→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale colonialista è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 317Entità Multimediali, di cui in selezione 20 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 692

Brano: [...]stica. Da segnalare l’accel lente commento musicale, curato dallo stesso regista.

Il 1966 fu l’anno del Leone d'Oro alla Mostra di Venezia per La battaglia di Algeri, film al quale anche oggi è soprattutto legato il suo nome. Affresco storicopolitico girato in coproduzione con l’Algeria, era centrato, con un efficacissimo uso della tensione narrativa, sulla coralità della lotta per la liberazione di un popolo e sull’aspra scansione del furore colonialista. Il giorno della premiazione, per protesta la Francia si ritirò dal concorso, e per molti anni non permise la proiezione sul proprio territorio di un’opera forte, civile, internazionalista, anche se ovviamente discutibile in qualche suo aspetto: opera che riscosse invece un grandioso successo sia in una capitale del cinema come New York, sia in tutti i paesi del Terzo Mondo.

Proprio a questi ultimi Pontecorvo dedicò l’ancor più spettacolare Oueimada (1969), per metterli sull'avviso che, sia la tecnica della rivolta sia quella della repressione e restaurazione possono essere manovrate dalla[...]

[...]ncor più spettacolare Oueimada (1969), per metterli sull'avviso che, sia la tecnica della rivolta sia quella della repressione e restaurazione possono essere manovrate dalla stessa mano: nella fattispecie quella di un cinico e ambiguo avventuriero britannico del secolo scorso, incarnato per il largo schermo a colori da un attore come Marion Brando. Ma nonostante il suo fascino personale e qualche insistenza sul folclore indigeno, la metafora anticolonialista era piuttosto netta e ferma.

Dopo un decennio di silenzio in cui prevalse la proposta, sempre rimandata, di una biografia del Cristo, il regista è tornato con Ogro (1979) a occuparsi di una tematica a lui congeniale: l’esecuzione di un generale franchista da parte del terrorismo basco, e il prolungarsi di tale terrorismo ai nostri giorni, e non soltanto in Spagna. II problema era delicato e complesso, e il film, stilisticamente ripetitivo dei precedenti, risultava, con la sua struttura a blocchi, meno convincente.

U.Ca.

Pontedecìmo

Borgata (ma comune autonomo fino al 1926) all’est[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 362

Brano: [...]ei capi della resistenza, il famoso Omar el Moktar, venne catturato e subito impiccato. La stessa sorte era toccata a El Baruni, ma la resistenza libica continuò. I ribelli non abbassarono la testa, non consegnarono le armi e lottarono, forti dell'appoggio popolare, anche di quelle tribù che sembravano essersi « sottomesse ». Fu allora che, per ordine di Graziani, al fine di togliere ai ribelli la solidarietà attiva delle popolazioni, l’esercito colonialista arrestò e chiuse in campo di concentramento, in pieno deserto, circa 80.000 arabi di Cirenaica, uomini, donne e bambini, con i loro animali. Poche decine di migliaia furono i sopravvissuti a quel genocidio che suscitò esecrazione nel mondo intero.

Nel numero del febbraio 1934 della rivista Cirenaica economica, Graziani spiegò che il genocidio non aveva soltanto scopi militari, ma « siccome il Djebel era la spina dorsale deH’economia agricola dell’intera colonia, doveva essere evacuato dagli indigeni per destinarlo alla colonizzazione italiana ».

La resistenza dei senussi

Il nucleo di[...]

[...]enocidio non aveva soltanto scopi militari, ma « siccome il Djebel era la spina dorsale deH’economia agricola dell’intera colonia, doveva essere evacuato dagli indigeni per destinarlo alla colonizzazione italiana ».

La resistenza dei senussi

Il nucleo di resistenza più attivo e meglio organizzato era quello dei senussi, facenti parte della confraternita musulmana dei Khadirija. Contro di essi venne pertanto concentrata l’azione del Comando colonialista italiano.

Nel luglio 1930 Graziani rivolgeva il suo monito ai capi dei villaggi della zona di Bengasi: « Chi darà viveri, armi o munizioni ai ribelli o li aiuterà in un qualsiasi modo sarà punito con la pena di morte. Non esiste che un solo governo in Cirenaica: il governo del re d’Italia. Quello che Omar el Moktar chiama il ” governo della notte ” io lo distruggerò. lo combatto la Senussia che è una setta responsabile dei mali della Cirenaica ».

