→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale frazionisti è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 19Entità Multimediali, di cui in selezione 3 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 470

Brano: Zukov, Gheorghi K.

ci del potere Krusciov si trovò inaspettatamente in minoranza in seno al presidium, Zukov gli mise a disposizione gli aerei per far giungere a Mosca, in poche ore, i membri del Comitato centrale.

La singolare vicenda sarà rivelata dallo stesso Krusciov ai delegati del XXII Congresso del P.C.U.S. (ottobre 1961): «Rendendosi conto di essere riusciti a ottenere nel presidium del C.C. la maggioranza aritmetica [...] I frazionisti accordatisi nei loro conciliaboli clandestini reclamarono la convocazione di una riunione straordinaria del presidium. Essi contavano di realizzare i loro piani antipartito e di impadronirsi della direzione del partito e del paese. Il gruppo antipartito voleva porre i membri del C.C. e tutto il partito di fronte a un fatto compiuto. Ma i frazionisti sbagliarono i conti. I membri del C.C. che allora si trovavano a Mosca [leggi Zukov e compagni], venuti a conoscenza delle azioni frazionistiche del gruppo antipartito in seno al presidium chiesero la convocazione immediata del plenum del Comitato centrale che, tenutosi nel giugno del 1957, smascherò decisamente e debellò ideologicamente il gruppo antipartito ».

In seguito a questi fatti, Zukov venne cooptato nel presidium, ma non vi rimase a lungo: quattro mesi dopo fu destituito dall’incarico di ministro della Difesa e nel dicembre del 1957 venne escluso anche dal presidium. L’intera vicenda è tuttora ammantata dal mistero.

Nel già citato rapporto al XXII Congresso, Krusciov così presenterà questa nuova fase: « Un po’ più t[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 502

Brano: [...]trarono utili al partito bolscevico per

fare la rivoluzione, ma il loro protrarsi nel periodo postrivoluzionario portò a conseguenze non previste: l’assunzione di fatto di metodi organizzativi autoritari “borghesi”. Vennero poi introdotti perfezionamenti, come l’istituzione (dal 1917) del “centralismo democratico” che imponeva la totale sottomissione della minoranza alla maggioranza e, dal 1921, la risoluzione sulla inammissibilità di “gruppi frazionisti”. Queste misure impressero un carattere oggettivamente settario al partito, portarono alla formazione di un apparato burocratico praticamente inamovibile, quindi alla possibilità che gruppi ristretti e singoli individui dominassero ferreamente l’intera organizzazione.

Dopo la morte di Lenin (1924) queste caratteristiche del partito bolscevico portarono all’instaurarsi del

lo stalinismo (v.). Inoltre, attraverso la Terza Internazionale (v.), fin dal 1919 il modello organizzativo bolscevico venne adottato da tutti i partiti comunisti che andavano sorgendo negli altri paesi, sebbene la lor[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 317

Brano: [...]ikov e altri. Nel corso del dibattito Lenin formulò le sue tesi sulla funzione dei sindacati, scrivendo una serie di articoli {La crisi del partito; Ancora sui sindacati; Sul momento presente e gli errori di Trotzkij e di Bucharin, gennaio 1921).

Al X Congresso del partito (816 marzo 1921), affrontando i problemi dell’unità interna e della deviazione anarcosindacalista, nel rapporto introduttivo Lenin propose lo scioglimento di tutti i gruppi frazionisti e il divieto all’esistenza di frazioni organizzate e permanenti nel partito. Le sue proposte furono accolte dal Congresso.

Nello stesso tempo il potere sovietico riusciva anche a stabilire gradualmente normali relazioni con gli Stati capitalisti e rapporti d’amicizia con diversi paesi asiatici.

Nel definire la linea di politica estera dello Stato sovietico, Lenin affermò: « La nostra strada è giusta: noi siamo per la pace e l’accordo, ma?siamo contrari a ogni giogo e a qualsiasi trattatocapestro. Bisogna tenere saldamente in pugno il timone e seguire la propria rotta, senza cedere alle [...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine frazionisti, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---comunisti <---Bibliografia <---Comitato centrale <---Editori Riuniti <---Opere complete <---P.C.I. <---Partito comunista <---Storia <---capitalisti <---comunista <---settarismo <---socialismo <---Al III <---Al X <---Andrés Nin <---Aritmetica <---C.C. <---Castel San Pietro <---Comune di Albona <---Difesa Zukov <---Ecrits de Stalin <---Federazione Giovanile Comunista <---Gheorghi K <---La lotta <---La nostra lotta <---Marie Oulianova <---Movimento operaio <---N.E.P. <---N.K. <---Opcine Labin <---P.C. <---P.C.U.S. <---PCUS <---Primo Maggio <---Rivoluzione di Ottobre <---San Pietro <---Storiografia <---U.R. <---U.R.S. <---abbiano <---accomodantismo <---antifascista <---bolscevismo <---centralismo <---comuniste <---dell'Esercito <---dell'Istria <---democraticismo <---dilettantismo <---fascismo <---fascista <---fascisti <---istriana <---istriane <---italiano <---lista <---massimalismo <---nazionalista <---nazista <---nazisti <---nista <---opportunismo <---opportuniste <---ottimista <---progressista <---riformismo <---sindacalista <---socialista <---staliniana <---stalinismo <---stalinisti <---tatticismo <---zarista