→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale capolista è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 77Entità Multimediali, di cui in selezione 11 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 525

Brano: [...]no al 1974, allorché lasciò l'incarico essendosi stabilito con la famiglia a Roma. Negli anni giovanili ebbe rapporti

Appendice

con il cattolico di sinistra Giuseppe Dossetti, poi con vari gruppi e correnti: dal gruppo dei cosiddetti “giovani turchi” (di impronta integralista e così chiamati perché polemici nei confronti dei vecchi notabili sardi) passò al seguito del leader di destra Antonio Segni (alla morte del quale ereditò il ruolo di capolista sardo); dal piccolo gruppo di Paolo Emilio Taviani passò alla Sinistra di Base facente capo a Giovanni Marcora, Ciriaco De Mita, Luigi Granelli ecc., sempre mantenendo una certa autonomia personale, per cui non venne coinvolto nel gioco delle correnti. Infine fu maggiormente legato ad Aldo Moro (da lui considerato un vero e proprio “maestro”) che lo iniziò ai primi incarichi di governo.

Uomo di governo

Sottosegretario alla Difesa nel 111 gabinetto Moro di centrosinistra (196668), mantenne lo stesso incarico nei successivi gabinetti Leone e Rumor, passati alla storia soprattutto per le t[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 441

Brano: [...]o in quanto eletto per tre legislature (la XXV del 1919, la XXVI del 1921 e quella dell’Assemblea costituente).

La sua militanza nel P.S.D.I., del quale non condivideva la linea politica, durò solo qualche anno. In occasione delle elezioni del 7.6.1953 fu uno dei promotori della lista di Unità popolare, apparentata con le liste dei partiti e gruppi della sinistra per controbattere la legge elettorale maggioritaria imposta dalla

D.C.. Fu il capolista a Bologna, ma non venne eletto.

Il 9.5.1954, ormai ottantenne, accettò la candidatura che P.S.I. e P.C.I. gli offrirono in occasione delle elezioni suppletive del Consiglio provinciale. Fu eletto trionfalmente, ma potè partecipare solo a poche sedute perché morì pochi mesi dopo. Il popola di Bologna lo onorò con uno dei più imponenti funerali che la città abbia mai visto.

N.s.o.

Zanarini, Fioravante

N. il 9.10.1897 a San Giovanni in Persiceto (Bologna), m. il 2.1.1984 a Bologna; meccanico.

Giovane socialista dal 1914, comunista dal 1921 e membro del Comitato federale di Bologna[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 281

Brano: [...]ttembre. Successivamente, per sottrarsi alle vendette del fascismo repubblicano, dal cui Tribunale speciale fu condannato a

30 anni di reclusione, riparò in Svizzera.

Secondo dopoguerra

Dopo la liberazione di Venezia rientrò nelle file del Partito d'Azione e vi rimase fino allo scioglimento. Tornato alla sua attività di insegnante e di studioso, si riaffacciò alla politica attiva nel 1953, aderendo al Movimento di unità popolare e ne fu capolista a Venezia, nelle elezioni contro la leggetruffa. Partecipò anche alle successive elezioni amministrative, fra i candidati di Unità popolare nella lista socialista, riuscendo eletto con Giuseppe Samonà e Zanon Dal Bo. In Consiglio comunale diede un assiduo contributo alla discussione sui problemi culturali e urbanistici di Venezia.

A.Z.D.

Valerio, Salvatore

Medaglia d’oro al valor militare alla memoria. N. a Napoli nel 1907, m. a Valdiola (San Severino Marche) il 24.3.1944; capitano dell’Esercito.

Assegnato al 15° Reggimento genio stanziato a Chiavari, dopo I’8.9.1943 raggiunse la [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 31

Brano: [...] dell’occupazione tedesca rappresentò la D.C. fra i dirigenti della Resistenza ligure fino ail'insurrezione popolare che vide schierata nel capoluogo una Brigata del Popolo (o della Patria). Per il suo contributo alla Guerra di liberazione sarà decorato dal governo U.S.A. di Medaglia al merito della libertà con palme d’oro.