Intorno ai senussi si raggruppavano le popolazioni della Cirenaica, disperate, ridotte alla fame, spogliate delle terre e del bestiame. Laddov[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 412

Brano: [...]raggiosamente alla Resistenza. Diresse l’« Humanité » clandestina e fu tra i primi firmatari dell'appello insurrezionale di Parigi. Rieletto deputato dopo la Liberazione, decano deH’Assembiea nazionale, presiedette il 28.11.1944 la prima seduta della massima assise francese. Fino al febbraio 1948 ebbe la presidenza della commissione per gli affari esteri.

Continuò vigorosamente fino alla morte la lotta contro la reazione interna e la politica colonialista dell’imperialismo francese, opponendosi alla guerra francese in Indocina.

P.Se.

Caciolli, Rigóletto

N. a Sesto Fiorentino il 31.1.1901; tappezziere. Comunista, fu tra i dirigenti dell’organizzazione antifascista di Firenze durante ii regime di Mussolini. Nel 1937 fu condannato dal Tribunale speciale a 7 anni di reclusione per « aver svolto attività antinazionale nelle Corporazioni fasciste e tra le truppe in partenza per l’Abissinia ». Detenuto a Civitavecchia, fu poi confinato a Manfredonia.

Dopo 1*8 settembre 1943 è stato un attivo organizzatore della resistenza ai nazifascisti [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 590

Brano: [...]fosse, a quel tempo, l’andare

Il TRIONFO della CIVILTÀ nei NOSTRI POSSEDIMENTI

IN AFRICA

Otuslo ritrailo di una lie^leua t ripoli tana ri vrnnr loi itilo d i un amico «li t|ur»ta rivinta. Con quanta rapidità i tripolitaui si miro impa

nIm hi iti elrll.i . uNura ......pea i »l< ■ «W Wto

<rh« I"uso «irli a<t|ua dentifricia CKkiI è dive nulo oj*k* di ){ran moda. ««ninnilo c

sltJM'l liuti.

Inserzione pubblicitaria di ispirazione colonialista apparsa sull’« Illustrazione Italiana » (1914)

alla conquista dei deserti africani.

I socialisti impostarono la loro campagna per la pace chiedendo che

lo Stato, anziché preparare imprese di aggressione all’estero, elevasse le condizioni' di vita dei lavoratori e ne accrescesse la capacità di acquisto, favorendo in tal modo la produzione nazionale.

Per ammansire i socialisti, il presidente del Consiglio Giovanni Giolitti annunciò la presentazione di un progetto di legge per il suffragio universale (che fu infatti approvato nel 1912), ma la manovra non sortì grande effetto: l’oppos[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 673

Brano: [...]una radicale liquidazione dei residui di 35 anni di dominazione giapponese e dei legami tra questi e le classi sociali privilegiate indigene (in due anni si procedette alla nazionalizzazione dell’industria e a un’avanzatissima riforma agrari#); nella Corea del Sud (98.131 kmq, circa 28.000.000 di abitanti, capitale Seul) si venne invece consolidando un regime di tipo tirannico e poliziesco, analogo ai tanti altri nati dal tentativo di un ritorno colonialista in Asia.

Per dare una parvenza di legalità al loro regime, gli americani indissero elezioni politiche, che furono boicottate dalia Conferenza nazionale di 56 partiti del Nord e del

673



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 724

Brano: [...]C.P.S.A. fece una nuova svolta: diede un incondizionato sostegno al regime razzista e imperialista di Smuts, bloccò uno sciopero dei minatori africani in nome dello “sforzo bellico”, accolse il ministro della Giustizia C. Steyn nella associazione Amici del

TUnione Sovietica (completamente “bianca”) e costituì infine la Z.eg/one Springbok inviando in Etiopia truppe sudafricane segregazioniste per sostenere l’Amministrazione militare britannica colonialista.

Nel 1942 il C.P.S.A. collaborazionista si fece rappresentare in seno al N.R.C. da Mfutsunyana. Nel N.E.F. intanto i giovani antimperialisti studiavano gli scritti di Kenyatta, Nkrumah e Nehru (imprigionato per essersi dichiarato contro la guerra). Fu costituita una Lega giovanile della A.N.C. che si ispirava a A. Cesaire della Martinica, al senegalese Senghor, al francese J.P. Sartre ed era influenzata da missionari cattolici.

