→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale classiste è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 165Entità Multimediali, di cui in selezione 14 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 563

Brano: [...]l dopoguerra, governando dal 1945 al 1950, anni nei quali realizzò numerose nazionalizzazioni e rinnovò il sistema di sicurezza sociale. Dopo un periodo di

tregua sindacale, le Trade Unions decisero di riprendere la loro libertà d'azione nei confronti del governo e, fra il 1951 e il 1959, il Partito laburista subì una serie di sconfitte elettorali. Al suo interno, la contrapposizione fra correnti revisioniste e moderate da una parte, e quelle classiste e sindacaliste dall’altra, conobbe una dialettica spesso vivace.

In seguito al nuovo successo elettorale del 1964 il Partito laburista, sotto la direzione di H. Wilson, affrontò una nuova fase di governo in un periodo di difficoltà economiche (svalutazione della sterlina), culminata in una nuova sconfitta. Tornati al potere nel 1974, i laburisti hanno conosciuto ulteriori battute d’arresto e sconfitte elettorali alla fine degli anni Settanta, fino alla recente scissione che ha portato alla nascita di un nuovo Partito socialdemocratico.

Caratteristica principale e specifica di tutta la s[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 491

Brano: [...] delle lotte prevalentemente in favore delle fasce più professionalizzate, costitui

te dalle élites delle acciaierie e della laminazione, dagli operai specializzati dei settori elettromeccanico, meccanico fine e del materiale mobile ferroviario. Questa egemonia venne rotta fra il 1912 e il 1913 dalril.S.I. che, forte specie alla Breda, organizzava gruppi consistenti di lavoratori anarchici, repubblicani e socialisti rivoluzionari su posizioni classiste più avanzate.

Banco di prova deH'U.S.I. fu lo sciopero generale dell’agosto 1913: iniziato come sciopero degli addetti alle costruzioni ferroviarie, si pose l’obbiettivo di ottenere aumenti diversificati e favorevoli alle categorie più dequalificate e di far entrare il sindacato in fabbrica con il riconoscimento delle “commissioni permanenti”. Il presidente del Consiglio Giovanni Giolitti sollecitò gii industriali a non cedere e si giunse al “lodo arbitrale” affidato all’industriale milanese ingegnere Salmoiraghi. Il “lodo” riuscì addirittura a dimostrare che, alla Breda, le paghe erano tr[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 474

Brano: [...]lla e altri leader del continente nero un “socialismo africano”, ma sostanzialmente rimase sempre un rappresentante degli interessi francesi in Africa. Nel febbraio del 1983 lasciò la carica di presidente della repubblica in favore del suo primo ministro Abdou Diouf.

Studioso e poeta

Nel 1977, teorizzando una società africana “senza classi” (dal momento che nel Senegai, dominato dai capitalisti stranieri, emergevano scarse contrapposizioni classiste interne), Senghor scrisse Per una rilettura di Marx ed Engels per criticare ogni tentativo di meccanica trasposizione del marxismo europeo in Africa, sostenendo tesi ulteriormente approfondite e sviluppate dall’economista Samir Amir, pure residente a Dakar.

Più qualificato in campo artistico e come poeta, nel 1966 ha presieduto a Dakar il World Festival of Negro Arts (Festival mondiale delle arti negre) e ha ricevuto numerose

lauree “ad honorem” in Europa, in America, Asia e Africa per i suoi scritti. La sua dottrina sulla “negritudine” ha influenzato, tra gli altri, l'inglese Basii Dav[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 495

Brano: [...]962, quando il presidente statunitense J. Kennedy pretese — minacciando il blocco marittimo —

lo smantellamento delle installazioni missilistiche nell’isola. Le installazioni furono ritirate, ma gli Stati Uniti s’impegnarono a rispettare l’indipendenza di Cuba.

