→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale clericalismo è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 202Entità Multimediali, di cui in selezione 10 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Per avanzare verso il socialismo [rapporto al IX congresso] / Palmiro Togliatti, p. 48

Brano: retrive del clericalismo strinsero quella alleanza per 1 effettivo governo del paese, che si è tradotta in una politica economica nella quale le proposte di riforma vennero per un po’ di tempo mantenute per forza di inerzia o per copertura, ma applicate parzialmente e male, soltanto sotto una pressione continua del movimento operaio e contadino, e alla fine lasciate cadere. Prese il loro posto la gestione degli interessi dei grandi gruppi monopolistici, nel modo e con i risultati che sappiamo.

Quando noi ricordiamo questa serie di fatti, vi e chi si irrita e inveisce contro di noi, concludendo con a er mare che mi[...]



da Per avanzare verso il socialismo [rapporto al IX congresso] / Palmiro Togliatti, p. 62

Brano: [...]incipale che in questo campo a noi si presenta.

8. Reazione e progresso, cultura e società

L’attuale blocco delle classi dirigenti del nostro paese ha una sua precisa caratteristica non soltanto economica e di classe, ma in rapporto a tutte le questioni della vita nazionale. Non è occasionale l’incontro tra i gruppi dirigenti della grande industria e le forze clericali più retrive. La clericalizzazione della vita pubblica e l’invadenza del clericalismo nella stessa vita privata dei cittadini ne sono la manifestazione più evidente. Si disegna in questo modo un attacco ai principi stessi su cui è fondata la Repubblica, che sono quelli della indipendenza e sovranità delio Stato

62



da Per avanzare verso il socialismo [rapporto al IX congresso] / Palmiro Togliatti, p. 63

Brano: [...]ose, per le loro manifestazioni, per il culto e per la propaganda della religione. Per questi aspetti della vita civile non si può muovere oggi nessun rimprovero al movimento operaio e democratico italiano, e tutti sanno che questo è per la maggior parte merito proprio del nostro partito. Ma il nostro partito chiede anche ai cattolici di sensi democratici di non negare il loro contributo al rinnovamento e al progresso della nostra democrazia. Il clericalismo arrabbiato può vedere in noi soltanto dei nemici da combattere. Una organizzazione politica di cattolici, sottratta all’influenza clericale e che voglia mantenersi aperta la via di uno sviluppo democratico auto

63



da Per avanzare verso il socialismo [rapporto al IX congresso] / Palmiro Togliatti, p. 66

Brano: [...]cerca di farle saltare. La ricerca di un nuovo ordinamento sociale si esprime così in modo elementare, ma questo offre a noi le più ampie possibilità di far penetrare sempre più nella classe operaia e nelle masse l’ideologia socialista, di unire strettamente il socialismo a tutto il movimento popolare del nostro paese.

Noi respingiamo i metodi del fanatismo, della intolleranza, della persecuzione per motivi di pensiero che sono il marchio del clericalismo e di una cultura reazio

66



da Per avanzare verso il socialismo [rapporto al IX congresso] / Palmiro Togliatti, p. 98

Brano: [...]bio. Mentre, da un lato,, l’organo ufficiale del partito democristiano si è sforzato, pur muovendo da posizioni sbagliate, di restare nell’ambito di una certa obiettività, gli organi della estrema destra clericale non hanno saputo uscire dalla sfera delle vecchie calunnie, degli insulti, delle menzogne. La cosa non ci ha stupiti. Tutti coloro i quali hanno una certa conoscenza della letteratura sanfedista dei tempi del Risorgimento, sanno che il clericalismo reazionario ha trattato sempre in questo modo, stupido e volgare, le forze liberali, democratiche e progressive. Nessuna maraviglia, dunque. E nessuna maraviglia ohe a questo gruppo altri si siano accodati, facendo coro alle menzogne e con atti di aperta provocazione. Vi è stata una agenzia, per esempio, la quale ha scoperto, e la notizia è stata ripresa dal giornale che è organo dell’Azione Cattolica, che in questo Congresso sarebbe accaduto qualcosa di cui nessuno di voi ha avuto il più lontano sentore. Si sarebbero accapigliati, non so se nell’aula o nei corridoi, in una zuffa violenta, co[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 120

Brano: [...]e dei sindacalisti autonomi) nel 1911 si giunse all’elezione di Cesare Battisti come deputato socialista a Vienna, alla sua progressiva maturazione in senso irredentista (che gli fece abbandonare la battaglia per l’autonomia del Trentino) e infine alla sua fuga in Italia subito dopo l’inizio della guerra (1914), quindi alla sua propaganda per spingere l'Italia a schierarsi contro l’impero Austroungarico, visto come l’ultima grande roccaforte del clericalismo, della conservazione sociale e dell’oppressione dei popoli in Europa.

