→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale democristiani è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 2147Entità Multimediali, di cui in selezione 100 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 537

Brano: [...].I.L. si diede una struttura più articolata: vennero costituite varie federazioni nazionali di

categoria, rette da comitati direttivi provvisori.

Il 31.10.1944 il democristiano Paolo Bonomi, senza tener conto del patto unitario e nonostante le proteste del suoi stessi compagni di partito entrati nella C.G.I.L., fondò una Confederazione nazionale dei coltivatori diretti che, organizzando separatamente grandi masse di contadini, condannava i democristiani a essere minoritari all'interno della organizzazione confederale. Bonomi potè operare grazie all’appoggio del faticano che vedeva con interesse la nascita di una potente associazione contadina in grado di condizionare elettoralmente la Democrazia cristiana. Del resto, lo stesso pontefice Pio XII fin dal giugno 1944 aveva patrocinato la nascita delle Associazioni cattoliche dei lavoratori italiani (A.C.L.I.), formalmente promosse per educare i lavoratori alla professione della fede nella vita sociale, ma in realtà per assicurarsi che la partecipazione dei cattolici alla C.G.I.L. non andasse a [...]

[...]ori dell’Italia settentrionale negli organismi dirigenti centrali. Con quest’atto, nelle file della C.G.I.L. entrarono di colpo ben 3 milioni di iscritti del Nord.

Il I Congresso nazionale unitario della C.G.I.L. si svolse a Firenze nel giugno 1947, dopo che ormai l'unità politica realizzata durante la Guerra di liberazione era stata definitivamente compromessa dall'esclusione dei partiti di sinistra dal governo. Durante l’assise fiorentina i democristiani insistettero per limitare il campo d’azione del sindacato al terreno puramente “rivendicativo”, chiedendo l’abolizione dell’articolo 9 dello Statuto confederale che prevedeva invece l'intervento delle forze sindacali tutte le volte che fossero in pericolo la democrazia e la libertà, ma la proposta democristiana venne bocciata dalla grande maggioranza del Congresso. Inoltre i democristiani furono chiamati a rispondere alle critiche dei comunisti e dei socialisti per il fatto di aver organizzato le A.C.L.I. e per le interferenze (vere o presunte) esercitate da queste organizzazioni anche sul terreno sindacale.

Negli ultimi mesi del 1947 cominciarono a prevalere tra i democristiani della C.G.I.L. le tendenze scissionistiche, apertamente manifestatesi con il loro rifiuto a partecipare a uno sciopero di solidarietà. Dopo mesi di sempre più aspre polemiche, si giunse allo scontro aperto nei giorni seguiti all'attentato alla vita di Paimiro Togliatti (v. Quattordici luglio 1948). In questa occasione i democristiani, guidati da Giulio Pastore (v.), si opposero rigidamente allo sciopero generale proclamato dalla C.G.I.L., accusando la maggioranza confederale di voler asservire il sindacato agli interessi del P.C.I.. Poi, con il sostegno delle A.C.L.I., i democristiani decisero una convocazione straordinaria della loro corrente per procedere

537



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 248

Brano: Bari, Congresso dei C.L.N. di

presidenza del congresso e che la lettura del messaggio precedesse ogni altro intervento, ma liberali e democristiani si opponevano recisamente a questa procedura: il primo a prendere la parola, a loro avviso, non poteva essere che Benedetto Croce e, di conseguenza, gli azionisti pretesero che la parola spettasse subito dopo al conte Sforza. Fu proprio Lizzadri a cedere su questo punto e il congresso, eletta la presidenza, unanime sul nome di Alberto Cianca e differenziato su quello di Tito Zani boni, ascoltò attentissimo il discorso di Benedetto Croce.

A giudizio di chi scrive, non ci si poteva attendere dall’oratore nulla di meglio: la condanna dell'intervento fascista in Spagna, l’esaltazione dei comba[...]

[...]se (Rodino, Segni e Gava della

D.C.; Gullo e Pesenti del P.C.I.; Omodei, Tommaso Fiore e Caracciolo del P. d’A.; Arangio Ruiz, liberale; Cerabona, della Democrazia del lavoro; Lelio Porzio e Luigi Cacciatore del P.S.I.).

Mentre in aula i discorsi si susseguivano a ritmo accelerato e con una relativamente comune intonazione, nei corridoi i rappresentanti dei partiti si accapigliavano sulle conclusioni da dare al congresso.

I liberali e i democristiani, in minoranza, erano fermamente decisi (specialmente i secondi) a mandare tutto all'aria se — sulla questione istituzionale — il congresso fosse andato oltre un puro e semplice voto di raccomandazione per l’abdicazione del re, soluzione che a qualche democristiano sembrava perfino audace e rivoluzionaria. Dall’altra parte, i tre partiti della sinistra erano d’accordo su un ordine del giorno molto impegnativo.

L’ordine del giorno delle sinistre diceva: « Il popolo italiano, ed in ispecie gli italiani dei territori occupati, attendono dal Congresso decisioni di natura fondamentale e definiti[...]

[...]oglio, onde sia alleviata subito l'angosciosa situazione alimentare delle masse, ridotta la disoccupazione, distrutto alla radice il mercato nero ».

Com’era da attendersi, l’iniziativa

delle sinistre suscitò un vivo allarme tra i partiti di destra e per tutta la notte fra il 28 e il 29 gennaio vi fu un continuo spostarsi di delegazioni per concordare una soluzione. Alla fine fu approvata una mozione che, per quanto blanda, fu accettata dai democristiani solo dopo l’intervento di Benedetto Croce. La sinistra riuscì a strappare una giunta esecutiva che, sul terreno dell’azione, avrebbe dovuto realizzare ciò che si era dimostrato impossibile al congresso; accettò il compromesso con tale prospettiva e anche per non assumersi la responsabilità del fallimento di una manifestazione che, comunque, si dimostrava ricca di possibilità per il futuro.

Le conclusioni

L’o.d.g. approvato all’unanimità per appello nominale di tutti i presenti (vi furono solo le due astensioni del liberale F. Cocco Ortu e del socialista A. Corsi, motivate dalla loro fed[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 611

Brano: [...]partigiana, cedendo soltanto alle ragioni di forza maggiore accettate dallo stesso C.L.N.A.I..

/ contrasti interni

Benché possa essere considerato

uno dei C.L.N. regionali che conseguì il massimo di unità nelle decisioni inerenti i suoi compiti, il C.L.N.R.P. dovette sovente superare contrasti di varia indole fra le parti che lo componevano. Motivi di particolare dibattito furono i problemi della direzione militare della lotta, allorché democristiani, liberali e socialisti si opposero al progetto di un Comando collegiale proposto dalla delegazione del P.C.I. nel Comitato militare del C.L.N. per l’Alta Italia. Altri dissensi si ebbero sulla questione dei commissari politici (v.) nelle formazioni: democristiani e liberali manifestarono lungamente reticenze ad accogliere la legittimità di tale incarico.