Quando nel 1943 Smuts, il grande architetto della segregazione, costituì il Dipartimento degli affari di co^ lore [C.A.D.), il N.E.F. fondò un Comitato antiC.A.D[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 723

Brano: [...]e ». Sta di fatto che il sindacalista inglese « organizzò l’I.C.U. fuori dall’esistenza », come si dirà più tardi nei circoli liberali: nel 1929, per il convergere di pressioni liberali, fabianiste e del C.P.S.A., Kadalie fu allontanato dall'I.C.U. e la potente organizzazione I.C.U. presto crollò.

La “repubblica nera"

L’altro aspetto della “politica laburista bianca” che garantiva la perfetta integrazione dei lavoratori europei nel sistema colonialista era costituito da una serie di misure per assicurare illimitate scorte di mano d'opera africana a bassissimo costo, facilmente spostabile, e contemporaneamente per impedire l’urbanizzazione di questa forzalavoro con il sistema della ghettizzazione, ma anche per prevenire nello stesso tempo la trasformazione di elementi ex tribali in contadini stabili. Queste misure erano rese necessarie dall'espansione delle manifatture e dal ricordo del fallimento del tentativo, compiuto tra il 1900 e il 1905, di sostituire i minatori africani con mano

d'opera cinese importata. Tra queste misure fu il dec[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 542

Brano: [...]izzazione più completa si ebbe appunto nel sionismo, era quindi una concezione nuova per l’epoca in cui nacque e si può dire che fu l’espressione ebraica del nazionalismo borghese che, partendo dal postulato della incompatibilità tra gli ebrei e le nazioni esistenti, preconizzava l’emigrazione verso un paese sottosviluppato per fondarvi uno Stato autonomo lungo una linea che si collocava apertamente nel quadro dell’imperialismo e dell'espansione colonialista europea. Nonostante tale ritorno fosse stato auspicato dal pensatore ebreo laico Moses Hess (18121875) nei suo libro “Roma e Gerusalemme” (1862)

o da rabbini ortodossi come J. Alkalai (17981878) e Z. Kalischer (17951874), fu solo dopo la pubblicazione da parte del commediografo e giornalista Theodor Herzl (18601904) del libro “Lo Stato ebraico. Tentativo di una soluzione moderna della questione ebraica” (1896) che la tendenza sionista acquistò carattere di vero e proprio movimento. Herzl concepiva il ritorno a Sion secondo il modello delle Compagnie coloniali inglesi, mediante la costituzi[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 521

Brano: [...]ica Selection Trust di Londra. Operano inoltre la Sierra Leone Development Company (miniere di ferro a Marampa dal 1935) e banche private, come la Barclays di Londra e la Standard Bank legata al Sudafrica. Il movimento commerciale con l’estero è completamente nelle mani degli europei e si rivolge ai paesi del M.E.C.. Si tratta quindi di un caso esemplare di neocolonialismo (v.).

Cenni storici

Chiamata “Sierra Lyon” (Montagna dei leoni) dal colonialista portoghese Pedro de Cintra che vi giunse nel secolo XV, il suo porto naturale fu una base per la tratta degli schiavi del golfo di Guinea, che portò a spopolare l’intera costa dal Gambia all’Angola. Dal XVI secolo vi ebbe inizio l’estrazione dell’oro da parte degli europei (olandesi, danesi, inglesi) che vi eressero numerose fortezze per controllare la regione. Nel 1787 la compagnia schiavista britannica cercò di trasferire qui, come coloni, i “creoli” ex schiavi americani, ma gli indigeni lottarono contro tale tentativo, distruggendo numerose fortezze.

Nel 1808 Freetown, sorta come centro[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 106

Brano: [...]nte arrestato, questa volta dalla polizia coloniale e, nell’ottobre 1961, deportato nelle isole di Capo Verde. Nel luglio 1962 riuscì a fuggire e, raggiunta Leopoldville (oggi Kinshasa, Congo), vi insediò la direzione del M.P.L.A..

Con la prima Conferenza nazionale del Movimento (dicembre 1962) Neto ne divenne presidente.

Guerra di liberazione

Nel 1964 le forze della resistenza angolana sferrarono il loro primo attacco contro l’esercito colonialista portoghese nell 'enclave di Cabinda e, nel 1966, aprirono un se

condo fronte nelle provincie orientali dell’AngoIa.

