→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale egualitarismo è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 78Entità Multimediali, di cui in selezione 5 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 678

Brano: [...]i di minoranze religiose) non impedì certo la formazione aH’interno della società americana di classi con interessi ben distinti, che intrattenevano con la Corona inglese rapporti di vario tipo: così, al gruppo più legato alì'establishment inglese (quello di Washington) faceva riscontro nel Sud il giacobinismo illuminista e filofrancese di Jefferson; agli obiettivi di autonomia commerciale e di moderatismo politico dei commercianti bostoniani, l’egualitarismo dei coloni della Pennsylvania. In tale contesto, la Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti (4.7. 1776), affermando solennemente l’uguaglianza degli uomini e il loro diritto alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità, sancì la presa di coscienza degli elementi borghesi delle colonie e il passaggio dalla deferential society alla società di eguali.

L'ordinamento del nuovo Stato federale venne definito con gli “Articoli di confederazione” tra gli Stati (1781), che lasciavano peraltro ampia autonomia ai singoli membri. La debolezza della Federazione, specie sul piano fiscale[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 566

Brano: [...]Comune di Parigi (1871). lì ruolo principale nell’insurrezione parigina era stato svolto dalle correnti proudhoniane e dai blanquisti, ma ciò non aveva impedito a Marx di riconoscere il valore storico di quella esperienza che dimostrava, per la prima volta nella storia, la possibilità della conquista del potere politico da parte dei lavoratori. Però, mentre proudhoniani e bakuniniani vedevano nella Comune di Parigi un modello di autogoverno e di egualitarismo su base federativa, Marx (d’accordo in questo con i blanquisti) ne esaltava il significato di dittatura rivoluzionaria del proletariato. Lo scontro fra bakuniniani e marxisti si concluse con l’espulsione di Bakunin dalle fila dell’Internazionale, cui seguì qualche anno dopo (1876) lo scioglimento dell’organizzazione.

Ma l’esistenza e l’opera stimolante di quella prima organizzazione centralizzata aveva molto contribuito alla nascita di partiti politici operai

e socialisti nei vari paesi. La corrente “marxista” aveva acquistato un ruolo predominante nel movimento operaio tedesco, vaste a[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 653

Brano: Mazzolari, Primo

tà storica e sociale, Mazzolari teorizzava la « rivoluzione cristiana » in ordine a una convivenza secondo giustizia, nella quale l’egualitarismo economico doveva realizzarsi.

Con tali idee, dopo T8.9.1943 Mazzolari partecipò attivamente alla lotta di liberazione, portandovi quei giovani che erano cresciuti accanto a lui. Preso dai fascisti e poi liberato, passò nella clandestinità, alimentando con azioni e scritti la Resistenza.

Dopo la Liberazione, l’A.N.P.I. di Cremona gli riconobbe, a pieno titolo, la qualifica di partigiano.

Precursore del «■ dialogo »

A Liberazione avvenuta, Mazzolari pubblicò un libretto intitolato Impegno cristianoIstanze comuniste, nel quale sosteneva un umanesimo socialcristiano compatibile con le[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 526

Brano: emarginati dal Kuomintang, Mao condusse aH’interno del partito una vivace polemica: nel dicembre 1929, al congresso dell’organizzazione comunista del IV Corpo d'armata dell’Esercito rosso cinese, svoltosi nella zona liberata di Kontien, egli pronunciò un importante discorso (noto con il titolo « Come correggere le idee errate nel Partito ») per criticare sia la mentalità puramente militare, sia l’ultrademocraticismo, l’egualitarismo assoluto, il soggettivismo e l’avventurismo, tutte tendenze che esprimevano deviazioni « di sinistra ».

Nel 1931, al I Congresso dei Soviet della Cina, Mao fu eletto presidente del Consiglio dei Commissari del Popolo.

Nel 1934, di fronte alle ripetute «campagne di annientamento » del Kuomintang nei confronti delle basi rosse, Mao decise di dare inizio alla « lunga marcia » che si sarebbe vittoriosamente conclusa l’anno successivo con la liberazione della provincia di Shensi.

Nel 1935 il Comitato centrale del P.C.C., in una riunione svoltasi a Tsun i, affidò la presidenza del partito [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 279

Brano: [...]o sulle bende di una ferita, è un atto di filosofia [...], il sunto di una dottrina [...], un nuovo stile di vita italiano ».

