→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: CORPUS OGGETTOdisattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

tipologia: Analitici; Id: 1472775


Area del titolo e responsabilità
Tipologia Periodico
Titolo Saverio Tutino, Approvato un appello agli intellettuali di tutto il mondo. Si è concluso all'Avana il congresso culturale. Primo bilancio di un evento nuovo - Positivo dialogo tra intellettuali europei e del terzo mondo - Agli atti del congresso l'autodifesa di Debray
Responsabilità
Tutino, Saverio+++   autore+++   
Area della rappresentazione (voci citate di personaggi,luoghi,fonti,epoche e fatti storici,correnti di pensiero,extra)
Nome da authority file (CPF e personaggi)
Debray, Régis+++   Titolo:co-oggetto+++   
Semprún Maura , Jorge+++   Corpo del testo:citato+++   
Pavolini, Luca+++   Corpo del testo:citato+++   
Einaudi, Giulio+++   Corpo del testo:citato+++   
Filippi, Alberto+++   Corpo del testo:citato+++   
Berlinguer, Giovanni+++   Corpo del testo:citato+++   
Masucco Costa+++   Corpo del testo:citato+++   
Amati+++   Corpo del testo:citato+++   
Fieschi+++   Corpo del testo:citato+++   
Vitale+++   Corpo del testo:citato+++   
Nono, Luigi+++   Corpo del testo:citato+++   
Rossanda, Rossana+++   Corpo del testo:citato+++   
Debray, Régis+++   Corpo del testo:citato+++   
De Andrade, Mario+++   Corpo del testo:citato+++   
Cortazar, Julio+++   Corpo del testo:citato+++   
Saura, Antonio+++   Corpo del testo:citato+++   
Sastre, Alfonso+++   Corpo del testo:citato+++   
Bardem, Juan Antonio+++   Corpo del testo:citato+++   
Leiris, Michel+++   Corpo del testo:citato+++   
Rochefort, Christiane+++   Corpo del testo:citato+++   
Pronteau, Karol+++   Corpo del testo:citato+++   
Vigier+++   Corpo del testo:citato+++   
Césaire, Aimé+++   Corpo del testo:citato+++   
Feiffer, Jules+++   Corpo del testo:citato+++   
Enzensberger, Hans Magnus+++   Corpo del testo:citato+++   
Marek, Jiri+++   Corpo del testo:citato+++   
Karmen, Roman+++   Corpo del testo:citato+++   
Luoghi
La Habana+++ {La Habana --- Havana ; Avana}  titolo:luogo dell'evento+++   
Nomi epoche, fasi o fatti storici purché non esclusivamente narrativi
Internazionalismo cubano+++   Complemento:capitolo+++   
Area della trascrizione e della traduzione metatestuale
Trascrizioni
Trascrizione Non markup - manuale o riveduta:
Approvato un appello agli intellettuali di tutto il mondo
Si è concluso all'Avana il congresso culturale
Primo bilancio di un evento nuovo — Positivo dialogo tra intellettuali europei e del terzo mondo — Agli atti del Congresso l'autodifesa di Debray
Dal nostro corrispondente
L'Avana, 12
Si conclude domani all'Avana il congresso mondiale di cultura, un evento sicuramente nuovo nella pur lunga storia degli avvenimenti di questo genere. Ad indicare questa novità basta il documento finale che chiama gli intellettuali di tutto il mondo alla solidarietà attiva con lotte di liberazione dei popoli ancora soggetti al dominio imperialista. Il documento è stato applaudito unanimamente con fervore da oltre quattrocento persone provenienti da sessantacinque paesi di tutti i continenti.
Per la prima volta si è avuto un dibattito politico e culturale aperto e sostanzialmente privo di asprezze fra esponenti di culture così diversamente impegnate, e con una così ampia libertà di tematiche. Tutti ne hanno approfittato largamente e, alla fine, si può dire che ne ha guadagnato soprattutto la causa più giusta e unitaria che mira a stabilire un dialogo, non saltuario né casuale, fra le avanguardie più coscienti dei paesi di avanzato sviluppo e quelle più direttamente impegnate nel terzo mondo.
Una delle preoccupazioni maggiori della cultura europea moderna, quella, cioè, di trovare un solido punto di contatto con il movimento antimperialista dei popoli oppressi, ha avuto modo di esprimersi e di farsi ascoltare.
D'altro lato molti Intellettuali europei, poco abituati a considerare da vicino i reali problemi derivanti da questa specifica oppressione, hanno compiuto una esperienza utile che arricchirà e motiverà meglio il loro futuro impegno politico. Cuba, come sede ospitante ha moderato efficacemente il dibattito, senza concessioni rispetto alla propria visione generale dei problemi, ma con duttilità e con propensione alla ricerca del risultato unitario antimperialista.
Il dialogo tra l'Europa e il terzo mondo ha avuto spunti sostanzialmente positivi soprattutto per merito dei delegati inglesi, francesi, spagnoli e Italiani, che hanno dato prova di saper pensare fuori di schemi precostituiti. In diversi momenti, delicati Interventi di Jeorge Sempnum, di Luca Pavolini, dell'inglese Ralph Miliband hanno suscitato favorevole impressione per la loro pacata obiettività.
Questo ha valso a far capire quanta capacità di lotta sia possibile mobilitare anche in quella Europa dove, come ha detto Pavolini, la lotta contro le concezioni conservatrici eurocentriche deve essere condotta in stretta coordinazione con il movimento di emancipazione del terzo mondo, con i nuovi contributi di civiltà e cultura dei paesi socialisti e con la lotta della classe operaia nei paesi capitalisti industrialmente avanzati.
Positivi contributi come questo e come anche quello dell'editore Giulio Einaudi che ha proposto concrete forme di solidarietà della cultura europea con le forme più avanzate delta lotta antimperialista o come quelli di Alberto Filippi, di Giovanni Berlinguer, di Massucco Costa, dei fisici Amati, Vitale e Fieschi. di Luigi Nono e di Rossana Rossanda (che ha presentato una importante relazione sui problemi della creazione artistica a del lavoro scientifico e tecnico nel quadro di una cultura rivoluzionaria), hanno trovato evidente riflesso nella risoluzione finale.
Questa accoglie chiaramente e con ampiezza la tesi della presenza delle avanguardie intellettuali rivoluzionarie nel mondo occidentale al fianco di altri schieramenti antimperialisti. Questo è forse per tutti uno dei risultati nuovi più positivi del congresso dell'Avana.
Si è parlato dei problemi più scottanti con libertà e misura. Una mozione per stimolare la resistenza contro le diverse forme di penetrazione degli strumenti culturali dell'imperiallsmo statunitense è stata accompagnata da un appello alla solidarietà con gli intellettuali nordamericani che lottano contro l'imperialismo.
E' stata letta e consegnata agli atti del convegno l'autodifesa di Régis Debray al tribunale di Camiri, autodifesa che era rimasta finora segreta: un documento importante sull'impegno degli intellettuali e sulla impossibilità di separare il pensiero e l'azione del misurare i loro compiti rivoluzionari.
Un altro aspetto rilevante del congresso: la qualità della partecipazione. Basti elencare alcuni nomi tra quelli che noi conosciamo: Mario De Andrade, per le colonie portoghesi; Julio Cortazar, per l'Argentina; Antonio Saura, Alfonso Sastre, Juan Antonio Bardem, venuti dalla Spagna; Michel Leiris, Christiane Rochefort de Mandiargues Jouffroy, Karol Pronteau e Vigier, tra i francesi; il grande poeta della Martinica Alme Cesaire; Julius Feiffer modestamente seduto tra i delegati nordamericani; Hans Magnus Enzenberg, unico ma attivo e acuto delegato della Germania Federale; Jiri Marek, tra i cecoslovacchi; e per la Polonia un cineasta come Kawalerowiz; per l'URSS un altro cineasta, Roman Karmen.
Impegnati in polemiche di franchezza spesso per loro nuova, i delegati dei paesi socialisti, soprattutto sovietici, polacchi, ungheresi, hanno dato prova di esperienza con interessanti repliche e osservazioni pertinenti.
Per Cuba è stato un altro grande successo che contribuirà al suo prestigio nel mondo.
Saverio Tutino
 