Di maggior rilievo fu la polemica sulla opportunità di inserire nei C.L.N. periferici i rappresentanti degli organismi di massa (Fronte della gioventù, Fronte degli intellettuali, Fronte di difesa della donna, ecc.) e di estendere la rete dei comitati fino a livello rionale, di fabbrica e di villaggio. Insieme ai democristiani, i liberali e i socialisti si trovarono a osteggiare tale allargamento verticale e orizzontale delle strutture dei C.L.N. e il principio fu accettato solo dopo accese discussioni. Infine, il ritegno dei liberali e dei democristiani ad accogliere le istanze dei rappresentanti comunisti e azionisti per una più ferma politica di imposizione di tributi sui ceti imprenditoriali che tendevano a sfuggire a ogni forma di concreto sostegno della Guerra di liberazione, provocò tensioni di qualche importanza soprattutto nell’inverno 194445: la crisi di disponibilità finanziaria del C.L.N. sollevò dure polemiche anche da parte del Comando militare che sollecitò drastici provvedimentic contro le inadempienze dei ceti abbienti.

Il Comitato militare

Subito dopo I’8.9.1943 il Comitato militare cfel C.L.N.R.P, venne composto da: L[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 774

Brano: [...]'alleanza clericomonarcofascista

All’atto pratico, il patto tra monarchici e neofascisti era anche un invito alla D.C. a intrecciare sempre più stabilmente rapporti con il fronte della destra reazionaria, direzione verso la quale avevano sempre premuto l’Azione Cattolica, i Comitati Civici e un’ala molto combattiva dello stesso Partito democristiano. Difatti l’invito non rimase inascoltato. Liste cosiddette « civiche » e nelle quali candidati democristiani, monarchici e missini comparivano insieme, furono apprestate per le elezioni del 25.5.1952. In centri come Salerno, Cerignola, Andria e altrove la D.C. consacrò ufficialmente questa alleanza, seppure camuffando la propria presenza sotto l’insegna « civica ».

Il caso che fece più rumore fu però quello di Roma, dove don Luigi

Manifesto del P.C.I. contro l’alleanza clerteomonarcofascista (1963)

Sturzo in persona si fece promotore della « lista civica » comprendente, accanto ai democristiani, candidati del M.S.I. e del P.N.M.. L’« operazione Sturzo », contrabbandata come l’estremo tentat[...]

[...]eme, furono apprestate per le elezioni del 25.5.1952. In centri come Salerno, Cerignola, Andria e altrove la D.C. consacrò ufficialmente questa alleanza, seppure camuffando la propria presenza sotto l’insegna « civica ».

Il caso che fece più rumore fu però quello di Roma, dove don Luigi

Manifesto del P.C.I. contro l’alleanza clerteomonarcofascista (1963)

Sturzo in persona si fece promotore della « lista civica » comprendente, accanto ai democristiani, candidati del M.S.I. e del P.N.M.. L’« operazione Sturzo », contrabbandata come l’estremo tentativo di impedire che Roma, sede del pontefice e cuore della Chiesa cattolica, « divenisse una succursale di Mosca, una serva obbediente del Cremlino », incontrò resistenze nel P.L.I., nel P.R.I., nel P.S.D.I., e qualche tentennamento anche nelle file democristiane, sicché fu abbandonata. Nonostante le smentite postume, tutto il retroscena di questa operazione fu presto noto: del resto sin dal 5 aprile il presidente del P.N.M. Achille Lauro aveva rivelato in una intervista i contatti avuti con la D.[...]

[...]cata atmosfera anticomunista creata dalla

D.C. procurarono ai monarchici e ai missini, ma specialmente ai primi, una affermazione di impressionante rilievo: nelle elezioni amministrative del 1952 le destre aumentarono i loro voti, dai 669.000 delle politiche del 18.4.1948, a ben

1.502.000. La D.C. subì per contro

una flessione, così come negativi furono gli esiti per i partiti minori della coalizione « centrista ».

Da quello scacco i democristiani, e De Gasperi in prima persona! dedussero l’utilità di proseguire, in un complesso lavorio di agevolazioni e di contemporanea ricerca di svuotarne la funzione, il proprio avvicinamento ai monarchici, nell’ottica di un completo recupero a destra che emarginasse i neofascisti. La D.C. scorgeva in ciò anche una delle carte decisive per le elezioni del 7.6.1953. Poiché il problema era di non perdere comunque il potere, il partito di De Gasperi individuò neH’allettamento alle destre, accoppiato al meccanismo truffaldino di una legge elettorale che eliminava il sistema proporzionale sostituendolo c[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 536

Brano: [...]dar vita agli organismi aderenti all’antica Confederazione sindacale “bianca”, facendo leva su un proletariato disperso in poche industrie e scarsamente orientato. Al primo Congresso dei Comitati di liberazione nazionale, svoltosi a Bari (v.) nel gennaio 1944, si decise di avviare la costruzione di una C.G.L. realmente unitaria, che comprendesse anche i cattolici, ma gli aderenti al Partito d’Azione si opposero a questo disegno, offrendo così ai democristiani, da sempre titubanti di fronte alla prospettiva unitaria, un pretesto per ritirarsi dalle trattative. Comunisti e socialisti costituirono ugualmente a Bari una confederazione sindacale unitaria, mentre da parte loro, nel febbraio, gli azionisti costituirono a Salerno un contraltare. L’11.3.1944 le due organizzazioni arrivarono a un accordo, ma i democristiani proseguirono per la loro strada, ricostituendo alla fine di marzo la vecchia C.I.L..

La festa del Primo Maggio 1944, riconosciuta dal governo dell’Italia liberata come festività nazionale, venne celebrata separatamente da C.G.L. e C.I.L., ma il successivo 3 giugno, alla vigilia della liberazione di Roma, sulla spinta unitaria delle lotte che intanto si svolgevano al Nord, fu firmata nella Capitale ancora occupata dai tedeschi una « Dichiarazione sulla realizzazione dell’unità sindacale » che passerà alla storia come Patto di Roma. Questo venne sottoscritto da Giuseppe Di Vittorio, Emilio C[...]

[...]il successivo 3 giugno, alla vigilia della liberazione di Roma, sulla spinta unitaria delle lotte che intanto si svolgevano al Nord, fu firmata nella Capitale ancora occupata dai tedeschi una « Dichiarazione sulla realizzazione dell’unità sindacale » che passerà alla storia come Patto di Roma. Questo venne sottoscritto da Giuseppe Di Vittorio, Emilio Canevari e Achille Grandi, in rappresentanza rispettivamente dei comunisti, dei socialisti e dei democristiani. Bruno Buozzi, che aveva elaborato il documento e si trovava in carcere a Roma, non fece in tempo a coglierne i frutti perché venne ucciso dai tedeschi in fuga pochi giorni più tardi.

536



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 501

Brano: [...]quistata da Brandt come sindaco di Berlino decise di far leva nel 1960 la S.P.D., designandolo vicepresidente del partito (Congresso di Hannover) e candidato socialista alla carica di cancelliere. Dopo la morte del presidente della S.P.D. Ollenhauer, alla fine del 1963 Brandt venne chiamato a sostituirlo, affiancato dall’ex nazista e futuro ministro dell'Economia Schiller. Sotto la nuova presidenza la S.P.D. attenuò i contrasti con i due partiti democristiani C.D.U. e C.S.U., mirando a concludere con questi, nonostante le divergenze, un’alleanza politica di governo.

Alle elezioni del 1965 la S.P.D. guidata da Brandt si presentò con lo slogan più che ambiguo: « Noi siamo come loro [i democristiani], ma molto migliori! ».

