→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale classismo è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 82Entità Multimediali, di cui in selezione 6 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Per avanzare verso il socialismo [rapporto al IX congresso] / Palmiro Togliatti, p. 87

Brano: si dovevano risolvere e per gran parte sono stati risolti questi problemi.

Il settarismo e il dogmatismo non potevano e non possono non essere l’ostacolo principale alPapplicazione di una politica che rompe, effettivamente, gli schemi di un chiuso classismo corporativo: che respinge ogni posizione di massimalismo avveniristico e parolaio; che non vive di mistiche attese; che esige nel presente il lavoro per fare della classe operaia la guida di un grande movimento democratico e rivoluzionario. La ricerca délPincontro con altri gruppi sociali, l’alleanza con i contadini e con il ceto medio, la trattazione dei temi della emancipazione femminile, della cultura, della scuola, esigono che noi sappiamo presentare sempre e a tutti il nostro vero volto, di avanguardia democratica, di difensori di tutti gli sfruttati, di assertori degli interessi e degli[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 541

Brano: [...]cato delle cose sacre, ecc.. Il pensiero di Avolio, fatto proprio dai suoi seguaci per quanto riguarda la sinistra cristiana, venne espresso negli opuscoli “Socialismo cristiano” (1910) e “Cristianesimo e socialismo” (1914).

Decisamente a carattere socialsindacale fu invece il movimento di Guido Miglioli (v.) o più semplicemente il migliolismo, connotato da precisi passaggi programmatici, quali il leghismo contadino, la guerra alla guerra, il classismo del partito cattolico, la lotta al fascismo e infine l’intesa coi comunisti.

Sulla stessa linea dell'organizzazione classista nel sindacato cattolico, ma meno esposto politicamene te, fu Giambattista Valente che, fin dagli anni murriani attento ai problemi del lavoro nella prima democrazia cristiana, fu nel primo dopoguerra uno dei promotori della Confederazione Italiana dei Lavoratori (v.) e rappresentante italiano nel consiglio direttivo dell'lntemazionale bianca.

Invece più insistente sulla stretta connessione tra valori civili e valori religiosi, con una sempre privilegiata attenzio[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 456

Brano: [...]rebbero avuto nella Resistenza armata.

A Civitavecchia egli portò per primo in termini esaurienti le ragioni della “svolta”, trovando largo consenso tra i compagni ma anche la fiera opposizione di Terracini, rimasto fedele alle impostazioni gramsciane originarie del “centro” e delle tesi di Lione. Nel quadro di una sostanziale accettazione delle decisioni politiche del VII Congresso dell'I.C. — accettazione che lasciò tuttavia sopravvivere il classismo rivoluzionario della “svolta” — Secchia disapprovò nel 1936 l'iniziativa del Centro estero per una “riconciliazione” sulla base del programma fascista del 1919; il Comitato direttivo comunicò allora il proprio dissenso alla Direzione del partito, alla quale venivano regolarmente mandate relazioni informative, senza riceverne risposta. Anche i grandi, “inspiegabili” (AS, p. 164) processi di Mosca suscitarono incredulità e perplessità gravi tra i confinati, così come, nell'agosto 1939,

il Patto germanosovietico.

Secchia — che di fronte ai compagni assumeva come criterio fondamentale la « [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 31

Brano: [...] ristretta pattuglia di collaboratori, diede vita a II Lavoratore (“Rassegna mensile del movimento operaio”), con centro motore nell’Unione del lavoro torinese. Proprio intorno al foglio e al nucleo torinese dei suoi collaboratori si svolse un tentativo di connotare la sinistra cattolica antifascista in maniera originale, con un processo di crescente radicalizzazione delle proprie posizioni, sia nei confronti delle vecchie impostazioni dell'interclassismo che nei confronti dei rapporti con i gruppi di opposizione laica ispirati da Piero Gobetti, nonché con le forze dell’avanguardia del movimento operaio rappresentata da Antonio Gramsci e dall'“Ordine Nuovo”.

Sostenuti dal cardinale arcivescovo Gamba e da una parte della stessa Azione cattolica torinese, Rapelli e i suoi seguaci si trovarono tuttavia ben presto sotto il fuoco delle accuse, non solo da parte della stampa dichiaratamente clericofascista ma anche della dirigenza nazionale di A.C. e dell’alta gerarchia ecclesiastica.