Trascrizione secondaria non visualizzabile dall'utente 
Trascrizione secondaria non visualizzabile dall'utente 


(0)
(0)






in: Catalogo KBD Periodici; Id: 8353+++
+MAP IN RIQUADRO ANTEPRIMA


Area unica
Testata/Serie/Edizione l'Unità | Nuova Serie(PCI) | Nazionale
Riferimento ISBD l'Unità : quotidiano degli operai e dei contadini. - A. 1, n. 1 (12 feb. 1924)-28 lug. 2000n. s.!, a. 78, n. 1 (28 mar 2001)-. - Milano : s. n., 1924!-. - Ill. ; 59 cm (( Il complemento del titolo varia in: organo del Partito Comunista d'Italia dal 12 agosto 1924. Nel periodo clandestino con periodicità settimanale ed irregolare al precedente complemento si aggiungono altri alternati tra cui: Giornale dei lavoratori italiani, nel 1942 Organo centrale del Partito Comunista d'Italia, dal luglio 1943 Organ... {L'Unità [quotidiano, 1924-]}+++
Data pubblicazione Anno: 1968 Mese: 1 Giorno: 13
Numero 0
Titolo KBD-Periodici: l'Unità - Nuova serie - Edizione nazionale 1968 - - gennaio - 13


(0)
(0)










MODULO MEDIAPLAYER: ENTITA' MULTIMEDIALI ED ANALITICI





Modalità in atto filtro S.M.O.G+: CORPUS OGGETTO

visualizza mappa Entità, Analitici e Records di catalogo del corpus selezionato/autorizzato (+MAP)