→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale d'Europa è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 362Entità Multimediali, di cui in selezione 17 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Contro ogni ritorno : dal fascismo alla Costituzione repubblicana : Provincia di Firenze, 2 giugno 1972 / \a cura di Claudio Galanti, Paolo Tinti, Giovanni Verni!, p. 5Prefazione/premessa/introduzione con numerazione propria (Monografia/libro

Brano: [...]ombattenti, elenca sette sacerdoti. Nel modenese, un centinaio di preti hanno avuto riconoscimenti ufficiali per le attività svolte nella resistenza: ma è noto che la maggior parte del clero si è volutamente sottratta a qualsiasi attribuzione di qualifiche e onorificenze.

Il dato più significativo ha una portata europea: nei campi di sterminio tedeschi furono deportati ben 5545 ecclesiastici — cattolici, ortodossi, protestanti — di ogni paese d'Europa. Una cifra altissima in rapporto a qualsiasi altra professione. Se si considera che i deportati non rappresentano evidentemente che una piccola parte di quelli impegnati contro il nazifascismo, si può valutare l'importanza del contributo offerto dal clero alla resistenza. Possiamo chiederci quale sia il motivo e quale il significato di un simile fenomeno forse senza precedenti nella storia.

Senza dubbio ha giocato un ruolo importante l'estrazione popolare dei preti, il loro inserimento nelle masse, che li rende particolarmente sensibili agli ideali di giustizia, di libertà, di pace. Anch'i[...]

[...]tori della verità. A proposito dei capi nazisti parlò di uomini caparbi e stolti, bestemmiatori e sacrileghi, apostati e fautori di scandali. Li paragonò a Satana. Denunciò violenze illegali ed inumane, processi arbitrari e campi di concentramento. Ma per la salvezza, scrisse, c'è una sola via: “la via di un generoso eroismo ”. E ai sacerdoti ricordò il loro dovere sacro di smascherare l'errore e difendere la verità, a qualunque prezzo. Il clero d'Europa accolse l'appello. In sostanza il nazifascismo aveva operato un tragico capovolgimento di valori: al posto del Dio puro Spirito aveva posto la razza e lo stato teutonici; al posto della legge evangelica dell'amore e della solidarietà umana, aveva posto la legge dell'odio, della sopraffazione, della violenza, della tortura, del genocìdio Cosi di fronte al vero volto del nazifascismo ogni prete venne prima o poi a trovarsi in posizione di netta opposizione.

La presenza del clero nella resistenza si concretò in una vastissima gamma di posizioni, secondo i temperamenti e le circostanze.

Si [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 541

Brano: [...]eguì, a distanza di pochi mesi, in zona sovietica, la proclamazione della Repubblica Democratica Tedesca (ottobre 1949), con Wilhelm Pieck presidente e Otto Grotewohl primo ministro (si vedano, per i due nuovi Stati, le voci Tedesca, Repubblica Democratica e Tedesca,

Bibliografia: Franz Mehring, Storia della Germania moderna. Milano. 1957; Jerusalimski, L'imperialismo tedesco alla fine del secolo XIX, 2 volumi, Roma, 1956; E. V. Tarle, Storia d'Europa 18711919, Roma, 1959;. Franz Mehring, La socialdemocrazia tedesca, Roma, 1962; John W. WheelerBennett, La nemesi del potere Storia dello Stato maggiore tedesco dal 1918 al 1945; W. Bartei, Die Linken in der deutschen Sozialdemokratie in Kampf gegen Militarismus und Krieg, Berlin, 1958; K. Bracher, Die Auslosung der Vì/eimarer Republik; W. Barthel, Deutschland in der Zeit der faschistischen Diktatur 191345, Berlin, 1956; R. Pechel, Deutscher Widerstand, Zurich, 1947; O. Winzer, Zwoelf Jahren Kampf gegen Faschismus und Krieg, Dusseldorf, 1955; W. Shirer, Storia del Terzo Reich, Torino, 1963; E[...]

[...]te al lavoro di riorganizzazione del P.C.I. a Roma. Dall ’8 settembre alla liberazione della Capitale fu tra i promotori della Resistenza romana e partecipò alla lotta nelle file dei G.A.P.. Dopo la Liberazione ha diretto le Edizioni Rinascita, curando la pubblicazione in Italia dei classici del marxismo.