Secondo dopoguerra

Consultore nazionale, poi eletto alla Costituente e riconfermato nelle successive legislature come capolista democristiano nel collegio ligure, è stato per un trentennio uno

31



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 327

Brano: [...] sarà decorata di medaglia d’argento al valor militare e le sarà riconosciuto il grado di capitano: Ha assolto — conclude la motivazione — missioni di estrema delicatezza ed importanza irraggiando intorno alla sua mirabile attività un alone di leggenda ».

Sul primo decennio di lotta antifascista a fianco del leader di G.L., scriverà nel 1945 II libro Fronti e frontiere.

Secondo dopoguerra

Nelle prime elezioni amministrative del 1946 fu capolista del Partito d’Azione a Porto San Giorgio (Ascoli Piceno), unico comune in Italia dove questo partito ottenne la maggioranza assoluta.

NeH'immediato dopoguerra fu tra le promotrici dell’Unione Donne Italiane e nel 1948 fu eletta nella Direzione del P.S.I., come responsabile nazionale della sezione femminile. Il suo libro Donne come te (Edizioni “Avanti!”, 1947) è uno dei primi testi italiani del movimento delle donne.

A partire dagli anni Cinquanta si impegnò nel movimento dei Partigiani della pace e nel sostegno delle lotte di liberazione anticoloniale in Africa (colonie portoghesi e ne[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 820

Brano: [...] monarchia, postulando un governo formato da tecnici.

Quantunque dimostrasse dal 1946 al 1948, nei lavori della Costituente e nel Paese, la vacuità e l’inconsistènza sia del programma che delle proprie forze, il movimento dell’U.Q. si trasformò in partito.

Alle elezioni del 1948 si presentò unito ai liberali in una lista chiamata Blocco Nazionale, ma questa complessivamente ottenne in Italia soltando 1.004.889 voti (3,83%).

Il Giannini, capolista a Roma, non risultò neppure eletto. Poiché la stessa sorte toccò alla maggior parte dei candidati qualunquisti, apparve chiaro che l’operazione era stata un’abile mossa dei liberali che, sfruttando la massa di manovra degli elettori « qualunquisti », grazie al gioco delle preferenze poterono portare a Montecitorio 15 dei loro candidati sui 19 complessivamente eletti nel Blocco Nazionale. Dopo questa deludente esperienza il Giannini rinunciò ai suoi tentativi e anche il suo partito si sciolse. Analogo al qualunquismo italiano fu il poujadismo in Francia, sviluppatosi dal 1953 al 1957 per inizi[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 763

Brano: [...]r il Veneto, comandata da Ascanio, e sostituì quest’ultimo dopo il suo arresto. Successivamente fu designato vicecomandante (insieme a Pizzi nato) del Comando unificato regionale delle Tre Venezie.

Dopo la Liberazione tornò all’insegnamento é all’attività politica in seno al P.C.I.. Nelle elezioni del 1948 rifiutò la candidatura al Senato e si allontanò gradualmente dal Partito fino a passare, nei primi anni Cinquanta, al P.S.I., del quale fu capolista nelle elezioni amministrative. In seguito si ritirò completamente dall’attività politica.

Nel 1950 ha pubblicato presso Guanda i versi scritti in carcere e durante l’esperienza partigiana. La seconda edizione del libro (1961) ha ottenuto il « Premio Prato ».

D.Com.

763



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 16

Brano: [...]’avvento fascista, la situazione andò rapidamente precipitando. Alle elezioni politiche del 6.4.1924 la maggior parte dei napoletani dimostrò tuttavia di non essere affatto favorevole al fascio. Il Listone fascista (v.), del quale, accanto ad Alfredo de Marsico, facevano parte Luigi Foschini, Paolo Greco, Alberto Geremicca, e insieme al giolittiano Andrea Torre anche Giovanni Porzio ed Enrico De Nicola (dimissionario all’ultimo momento, anche se capolista), raccolse meno della metà dei voti validi, conquistando soltanto 4 collegi cittadini (San Ferdinando, San Carlo all’Arena, Chiaia e San Giuseppe). Tutti gli altri collegi andarono agli amendoliani, salvo quelli di Vicaria e Mercato presi dai socialisti, e quelli di Pandino vinti dai popolari. Senonché il meccanismo della leggetruffa Acerbo (v.) determinò l’elezione di tutti i candidati del Listone. All’opposizione rimasero: i costituzionalisti Amendola, Bracco, Presutti e Bencivenga; i socialisti Lucci e Bovio; i popolari Rodino e Bosco Lucarelli; il comunista Gino Alfani.