Per quanto riguarda i rapporti tra i cittadini e lo stato, Mussolini, che nelle « idee fondamentali » aveva esaltato la « disuguaglianza feconda e benefica degli uomini », spiega come appunto l'esistenza di tale provvidenziale disuguaglianza abbia indotto il fascismo a respingere « l’assurda menzogna convenzionale dell'egualitarismo politico ». Dopo aver espresso la sua convinzione « che la questione delle forme politiche di uno stato non è oggi preminente », Mussolini ricorda comunque agli ultimi patiti della democrazia che il fascismo, tutto sommato, può essere definito « una democrazia organizzata, centralizzata, autoritaria »; ma aggiunge, per chiunque temesse un ritorno aH'assolutismo del XVIII secolo, che « non si torna indjtetro » e che il fascismo « è un fatto nuovo nella storia. Non sono possibili riferimenti e confronti ».

La concezione dello stato rimane dunque « caposaldo della dottrina fascista ». Si trat[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine egualitarismo, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiano <---Diritto <---Storia <---comunista <---italiana <---socialista <---Bibliografia <---C.L.N. <---Comitato centrale <---Partito comunista <---U.S.A. <---antifascista <---fascismo <---fascisti <---marxisti <---mussoliniana <---mussoliniano <---socialismo <---A.N.P.I. <---Brigata S <---Brigata S A P <---Comune di Milano <---Comune di Parigi <---Consiglio dei Commissari del Popolo <---Cronologia <---Cronologìa del Fascismo <---D'Annunzio <---Dialettica <---Divisione Fiamme Verdi <---Don Mazzolar <---Dopo I <---Edoarda Masi <---Enzo Nizza <---F.I.R. <---Fasci a Firenze <---Fiamme Verdi <---Filosofia <---Fisica <---Franca Pizzini <---Franz Schur <---George Washington <---Gran Bretagna <---Granatieri di Sardegna <---Han Suyin <---I Congresso dei Soviet <---Il Popolo <---Il popolo <---Jack Belden <---Jacques Guillermaz <---Jean Daubier <---Karl J <---Karl J Kautsky <---Krusciov cinese <---La Chiesa <---La Cina di Mao <---La Pietra <---La guerra <---La rivoluzione culturale <---Lo stato <---Logica <---Louis August Blanqui <---Mein Kampf <---Mikhail A Bakunin <---Obbedientissimo in Cristo <---P.C.C. <---P.S.I. <---Parlamento di Londra <---Partigiani della Pace <---Pierre J <---Pierre J Proudhon <---Piotr Vladimirov <---Provincia di Milano <---Repubblica Popolare <---Repubblica Sociale Italiana <---S.A.P. <---S.O. <---Seconda Internazionale <---Sepolcro a Milano <---Stati U <---Storia del Partito <---Sulla contraddizione <---Terzo Mondo <---Tito Speri <---Tufo Ardeatino <---Val Camonica <---Wilhelm Weitling <---William Hin <---anarchismo <---anticomunismo <---antifascismo <---antifederalisti <---antimarxista <---antipacifista <---ariana <---ariani <---associazionismo <---assolutismo <---attualismo <---avventurismo <---bakuniniani <---blanquismo <---blanquista <---blanquisti <---bostoniani <---capitalismo <---cartismo <---cartisti <---cialista <---comuniste <---craticismo <---cristiana <---cristiano <---d'Italia <---fascista <---fasciste <---federalisti <---futurista <---gentiliano <---giacobinismo <---hegeliana <---ideologia <---ideologiche <---ideologico <---ideologie <---illuminista <---indipendentista <---insurrezionalismo <---isolazionismo <---italiani <---lista <---liste <---marxiane <---marxiano <---marxismo <---marxista <---minacciano <---moderatismo <---mutualismo <---nazifascisti <---nazismo <---niani <---parlamentarismo <---parossismo <---proudhoniane <---proudhoniani <---proudhonismo <---razzismo <---razzista <---revisionismo <---revisionisti <---riformismo <---riformisti <---siano <---socialcristiano <---socialiste <---socialisti <---socialriformista <---soggettivismo <---squadrista <---tradeunionisti <---ultranazionalista <---umanesimo <---zionarismo