Per la storia dell'antifascismo e della Resistenza, è. da ricordare il suo studio introduttivo al volume postumo di Giaime Pintor Il sangue d'Europa (1950).

Gervasi, Galliano

N. a Foiano della Chiana (Arezzo); falegname. Militante nella Gioventù socialista dal 1917, aderì al Partito comunista sin dalla fondazione (1921). Condannato per i fatti di Foiano (v.) a 22 anni di reclusione, ne scontò 12, dedicando nel carcere gran parte del suo tempo allo stùdio per completare la propria formazione polìtica.

Dopo I'8.9.1943 ha preso parte alla Guerra di liberazione, nelìe file della Resistenza toscana, presidente del C.L.N. di Foiano.

Dopo la Liberazione è stato sindaco di Foiano, quindi deputato all'Assemblea Costituente. Eletto sena[...]



da Pace o guerra / Palmiro Togliatti, p. 8

Brano: [...]tamento della parte che risulterà soccombente; in realta, la guerra che si prepara, avrebbe, se il suo esito risultasse favorevole ai promotori del Patto atlantico, un solo dominatore: il capitalismo. E dominati sarebbero anche quei popoli che fossero stati irreggimentati e mandati a morire per Vespansione mondiale del capitalismo imperialistico: anche i tommies inglesi, anche i soldati americani, fianco a fianco a tutta Valtra carne da cannone, d'Europa, d’Africa e d'Asia, che dovrebbe battersi e morire dove il ” comando unico ” decidesse di scatenare la guerra. E tutto ciò, senza poter impedire lo storico sviluppo della società, che la crisi stessa della civiltà borghese e capitalistica spinge verso istituti nuovi, i quali ne sono il naturale e necessario superamento.

E' un fatto che, specie da alcuni mesi, i popoli delVEuropa occidentale, i cui governi sì sono fatti promotori o hanno aderito, come Vltalia, al Patto atlantico, vivono sotto la morsa d’un incubo che invano si cerca di allentare o diradare col dire che il Patto firmato a Wa[...]



da Pace o guerra / Palmiro Togliatti, p. 9

Brano: [...]ttobre del 1948 alVaprile del 549 il partito della guerra ha dunque concluso una serie di patti, regionali, continentali e mondiali, che sono le premesse diplomatiche, politiche e militari per la terza guerra mondiale, destinata, secondo malcelate speranze, a inferire un colpo mortale ai popoli dell’URSS, agli Stati di democrazia popolare del centro e delYest europeo, ma, per fatale contraccolpo, anche alle democrazie di quei Paesi delVoccidente d'Europa le quali, pur essendo ancora in regime capitalistico, tentano, attraverso gli stessi istituii della democrazia borghese, di rinnovare forme e strutture economicopolitiche, che siano aderenti alle più vive e sentite istanze dei popoli di tutto il mondo.

In questa situazione, qual è, e quale può essere, la posizione di quei partiti che sono alVavanguardia del progresso di una nazione? Di quei partiti che'

9



da [Il cimento dell'armonia e dell'invenzione opera 8 ; Concerti per viola d'amore e orchestra opera 25 / Antonio Vivaldi], p. 2Copertina (Disco vinile

Brano: [...]valdi venne nominato direttore dell’Ozperfafe dilla pietà, un’Istituzione per trovatelle allora musicalmente famosa, che vantava un coro ed un'orcnestra eccellenti. Nello stesso periodo succedette anche al padre come violinista di San Marco.