La Grande Guerra

La propaganda di Cesare Battisti a favore dell’interventismo (v.) rifletteva l’irredentismo (v.) trentino che vedeva l’entrata dell’Italia nel conflitto come « l’ultima guerra del Risorgimento » per liberare Trento e Trieste. L’irredentismo era diffuso soprattutto in una fascia urbana medio borghese, politicamente liberale (gli irredentisti socialisti come Battisti furono una minoranza) che si richiamava a Giuseppe Mazzini e agli ideali risorgimentali, ma a cui non erano estranee ragioni econo

mich[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 458

Brano: [...]la Costituente.

AM’indomani del voto, in una riunione della Direzione, pur riconoscendo la giustezza della “linea” generale, attribuì le cause del relativo insuccesso alla « delusione della classe operaia dopo la lotta di liberazione, dopo la guerra partigiana », per la politica eminentemente difensiva del partito in materia di salari, di licenziamenti, di Consigli di gestione e di C.L.N.; e invitò a una lotta più risoluta contro l’insorgente clericalismo reazionario (AS, pp. 198201). Interprete delle impazienze della base, egli non ebbe però esitazioni nel recarsi nel Cuneese (agosto

1946) per convincere un gruppo di partigiani armati accampatisi a Santo Stefano Belbo a recedere dal loro atteggiamento e « a non fare sciocchezze » (AS, p. 203).

La strategia operativa di Secchia mirava in effetti al rafforzamento capillare dell'organizzazione di partito, comprese le strutture che fossero atte ad affrontare situazioni di emergenza e necessità di lotta ar

mata contro soprassalti reazionari, ma escludeva rigorosamente tentativi avventuros[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 99

Brano: [...]bismo e dal futurismo, per cui agli artisti non sarebbe spettato altro che ricomporre un discorso « europeo » (o, meglio, dell’Europa occidentale), già impedito dal fascismo; dall’altra, si tendeva invece a richiamare gli artisti a un’alta fuhzione di propaganda culturale dei grandi temi della difesa delle fabbriche contro la ristrutturazione capitalista della C.E.E., dell’occupazione delle terre, della lotta contro la ripresa del fascismo e del clericalismo.

In questo quadro si ebbe l’attiva partecipazione degli intellettuali italiani al primo Congresso degli intellettuali per la Pace, svoltosi a Wroclaw in Polonia (settembre 1948), dove furono discussi i temi dell’impegno sulle relazioni di llya Erhenburg (v.) e di A. Fadeev; come pure la forte rappresentanza italiana al Congresso della Pace svoltosi nella Sala Pleyel a Parigi (1949) e poi al Congresso di Varsavia contro la guerra atomica (dicembre 1950), mentre l’aggressione americana in Corea (giugno 1950) aveva inasprito il conflitto tra i due campi in Europa e in America, dando luogo a q[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 57

Brano: [...]Giuseppe Tomo

lo (18451918), docente di Economia politica all’università di Pisa e che sin dal 1887 era stato chiamato a far parte del nucleo dirigente dell’« Opera dei Congressi ». Era questa la nuova organizzazione di massa dei cattolici italiani, autorizzata nel 1874 da Pio IX, per tentare l’unificazione di tutte le forze confessionali sotto la diretta guida della gerarchia ecclesiastica, e presieduta allora da un tipico rappresentante del clericalismo veneto, l’avv. Giovanni Battista Paganuzzi, fatto poi conte da Leone XIII nel 1896, intransigente e bigotto, in perenne contrasto con lo Stato liberale e con i cattolici « conciliatoristi », che non intendevano dissociare la loro fede religiosa dalla lealtà allo Stato borghese unitario e alle istituzioni monarchiche, non riconosciute dalla Chiesa.