Riconfermato presidente del partito nel 1966, grazie al raggiunto accordo con i democristiani detto di “grande coalizione” nel dicembre divenne vicecancelliere e ministro degli Esteri in un governo presieduto dal cristianodemocratico Kurt Georg Kiesinger e con il bavarese Strauss ministro delle Finanze. Nei tre anni successivi, il prestigio personale di

Brandt e l’influenza dei socialdemocratici nei sindacati permisero al governo di coalizione di attuare quella politica di “austerità” e di “stabilizzazione” che consentì il rapido consolidamento dei grandi Konzern industriali e finanziari tedeschi, instaurando nello stesso tempo in Germania quelle misure liberticide (“Leggi di emerg[...]

[...]taurando nello stesso tempo in Germania quelle misure liberticide (“Leggi di emergenza”) che i precedenti governi moderati non erano mai stati in grado di imporre. In quegli anni si rafforzò la posizione economica e militare della R.F.T. anche in campo internazionale, nei rapporti con la Francia e i paesi della N.A.T.O., con relativo sviluppo di produzione bellica, espansione industriale nel Terzo mondo ecc..

Alle elezioni dell’ottobre 1969 i democristiani persero la maggioranza assoluta che avevano nel Bundestag e i socialdemocratici poterono cambiare alleato, costituendo un governo di coalizione con i liberali, nel quale Brandt divenne cancelliere. Mantenne tale carica nel successivo governo (197274), ma nel 1974 fu costretto a dimettersi in seguito al coinvolgimento di un suo collaboratore in affari di spionaggio. Negli anni del suo cancellierato Brandt continuò la politica di repressione interna iniziata dai governi precedenti (introduzione del Berufverbot nelle pubbliche amministrazioni) e, nello stesso tempo, avviò la cosiddetta Ostpoliti[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 247

Brano: [...]e che anche fra i partiti del C.L.N., o quanto meno fra i rappresentanti di alcuni di essi, la monarchia e Badoglio godevano di un discreto credito. Non si escludeva un compromesso con lo stesso re: in fondo — dicevano — era merito di Vittorio Emanuele la caduta del fascismo, il 25 luglio del 1943. A giudizio dei socialisti Lelio Porzio, Gaeta e Sansone, i rapporti fra i partiti del C.L.N. andavano aggravandosi con l'approssimarsi del congresso. Democristiani e liberali sostenevano una posizione particolare: approvare a Bari una mozione di fiducia per Croce e Sforza, con il più ampio mandato sull'azione immediata da svolgersi. Posizione insidiosa e difficile, sia per il grande ascendente esercitato dalle due personalità nella confusa vita politica napoletana, sia per il gradimento che gli Alleati mostravano a tale soluzione. Solo l'intervento di Roma, con l’appello firmato dai sei partiti della coalizione, poteva neutralizzare le manovre in atto.

A una riunione richiesta da Lizzadri a nome dei socialisti, per mettere al corrente gli altri parti[...]

[...]nte esercitato dalle due personalità nella confusa vita politica napoletana, sia per il gradimento che gli Alleati mostravano a tale soluzione. Solo l'intervento di Roma, con l’appello firmato dai sei partiti della coalizione, poteva neutralizzare le manovre in atto.

A una riunione richiesta da Lizzadri a nome dei socialisti, per mettere al corrente gli altri partiti del contenuto del messaggio, aderirono soltanto i comunisti e gli azionisti; democristiani e liberali non si fecero vivi e il perché apparve subito chiaro: essi non potevano sconfessare i loro amici romani, ma rifiutavano al tempo stesso di impegnarsi per una condotta comune al congresso. Si costituì così, naturalmente, un’alleanza a tre. I comunisti, che erano rappresentati da Velio Spano ed Eugenio Reale, presero conoscenza solo allora del patto di unità d’azione che era stato firmato a Roma tra P.C.I. e P.S.I. nell’agosto 1943.

A chi arrivava a Napoli dal clima infuocato della capitale, ove all’ordine del giorno si ponevano tanto gli attentati contro i nazifascisti quanto le [...]

[...]one e senza pregiudicare la libera espressione della volontà popolare sulla forma istituzionale ».

Lo svolgimento

Poche ore prima dell’apertura del congresso, in una riunione preparatoria per stabilire la presidenza e l’ordine dei lavori, erano affiorati i primi contrasti che potevan sembrare formali, ma in realtà di fondo. Fu subito chiaro che l’intervento di Roma, gradito ai partiti della sinistra, suscitava diffidenza fra i liberali e i democristiani. I primi ritenevano ovvio che l'inviato da Roma dovesse far parte della



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 330

Brano: [...]ntare le proprie dimissioni al C.L.N., le presentò a Umberto di Savoia, aspettando che il luogotenente lo reinvestisse dell’incarico di formare il governo indipendentemente dal parere^ del C.L.N.. Questo allora chiamò a presiedere i suoi lavori il conte Sforza, indicandolo come candidato alla presidenza di un nuovo governo di coalizione. Ma

il sopraggiungere del veto inglese a questa. designazione acuì la crisi del C. L. N., in cui liberali e democristiani già erano all’opera per rompere l’unità delle sinistre, e agevolò il gioco di Bonomi, il quale mirava a trattare con i singoli partiti anche per rendere più celere

10 sfaldamento della coalizione unitaria. Riproposta la candidatura Bonomi alla presidenza del Consiglio,

11 Partito d'Azione ed il Partito socialista vi si opposero con decisione, trovandosi però isolati da una maggioranza favorevole ad accoglierla e che comprendeva, accanto ai liberali, ai democristiani e ai demolaburisti, il Partito comunista, venuto nella determinazione di partecipare a un governo anche senza gli altri du[...]

[...]’opera per rompere l’unità delle sinistre, e agevolò il gioco di Bonomi, il quale mirava a trattare con i singoli partiti anche per rendere più celere

10 sfaldamento della coalizione unitaria. Riproposta la candidatura Bonomi alla presidenza del Consiglio,

11 Partito d'Azione ed il Partito socialista vi si opposero con decisione, trovandosi però isolati da una maggioranza favorevole ad accoglierla e che comprendeva, accanto ai liberali, ai democristiani e ai demolaburisti, il Partito comunista, venuto nella determinazione di partecipare a un governo anche senza gli altri due partiti della sinistra, purché tale governo nascesse « nel quadro del C.L.N. ».

L'8 dicembre Bonomi ricevette ufficialmente dal luogotenente il reincarico per formare il suo secondo gabinetto, che sanciva la sostanziale frattura del C.L.N. e restituiva alla monarchia e alle destre molte possibilità di manovra politica. L’unità delja coalizione antifascista era mantenuta formalmente intorno ai problemi della condotta di guerra, avendo il Partito d’Azione ed

il Parti[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 647

Brano: [...]memorabili, non vadano perdute. E voi colleghi della Democrazia cristiana, credo che farete opera buona, favorendo il consolidamento dell’unità politica e morale della nazione, se non porrete noi e altre parti importanti dell'Assemblea di fronte ad alternative troppo gravi e invece cercherete insieme con noi la forma o la formula migliore per risolvere questa questione col soddisfacimento di tutti e con la più larga maggioranza possibile ».

I democristiani, sollecitati apertamente dal Vaticano, furono irremovibili. L'Osservatore Romano, organo ufficiale della Santa Sede, scrisse il 13 marzo che l’omissione del richiamo al Trattato e al Concordato nella Costituzione avrebbe significato « non un silenzio, non una lacuna, ma una minaccia, un^pericolo. La minaccia alla pace religiosa, il pericolo di vederla turbata per la possibilità che lo sia ». Tali concetti furono ribaditi in termini perentori dallo stesso giornale per parecchi giorni, segno evidente di un'esplicita manifestazione della volontà della Chiesa cattolica, della Santa Sede.

