→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale antinazista è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 216Entità Multimediali, di cui in selezione 74 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 484

Brano: [...]e non osasse contravvenire agli ordini dall’alto, non intraprese alcuna iniziativa che potesse evitare la catastrofe della VI Armata.

Quando la battaglia di Stalingrado si concluse con la capitolazione tedesca del 2.2.1943, Hitler puntò anche sull'amar proprio di Paulus e sulla sua ambizione, nominandolo feldmaresciallo generale il 30.1.1943, appena due giorni prima che egli e i suoi generali si consegnassero ai sovietici.

La « conversione antinazista »

Da quel momento ebbe inizio la fase più discussa dell’esistenza di Paulus. Mentre da un lato veniva condannato dalla propaganda nazista per la sua capitolazione, fu utilizzato dall’altro dalla propaganda antinazista per indurre i soldati della Wehrmacht a seguire il suo esempio.

È difficile parlare, come pur talvolta è stato fatto, di una « conversione antinazista » di Paulus. Resta il fatto che, a contatto conigli emigrati politici tedeschi nell’U.R.S.S. e di fronte all’esito disastroso delle aggressioni naziste, egli realizzò lentamente la necessità di reagire agli insensati e criminali incitamenti alla resistenza a oltranza che partivano dai capi nazisti. Per evitare sciagure maggiori al popolo tedesco, nell'estate 1944 Paulus aderì alla campagna promossa nei confronti dei soldati della Wehrmacht dal movimento Freies Deutschland (v. Germania) e l’8.8.1944 indirizzò ai prigionieri di guerra tedeschi un appello, nel quale dichiarava tra I’ altro:

«[...]

[...] sul fronte di Stalingrado), con la collaborazione di alti ufficiali caduti in prigionia dei sovietici, allo scopo di propagandare tra i soldati della Wehrmacht ancora legati alla guerra nazista la parola d’ordine della resa e della diserzione.

Questo comportamento di Paulus non va attribuito a una consapevole

Il feldmaresciallo Paulus (a destra) con il leader comunista tedesco Wilhelm Pieck in U.R.S.S., dopo la resa.

presa di coscienza antinazista. Per la stessa ragione, non bisogna trasformare sommariamente e semplicisticamente l’ex generale della Wehrmacht in un «resistente». Come risulta anche dalla testimonianza che egli si prestò a fornire !’11.2.1946 al Tribunale internazionale di Norimberga riunito per giudicare i principali criminali nazisti, l’atteggiamento di Paulus fu determinato essenzialmente dal riconoscimento della insensatezza dell’avventura bellica nella quale il nazismo aveva gettato la Germania, quindi dell'inutilità del massacro.

Fu questa stessa consapevolezza, aldi là di più profonde ragioni di carattere ideolo[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 714

Brano: [...]qualche milione di russi (tra prigionieri di guerra e civili), circa mezzo milione di zingari, le vittime di stragi e repressioni del resto d’Europa, infine le vittime dell’eutanasia e di altri delitti. Un complesso certamente di molti milioni di uomini, donne, bambini.

La punizione

La gravità e la misura delle atrocità compiute dai nazisti via via che la loro dominazione dilagava in,Europa non rimasero ignote alle potenze della coalizione antinazista, che si posero ben presto il problema della punizione dei crimini nazisti. Già nel gennaio del 1942 i rappresentanti dei paesi invasi dalla Ger

mania proclamavano a Londra, tra i più importanti obiettivi della guerra, la punizione dei responsabili di questi crimini. Tale proclamazione fu fatta propria dagli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna e dalla Unione Sovietica. Le tre potenze della coalizione antinazista ribadirono esplicitamente questa decisione con la dichiarazione di Mosca dell’1.1. 1943, nella quale stabilivano i criteri per la punizione dei criminali a guerra finita: i responsabili principali, i cui crimini non erano localizzabili in un territorio determinato, sarebbero stati giudicati di comune accordo tra le potenze alleate; invece i responsabili di fatti specifici sarebbero stati consegnati ai paesi che erano stati teatro delle loro gesta. Sulla base di questo precedente si addivenne, dopo la capitolazione della Germania, all’accordo di Londra dell’8.8.1945 che stabiliva per il giudiz[...]