Dopo la rivoluzione, che ebbe un’influenza eccezionale su tutti i paesi dell’America Latina, il pensiero di C. subì un processo di rapida radicalizzazione verso posizioni marxiste e classiste. Non v’è dubbio che tali modificazioni trovarono la loro premessa nelle differenze profonde che avevano caratterizzato la sua azione e il pensiero rispetto a quelli di altri dirigenti cubani di estrazione borghese. Né si è trattato solo di una evoluzione dovuta alle esigenze della pratica rivoluzionaria in un paese come Cuba, anche se queste hanno giocato un ruolo determinante. Il gruppo di C. aveva sin dalla deportazione nell’isola dei Pini, a seguito dell’assalto alla Moncada, cominciato a prende

495



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 559

Brano: [...]interpretativo e didascalico che non riesce a tradursi in fatto d’arte.

Aldo Vergano e Carlo Lizzani: due autori che hanno costruito le loro opere resistenziali su una struttura di chiara marca ideologica (marxista) e politica. Anche se i loro film (// sole sorge ancora, Achtung banditi!) sono da considerare entrambi non risolti sul piano artistico, presentano un notevole interesse per un discorso storico, analitico delle componenti sociali e classiste intervenute nella lotta di liberazione.

il sole sorge ancora (1946) di Vergano è ambientato in un’azienda agricola della pianura padana, durante i giorni inquieti del settembre 1943; il film analizza le reazioni e le scelte ideologiche di un gruppo di persone appartenenti a vari strati sociali, dal ricco agrario proprietario della fattoria al semplice bracciante, dalla popolana alla borghese egoista e viziata. Achtung banditi! (1951) di Lizzani rievoca invece un episodio di lotta a Qenova: un gruppo partigiano e gli operai di una fabbrica si sacrificano per evitare il trafugamento del macc[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 645

Brano: [...] « Il nostro partito — si legge nella risposta inviata in questa occasione dai comunisti al Partito socialista — che non ha dimenticato, come voi fate con inguaribile leggerezza, l’esperienza negativa del primo Aventino (v.), non può certo con il proprio intervento valorizzarne il secondo, e non solo non parteciperà alla nuova combinazione politica di ispirazione massonica, ma la combatterà opponendole la mobilitazione delle forze indipendenti e classiste del proletariato ».

II movimento di « Giustizia e Libertà » definì la Concentrazione « un comitato di intesa, un governo in esilio, il quale lavorava continuamente a riproporre il problema della provvisorietà del fascismo, del necessario ristabilimento della legalità, della continuità dei vecchi partiti antifascisti e perciò in questo senso continuava l’Aventino ». (Aldo Garosci).

Il programma e l’attività

Il programma originario non accennò a riforme sociali né a problemi istituzionali; rivelò al contrario il proponimento di operare sulla casa regnante per rimuovere Mussolini. Solta[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 243

Brano: [...]ia e Valacchia (mentre restava ancora esclusa la Transilvania), portò a un notevole sviluppo industriale e agricolo, nello stesso tempo alla forte penetrazione del capitale straniero, soprattutto tedesco, francese, belga e inglese.

Di pari passo il proletariato cominciò a organizzarsi politicamente e sindacalmente. Ai falansteri sorti a opera dei socialisti utopisti nei primi decenni del secolo XIX, subentrarono organizzazioni dichiaratamente classiste, quali VAssociazio



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 154

Brano: [...] un elemento polemico alla sinistra del Partito laburista che una vera e propria forza politica di rilevante peso.

/ laburisti al governo

L’unificazione del 1927 rafforzò la rappresentanza parlamentare dei laburisti (59 seggi) che cominciarono così a porsi come forza a livello di governo.

Il gabinetto da loro costituito nel 1928 ebbe tuttavia appena 12 giorni di vita. Seguì un lungo periodo di sbandamento e di incertezza tra propensioni classiste e tendenze francamente riformiste, attraverso il travaglio della grande crisi economica mondiale che trovò il movimento operaio largamente impreparato a dare una risposta ai gravi problemi economici e sociali dei lavoratori.

Fu solo nel 1933 che il Partito laburista compì una scelta decisamente riformista, presentando un programma che, in pratica, abbandonando ogni tradizione di lotta extraparlamentare poneva al partito come unico obiettivo e insieme strumento di lotta l’azione parlamentare.