L’opp[...]

[...]i Patti Lateranensi diventeranno parte, richiamati per rinvio, della Costituzione, e dal momento che essi non si potranno modificare se non d’accordo con l’altro contraente, noi avremo così introdotto nella nostra Costituzione una serie di norme che non saranno modificabili altro che col consenso di un’altra Potenza. Ma questa è una ben grave menomazione! lo mi domando perfino se nel mandato che noi abbiamo avuto dal popolo

— noi e voi, amici democristiani, — ci sia, tra i poteri che ci sono stati delegati, quelli che consentono rinunce e menomazioni alla sovranità italiana; di quella sovranità che è nostro dovere affermare, difendere e tenere alta e intatta nella nostra Costituzione. Ma vi è una seconda conseguenza anche più grave: che, in questo modo, attraverso il richiamo dei Patti Lateranensi si introducono di soppiatto nella Costituzione, mediante rinvio, delle norme occulte, leggibili solo per trasparenza, che saranno in urto con altrettanti articoli palesi della nostra Costituzione i quali in realtà ne rimarranno screditati e menomati. [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 400

Brano: Forlì

Giunchi e Giuseppe Goverti (democristiani); Giuseppe Balzani e Giovanni Guerzoli (repubblicani) ; il professore Domenico Bazzoli, l’avvocato Bruno Angeletti. Il Comando piazza partigiano di Forlì era composto da: Guido G ardi ni e Bruno Casadei (repubblicani) ; Romolo Landi e Primo Della Cava (comunisti); Giuseppe Goberti e il capitano Fabretti (democristiani).

A.Za.