[...]un tribunale militare internazionale composto dai rappresentanti dei quattro alleati (con l’aggiunta cioè della Francia), nonché lo statuto del tribunale stessor ossia della corte di Norimberga.

Le condanne capitali al processo di Norimberga (v.) rappresentarono il risultato più esemplare della persecuzione dei crimini nazisti, anche per il loro evidente significato politico; i contrasti successivamente insorti tra le potenze della coalizione antinazista, la « guerra fredda » e la conseguente divisione della Germania si ripercossero negati

vamente anche sulla punizione dei criminali nazisti. Nella Germania occidentale, dopo il biennio 194647, l’opera dei tribunali alleati venne praticamente a cessare, mentre un numero considerevole di processi fu celebrato anche al di fuori della Germania, in molti paesi dell’Europa, soprattutto orientale; l’ultimo tra i processi celebrati fuori della Germania, quello svoltosi in Israele contro Eichmann nel 1962, fu anche uno dei più clamorosi.

Dopo la costituzione delle due Repubbliche tedesche il comp[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 571

Brano: [...]bero nello spianare la strada al nazismo), fu da quest’ultimo incaricato di dirigere anche il commissariato per il controllo dei prezzi nella dissestata repubblica di Weimar. L’incarico gli venne riconfermato nel 1933 da Hitler, verso il quale Goerdeler nutrì inizialmente una certa fiducia, ma nel 1937, resosi conto della pericolosità dei nazisti, si dimise da entrambe le cariche e cominciò a cospirare contro il regime hitleriano.

Cospiratore antinazista

Ottenuto un impiego da dirigente presso la ditta Bosch, con questa

copertura fece vari viaggi, tenendo

l contatti fra esponenti dell’emigrazione antinazista all’estero e forze di opposizione interna monarchica, socialdemocratica o di estrazione confessionale che si riunivano intorno al conte Helmuth James von Moltke (il gruppo fu chiamato “Circolo di Kreisau”, dal nome della tenuta del conte, dove avvenivano le riunioni clandestine).

Dal 1940 Goerdeler si collegò anche ad alti ufficiali della Wehrmacht (Ludwig Beck, Franz Haider, Erwin Witzleben, l’ammiraglio Canaris e altri) che fin dal 1938 stavano maturando propositi di cospirazione per avere più voce in capitolo nella politica estera hitleriana. Con questi e altri gruppi di oppositori, ma [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 507

Brano: [...]nn, a partire dai giovanili Buddenbrooks (1901), è fortemente legata alla problematica dello sviluppo della società borghese in Germania. Essa riflette, nelle sue diverse fasi, la maturazione politica e culturale dello scrittore, dal pessimismo e dalla critica antidemocratica dei padri spirituali della sua giovinezza (Schopenhauer e Nietzsche) al concreto impegno democratico e antifascista degli anni della repubblica di Weimar e dell’emigrazione antinazista.

Il momento di rottura con il mondo politico e culturale della Germania postbismarckiana e guglielmina fu rappresentato in Thomas Mann dagli anni immediatamente successivi alla Prima guerra mondiale, durante la quale egli aveva condiviso l’infatuazione nazionalista della maggior parte degli intellettuali tedeschi (sono di quel periodo le opere: Gedanken im Kriege, 1914; Friedrich und die grosse Koalition, 1915; Betrachtungen eines Unpolitischen, 1918), fino a entrare in conflitto aperto con l’atteggiamento pacifista e antinazionalista del fratello Heinrich Mann (v.).

Sempre sorprendente[...]