La guerriglia contro i portoghesi ebbe alterne vicende, segnate anche dalla contrapposizione tra Neto e altri due capi della lotta di liberazione: Holden Roberto, presidente del Fronte nazionale di liberazione del!’Angola (F.N.L.A.) e Jonas Savimbi, presidente dell'l/zi/oine nazionale per l'indipendenza totale dell’Angola IU.NJ.T.A.).

Con la proclamazione dell’indipendenza (11.11.1975) Neto fu eletto presidente della repubblica. Il successivo Congresso del M.P.L.A. (dic[...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine colonialista, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiana <---comunista <---fascismo <---italiano <---Storia <---antifascista <---fascisti <---italiane <---nazionalista <---socialisti <---imperialismo <---italiani <---nazifascisti <---S.S. <---colonialisti <---comunisti <---fascista <---nazisti <---socialismo <---socialista <---Medicina <---Partito comunista <---antifascisti <---collaborazionista <---fasciste <---nazionalisti <---riformisti <---A.A. <---Bibliografia <---C.L.N. <---C.P.S.A. <---Diritto <---Il C <---Il C P <---N.L.L. <---N.R.C. <---P.C.I. <---U.R.S.S. <---U.S.A. <---Vittorio Emanuele <---colonialismo <---cristiana <---cristiano <---indiani <---liste <---nazifascismo <---nazionalismo <---nazista <---razzismo <---razzista <---riformismo <---siano <---sionisti <---socialiste <---A.A.C. <---A.C. <---A.D.P. <---A.N.C. <---A.N.P.I. <---A.P.O. <---Abba Gari <---Accademia Senese degli Intronati <---Accademia di Francia <---Adua in Eritrea <---Africa Occidentale Francese <---Africa Selection Trust di Londra <---Agraria <---Albert Academy di Freetown <---Aldo Vergano <---Alessandro Castelbarco <---Alessandro Fortis <---Alfred Dreyfus <---Alla sera <---Andrea Garilli <---Angelo Padovani <---Antonio Mirra <---Antonio Starabba di Rudinì <---Arnaldo Cherubini <---Arnaldo Ghirelli <---Arturo Cozza di Biella <---B.M. <---Banca Romana <---Barclays di Londra <---Barriera di Milano in Torino <---Ben-Yussef <---Berna dalla Special Force <---Bruno Ghinolfi <---C.A.D. <---C.G.T. <---C.L.N.A.I. <---C.P.S. <---C.V.L. <---Cadeibosco di Sopra <---Camille Chamoun <---Campomori di Castel <---Carlo Lizzani <---Carlo a Milano <---Carta Atlantica <---Casa del Campo <---Castel San Pietro <---Celestino Per <---Cimitero di Pére Lachaise <---Compagnia del Canale di Panama <---Compartimento di Napoli <---Consiglio Giovanni Gio <---Consolidated Africa Selection Trust <---Continente Nero <---Convenzione di Mozambico <---Cordero Di Pamparato <---Corpo Organizzato Transkei <---Costa in Parlamento <---Creech Jones <---Da Roma <---Dal XVI <---De Gasperi <---Debra Marcos <---Dinamica <---Diplomatica <---Domenico Sportelli <---Dopo I <---Dreyfus in Francia <---El-Glaoui <---Elettronica <---Elmo P <---Emanuele III <---Emilio Lexert <---Errico Malatesta <---Ettore Platbech <---Eugenio Curie <---F.N.L.A. <---Fausto Abbati <---Federazione del Mali <---Fiorenzo Bava Beccaris <---Fornaciari di Reggio <---Fourah Bay College <---Francisco Ferrer <---G.H. <---G.L. <---Genova a Milano <---George Nicol <---Gian Francesco Stallo <---Giarabub a Bardia <---Gibuti-Addis <---Gillo Pontecorvo <---Gino Bottali <---Giorgio Alberto Chiurco <---Giorgio Sidney Son <---Giovanni IV <---Giovanni Maria Guidetti <---Giovanni Minuzzo <---Gioventù del Littorio <---Girolamo Li Causi <---Giustizia C <---Giustizia C Steyn <---Guayana in America <---Guerra di Liberazione <---Guerra di Spagna <---Guinea Bissau <---Gustavo Bianchi <---Ha-Levi <---Holden Roberto <---I.B. <---I.C.U. <---Il N <---Il N E <---Il N E F <---Il Parlamento <---Il S <---Il S O <---Il S O E <---Il TRIONFO <---Illustrazione Italiana <---Ingegneria <---Isidoro Renda di