Forlivesi combattenti nelle Brigate Internazionali in Spagna: Berto Alberti (tenente), Mario Angeioni (v.). Libero Battisteili (caduto nel giugno 1937), Giuseppe Baciocchi, Giulio Bagnoli, Ivo Baruffini, Pietro Beltrami, Primo Bilancioni (caduto il 12.2.1937), Pietro Bocchini, Gino Capponi, Antonio Carini (sergente), Luciano Caselli (poi comandante della XXIX Brigata G.A.P.), Lino Celli, Guglielmo Cicognani, Alberto Ciani (poi responsabile dell’intendenza dell’8a Brigata G.A.P.), Pietro Deltesti, Roberto Donati (poi commissario politico della XXXVI Brigata Garibaldi), Emilio Fan[...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine democristiani, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---comunisti <---socialisti <---comunista <---C.L.N. <---fascismo <---socialista <---antifascisti <---antifascista <---fascista <---P.C.I. <---fascisti <---italiano <---Partito comunista <---azionisti <---italiana <---D.C. <---cristiana <---democristiano <---italiani <---antifascismo <---De Gasperi <---P.S.I. <---nazifascisti <---italiane <---Storia <---Bibliografia <---G.A.P. <---antifasciste <---comuniste <---d'Azione <---fasciste <---C.L.N.A.I. <---Il C <---Il C L <---Vittorio Emanuele <---nazisti <---Diritto <---gappisti <---P.S.I.U.P. <---S.A.P. <---nazista <---d'Italia <---La lotta <---Luigi Longo <---attesismo <---dell'Italia <---democristiana <---siano <---C.G.I.L. <---Comitato centrale <---Ferruccio Parri <---G.N.R. <---Il P <---La prima <---M.S.I. <---P.C. <---Pratica <---azionista <---cristiano <---demolaburisti <---liste <---nazifasciste <---neofascisti <---socialismo <---Agraria <---Alcide De Gasperi <---C.V.L. <---Giuseppe Di Vittorio <---P.L.I. <---capitalismo <---cristiani <---neofascismo <---prefascista <---riformista <---socialiste <---Brigata G <---Brigata G A P <---Emanuele III <---G.L. <---L.N. <---Logica <---N.A.T.O. <---P.N.F. <---Patto di Roma <---S.S. <---anticomunista <---centrista <---collaborazionisti <---lista <---nazifascismo <---nazifascista <---squadrismo <---A.N.P.I. <---Antonio Gramsci <---Augusto De Gasperi <---Azione Cattolica <---Brigate nere <---Concetto Marchesi <---D.L. <---Emilio Canevari <---FIAT <---Fisica <---Ilio Barontini <---Italia Libera <---La Spezia <---La notte <---Nazioni Unite <---Oreste Lizzadri <---P.R.I. <---Paimiro Togliatti <---Piano Marshall <---Primo Maggio <---U.R.S.S. <---U.S.A. <---attivisti <---dell'Assemblea <---democristiane <---gappista <---ideologico <---nazismo <---naziste <---ostracismo <---scissionista <---squadrista <---squadristi <---zionista <---Achille Lauro <---Adolfo Omodeo <---Agostino Bramé <---Al IV <---Antonio Carini <---Antonio Gerbolini <---Augusto De Marsanich <---Bruno Buozzi <---C.G.L. <---C.L. <---C.L.N.R.P. <---C.T.L.N. <---Carlo Ludovico Ragghianti <---Consigli di gestione <---Consulta Nazionale <---Corriere della Sera <---Democrazia del Lavoro <---Di Vittorio <---Ettore Gobbi <---Eugenio Reale <---Francesco Scotti <---Gaetano Barbareschi <---Gaspare Paletta <---Giacomo Castagneto <---Gian Carlo Pajetta <---Giorgio Bo <---Giorgio Spina <---Giuseppe Spataro <---Il I <---Il P C <---Il P C I <---Il Partito comunista <---Il Secolo <---Il voto <---Ivanoe Bonomi <---La Pietra <---La Voce <---La guerra <---Lanciotto Ballerini <---Le S <---Le S A P <---Li Causi <---Liberazione Nazionale <---Linea Gotica <---Luigi Nuvoloni <---M.U.P. <---Marco Donzella <---Massenzio Masia <---Medicina <---Nel C <---Nel C L <---Ordine Nuovo <---P.N.M. <---P.P.I. <---P.S. <---P.S.L.I. <---Pietro Secchia <---Pio XII <---Primo Della Cava <---Quattro giornate <---Radio Londra <---San Marino <---San Remo <---Sesto San Giovanni <---Stati Uniti <---Stato fascista <---Stella Rossa <---Tristano Codignola <---U.D.N. <---Ugo La Malfa <---Umberto di Savoia <---Un anno dopo <---Vittorio Bardini <---Vittorio Emanuele Orlando <---antinazista <---antipartigiane <---artigiani <---attesiste <---badogliani <---capitalista <---capitalisti <---centrismo <---centristi <---classista <---collaborazionismo <---conservatorismo <---d'Europa <---diano <---emiliana <---eroismo <---gappiste <---giuliano <---liberalismo <---marxisti <---nazionalisti <---nell'Italia <---neofascista <---oltranzista <---popolarismo <---progressista <---progressisti <---proselitismo <---realismo <---realista <---riformismo <---sappisti <---servilismo <---sindacalista <---socialcomunisti <---staliniane <---sturziano <---terrorismo <---testimoniano <---totalitarismo <---A San Nicola <---A San Remo <---A.C.L.I. <---A.P. <---Abbadia San Salvatore <---Abbadia di Fiastra <---Achille Magni <---Adami-Rossi <---Adelchi Bar <---Adelio Pagliarani <---Adolf Hitler <---Adriano Beni <---Aga Rossi <---Agostino Batti <---Agostino Bertani <---Agostino Semeria <---Al I <---Alberto Bergamini <---Alberto Bondielli <---Alberto Cianca <---Alberto Gandini <---Alberto Nobili <---Alberto Santerini <---Aldino Amati <---Aldo Aniasi <---Aldo Marchini <---Aldo Podestà <---Aldo Praloran <---Aldo Resega <---Aldo Santi <---Aldobrando Medici Tornaquinci <---Alessandri Guido <---Alessandro Blasetti <---Alessandro Pertini <---Alessandro Sinigaglia <---Alessandro in Colonna <---Alessio Castellino <---Alfonso Sirignano <---Alfredo Pizzonì <---Alla O <---Alla O M <---Alleati in Italia <---Altobelli Arnaldo <---Alvaro Rusticali <---Alvise Jacazio <---Ambrogio Calderini <---Amedeo Bianchi <---Americani in Italia <---Amleto Latini <---Amsterdam-Pleyel <---Anastasio Somoza dal Nicaragua <---Andorno Micca <---Andrea Scano <---Angela Cingolani Guidi <---Angelo Ansaldi <---Angelo Broccolo <---Angelo Pettinar <---Angelo Ratti <---Angelo Samori <---Angelo Zancanaro <---Angiolina Berpi <---Anna Mondaini Carelli <---Antonia Berardi <---Antonietta Marturano Pintor <---Antonino Ramirez <---Antonio Bevere <---Antonio Calvi <---Antonio Cavalli <---Antonio De Luca <---Antonio Gramsci a Torino <---Antonio Labriola <---Antonio Manes <---Antonio Roazzi <---Archimede Gioffredi <---Archivio Brigate Garibaldi <---Archivio penale <---Arditi del popolo <---Aristide Benedetti <---Armando Peruzzi <---Armando Ron <---Armaroli Roberto <---Artiglieria di Corpo <---Arturo Araujo <---Arturo Arosio <---Arturo Capettini <---Arturo Cozza <---Arturo Eduardo Molina <---Arturo Fonovich <---Arturo Michelini <---Arturo Scotti <---Asso di Bastoni <---Assunta Lorenzoni <---Asti Felice Platone <---Atlantic Treaty Organization <---Aurelio Brasca <---Aurora Falsetti Vitale <---Autonome da Prati <---Avezzana Pi <---Azione Cattolica di Luigi Gedda <---Baccalini-Bosio <---Bacchilega Armando <---Badoglio-Togliatti <---Banca Commerciale Triestina <---Banda di Fusco <---Bandiera Rossa <---Baroni Raffaele <---Barricate a Parma <---Basse-Sambre <---Basso-Cacc <---Battaglia del grano <---Bei-Ioni <---Belli di Brescia <---Benedetto Croce <---Benedetto Òroce <---Benfenati Modesto <---Beniamino Rossetto <---Benni Aldo <---Bentini Andrea <---Bergamini Augusto <---Berio a Imperia <---Berlino Ovest <---Bettelli Dante Ai <---Betty Ambiveri <---Blocco Nazionale <---Boldini Adolfo <---Bolognesi Emiliano <---Bonomo Tomlnez <---Bonora Pio <---Borghi Roberto <---Borgo San Lorenzo <---Bortolotti Vittorio <---Bozzoli Guido <---Brabante a Bruxelles <---Breda di Milano <---Breviglieri Giuseppè <---Brigata S <---Brigata S A P <---Brigata del Popolo <---Brigate G <---Brigate G L <---Brigate Garibaldi in Valsesia <---Brigate S <---Brigate S A P <---Brunati-Meiffret <---Brunelli di Pes <---Bruno Bracondi <---Bruno Busignani <---Bruno Faini <---Bruno Flamigni <---Bruno Lon <---Bruno Mazzanti <---Bruno Tanzi <---Bruxelles tra Francia <---Busi Giordano <---Busi Rodolfo <---C.D.U. <---C.E.C.A. <---C.E.D. <---C.I. <---C.I.L. <---C.L.N.R.P <---C.M.R.P. <---C.S.U. <---C.U.M.E.R. <---Camera Giovanni Gronchi <---Camera dei Comuni <---Camillo Dal Pozzo <---Campo di Marte <---Canepa di Diano <---Cantone Motta <---Caprini Amleto <---Carlo Bensa <---Carlo Came <---Carlo Eugenio Venegoni <---Carlo Giannotti da Pesaro <---Carlo Leonardi <---Carlo Nor <---Carlo Sacchetti <---Carlo Sampietro <---Carlo Torelli <---Carlos Humberto Romero <---Caroli Augusto <---Casadio Caroli Francesco <---Case del popolo <---Casellario Politico Centrale <---Cattolica di Luigi <---Causi da Emilio Sereni <---Cavazza Vittorio <---Cavenini Giuseppe <---Celestino Giuliani <---Celso Nardi a Macerata <---Centrale di Roma <---Centro del Partito <---Centro di Milano <---Centro interno <---Centro-Nord <---Ceretti di Villadossola <---Cesar Yanez Urias <---Cesare Ciotti <---Cesare Marcitoci <---Cesare Maria De Vecchi <---Cevenini Tonino <---Chiarini Bruno <---Cianca P <---Cino Canattieri <---Cinquanta Quazza <---Cinti Arrigo <---Cintolese di Mon <---Ciro Musiani <---Clementina Riccardi <---Clinica <---Clinica chirurgica <---Cln di Milano <---Clodoaido B <---Cobianchi Giuseppe Coppo <---Cobianchi di Omegna <---Cocco Ortu <---Cogo Enrico <---Collegio Ghislieri di Pavia <---Collina Luigi <---Colombari Corrado <---Comandi di Oltrarno <---Comando Alta Italia <---Comando Militare Germanico <---Comando Supremo Germanico <---Comando di Caserta <---Comando di Divisione <---Comando di Piazza <---Comando generale del Corpo <---Comando nel Piacentino <---Comitati Civici <---Comitati di Liberazione Nazionale <---Comitato dal Medici Tornaquinci <---Comitato del Fronte Nazionale <---Comitato di Liberazione <---Commissione Alleata di Controllo <---Comune di Concordia sulla Secchia <---Comune di Modica <---Comune di Rimini Ugo Ughi <---Comunista a Mosca <---Comunista di Milano <---Con D L <---Concordato nella Costituzione <---Concordia sulla Secchia <---Conferenza di Mosca <---Confine di Vallalta <---Congressi DC <---Congresso di Bari <---Congresso di Milano <---Congresso di Parigi <---Congresso di Vienna <---Consiglio a Parri <---Consuelo Mal <---Consulta nazionale <---Contardo Trentini da Rio Saliceto <---Conti Alberto <---Convenzione di Ginevra <---Corriere della sera <---Corte di Cassazione <---Corticelli Giuseppe <---Costituzione Italiana <---Cremona di Farinacci <---Cremonini Cesare <---Cristel-Pigati <---Cristiana in Italia <---Critica sociale <---Cronologia <---Curia di Milano <---Curiel a Milano <---D'Acquisto <---D'Aspro <---Da Val <---Dada Hirezi <---Dal M <---Dal M S <---Dal Monte Giovanni <---Dal Partito Popolare <---Dalla C <---Dalla C E <---Danilo Dolfi <---Dante Bruzzone <---Dante Fedi <---Dario Gaiti <---Dario Tagliaferri <---De Rubeis Mondovì <---Delegazione Comando Brigate Garibaldi <---Deutsche Arbeiterpartei di A Drexler <---Difesa Costiera di Rimini <---Dinaaoawto U <---Dino Ber <---Dino Bergonzoni <---Dino Del Bo <---Dino Mariani <---Dino Saccenti <---Dino del Bo <---Diplomatica <---Diritto amministrativo <---Diritto processuale <---Divisione di Novara <---Domenico Carcheri <---Domenico De Léonardis <---Domenico Mezzadra <---Domenico Viari <---Dopo I <---Dopo lo sciopero generale <---Dopolavoro Breda <---Economia politica <---Edizioni di Comunità <---Edoardo Anseele <---Edoardo Volterra <---Egidio Vercesi <---El Salvador <---Elettrochimica <---Elettrochimica del Toce <---Eliseo Dal Pont <---Emanuele Carlo Basile <---Emanuele II <---Emilio Calderoni <---Emilio Cangimi <---Emilio Sereni <---Emilio Silvestri <---Ennio Giunti <---Enrico Alberti <---Enrico Barbero <---Enrico Berlinguer <---Enrico De Nicola <---Enrico Di Pietro <---Enrico Me <---Enrico Severini <---Enrico Zamboni <---Enzo Col <---Enzo Donato <---Enzo Enriques Agnoletti <---Ercole Chi <---Ercole Chiri <---Ercole Levati <---Ercole Marelli <---Erick Giachi <---Ermenegildo Fa <---Ernest Benn Limited <---Ernesto Albertella <---Ernesto Ferrazza da Lentiai <---Eros De Franceschi <---Ettore Maf <---Ettore R <---Ettore Ti <---Ettore Tibaldi <---Eugenio Co <---Eugenio Curiel <---Eugenio Mascetti <---Europea NON <---Eusebio Giambone <---Evandro Car <---Evidenza di Picasso <---F.A.R. <---F.D.C. <---F.G. <---F.G.C.I. <---F.G.S.I. <---F.I.O.T. <---F.I.V.L. <---F.L. <---F.L.M.N. <---F.M.L.N. <---F.O.Z. <---F.U. <---F.U.C.I. <---Fabio Ricci <---Facoltà di Magistero <---Farri nel Novembre <---Fascio di Sesto <---Fausto Massinissa <---Federazione Comunista <---Felice Cascione <---Felice Risso <---Feltre Bartocci <---Ferdinando Ciaffi <---Ferdinando Creonti <---Fernando De Rosa <---Fernando Tambroni <---Ferro Arnaldo <---Ferruccio Angelini <---Fiamme Verdi <---Filippo Beltrami <---Filippo Gaspe <---Filosofia <---Fiorindo Pirani <---Floreanini in Della Porta <---Formica di Bari <---Forte di Pietralata <---Fortezza da Basso <---Fortunato De Matteis <---Fosco Rossi <---Francesco Cera <---Francesco Da Gioz <---Francesco Luigi Ferrari <---Francesco Pesce <---Francesco Saverio Nitti <---Francesco Zani <---Francisco Ferrer in Spagna <---Franco Andreani del Partito <---Franco Dellagiovanna <---Franco Diodati <---Franco Giova <---Franco Marra <---Franco Quarleri <---Franco in Spagna <---Franz Pagliani <---Fratelli Bandiera <---Front de Liberacion Nacional <---Fronte Popolare <---G B Mela <---G.A <---G.B. <---G.L <---G.N. <---Gaeta Giuseppe <---Gaetano De Sanctis <---Gaetano Generali <---Gaetano Golfarelli <---Gaetano U <---Gaetano Verdelli <---Gallo Alberto <---Garibaldi S <---Garibaldi S A P <---Gasa del Fascio <---Gaspare Pajetta <---Gaspare Rizzi <---Gaudenzo Cabalà <---Gazzettino Veneto <---Germania di Hitler <---Germano Jori <---Gerolamo Li Causi <---Giacomo Buranello <---Giacomo Carcheri <---Giacomo Matteotti <---Giacomo Roberti <---Gian Paolo Ferrari <---Giancarlo Agnelotti <---Gianfranco Mattei <---Gianguido Borghese <---Gianni Quondamatteo <---Giapponesi a Cingoli <---Gilberto Mazzotti <---Gillo Pontecorvo <---Gina Branzini <---Gino Borgna <---Gino Capponi <---Gino De Scalzi <---Gino Gobbi <---Gino Procuranti <---Gino Serra <---Giordano Angelo <---Giordano Dall <---Giordano Fabris <---Giorgia Marcucci Catalini <---Giorgio Ballarmi <---Giorgio Bettiol <---Giorgio Bettiol da Belluno <---Giorgio Bottura <---Giorgio De Luna <---Giorgio Pini <---Giornale di Trieste <---Giorni di gloria <---Giovanni Amaducci <---Giovanni Amendola <---Giovanni Battista Trucco <---Giovanni Calzolari <---Giovanni Cardelli <---Giovanni Cotta <---Giovanni Gal <---Giovanni Gilardi <---Giovanni Giorgetti <---Giovanni Grilli <---Giovanni Guerzoli <---Giovanni Lucchini <---Giovanni Montali <---Giovanni Palmieri <---Giovanni Pieraccini <---Giovanni Rampulla <---Giovanni Senesi <---Giovanni Ser <---Giovanni Serragiotto <---Giovanni Vlach <---Giovanni di Concordia <---Gioventù Diocesana di Ancona <---Gisella Floreanini <---Giuliano Paletta <---Giulio Biglieri <---Giulio Casiraghi <---Giulio Cerreti <---Giulio Cesare <---Giulio Rodino <---Giunta di Governo <---Giuseppe Annichini <---Giuseppe Banchieri da Feltre <---Giuseppe Berti <---Giuseppe Bottai <---Giuseppe De Monte <---Giuseppe Di Borgo <---Giuseppe Dosset <---Giuseppe Dossetti <---Giuseppe Doz <---Giuseppe Gaddi <---Giuseppe Goverti <---Giuseppe Loretti <---Giuseppe Lupis <---Giuseppe Martini <---Giuseppe Patruno <---Giuseppe Perotti <---Giuseppe Platone <---Giuseppe Raserò <---Giuseppe Realini <---Giuseppe Riccardi <---Giuseppe Rossi <---Giuseppe Salsa <---Giuseppe Tanfer <---Giuseppe Traina <---Giuseppe Vinai <---Giuseppino Bussa <---Giusti-Gino <---Giustino Arpesani <---Giustizia penale <---Gomberto Bordoni <---Gran Bretagna <---Granzotto Basso <---Graziarli in Libia <---Gregorio Macchi <---Gropplero di Troppenburg <---Gruppo Antonio Labriola <---Guido De Ruggiero <---Guido G <---Guido Latini a Montelupone <---Guido Miglioli <---Guido Pozzi <---Guido Quazza <---Guido Sola <---Guido Uggero <---Gustavo Leporati <---I Brigata Garibaldi <---I.M.I. <---I.N.C.A. <---Igiene <---Il Borghese <---Il Congresso <---Il Corriere della Sera <---Il Divisione Garibaldi <---Il Giornale <---Il Monte Rosa <---Il P D I <---Il P L <---Il P L I <---Il P N <---Il P N M <---Il P S <---Il Parlamento <---Il Partito Popolare <---Il Piccolo <---Il lavoro <---Il mattino <---Il popolo <---Imperia Carlo Farini <---In Central America <---In El Salvador <---In particolare <---Iniziativa socialista <---Internationale Communiste <---Interni Mario Sceiba <---Interni Sceiba <---Isidoro Favero da Treviso <---Isotta Fraschini <---Istituto Gramsci <---Italia del Centro <---Italia libera <---Italo Balbo <---Italo Farneti <---Ivo Casadei <---Jean Monnet <---Jl Partito <---José Maria Lemus <---K.I.M. <---Kossighin a Mosca <---Kurt Georg Kiesinger <---L.H.T. <---L.I. <---L.P.S. <---La C <---La C I <---La Costituente <---La Costituzione <---La D C <---La Democrazia Cristiana <---La F <---La F G <---La Nuova Italia <---La Squilla <---La Torbia <---La Voce degli Italiani <---La caserma <---La difesa <---La formazione <---La fuga <---La lotta di classe <---La madre <---La ricerca <---La rivolta <---Laici America Latina <---Landini di Fabbrico <---Lauro-Covelli-Michelini <---Le Ultime Notizie <---Lelio Basso <---Leo De Benedetti <---Leone Ginzburg <---Leonildo Mario <---Leopoldo Gas <---Leopoldo I <---Leopoldo II <---Libera di New York <---Libero Dall <---Libertarie da Pittaluga <---Libertario Rubini <---Lina Filippi <---Lino Bertone da Forlì <---Lino Rustioni <---Litorale Adriatico <---Lorenzo Maggi <---Lorenzo Pezzetti <---Louis de Brouckere <---Luciano Amisano <---Luigi Austria <---Luigi Barone <---Luigi Boccadoro <---Luigi Bocchino <---Luigi Buscarin <---Luigi Celli <---Luigi Cortese <---Luigi Falda <---Luigi Gedda <---Luigi Grassi <---Luigi Greco <---Luigi Marta <---Luigi Menotti <---Luigi Montemarti <---Luigi Nicolò <---Luigi Prigione <---Luigi Rei <---Luigi Sturzo <---Luigi del Prete <---Lussu in Francia <---M.D.M. <---M.E. <---M.E.C. <---M.L.A.L. <---M.L.E.U. <---M.N.R. <---M.S.E.U.E. <---Mac-Farlane <---Macerata Romano Cappelloni <---Magistero di Torino <---Manlio Silvestri <---Manlio di Leila <---Marcello Garosi <---Marco A Trovai <---Marco Gamaieri <---Mardi Front de Liberacion <---Maria Luisa Riccardi <---Maria Vivarello <---Mario Augusto Martini <---Mario Ba <---Mario Bonfantini <---Mario Borghesi <---Mario Brandani Mam <---Mario Camerini <---Mario Cappelli <---Mario Cingolani <---Mario Coda <---Mario Fioretti <---Mario Leporatti <---Mario Lorenzi <---Mario Nannicini <---Mario Pirozzi <---Mario Vincenzetti <---Mario del Monaco <---Massimo Montano <---Massoneria del Grande <---Matteotti da Dante Bruzzone <---Mauro Scocchmarro <---Mazzini da Aldo <---Mazzini da Aldo Podestà <---Memoria O <---Memoria O P <---Mercato Comune degli Stati <---Metallurgica Ossolana <---Mezzo secolo <---Mezzogiorno tra Fascismo <---Mi Uaali <---Michele Bertozzi <---Michele Cifarelli <---Michele Guerra <---Military Police <---Mont-Valerien <---Monte Rosa <---Montecatini Piemontese Ammoniaca <---Montorio Veronese <---Morata de Tajuna <---Mosso Santa Maria <---Movimento Amsterdam <---Movimento Laici America <---Movimento di Unità Proletaria <---N.O. <---N.S.D.A.P. <---Nacional de Oposicion <---Nando Giuliucci <---Nando Pietra <---Nando Pietro <---Napoli Oreste <---Napoli Velio Spano <---Napoli di Togliatti <---Natale Dall <---Natale Menotti <---Nazzareno Montanari <---Negro Basilla <---Negro Mario <---Nel P <---Nel P N <---Nel P N M <---Nell'Italia <---Nello Bozzini del Partito <---Nello Pomat Dino Bergonzoni <---Nevio Zerbini <---New York Times <---Nicola Lombardi <---Nicola Riili <---Nino De Andreis <---Non so <---Nord Atlantico <---Nord-Sud <---Norma Vivarello <---North Atlantic Treaty <---Nullo Gatta <---Nuova Italia <---O.M. <---O.P. <---Occupazione delle terre <---Oddino Montanari <---Officine Lombardini <---Oliviero Conti <---Operai e contadini <---Oreste Filopanti <---Oreste Liz <---Otello Perugini <---Owen Tudor Boyd <---P.C.L <---P.C.L. <---P.C.U.S. <---P.D.I. <---P.D.I.U.M. <---P.L.L <---P.R.D. <---P.R.U.D. <---P.S.D.I. <---P.S.I <---P.S.I.U.P <---PCI <---PSI <---Pacifico Nerpiti <---Palmo Gabellini <---Paolo Astuti <---Paolo Bracci <---Paolo Chiappari <---Paolo Frasca <---Paolo Ghigini <---Paolo Manuel Gismondi <---Paolo Pezzi <---Paolo Ridente <---Paolo Succi <---Parma-La <---Parri-Pajetta <---Partito Comunista Italiano <---Partito Popolare <---Partito Popolare Italiano <---Partito Revolucionario de Unifica <---Partito Socialista Italiano <---Partito di Democrazia <---Passo del Brallo <---Passo del Carmine <---Passo del Cerreto <---Passo del Penice <---Patria da Mario Galli <---Patti Lateranensi nella Costituzione <---Patti nella Costituzione <---Patto Atlantico <---Per Necessità Familiare <---Perrone-Capano <---Pessi Secondo <---Piano K <---Piano del lavoro <---Piazza Cavour <---Piazza Fontana <---Piazza G <---Piazza G Cesare <---Piazza S <---Piazza S Marco <---Piazza di Genova <---Piazza di Milano <---Piazzale Loreto <---Piccoli Apostoli <---Pier Carlo Restagno <---Pier Paolo <---Piero F <---Piero Peroni <---Piero Tagliapietra <---Pietro Campilli <---Pietro Capuzzi <---Pietro Cerruti Pii <---Pietro Guerrini <---Pietro Lodovici <---Pietro Malagotti <---Pietro Mastino <---Pietro Mocchetto <---Pietro Paletta <---Pietro Zappa <---Pieve Porto Mo <---Pilade Conti <---Pio Romero Bosque <---Pippo Coppo <---Pirozzi da Napoli <---Platone Felice <---Plinio P <---Poetica <---Poi Pot <---Pomat Dino <---Pompilio Bruscantini <---Pont di Cesio <---Ponte Buggianese <---Popolo di Trieste <---Porta S <---Porta S Paolo <---Porta San Paolo <---Primino Mazzocchi <---Procuratore del Re <---Puppino Augusto <---Quinto Bo <---Quinto Bucci <---R.A.R. <---R.A.S. <---R.F.T. <---R.S.I. <---RIV <---Radolovich-Micel <---Raffaele de Courten <---Regina Coeli <---Renato Alciati <---Renato Carli Ballota <---Renato Galimberti <---Renato Luciano <---Renato Martorelli <---Renato Vitti <---Renzo Marziali <---Repubblica Federale Tedesca <---Repubblica Giovanni Leone <---Repubblica Ho Chi <---Repubblica Sovietica Italiana <---Repubblica di Montefiorino <---Repubblica di Weimar <---Resistenza in Piemonte <---Resistenza in Romagna <---Retorica <---Revolution In El <---Rhodiatoce di Pallanza <---Riccardi di Ernesto <---Riccardo Bauer <---Riccardo Dagradi <---Richard Alan White <---Richard O <---Richard-Ginori <---Rimini I <---Rimini Ugo Ughi <---Rinaldo Gioria <---Rindo Rindi <---Rino Alessi <---Rita Montagnana <---Rivista di Storia <---Rivista penale <---Roberto Lordi <---Roberto Mariani <---Roma dal Governo Bonomi <---Roma-Cassino <---Roma-Formia <---Romeo Landini <---Romolo Landi <---Romolo Murri <---Romualdo Del Papa <---Rossi-Doria <---Rosso Lucia <---Rovereto di Novi <---S.A. <---S.P.D. <---Sabato Martelli Castaldi <---Saggi sul Partito Popolare <---Salvadori-Paleotti <---San Felice sul Panaro <---San Lorenzo di Riccione <---San Nazzaro <---San Paolo <---San Possidonio <---San Salvador <---Sandro Pertini <---Santa Croce <---Santa Giustina <---Santa Maria <---Santo Stefano Belbo <---Santuario di Loreto <---Scritti di Picasso <---Scriverà Luigi Longo <---Scuola Normale di Pisa <---Scuola di Storia <---Secondo Anfossi <---Secondo Mariani <---Segretario generale del Partito <---Sempre Avanti <---Senato degli Stati Uniti <---Sergio De Vitis <---Sergio Flamigni <---Sergio Sola <---Sezione di Marassi <---Sezioni IV <---Sila in Calabria <---Silvio Benco <---Silvio Gaj <---Silvio Marega <---Silvio Trentin <---Spagna Luigi Buscarin <---Spartaco Lavagnini <---Stati Uni <---Stato democratico <---Statuto del Regno <---Stefano Schiapparelli <---Sticca Luigi <---Storia contemporanea <---Storia del Partito Popolare <---Storia del Risorgimento <---Storia dell'Università di Torino <---Storia medievale <---Storia moderna <---Storia moderna e contemporanea <---Stormo di Gorizia <---Sturm Abteilungen <---Tamara Natale <---Tecnologia <---Teresa Baggetto <---Teresa Cavallari <---Terme di Agli <---Terzi Ho Milanesi <---Terzo mondo <---Testimoni di Geova <---Tito Bruno <---Tiziano Marchesi <---Tommie Sue Montgomery <---Tonino Spazzoli <---Tornò a Milano <---Tornò in Germania <---Torquato Nanni <---Torre degli Alberi <---Torretta Federico <---Torrione di Carrara <---Totò Giurato <---Trattato del Nord Atlantico <---Trattato di Bruxelles <---Tre Martiri <---Trentini da Rio <---U.Q. <---U.S. <---Ubaldo Moretti <---Ugo Porzio Giovanola <---Umberto Fìagaini <---Unione Democratica Nazionale <---Unite in Italia <---United States Interven <---Unità Proletaria <---V Divisione Garibaldi <---Val-ìetta <---Valerio Borghese <---Valle Enea <---Valle Padana <---Valsesia a Ri <---Vasco Jacopo <---Veneto Franco Malfatti <---Vettore Gorza di Pedavena <---Vietnam del Nord <---Vietnam del Sud <---Vincenzo Mauro <---Vincenzo Pedini <---Vincenzo Schilirò <---Vincenzo Vacirca <---Vinicio Strinati <---Virgilio Abbo <---Virgilio Camparada <---Virgilio Seveso <---Virginio Borioni <---Vito Antonio Lafratta <---Vittorio Albasini Scrosati <---Vittorio E <---Vittorio Emanuele II <---Vittorio Emanuele Ili <---Vittorio Furiant <---Vittorio Pellizzi <---Vittorio Ravazzoli <---Vittorio Tranquilli <---Vittorio Vailetta <---Vitulliano Quintino <---Vladimiro Arangio Ruiz <---Vladimiro Ra <---Voce degli Italiani <---Vogliolo Giovanni <---Walter Ghelfi <---Wanda Tognozzi <---Willy Brandt <---abbiano <---affarismo <---allacciano <---annessionismo <---antagonismi <---antibadogliana <---anticomunismo <---anticomuniste <---antifranchista <---antistalinista <---artigiano <---associazionismo <---assolutismo <---astigiana <---atlantismo <---attiviste <---autonomista <---aventiniane <---avventurismo <---azioniste <---badogliane <---badogliano <---banditismo <---bonomiano <---broniano <---cambiano <---carristi <---cattolicesimo <---ciclostilista <---crociana <---d'Adda <---d'Argenta <---d'Augusto <---d'Etiopia <---d'Olgisio <---degasperiano <---dell'Alessi <---dell'Economia <---dell'Internazionale <---dell'Oltrepò <---dell'Unione <---dell'Università <---demolaburista <---denunciano <---disfattismo <---dispotismo <---economista <---emiliani <---emiliano <---estremismi <---estremismo <---estremista <---estremiste <---etimologico <---europeisti <---fanatismo <---federalismo <---federalista <---filofascismo <---filofascista <---franchisti <---frondisti <---frontismo <---frontista <---funzionalismo <---giana <---giane <---giani <---giolittiana <---giurisdizionalista <---gliana <---gollisti <---golpiste <---gronchiana <---hitleriani <---iascismo <---ideologia <---ideologica <---ideologici <---ideologismo <---imperialismo <---imperialista <---integralismo <---interclassismo <---interclassiste <---internazionalista <---intrecciano <---irredentismo <---isti <---istriane <---laburisti <---laicismo <---laurismo <---lazzaronismo <---leninisti <---liberalsocialista <---liberalsocialisti <---liberismo <---liquidazionista <---listi <---marchigiano <---marxismo <---massimalismo <---massimalista <---metodologiche <---militarista <---movimentista <---munista <---nacionalista <---nazionalfascista <---nazionalismo <---nazionalista <---nazionalsocialista <---neofasciste <---neonazista <---nisti <---oltranzisti <---ostruzionismo <---parassitismo <---parrocchiani <---peggiani <---pomeridiana <---possibilista <---professionista <---profetismo <---progressivismo <---propagandista <---prussiani <---psicologico <---qualunquismo <---qualunquisti <---radicalismo <---razzismo <---reggiani <---reggiano <---revisionismo <---rexisti <---riconquista <---riecheggiano <---rinacciano <---rismo <---scelbiano <---scelbismo <---scetticismo <---scissionisti <---scista <---sciste <---separatista <---separatisti <---siciliana <---sindacalismo <---socialcomunista <---sovversivismo <---speriana <---stalinista <---stiano <---taliana <---tecnologia <---telegrafisti <---tigiana <---tiniana <---tivismo <---togliattiano <---tonelliana <---trotzkista <---trotzkisti <---turatiana <---vasariano <---vitalismo <---voluzionarismo <---ziendalismo <---zifasciste <---zionisti <---zoologico