[...]di una società e la storia del popolo tedesco », secondo le parole di uno dei suoi più autorevoli critici [H. Mayer). Un «libro del dolore », come dirà lo stesso Mann, che affonda profondamente le sue radici nella riflessione sul passato e sul presente della Germania e sulle spinte irrazionalistiche della cultura tedesca (si veda il leitmotiv del rapporto musicapolitica), e che rispecchia come pochi altri il travaglio spirituale dell’emigrazione antinazista nel cui contesto esso nac

507



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 537

Brano: Germania

dai nazisti a Berlino, attirandosi in tal modo la repressione della polizia e della giustizia naziste che, nel corso deH’estate, distrussero anche questo centro di lotta (v. Ebrei, Resistenza degli).

L'Orchestra Rossa

Un cenno particolare merita quello che fu probabilmente il nucleo antinazista più importante che operò anteriormente allo scoppio della guerra: il gruppo cosiddetto della Rote Kapelle (Orchestra Rossa), come fu definito dalla polizia nazista. L'organizzazione era sorta dalla fusione di due precedenti gruppi: il primo e più importante, attivo fin dal 1936, era stato promosso da Harro SchulzeBoysen, ufficiale d’aviazione e funzionario del ministero deH'Aeronautica, il quale aveva raccolto intorno a sé persone di diversa provenienza politica, ivi compresi alcuni esponenti comunisti; nel 1939 esso si fuse con quello capeggiato da un altro funzionario, Arvid Harnack, del mi[...]

[...] dei Comandi militari seri dubbi sull'esito del conflitto.

L'opinione pubblica subì lo choc della sconfitta. I soldati rientrati dal fronte smentivano la retorica ufficiale che li voleva tutti eroi. Il popolo tedesco incominciava a realizzare le responsabilità del nazismo e qualcuno nel suo ambito, anche tra i meno politicizzati, tra i più lontani dai gruppi antinazisti veri e propri, sentiva la necessità di fare qualcosa. Anche l'emigrazione antinazista moltiplicò i suoi appelli alla rivolta interna del popolo tedesco: così Thomas Mann

nei suoi messaggi radiofonici dall'America, come la K.P.D. nei suoi appelli dall’Unione Sovietica.

Ma, in realtà, al senso di inevitabilità della sconfitta che si andava insinuando tra il popolo tedesco non si univa, in mancanza di un forte centro di attività illegale capace di incidere in profondità presso tutti gli strati popolari, alcun punto di riferimento concreto né la coscienza della possibilità di trovare una alternativa per autonoma volontà del popolo tedesco. Per giunta, l'apparato propagandist[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 221

Brano: [...]ne (1939), nuova «unzione» che riscatta il nonuomo hitleriano.

Bibliografia: E. Frommhoid, Arte della Resistenza 19221945, La Pietra, Milano Dresda 1970.

A.Pan.

Klekner, Fratelli

Oscar (n. a Vienna il 10.1.1923) e Rudolf (n. il 15.12.1912), decapitati entrambi a Vienna il 2.11.1943. Apprendista ottico Oscar e specializzato in costruzioni meccaniche Rudolf, ambedue nel Partito comunista austriaco, parteciparono attivamente alla lotta antinazista clandestina; fecero parte del gruppo Puschmann, stamparono e diffusero manifesti, organizzarono la lotta.

Arrestati il 24.2.1942 dalla Gestapo, furono sottoposti a orrende torture, poi processati (27.9.1943) a Berlino e uccisi. Il loro padre, incarcerato all’inizio della guerra, morì nel campo di Buchenwald.

In una delle ultime lettere al padre, Rudolf scrisse: « Abbiamo tenuto alto il nome dei Klekner e la tradizione della famiglia di combattere per la libertà e II progresso. Dillo a coloro che vendono il loro carattere per sudicio denaro e onorificenze. Non sono degni, costoro, di ess[...]

[...]eich ».

Il comunicato prosegue sottolineando « la volontà delle Potenze del Tripartito di portare alla fine vittoriosa la guerra contro I bolscevichi dell’Oriente e contro gli ebrei e i plutocrati dell'Occidente, e di garantire ai popoli una vita sulla base di un ordine nuovo e giusto ».