Lo scontro interno all’area cattolica raggiunse l’apice all[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 823

Brano: [...] Centro interno socialista si distinse d’altra parte non solo per il suo spirito di collaborazione e di franco confronto nei riguardi dei comunisti, ma anche per la sua autonomia rispetto allo stesso Centro estero socialista: nel rifiuto di certe correnti di destra del Partito, maturò un ripensamento critico del

Rodolfo Morandi (1947)

movimento e della sua tradizione, per giungere a una « riqualificazione classista » del P.S.I.. Autonomia, classismo, visione libertaria non si accompagnavano in Morandi ad alcun elemento di chiusura e di settarismo, rendendosi egli ben conto della priorità dei momenti unitari nella lotta contro il fascismo.

Individuato dalla polizia, decise di allontanarsi temporaneamente dall’Italia e si portò a Parigi, dove entrò a far parte del Centro estero del P.S.I.. Nella capitale francese diresse il Fronte Rosso, giornale clandestino, collaborò alla rivista « Politica socialista » e a^ varie altre pubblicazioni.

Rientrato in Italia, continuò la battaglia clandestina contribuendo alla formazione del Fronte uni[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 579

Brano: [...]a (ma non con la C.G.L.) Giulietti si sforzò di imprimere al proprio interventismo un carattere nazionale popolare dì classe, avverso agli industriali e alle banche della borghesia capitalistica, tanto che finì per scontrarsi con altri interventisti genovesi: la lotta di classe difatti proseguiva e culminò nello sciopero generale dei lavoratori dei porti e del mare (aprile 1915).

Nel 191718 la figura di Giulietti era ormai ben definita, di un classismo ancorato mazzinianamente al concetto di « patria »:

« Uomo di non comuni qualità, — scriverà di lui l'anarchico Armando Borghi — biz

zarro e forte nel suo genere. Era riuscito a stivare nella sua Federazione tutto il personale della marina mercantile, dal mozzo al capitano, e per tenere insieme una massa così eterogenea doveva adorare Dio e il diavolo.

Era stato interventista e ora faceva la corte aW Avanti!. Appoggiava D'Annunzio a Fiume e rapiva Malatesta a Londra. Non rinunciava ai benefici del nazionalismo né dell'internazionalismo ».

La « marcia su Roma »

Alla fine del con[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine classismo, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---fascista <---fascismo <---italiana <---italiano <---antifascista <---comunista <---socialista <---C.G.I.L. <---C.L.N. <---Centro interno <---P.S.I. <---Partito comunista <---Storia <---antifasciste <---antifascisti <---classista <---comunisti <---cristiana <---internazionalismo <---liste <---settarismo <---socialismo <---A.C. <---A.C.L.I. <---Antonio Gramsci <---Banca Commerciale <---Bibliografia <---C.G.L. <---Confederazione Italiana dei Lavoratori <---Corriere della Sera <---D'Annunzio <---D.C. <---De Gasperi <---Democratico Cristiano Italiano <---Diritto <---Errico Malatesta <---F.G.C.I. <---F.U.C.I. <---FIAT <---Fronte Rosso <---Gennaro Avolio <---Giacinto Menotti Serrati <---Giacomo Matteotti <---Giambattista Valente <---Giuseppe Giulietti <---Giuseppe Mazzini <---Guido Miglioli <---Il Lavoratore <---Il partito comunista <---Jacob Epstein <---La Spezia <---La morte <---La ricerca <---Malatesta a Londra <---Marco a Firenze <---Marino Mazzacurati <---Natale Rovina <---Ordine Nuovo <---P.C. <---P.G. <---P.P.I. <---P.S.L <---Paolo VI <---Partito Democratico Cristiano <---Regina Coeli <---Retorica <---Rientrò a Milano <---Romolo Murri <---S.I.D.A. <---San Marco <---Socialismo e religione <---Società Editrice Piemontese <---Stato del Vaticano Gasparri <---Stefano di Ravenna <---Umbria tra Ottocento <---aclismo <---anarchismo <---antagonista <---anticomunista <---associazionismo <---attivismo <---burocratismo <---capitalismo <---cattolicesimo <---centrista <---collettivismo <---cristiane <---cristiani <---cristiano <---d'Italia <---degasperiana <---democristiana <---dogmatismo <---dossettismo <---ecclesiologia <---estremismo <---europeismo <---fascisti <---feudalesimo <---giobertiana <---gramsciane <---imperialismo <---integralismo <---interventismo <---interventista <---interventisti <---italiani <---leghismo <---liana <---marxismo <---massimalismo <---massimalista <---materialismo <---mazzolariano <---migliolismo <---modernismo <---murriani <---nazionalismo <---nazionalista <---novecentismo <---oltranzismo <---positivismo <---rapelliana <---rapelliani <---riani <---riformista <---rincarnazionismo <---scissionisti <---scista <---sindacalismo <---socialisti <---squadristi <---sturziano <---svoltisti <---trionfalismo