È vero che già nel 1891 il Toniolo, considerato ancor oggi il massimo precursore dell'attuale partito cattolico italiano, aveva dissertato sul « concetto cristiano di democrazia », sollevando non pochi dissensi e perplessità nelle file dell’« Ope[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 43

Brano: [...]o volto a sinistra ». Convinto fautore di una Federazione di Stati dell'Europa occidentale sotto l'egemonia cattolica, nel maggio 1954 venne eletto presidente della Comunità europea de! carbone e dell'acciaio (C.E.C.A.). Abile tattico, era suo malgrado portato a disperdere le sue doti nell'opera di direzione politica del partito del governo in una serie di azioni contingenti; e non riuscì mai, al di là delle intenzioni, a contenere l'assalto del clericalismo assolutista alle strutture dello Stato laico, pur richiamandosi nei momenti di maggior tensione politica alle tradizioni antifasciste dell'ultimo trentennio della sua vita. Il suo proposito di far gestire da una maggioranza cattolica l'eredità del vecchio Stato conservatore italiano era d'altra parte condannato all'insuccesso dalle stesse premesse gettate, con le altre forze democratiche e progressive, nella Resistenza.

Il 14.8.1954 si spegneva nella sua terra trentina; è stato tuttavia sepolto nella basilica di S. Lorenzo in

43


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine clericalismo, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiano <---socialismo <---socialista <---antifascista <---comunisti <---ideologia <---De Gasperi <---P.C.I. <---Storia <---comuniste <---cristiana <---dell'Italia <---democristiano <---fascismo <---ideologica <---italiana <---italiani <---siano <---socialiste <---socialisti <---A Roma Secchia <---Agraria <---Al C <---Al C C <---Alberto de Mun <---Alcide De Gasperi <---Antonio Banfi <---Antonio Gramsci <---Azione Cattolica <---Battisti a Trento <---Buonconsiglio a Trento <---C.C. <---C.E.C.A. <---C.E.D. <---C.E.E. <---C.G.T. <---C.L.N. <---Calendario del popolo <---Casa della Cultura <---Centro democratico <---Cesare Pavese <---Chimica <---Comitato centrale <---Congresso di Roma <---Congresso di Varsavia <---Consigli di gestione <---Cultura a Bologna <---Cultura a Milano <---Damiano Chiesa <---Diritto <---Economia politica <---F.I.O. <---Federazione di Stati <---Fossa dei Martiri <---Francesco Giuseppe <---Francesco Hitze <---Francia Renato La Tour <---Giacomo Margotti <---Gino Moscatelli <---Gioventù a Berlino <---Giuseppe Di Vittorio <---Giuseppe Mazzini <---Giuseppe Tomo <---Governo De Gasperi <---Guido Gonella <---Guttuso a Treccani <---Italo Calvino <---La nostra ideologia <---La ricerca <---Legione Trentina <---Leone XIII <---Levico Terme <---Lizzani a Visconti <---Madonna di Campiglio <---Medolago-Albani <---Milano di Paolo Grassi <---Nostra Lotta <---Opera dei Congressi <---Oreste Del Buono <---Paimiro Togliatti <---Palazzo di Re <---Paul Eluard <---Piano Marshall <---Picasso a Roma <---Piccolo Teatro <---Pio IX <---Pleyel a Parigi <---Poetica <---Pop-Art <---Programma di Milano <---Ranuccio Bianchi Bandinelli <---Rerum Novarum <---Roderigo di Castiglia <---Sala Pleyel <---Scienze <---Scienze sociali <---Silvio Micheli <---Sociologia <---Suzzara a Vado Ligure <---Teatro di Milano <---Togliatti a Torino <---U.R.S.S. <---Van Gogh <---Wroclaw in Polonia <---analfabetismo <---anticomunismo <---antifascismo <---antifasciste <---assolutista <---astrattisti <---azionisti <---capitalista <---cattolicesimo <---ciliatoristi <---classista <---corporativismo <---cristianesimo <---cristiani <---cristiano <---cubismo <---dell'Europa <---dell'Ossola <---efficientismo <---estremismo <---estremista <---fanatismo <---fascista <---futurismo <---ideologiche <---ideologici <---integralismo <---interventismo <---irredentismo <---irredentista <---irredentisti <---liberalismo <---marxista <---massimalismo <---minimalismo <---nazifascismo <---nazionalista <---nell'Europa <---neorealismo <---popolarismo <---propagandisti <---realismo <---realista <---realisti <---sanfedista <---sindacalismo <---sindacalisti <---sociologia <---stiano