55 Il Ministero dell'Interno al Prefetto di Verona 17 agosto 1936 A XIV
Tenuto conto dei precedenti esistenti in linea politica... questo ministero non ritiene sia il caso di autorizzare l'espatrio del predetto...
Il Prefetto di Verona al Ministero dell'Interno 22 aprile 1937 XV
Mi pregio comunicare che il [...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Svizzera, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiano <---comunisti <---Diritto <---Francia <---Partito <---comunista <---socialista <---socialisti <---C.E. <---Pratica <---centristi <---italiana <---italiane <---italiani <---opportunisti <---riformisti <---Berna <---Chiesi <---Ciò <---Così <---Dittmann <---Ecco <---Il lavoro <---La Centrale del Partito <---La Presidenza <---La guerra <---La sera <---Livorno <---Longuet <---Modena <---Nobs <---Noi in Svizzera <---Noske di Germania <---Perché <---Però <---Quale <---Renan di Svizzera <---Russia dei Soviety <---Sarò <---Spesse <---Storia <---abbiano <---apprendista <---centesimi <---comunismo <---d'Italia <---dell'Austria <---dell'Italia <---dell'Ufficio <---eroismo <---fascista <---fascisti <---lasciano <---marxismo <---secessionisti <---siano <---Abissinia <---Acone <---Acquistò <---Ad Avellino <---Agenti <---Agraria <---Aix <---Al C E <---Albergo Wachinton <---Alligo <---Altri <---Amedeo Fontana di Brescia <---Amsterdam <---Ancona <---Angelo Muscetta <---Angelo Venezia <---Angiolillo <---Anno XIII <---Anno XIV <---Anno XV <---Antifascista Perotti <---Antonio Spaccamon <---Aragno <---Armando Diaz <---Arturo Petracca <---Asia Minore <---Aspettate <---Atripalda <---Autonomo <---Auxerre <---Avellino-Napoli-Saviano <---Bagole <---Balcani <---Balcania <---Ballo Escelsior <---Ballo Excielsior <---Bar <---Bar Cillario <---Bar S <---Bar S Luca <---Barbaria Tedesca <---Basta <---Battista Sassone <---Beneventana <---Berlitz <---Bernardo Agosta <---Berto di Arturo <---Bethoven <---Biglietto <---Bocchino di Montefusco <---Bollettino Militare <---Bolzano <---Bon <---Bonne Mère <---Boulevard St <---Breda <---Brennero <---Brunelli Odero <---Brunelli Rafaela <---Bukarin <---Bulgaria <---C.C. <---C.P. <---C.S. <---Caffè Europa <---Caffé Europa <---Caiazzo <---Campagnola <---Canonico Recine <---Capelli <---Capitano <---Capo <---Capo Stazione <---Caporetto <---Caposelle <---Capotreno <---Capotreno Carlo Recine <---Capotreno Recine <---Capotreno Recine di Montefusco <---Cappadonna di Partici <---Cariuccio <---Caro Angiolino <---Cartocci <---Casamicciola <---Caserta <---Cassa Malattie <---Cattapan <---Cattive <---Ceco-Slovacchia <---Centro Sociale Protestante <---Cercasi <---Certificat <---Cesare Corrente <---Cesare Correnti <---Chaimin <---Che Dio <---Chianti <---Ciaburri <---Ciaburri di Napoli <---Cioffi Gaetano <---Ciro Alvino <---Ciro Fusco <---Codogno <---Cognome <---Colonia <---Colonias Rafaela <---Come Dio <---Commissario Agg <---Commissione <---Commissione Provinciale <---Compagnia Fraissinet <---Compare Fusco <---Comune di Parigi <---Confederazione Generale del Lavoro <---Confine <---Congresso di Baku <---Congresso di Mosca <---Consolati <---Console <---Conto <---Copenaghen <---Correnti N <---Corso Portoni <---Corso Vittorio Emanuele <---Credetemi <---Credito Irpino <---Crepuscolo degli dei <---Creò <---Crispien <---Cuccio Bocchino <---Cuomo <---Czeco-Slovacchia <---D'Aragona <---Da Avellino <---Davanti <---De Gasperi <---Descrivervi <---Dicem <---Dino di Massimino <---Direttore Ing <---Direzione di Milano <---Distretto Militare <---Ditta <---Doctor Luis <---Don Carlo <---Don Ciccio Bocchino <---Don Cuccio <---Donna Mariannina Bocchino <---Dottor Bocchino <---Dottor Francesco Bocchino <---Dottore Alvino <---Dottore Alvino di Atripalda <---Dottore Aufieri <---Dottore Festa <---Dresda <---E.F. <---Ecker Luisa <---Egidio a Mon <---Elena Pappacena <---Elixir Coca <---Engels <---Enver Pascià <---Epinal <---Erricuccio <---Esposizione Coloniale <---Espérandieu <---Etica <---F.F. <---F.O.B.B. <---FIAT <---Facchini <---Faccio N <---Faganello <---Febrero <---Federazione dei Partiti <---Femmine <---Festa di Avellino <---Filomena da Montefusco <---Finita <---Fiorentino <---Firenze Via <---Firmò <---Fisica <---Fiumara Pietro <---Foggia <---Foglio <---Forli <---Forza del Destino <---Franceschiello <---Francesco Bocchino a Montefusco <---Francese di Napoli <---Francischiello <---Frontiera <---Frà <---Fuori <---G.L. <---G.U.F. <---Gab Pol <---Gavino Martinetti di Iglesias <---Giacomino Recine <---Giappone <---Ginori <---Giovanni a Teduccio <---Giugliano <---Giustizia <---Gli <---Governi <---Governo Nazionale <---Gradirò <---Gragnano <---Gran Chai <---Grigioni <---Grottaglie <---Gruppo Universitario Fascista <---Guf <---Guglielmo Oberdan <---Haase <---Hessen <---I.C. <---Iandiorio <---Iglesias <---Iil <---Il Capotreno <---Il Congresso <---Il S <---Infine <---Informasi <---Inghilterra <---Internazionale <---Internazionale di Amsterdam <---Ispagna <---Jacono Verona <---John Stuart Mill <---Jusqu <---Jusqua <---Kabaktceff <---Kabaktcefl <---Kautsky <---Kloster <---La Bulgaria <---La C G <---La Commissione <---La Forza <---La Provvidenza <---La Questura <---La Russia <---La Seconda <---La casa <---La lotta <---La notte <---Labruna <---Lambiase <---Lanzara <---Las Colonias <---Lascio <---Laurea Universitaria <---Lauretta Marengo <---Livret No <---Lonigo <---Luciano Pappacena <---Lucrezic Caro <---Luigino Spagnuolo <---Luis Lecouvré <---Luisella Recine Bocchino <---Lìveri <---M.M.S.S. <---Ma mi <---Made Englis <---Maioli <---Malepasso <---Manzoni N <---Marco Minghetti <---Maria a Parete <---Marseille <---Marsiglia <---Massimino <---Massimo Gorki <---Masullo <---Meccanica <---Medicina <---Meffert <---Melella Giordano <---Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale <---Mille <---Millecinquecento <---Ministero <---Ministero dell'Interno Verona <---Mirabella Eclano <---Misilmeri <---Monteforte Irpino <---Montefredane <---Montefusco <---Montella <---Montemezzi <---Mosca <---Mosciano <---Mussolini <---NATO <---Nev Jorch <---Nicola Magliaro <---Niente <---Nocera Inferiore <---Noi <---Nolleggiammo <---Nome <---Non voglio <---Nord Italia <---Noske <---Notaio Titoman <---Notar Capriolo <---Nuovi Argomenti <---Occhi <---Odero Brunelli <---Oltre <---Oltreciò <---Onoromi <---P.C.I. <---P.N.F. <---P.S. <---P.S.I. <---Pagliaini <---Papa <---Pappacena di Sarno <---Parlato <---Parlò <---Passò <---Pastukoff <---Pavia <---Perotti <---Perotti Arturo <---Perotti Berto <---Persone <---Petrovich Wladimiro <---Pianodardine <---Piazza <---Piazza Dante <---Piazza Erbe <---Piazza Francese <---Piazza Pantagone <---Piazza V <---Piazza V Emanuele <---Piccola Velocità <---Piedimonte <---Piethrowski Georg <---Pietrhowski <---Pietro Bonito di Montefusco <---Pighi Beatrice <---Pirone <---Platani <---Pontechiasso <---Porpora N <---Porta Nuova <---Porta Rufina <---Portoni Borsari <---Posen <---Posta Vecchia <---Povera <---Prata <---Prata-Pratola <---Pratola <---Prefetto Motta <---Prefetto di Firenze <---Prefetto di Milano <---Prefetto di Udine <---Prefetto di Verona <---Prefettura N <---Pregandolo <---Pregasi <---Pregiomi <---Prego S E <---Presa <---Presidente del Congresso <---Presidenza <---Quertura <---Questa Congresso <---Questore Laino <---Questore di Milano <---Questore di Verona <---Questori di Trento <---Questura di Trieste <---Questura di Verona <---Questurá <---R.F. <---Raffaele Petrillo <---Recine a Montefusco <---Reggio Emilia <---Regia <---Regia Prefettura <---Reiman Lina <---Repubblica <---Repubblica di Salò <---Richard-Ginori <---Riehard <---Rimini <---Ringraziò <---Rittardo <---Rovereto <---Rue Canebière <---Rue Pherafins <---Rumania <---Russia <---S.V. <---Sabatino <---Sabino Tammasetta <---Sabino Tom <---Sabino Venezia <---Sabino da Napoli <---Sahino <---Salerno <---Saluto <---Salò <---Sannio <---Santomauro <---Sartoris <---Sasikoff in Bulgaria <---Sassone Battista <---Scelsi <---Scheidemann <---Scuola <---Scuola Allievi Ufficiali <---Scuola Enologica <---Scuola Industriale <---Scuola di Servizio Sociale <---Secchia <---Segretario Federale <---Seibert <---Sepral <---Serino <---Serrati <---Servizio Sociale <---Sferracavallo <---Siani Vincenzo <---Sociologia <---Solofra <---Sorgà <---Spaccamon <---Spaccamonte <---Spagna <---Sprovieri <---Squadra <---Statistica <---Stato <---Stazione CC <---Stazione di Porta Nuova <---Studi di Venezia <---Supplicandomi <---Tarcento <---Teduccio da Richard <---Tenuto <---Terrasini <---Tirreni <---Tornati <---Trattoria <---Traverse <---Tre Re <---Trovasi <---Turchia <---Udine <---Ufficio Revisore <---Umberto Avagliano <---Ungheria <---Urgentissimo <---V.S. <---Vamero di Napoli <---Velocità di Avellino <---Venizelos <---Vercelli <---Verdura <---Verona Roma <---Verona-Bolzano <---Veronese <---Verrà <---Vesentini Giuditta <---Via Armando <---Via Cavour <---Via Cesare <---Via Franco Faccio <---Via Guglielmo <---Via Mazzini <---Via Porpora <---Via Roma <---Via Rosa <---Via Umberto <---Viale <---Viale Alessandro <---Viale Manzoni <---Vico Carrozzieri <---Viene <---Vinoenzina <---Violenti <---Voghera <---Volturara <---Wagnerstrasse <---Zambianchi <---Zardini <---Zia Angelarosa <---Zinowieff <---Zio Sabino <---antagonismi <---antifascista <---antifascisti <---apprendiste <---artigiano <---autista <---brasiliani <---cambiano <---canzonettista <---capitalismo <---capitalista <---capitalisti <---cattolicesimo <---conformismo <---d'Aix <---d'Alife <---d'Aosta <---d'Europa <---d'Italiani <---danubiani <---dell'America <---dell'Amicizia <---dell'Asia <---dell'Esercito <---dell'Europa <---dell'Inghilterra <---dell'Internazionale <---dell'Interno <---dell'Intesa <---dell'Oceano <---dell'Opera <---dell'Oriente <---dell'Ungheria <---disfattista <---espansionista <---fanatismo <---fascismo <---fraseologia <---fuochista <---grossista <---guardiano <---ideologia <---imperialismo <---imperialista <---imperialisti <---incrociano <---indiana <---individualisti <---inneggiano <---interventisti <---luculliani <---mangiano <---nazionalista <---nazionalisti <---nazisti <---nell'America <---nell'Asia <---nell'Europa <---nell'Internazionale <---nismo <---opportunismo <---opportunista <---pacifiste <---propagandista <---protestantesimo <---reumatismi <---rialismo <---riformismo <---riformista <---riformiste <---riusciste <---scetticismo <---siciliano <---sindacalisti <---socialismo <---socialopportunisti <---sociologia <---sovietista <---sovietisti <---stiano <---sull'Avanti <---telegrafista <---tesimi <---tifascista <---viano <---vietista <---zoologico