In risposta all[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 792

Brano: Montagnana, Rita

Rita Montagnana fra Pietro Secchia e Ruggero Grieco (Modena, 12.1.1950)

Dal V Congresso del P.C.I. (1945) fino airvill Congresso (1956) fu membro del Comitato centrale e membro candidato della Direzione del partito. Poi passò alla Commissione centrale di controllo.

Nel 1946, alle elezioni per la Costituente, riuscì eletta capolista per la circoscrizione di Bologna. In seguito fu eletta senatrice, nella prima legislatura, fino al 1953.

Nel 1952 e nel 1956 fece parte della delegazione del P.C.I. al XIX e al XX Congresso del P.C.U.S..

Montagnani, Piero

N. a Borgotaro (Parma) il 3.5.1901, m. a Milano il 19 marzo 1976; farmacista. Militante comunista dal

1921, per la sua attività antifascista durante la dittatura fu confinato a Ponza e a Ventotene. Scontò complessivamente 11 anni tra carcere e confino.

Dopo I'8.9.1943 partecipò alla Guerra di liberazione, nelle file della Resistenza, tra gli organizzatori dell[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 654

Brano: [...]All’inizio della Prima guerra mondiale Meda fu assertore della neutralità italiana; ma dal 1916, anno in cui entrò a far parte del ministero Boselli come ministro delle Finanze, si convertì alla politica bellicista. Dopo la disfatta di Caporetto e la caduta del ministero Boselli, l’incarico gli venne confermato nel successivo governo Orlando. Nel

1920 fu ministro del Tesoro nel governo Giolitti.

Rieletto alla Camera nel maggio

1921 come capolista nel collegio MilanoPavia e ormai diventato uno dei massimi esponenti del Partito Popolare, nel luglio 1922 fu chiamato da Vittorio Emanuele III a formare un nuovo governo, ma egli declinò l’incarico.

Saliti al potere i fascisti, nei confronti dei quali Meda non aveva nascosto la propria avversione, fu lasciato nell’ombra. Nel 1924 non fu neppure riproposto dal suo partito come candidato alla Camera e si ritirò a vita privata.