Per quanto si sappia molto poco circa la vita di Vivaldi, è certo che, finché visse, egli non fu un autore molto popolare in Italia. Tatti 1 suol lavori pubblicati In vita furono stampati in altre nazioni d'Europa ed egli si recò in Germania e a Vienna, dove mori nel 1741 ; ancora nel 1775 Slr John Hawkins parlava del concerti di Vivaldi come di composizioni « rozze e irregolari.... che trasgrediscono le regole della melodia e della modulazione >. Per questa ragione, continuava Hawkins, deve necessariamente seguirne « che l’armonia.... c l’Ingegnosa disposizione delle parti sono il loro merito minore ». Questa naturalmente non era l’opinione del più grande genio musicale del Barocco, Giovanni Sebastiano Bach, morto venticinque anni prima che queste parole venissero stampate. Bach trascrisse almeno nove[...]



da [Fidelio / Ludwig Van Beethoven], p. 3Copertina (Disco vinile

Brano: [...]idelio, così come delle opere wagneriane. Accanto a lei figurano altri due artisti di primo piano: il tenore Anton Dermota, ospite abituale dell’Opera di Vienna e del Festival di Salisburgo, che proprio in questa edizione del 1955 si cimentò per la prima volta come Florestano nel Fidelio (precedentemente aveva avuto occasione di cantare nella parte di Jaquino), e il barìtonobasso Paul Schdffler, che, pur applaudito in molti dei principali teatri d'Europa e d’America, è stato stabilmente all’Opera di Vienna dal 1939 sino alla fine della sua carriera, distinguendosi fra l’altro nella parte di Pizarro.

Alberto Pironti

LA VICENDA

Atto primo. (Ouverture). In una fortezza nei pressi di Siviglia langue da anni il nobile Florestano, perseguitato dall’odio personale del governatore Pizarro, che ha diffuso la falsa notizia della morte del prigioniero. La moglie di questi, Leonora, ha cercato con ogni mezzo di salvarlo, ma inutilmente; ella non crede alla voce della sua scomparsa e decide quindi, nel tentativo di scoprire la cella ove il marito[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 300

Brano: [...]Tribune. Durante la seconda guerra mondiale fu contrario alla tregua tra conservatori e laburisti e alla partecipazione di questi ultimi al governo di coalizione.

Insieme a Emmanuel Shinwell, altro deputato laburista di sinistra, nel dicembre 1944 attaccò vivacemente il primo ministro Winston Churchill per l’intervento in Grecia, accusandolo di « usare le truppe di Sua Maestà per disarmare gii amici della democrazia in Grecia e in altre parti d'Europa e per sopprimere quei movimenti popolari che hanno valorosamente collaborato alla disfatta del nemico » (W. Churchill, La seconda guerra mondiale, volume VI).

Fu strenuo fautore delta nazionalizzazione dell’industria e di una riforma della Camera dei Pari. Ministro dell’igiene nel governo Attlee nel

1945, stese la legge sulla sanità approvata il 5.7.1948 e compilata sulla base del piano Beveridge che assicura l'assistenza sanitaria gratuita per tutti. Ministro del Lavoro e del Servizio nazionale dal 17.1.1951, si dimise il 21 aprile dello stesso anno perché contrario al riarmo. Fu alla [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 302

Brano: [...]rra, tr troverà di fronte ali* autaut o SCOMPARSA DEFINITIVA della SOVRANITÀ NAZ'ONALE ILLIMITATA 0 pi epurazione di ur * nuova guerra a scadenza di quindici anni. Questo dilemma significa per noi e pei i nostri agli l’alternativa della vita e dei rigoglio delie possibilità d> u.nano sviluppo, o della miseria e della morte

L’esperienza della Società deile Nazion. potrà essere utile, ma ;n senso negativo: una Socretà delie Nazioni ia cui

ti d'Europa (M.S.E.U.E.)] i liberali, il Movimento liberale per gli Stati Uniti europei (M.L.E.U.). Era il momento in cui gli Stati Uniti d’America davano un totale appoggio a questa iniziativa che avevano addirittura ispirato, e che trovava come infaticabili propugnatori Adenauer, Schuman, De Gasperi. Restano emblematici di quel periodo i discorsi infuocati, la psicosi d'invasione dell’Europa da parte dell'Unione Sovietica, la profetizzata caduta di quella parte del mondo che, allora come adesso, era chiamato « libero ».

Dal federalismo all'atlantismo

Al fondo, erano ben rilevabili due filoni di i[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 303

Brano: [...]ettata unità politica che ne sarebbe potuta scaturire.

