→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale bruciano è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 107Entità Multimediali, di cui in selezione 4 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 391

Brano: [...]7 settembre. Alle sei e un quarto del mattino arrivano sul posto macchine con tedeschi e fascisti. È la rappresaglia. È col

pito da una scarica il giovane Pietro Pedretti. Ferito a morte, è obbligato a camminare fino al piazzale. Poi lo caricano su una macchina e, sulla strada, all’altezza del cimitero, lo finiscono.

Nella stessa giornata i fascisti tentano di bruciare la casa dei fratelli Bertuletti, e in parte vi riescono. Altri fascisti bruciano le stalle e arrestano il giovane Lorenzo Danesi che verrà in seguito deportato in Germania. Fonteno, in questa giornata, è stata perquisita e saccheggiata in tre ondate successive da fascisti e repubblichini ».

Il 31.12.1944 i fascisti, nuovamente risaliti, incendiarono altre stalle. Arrestarono due contadini (Santo Plebani e Felice RUggeri), li portarono al cimitero e li fucilarono, dopo averli accusati di avere ospitato i partigiani nelle loro stalle. Nello stesso giorno furono arrestati tre patrioti della famiglia Pasinetli che, tradotti nelle carceri di Lovere, furono sottoposti a duri[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 597

Brano: [...] che, con 650.000 bombe esplosive e incendiarie, raserò al suolo l’intero centro storico (15 km2) provocando

135.000 morti in due giorni. Il culmine di questa condotta terroristica di guerra sarà raggiunto con lo sganciamento delle bombe atomiche americane sul Giappone.

Il 1944

Solo alla fine del 1943, durante la Conferenza di Teheran (v.), Churchill si lasciò convincere da Roosevelt e da Stalin che l'apertura di un

Militari tedeschi bruciano i resti delle vittime del bombardamento in una piazza della città di Dresda



da Contro ogni ritorno : dal fascismo alla Costituzione repubblicana : Provincia di Firenze, 2 giugno 1972 / \a cura di Claudio Galanti, Paolo Tinti, Giovanni Verni!, p. 20

Brano: [...]rola: ce la prendiamo.

Nel titolo è il nostro programma.

Bisogna resistere contro coloro che ogni giorno cercano di intimidirci con nuove minacce, che ci tolgono il lavoro del quale viviamo e diamo da vivere alle nostre famiglie, che prima di aggredirci ci fanno prendere le armi dagli agenti della questura per assicurarsi che non potremo difenderci, che comprano i testimoni ed i giudici per farci condannare, che ci impediscono di riunirci, bruciano le sedi delle nostre associazioni, sequestrano i nastri giornali.

Bisogna resistere malgrado le armi della milizia, ìcalgr^Q l’impunità assicurata ai delinquenti, malgrado tutti i decreti che possono venire firmati dal Re.

Se vorremo vinceremo.

La vittoria significherà per noi intorno alle leggi dei nostri padri, ritorno a quelle libertà che ci consentano una vita civile.

La nostra volontà non può dunque non essere ben decisa: oggi è in gioco non solo la unità del nostro paese, ma il nostro stesso onore di popolo.

FIRENZE, ATENE D’ITALIA

81 Dicembre. W, la notte di S. Barto[...]



da Contro ogni ritorno : dal fascismo alla Costituzione repubblicana : Provincia di Firenze, 2 giugno 1972 / \a cura di Claudio Galanti, Paolo Tinti, Giovanni Verni!, p. 22

Brano: [...]n una camera a pagamento. Ci dettero la camera in faccia a quella dove giaceva la salma del Luporini e che era piena di fascisti, che andavano e venivano senza tregua. In quei tre giorni che passammo all’ospedale, in continua alternativa di disperazioni e di speranze,

In alto: Giovanni Amendola e Piero Gobetti (foto 32 e 33); ambedue morti in Francia in seguito ai feroci “pestaggi ” dei fascisti. In basso un aspetto della cultura fascista: si bruciano volumi “ sovversivi ” (foto 34)

34

22


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine bruciano, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiani <---fascista <---fascisti <---Aristide Lommi <---Aurelio Fantozzi <---C.G.L. <---Capo del Governa <---Cassa Mutua <---Codice Rocco <---Commissariato di Castro Pretorio <---Conferenza di Teheran <---Diritto <---F.I.T.I.L. <---F.O.P.L <---Federazione del Libro <---Giordano Brano <---Giovanni Amendola <---Giuseppe Vai <---Goffredo Petrarca <---Il garibaldino <---Insbruck Ma a Insbruck <---La F <---La F O <---Lorenzo Danesi <---Municipio di Dresda <---Noi giovani <---Polizia Sig <---Pratica <---Quello di Predappio <---antifascismo <---antifascista <---armisti <---d'Europa <---eroismo <---fanatismo <---fasciste <---italiana <---nazifascista <---nazifascisti <---nazista <---nazisti <---socialista <---sull'Atene