La vittoria elettorale del 1933 convinse i capi laburisti che la loro scelta di tipo democratico[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 179

Brano: Jaurès, Jean

L'ateismo sovietico

Rifacendosi ad alcune affermazioni teoriche di Marx, Engels e Lenin, Jaroslavskij denuncia (in modo piuttosto superficiale) la funzione della religione e della Chiesa ne||’jnsieme delle sovrastrutture delle società classiste. Una raccolta di suoi articoli e discorsi pubblicati in volume nel 1957 comprende i seguenti titoli: « Come nascono, vivono e muoiono gli dei e le jee « I corvi neri »; « Il tributo ai pregiudizi »; « Dodici libbre di reliquie siberiane « Si può vivere senza fede e senza Dio? »; « I corvi neri non si placano »; « Carlo Marx e la religione »; « Il pensiero di Lenin sulla religione ».

Egli concentra la sua polemica contro la religione e la Chiesa quali strumenti di potere nelle mani di sfruttatori che, profittando dei pregiudizi religiosi, distraggono gli oppressi dalla lotta per l’emancipaz[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 86

Brano: [...]le l'Internazionale socialista praticamente si sciolse.

Secondo dopoguerra

Dopo il 1945 i socialdemocratici istituirono un Comitato per la Conferenza socialista internazionale (COM/SCO). In seguito, il 30.6. 1951, al Congresso di Francoforte sul Meno (Germania occidentale) ricostituirono l'Internazionale socialista.

Il Congresso, al quale parteciparono i delegati di 32 partiti socialisti, sanzionò definitivamente la rinuncia a posizioni classiste e si limitò ad affermare che lo scopo del socialismo è di instaurare la libertà e la giustizia, combattendo lo sfruttamento che sotto il capitalismo divide gli uomini.

A parte una serie di contrasti tra i delegati su varie questioni (da quella dell'unità europea al piano