Resistenza di militari e lavoratori L’incontro di Klessheim offre qualche motivo di interesse soprattutto per il quadro che Hitler fece dell'atteggiamento antinazista dei militari italiani e dei lavoratori in Germania. Come risulta dal verbale steso dai tedeschi, riferendosi ai fatti dell'8 settembre 1943 Hitler avrebbe detto: « Nella zona da noi controllata era sorta una difficilissima questione e cioè cosa dovevamo fare dell’Esercito italiano. Quell’esercito era composto di elementi che desideravano combattere al nostro fianco e di elementi che erano i nostri peggiori nemici; fra questi erano da includersi gli alpini. Quest'attitudine degli alpini era in parte provocata dal loro servizio in Russia, sebbene non li avessimo mai usati in operazioni offensiv[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 228

Brano: Kollwitz, Kàthe

Kathe Kollwitz, « Pietà » (1938)

mento su tale tema. Interruppe questo lavoro nel 1919 e lo terminò solo nel 1932, poco prima dell’avvento del nazismo.

Combattente antinazista

Allorché, dopo la rivoluzione popolare del 1918, si ebbe in Germania (v.) l’assassinio di Karl Liebknecht e di Rosa Luxemburg, la Kollwitz, divenuta nel frattempo militante comunista, capì subito il terribile significato di quel delitto e di quella sua consapevolezza lasciò chiara testimonianza in tre fogli estremamente incisivi. Andava intanto crescendo in lei l'attenzione per le opere di Barlach, sì da restarne influenzata stilisticamente, soprattutto quando cominciò a dedicarsi con più continuità alla scultura.

Nel 1925 collaborò attivamente con le sue opere al Soccorso Rosso. Allont[...]

[...]ustizia e Libertà » per la medaglia d’oro al valor militare alla memoria.

Kònig, Emil

N. a Langmannersdorf (Austria) il 3.9.1899, decapitato il 25.10.1943 nel penitenziario di Brandeburgo sull’Havel (Berlino); tranviere. Combattente nella prima guerra mondiale e dal 1924 attivo militante del Partito socialdemocratico austriaco, nel 1934 aderì al Partito comunista austriaco. Organizzatore di una biblioteca popolare, si prodigò nell’attività antinazista. Dopo l’annessione dell’Austria (v.) al Terzo Reich, continuò a stampare e a diffondere clandestinamente fogli di propaganda, sviluppando azioni sindacali tra i lavoratori.

Durante la seconda guerra mondiale fu attivo nella Resistenza austriaca. Scoperto e arrestato a Vienna dalla Gestapo, fu tradotto a Berlino. Qui, dopo essere stato processato dal « Tribunale del Popolo » nazista, venne condannato a morte e giustiziato.

228



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 234

Brano: [...]cco sovietico investì i paesi satelliti della Germania o che erano rimasti vittime dell’aggressione tedesca. Nel luglioagosto vennero liberate la Bielorussia e parte della Lituania, sì che le truppe sovietiche giunsero alla Vistola e alle frontiere della Prussia orientale. Alla liberazione del territorio polacco parteciparono anche i reparti della

I Armata polacca. Fu in questo periodo che si ebbe la dolorosa pagina della tentata insurrezione antinazista di Varsavia, senza che i sovietici potessero e/o volessero aiutare gli insorti polacchi ispirati e controllati dal governo polacco in esilio (v. Polonia).

II 6.6.1944 finalmente si ebbe il tanto atteso sbarco degli angloamericani in Normandia (v. Overlord, Operazione) e venne finalmente aperto il secondo fronte, con due anni di ritardo rispetto alle promesse, per imprigionare definitivamente la Germania nazista in una morsa di ferro e di fuoco. Nel corso dell'estate successiva gli Alleati occuparono gran parte del territorio francese e l’Italia centrale, con l’attiva partecipazione del mov[...]

[...] forze armate di questi due paesi, debitamente epurate, diventarono alleate dell’U.R.