Nonostante quel fallimento a livel

lo statale, non vennero a mancare iniziative miranti a raggiungere forma federalista in settori specifici. In Italia, il movimento di Rossi, Spinelli e Rollier aveva tenuto convegni a Milano (settembre 1945), Firenze (gennaio 1946) e Venezia (I Congresso, ottobre 1946). Nell’ottobre 1950, a Grutli (Svizzera), era nata l’idea di uh Consiglio dei Comuni d'Europa [C.C.E.) che difatti fu costituito nel gennaio successivo. Nel 1951 il Movimento europeo promosse la Campagna europea della gioventù [C.E.J.). Nel 1952, un gruppo di docenti universitari costituì VAssociazione degli universitari di Europa. Nel 1953 si ebbe il lancio della Giornata europea della scuola. Nel 1955 nacque il Centro internazionale di formazione europea. Nel 1956 fu costituita l’Azione europea federalista; nello stesso anno si ebbero il Congresso del popolo europeo [C.P.E.) e VAssociazione europea degli insegnanti [A.E.D.E.). Il 18.5.1955 il ministro degli Esteri del governo olande[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 67

Brano: Rebagliati, Giuseppe

arti figurative giunse a creare non poche lacerazioni nel fronte degli artisti italiani che pur erano usciti con posizioni unitarie dalla lotta di liberazione contro il fascismo. Bisogna comunque dire che in Italia, come pure nel resto d'Europa, anche chi si richiamava più direttamente al concetto di realismo socialista poneva nette differenziazioni rispetto alle intransigenti interpretazioni sovietiche: basti ricordare, a questo proposito, l’importanza attribuita dagli artisti realisti italiani a un pittore come Picasso (v.) che, a Mosca, veniva invece bollato di “deviazionismo” decadente e borghese. Il concetto di realismo socialista acquistò quindi valenze interpretative diverse, allontanandosi sempre più dalle rigide definizioni sovietiche: in Italia si preferì parlare di “neorealismo” o di “realismo” toutcourt o, come nel caso [...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine d'Europa, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---socialista <---Storia <---fascismo <---italiano <---comunista <---socialisti <---antifascista <---comunisti <---fascista <---fascisti <---italiana <---nazisti <---Bibliografia <---C.L.N. <---P.C.I. <---Partito comunista <---federalista <---italiani <---nazismo <---nazista <---C.E.C.A. <---C.E.D. <---C.E.E. <---De Gasperi <---Diritto <---Filosofia <---Giaime Pintor <---Gran Bretagna <---P.S.I. <---U.S.A. <---collaborazionista <---cristiana <---dell'Assemblea <---democristiani <---federalismo <---ideologia <---liste <---nazionalismo <---stalinismo <---A.E.D.E. <---A.S. <---ANED <---Accettai in Colorni <---Allegro Con <---Allegro Il <---Amedeo Catanesi <---Antonio Vivaldi <---Assla-Darmstadt <---Aula IV <---Avventura Europea <---Azione Cattolica <---Berardo Taddei <---Berlino Ovest <---Bevilacqua Gin <---Blair House <---Bruxelles tra Francia <---C.C. <---C.C.E. <---C.E.E.A. <---C.E.J. <---C.L.N.A.I. <---C.P.E. <---Camera dei Pari <---Capo del Governa <---Carlo Ludovico Ragghianti <---Casa Editrice Bicordi <---Charles De Gaulle <---Commissariato di Castro Pretorio <---Comune di Verona <---Concerto N <---Conferenza di Mosca <---Congresso degli Stati Uniti <---Conservatorio di Amsterdam <---Consiglio dei Comuni <---Dagli Stati Sovrani <---Dalla C <---Dalla C E <---Di Dio <---Dialettica <---Die Auslosung <---Ernest Nolte <---Esteri Pietro Nenni <---Europea NON <---F.G.S.I. <---F.L. <---Federazione Lido Caiani <---Ferruccio Parri <---Festival di Salisburgo <---Fiamme Verdi <---Florestano nel Fidelio <---Fortunato Delicato <---Fosse Ardeati <---Francia di De Gaulle <---G.A.P. <---G.M. <---G.S.I. <---Gaulle segretario generale