Durante gli anni del fascismo visse a Milano, esercitando la professione legale e collaborando a « L'Italia». Pur senza assumere posizioni di aperta polemica antif[...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine capolista, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---fascismo <---Storia <---antifascista <---comunista <---fascista <---socialista <---P.S.I. <---italiana <---C.L.N. <---Benedetto Croce <---Comitato centrale <---Filosofia <---P.C.I. <---fascisti <---italiani <---lista <---socialisti <---Bibliografia <---D.C. <---Diritto <---Italia Libera <---Partito comunista <---Reggimento Fanteria <---antifascismo <---antifascisti <---artigiani <---comunisti <---cristiana <---democristiano <---fasciste <---italiano <---liste <---socialismo <---squadrismo <---squadristi <---A Gornje Polje <---A Lisbona Joyce <---A.Z.D. <---Alberto Geremicca <---Alfredo de Marsico <---Alpina G <---Alpina G L <---Andò a Cuba <---Antonio Labriola <---Aurelio Padovani <---Battaglione Alpini <---Blocco Nazionale <---Bobi Bazlen <---Brigata Montenegrina <---Brigata Valle Gesso <---Brigata del Popolo <---C.G.L. <---C.L.N.A.I. <---C.V.L. <---Carlo Andreoni <---Carmine Pezzullo <---Ceccardo Roccatagliata Ceccardi <---Centro interno <---Checco Da Giaz <---Chiostergi a Ginevra <---Ciriaco De Mita <---Club Alpino Italiano <---Comando del Battaglione <---Concetto Marchesi <---Corriere della Sera <---Critica Sociale <---Critica sociale <---D.B. <---Dal V <---Daniele Gava <---Davide Al <---De Gasperi <---Devenir Social <---Dialettica <---Didattica <---Diego Valeri <---Diritto costituzionale <---Economia politica <---Editori Riuniti <---Emanuele III <---Enrico De Nicola <---Ernesto Sivori <---Ettore Croce <---Eugenio Curiel <---F.U. <---FIOM <---Farfalla di Dinard <---Federazione Italiana Volontari <---Ferdinando Palma <---Filippo Meda <---Fondamenta dei Cereri <---G.A.P. <---G.L. <---G.U.F. <---Gaetano Le Metre <---Gazzetta di Venezia <---Gino Alfani <---Gino Colonna <---Giornale degli economisti <---Giovanni Marcora <---Gioventù Operosa <---Giuseppe Caradonna <---Giuseppe Dossetti <---Giuseppe Vairo <---Gornje Po <---I Divisione Alpina <---I.C.A. <---I.N.P.S. <---Il Mondo <---Il Paese <---Il lavoro <---Italo Svevo <---L.N. <---La Bufera <---La Farfalla <---La Farfalla di Dinard <---La Gazzetta <---La lotta <---Luigi Gui <---Lussu in Inghilterra <---M.A.S. <---Ma non <---Maggio a Napoli <---Magistratura Democratica <---Marcia su Roma <---Marco Polo <---Matteotti a Milano <---Mazzini Society di New York <---Milano-Pavia <---Mittelbau-Dora <---Montagnana fra Pietro Secchia <---Nunziatella a Napoli <---Omaggio a Svevo <---Ordine Nuovo <---Ossi di seppia <---P.C. <---P.M. <---P.S.D.I. <---P.S.L.I. <---P.S.U. <---Padre padrone <---Paolo Emilio <---Paolo Emilio Taviani <---Pierre Poujade <---Pietro Vendramin <---Pio X <---Piove di Sacco <---Po-Ije <---Popolare di Mestre <---Porto San Giorgio <---Pratica <---Premio Bancarella <---Premio Prato <---Primo Maggio <---Quartier Generale degli Alleati <---Regno del Sud <---Retorica <---Riforma sociale <---Rifugiatisi a Tolosa <---Rita Montagnana <---Rivoluzione culturale <---Rovello di Mongiardino <---S.I.F.A.R. <---San Giorgio <---San Marco <---Sarizzola di Busalla <---Scienze <---Scienze sociali <---Servizio Informazioni del Comando <---Sinistra di Base <---Socialismo popolare <---Society di New <---Stato operaio <---Stilistica <---Storia del Fermano <---Storia del Viterbese <---Teatro San Carlo <---U.A.G. <---U.Q. <---U.S.A. <---Uomo Qualunque <---V Reggimento Alpini <---V.L. <---Val Ceno <---Verona Libera <---Vincenzo Bianchi <---Vittorio Emanuele <---Walter Mocchi <---Zanon Dal Bo <---amendoliani <---antifasciste <---antigiolittismo <---artigiana <---astensionisti <---astigiana <---autista <---badogliane <---bellicista <---brasiliano <---conformismo <---contingentisti <---costituzionalisti <---cristiano <---d'Azione <---dell'Alta <---dell'Ufficio <---economisti <---gandhismo <---gappisti <---giolittiano <---hitleriana <---ideologiche <---ideologico <---integralista <---italiane <---liberalismo <---liberalsocialismo <---massimalista <---materialismo <---montaliana <---montaliano <---nazifascista <---nazifascisti <---nazismo <---nazisti <---nell'Italia <---ottimismi <---pacifista <---positivismo <---poujadismo <---progressista <---qualunquismo <---qualunquisti <---riformismo <---romanticismo <---siciliani <---sindacalismo <---sindacalista <---sindacalisti <---squadrista <---telegrafista <---terrorismo <---terrorista <---tifascismo <---turatiano <---veneziano