86


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine classiste, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---socialista <---comunista <---Storia <---fascismo <---socialisti <---antifascista <---fascista <---fascisti <---socialismo <---fasciste <---ideologiche <---italiana <---italiano <---marxismo <---riformista <---Diritto <---comunisti <---ideologico <---laburisti <---marxista <---Agraria <---Bibliografia <---Comitato centrale <---Comune di Parigi <---Dialettica <---P.S.I. <---Partito comunista <---Pratica <---U.R.S.S. <---capitalismo <---classista <---corporativismo <---ideologica <---italiane <---italiani <---laburista <---nazismo <---nazista <---revisioniste <---riformismo <---riformisti <---socialiste <---A.O. <---Abel Santamaria <---Accademia di Francia <---Al XII <---Alceste De Ambris <---Antonio Gramsci <---Arturò Colom <---Azzurra-Corsica <---B.D.S. <---Bad Godesberg <---Ben Bella <---Brigata G <---Brigata G A P <---C.G.L. <---C.I.L. <---C.L.N. <---C.L.N.A.I. <---C.V.L. <---CGIL <---Carlo Marx <---Cassano Spinola <---Che Guevara <---Clement R <---Clement R Attlee <---Comando Raggruppamento Brigate Garibaldi <---Comando generale del Corpo <---Congresso di Amsterdam <---Congresso di Bad Godesberg <---Congresso di Berlino <---Congresso di Francoforte <---Consiglio Benito Mussolini <---Consiglio Giovanni Giolitti <---Corriere della sera <---Dal C <---Dal C L <---Dismage di Era <---ESI <---Efigenio Almejeiras <---Elio Cicchetti <---Emilio Sereni <---Eugenio Curiel <---F.I.O.M. <---FIAT <---Faustino Pérez <---Federazione di Pavia <---Fidel Castro <---Filosofia <---Francesco Lo Sardo <---Francoforte sul Meno <---Friuli Orientale <---G.B. <---G.D. <---Garibaldi di Milano <---George H <---George H Sabine <---Giacinto Calligaris <---Giacomo Matteotti <---Gian Carlo Pajetta <---Gino Menconi <---Giovanni Minzoni <---Girolamo Li Causi <---Giulio Casiraghi <---Giuseppe Bottai <---Giuseppe Di Vittorio <---Golden Star Film Dismage <---Gran Bretagna <---Grande Parigi <---Guayana Francese <---Helmuth Schmidt <---Henri Bergson <---Iconografia <---Il Manganello <---Il campo <---Il generale Della Rovere <---Il ritorno <---Italia-Vietnam <---La C <---La Dépe <---La Pietra <---La Romania <---La caserma <---La guerra <---La storia <---Lega del Lavoro di Monza <---Lega di Spartaco <---Logica <---Luciano Romagnoli <---Luigi Frausin <---Luigi Longo <---Léopold Sédar <---Léopold Sédar Senghor <---Meccanica <---Metropole di Bruxelles <---Midi-Pirenei <---N.A.T.O. <---Ormai C <---P.C.I. <---P.P. <---P.P.I. <---Paimiro Togliatti <---Pietro Secchia <---Poitou-Charentes <---Polinesia Francese <---Presidenza del Consiglio <---Primo Maggio <---Regione Parigina <---Repubblica Federale Tedesca <---Repubblica del Ciad <---Repubblica del Congo Brazzaville <---Repubblica del Gabon <---Repubblica del Madagascar <---Repubblica del Senegai <---Repubblica socialista <---Rita Montagnana <---Rivoluzione liberale <---Roberto Farinacci <---Rodano-Alpi <---Roma ESI <---Roma-Berlino <---S.F.I.O. <---S.G. <---S.P.D. <---SAN <---Sacre Scritture <---Saint-Pierre <---Saint-Simon <---Scienze <---Seconda Internazionale <---Senegai nella Assemblea Nazionale <---Sesto Lavoratrice <---Sesto S <---Sesto S G <---Sesto San Giovanni <---Soccorso di Sesto <---Società Operaia di Mutuo <---Somalia Francese <---Spagna a Monaco <---Spagna a Monaco Ciò <---Spartaco Lavagnini <---Star Film <---Stato fascista <---Subit-Canebola <---Terzo Mondo <---Trade Unions <---U.S.A. <---U.S.I. <---Unione Sindacale Italiana <---Valle Padana <---Vittorio De Sica <---Vittorio Malloz <---Vivaldi-Pasqua <---Voltri Dio <---analfabetismo <---antibolscevismo <---anticastristi <---anticonformista <---antifascismo <---antifasciste <---antifascisti <---antisemitismo <---assolutista <---asturiani <---ateismo <---autoritarismo <---badogliano <---capitalisti <---colonialismo <---cristiana <---d'America <---d'Italia <---d'Oltremare <---dannunziani <---dell'Azione <---dell'Europa <---dell'Italia <---deviazionismi <---economista <---egiziana <---egoista <---emiliano <---federalismo <---filonazisti <---fisiologico <---gappisti <---giane <---ideologia <---ideologici <---ideologie <---internazionalista <---interventismo <---interventista <---interventisti <---irrazionaliste <---liberalismo <---liste <---marxiste <---massimalista <---massimalisti <---mazziniana <---mazziniane <---militarista <---modellisti <---naturaliste <---nazifascisti <---nazionalista <---nazionalisti <---nazionalsocialismo <---nazionalsocialista <---nazionalsocialisti <---nazisti <---neocolonialismo <---neocolonialista <---neorealismo <---oscurantismo <---pacifismo <---polemista <---populista <---positivismo <---possibilista <---progressista <---progressiste <---progressisti <---psicologici <---razzismo <---revisionismo <---revisionista <---riconquista <---riformiste <---ruscitismo <---siano <---siberiane <---simaliste <---sindacalismo <---sindacalista <---sindacaliste <---sindacalisti <---socialismi <---sovviettiste <---squadrismo <---terrorista <---trotzkisti <---umanesimo <---umanitarismo <---utopisti <---zarista