Tunisi <---Italo Balbo <---J.P. <---James Africanus Horton <---Jan Van Riebeeck <---Joris Ivens <---Kadalie W <---Kadalie W G <---Kadalie W G Ballinger <---La Guma <---La Pietra <---La Scintilla <---La Spezia <---La morte <---La patria <---La protesta <---La tavola del pane <---Leone da James <---Leonida Bissolati <---Liberazione in Italia <---Luigi Luzzatti <---Luigi Pelloux <---Luigi XVI <---Léopold-Sedar <---M.P.L.A. <---Mamadu Konate <---Marcello Cavazzini <---Mario Minuzzo <---Matteo Secchia <---Membro del Comitato <---Menelik II <---Mezzaluna fertile <---Mezzo secolo <---Michele Levi <---Milano in Torino <---Military Railway Board <---Moses Hess <---Mostra di Venezia <---N.E. <---N.E.F. <---N.E.U.F. <---N.E.U.M. <---Nardi di Ferrara <---National Mining Company <---Native Representation Act <---Nel N <---Nel N E <---Nel N E F <---Orlandini-Giorgio <---Ovadià da Bertinoro <---P.S.I. <---Paolo Betti di Imola <---Paolo Davoli <---Partito Unito di Smuts <---Paulus a Stalingrado <---Pedro de Cintra <---Piccolo Libano <---Pier Giuseppe Martufi <---Pietro Toselli <---Pino Budicin <---Pio X <---Politecnico di Milano <---Porta Susa <---Pratica <---R.D. <---Ralph Dodge <---Repubblica del Mali <---Resistenza a Roma <---Riccardo Banderali <---Rodioti Jakoble <---S.A. <---S.O.E. <---San Pietro <---Santa Maria <---Santa Maria di Purocielo <---Scienze <---Scuola Moderna <---Scuole Moderne <---Servente Gabelli <---Si Man Ri <---Siaka P <---Siaka P Stevens <---Sierra Leone Development Company <---Sierra Leone Selection Trust <---Sierra Leone da James Africanus <---Silvio Corbari <---Silvio Gracchini <---Silvio Monica <---Somalia Francese <---Squarciò di Franco Solinas <---Stati U <---Statistica <---Storia contemporanea <---Sudan Francese <---Susacko-Kastavski <---Svizzera del Medio Oriente <---Sybil Thorndyke <---Sàkià Selassiè <---T.O.B. <---Tamara Ga <---Tarcisio Naldi <---Terzo Mondo <---Theodor Herzl <---Tito Da Parma <---Tommaso De Cristoforis <---Trade Unions <---Trade Unions del Sudafrica <---Trade Unions di Motherwell <---Tribunle Speciale <---Trust Act <---U.M. <---Ugo La Malfa <---Umberto Grazzini <---Umberto I <---Umberto I Sale <---Unito di Libia <---Val Cismon <---Via Nuova <---Vladimiro Baì <---W.G. <---W.H. <---altopiano <---analfabetismo <---anarchismo <---anticolonialismo <---anticolonialista <---anticomunista <---anticomunisti <---antifascismo <---antimeridiane <---antimperialismo <---antimperialista <---antimperialisti <---antinasseriano <---antinazista <---antipartigiana <---antirazzismo <---azioniste <---capitalisti <---cinismo <---collaborazionisti <---colonialiste <---comuniste <---cristiani <---d'Oro <---dell'Africa <---dell'Associazione <---dell'Europa <---democristiano <---disfattista <---estremismo <---fabiani <---fabianisti <---feudalesimo <---franchista <---ideologia <---immobilismo <---imperialista <---imperialisti <---indiano <---indipendentisti <---interimperialista <---internazionalista <---istriana <---istriano <---laburista <---laburisti <---marxisti <---massimalisti <---metodista <---metodologici <---metodologico <---militarismo <---militaristi <---nazifascista <---nazionaliste <---negliano <---neocolonialismo <---noncollaborazionista <---ostruzionismo <---pacifiste <---paracadutisti <---populista <---pretoriani <---progressista <---progressisti <---pybblicista <---razziste <---razzisti <---revanscisti <---riformista <---riformiste <---schiavista <---sciovinismo <---scoppiano <---segregazioniste <---siciliani <---sindacalismo <---sindacalista <---sindacalisti <---sionismo <---sionista <---siriana <---squadristi <---stremisti <---sull'Italia <---talmudista <---taoista <---terrorismo <---testimoniano