del Comitato <---Geografia <---Germania di Hitler <---Giaime Pintor Il <---Giordano Brano <---Giorgio Catti <---Giovanni Battista Vivaldi <---Giovanni Carpinelli <---Giovanni Sebastiano Bach <---Gran Bretagna a Potsdam <---Guerra Dala <---Heinrich Himmler <---Hermann Goering <---House di Washington <---Il C <---Il C L <---Il Cimento <---Il Manifesto <---Il Manifesto di Ventotene <---Il Mulino <---Il Piacere <---In pace <---In sostanza <---Insbruck Ma a Insbruck <---Italiano Antonio Vivaldi di Treviso <---J.A <---Jean Monnet <---Jennie Lee <---John W <---John W Wheeler <---Karnthnerthor Theater <---La F <---La F G <---La Nuova Italia <---La Pietra <---La Quercia <---La Resistenza nel Rojale <---La Tempesta di Mare <---La guerra <---La moglie <---Le Quattro Stagioni <---Legione Val Ionie <---Lloyd George <---Lussu in Francia <---M.E. <---M.L.E.U. <---M.S.E.U.E. <---Martha Mòdi <---Mauna Foà a Torino <---Ministro di Stato <---New York Times <---Noi giovani <---Non posso <---Nord Atlantico <---Nuova Italia <---Orchestra Chamber Music Society <---Otto Grotewohl <---P.C.U.S. <---Pace in Parigi <---Patto di Londra <---Paul Hindemlth <---Piano Marshall <---Piazza Corvetto <---Piazza S <---Piazza S Fedele <---Pietro Mastino <---Pio XI <---Poetica <---Polizia Sig <---Pratica <---Provincia di Verona <---Quello di Predappio <---Reana del Rojale <---Repubblica Federale Tedesca <---Resistenza nel Veronese <---Reynaud negli Alti Comandi <---Roma Vlstitu <---S.A.P. <---San Giovanni Valdarno <---San Marco <---Seconda Internazionale <---Senato degli Stati Uniti <---Silvio Trentin <---Slr John Hawkins <---Stati Uni <---Stati Uniti <---Stato democratico <---Storia del Terzo Reich <---Tarcisio Ceccutto <---Teologia <---Theodor Heuss <---Thomas W <---Thomas W Wilson <---Thorez a Reynaud <---Tipografica Nigrizia <---Trattato del Nord Atlantico <---Trattato di Versailles <---U.R.S.S. <---UNO <---URSS <---Ugo La Malfa <---V.E. <---V.N.V. <---Val Toce <---Veronesi nella Spagna <---Vienna U <---Viola da Moro <---Vittorio Emanuele <---Vittorio Emanuele Orlando <---Yuri Suhl <---Zona di Firenze <---Zwoelf Jahren Kampf <---abbracciano <---antagonismi <---anticollaborazionista <---anticristiana <---antifascismo <---antifascisti <---antimilitarista <---antimussoliniane <---atlantismo <---beethoveniana <---bruciano <---cambiano <---capitalismo <---centrista <---classista <---cubismo <---culturista <---d'Asia <---d'Italia <---d'Ossola <---dell'Azione <---dell'Intemazionale <---dell'Internazionale <---dell'Intesa <---dell'Italia <---dell'Ovest <---dell'Unione <---democristiana <---deviazionismo <---dinamismo <---economicista <---economista <---eroismo <---estremismo <---europeisti <---federalisti <---frontista <---frontiste <---funzionalismo <---giellista <---giellisti <---gramsciana <---ideologica <---ideologici <---ideologico <---immobilismo <---imperialismo <---imperialista <---incorniciano <---interventista <---isti <---laburista <---laburisti <---leninismo <---leninista <---liberalsocialisti <---liberista <---liberiste <---marxismo <---marxisti <---minacciano <---mosaicista <---musicista <---musicisti <---nazifascismo <---nazifascisti <---nell'Aiifunno <---nell'Italia <---neorealismo <---picassiano <---pluralismo <---progressista <---progressisti <---prussiana <---psicologico <---raopportunismo <---realismo <---realisti <---rexismo <---riformista <---sappiano <---separatisti <---servilismo <---siano <---siciliana <---simbolismo <---sindacalista <---socialismo <---squadrista <---sull'Atene <---teologia <---teologico <---terventiste <---totalitarismo <---umanesimo <---unionista <---violinista <---violinisti <---virtuosismi <---virtuosismo <---vlvaldiano <---wagneriane