S.S.. L’esercito sovietico in ottobre entrò in Ungheria (v.) e alla fine dell’anno aveva occupato gran parte del territorio ungherese. Nel settembreottobre 1944 i sovietici aiutarono anche i partigiani di Tito a liberare Belgrado (v.) e gran parte del territorio jugoslavo, per entrare successivamente anche in Cecoslovacchia (v.), dopo aver aiutato la rivolta antinazista esplosa in Slovacchia (v.).

Fra il settembre e il novembre 1944 l’Armata Rossa quasi completò la liberazione del territorio nazionale, ripulendo dai nazisti l’Estonia e gran parte della Lettonia; rimaneva ancora da liberare una piccola porzione della Lituania. In ottobre furono liberate le terre dell’estremo Nord e una parte del territorio norvegese. Nel corso delle operazioni militari del 1944 i sovietici annientarono almeno tre forti raggruppamenti di divisioni tedesche: a Uitebsk e Minsk (30 divisioni), a Korsun (10 divisioni) e a Kisinev (22 divisioni). All’inizio del 1945 il blocco fa[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 178

Brano: [...], con oltre 35.000 morti, vittime delle carceri e dei campi di concentramento.

Di fronte agli orrori del nazismo e alle esperienze della lotta clandestina, il problema della coscienza nazionale e dell’indipendenza austriache si riproponeva sulla base di una rinnovata volontà di coesione nazionale e di difesa dell’indipendenza. La restaurazione dell’indipendenza dell’Austria era stata garantita, d’altronde, anche dalle potenze della coalizione antinazista, sin dalla dichiarazione di Mosca del 30.10.1943, che sanciva la nullità dell’Anschluss e faceva appello al contributo degli stessi austriaci per la liberazione del paese. In effetti, dopo la liberazione di Vienna (avvenuta il 13.4.1945 ad opera dell’Armata Rossa) i partiti antifascisti austriaci tornarono a proclamare l’indipendenza (27.4.1945), il cui pieno riconoscimento, da parte delle potenze della coalizione antinazista, si ebbe con la firma del trattato del 15.5.1955, in virtù del quale fu posto termine all’occupazione quadripartita dell’A.. Per i rapporti con l’Italia, si veda anche la voce Alto Adige.

E. Co.

Bibliografia: C.A. Gulick, Austria from Ha

bsburg to Hitler, California Un. Press, 1948; J. Braunthal, La tragedia dell’Austria/ Firenze, 1955; E. Col lotti, La sconfitta socialista del 1934 e l’opposizione antifascista in Austria fino al 1938, Rivista Storica del Socialismo, n. 20 sett.dic. 1963; H. Steiner, Zum Tode verurteilt. Oesterreicher gegen Hitler, Wien, 1964; A. Diamanti, I cattolic[...]



da [I giorni della Resistenza / Noemi Vicini Marri (testo di) ; Lucio Lombardo Radice (Guida alla lettura) ; prefazione di Ferruccio Parri], p. 76Corpo dell'opera [numerazione b(non originale)] (Monografia/libro

Brano: [...]isse quotidianamente le sue esperienze e i suoi pensieri. Presentazione di Natalia Ginzburg).

HINGLEY RONALD, Rivoluzione russa. Milano, Mondadori, 1971. 155 pp. Collana per i giovani. (Libro esemplare come testo storico dedicato ai ragazzi, preciso ed esauriente. Vivaci testimonianze e note storicobiografiche fanno seguito ad ogni capitolo).

SCHOLL INGE, La rosa bianca. Firenze, La nuova Italia, 1967. XVI84 pp. (Storia dell'organizzazione antinazista degli studenti di Monaco e del sacrificio dei giovani che la crearono, narrata dalla sorella di due di essi).

STEINBECK JOHN ERNST, La luna è tramontata. Firenze, La nuova Italia, 1968. XI130 pp. (Nobile episodio della coraggiosa resistenza norvegese ai tedeschi invasóri).

VILLIERS von G., Il ragazzo, il soldato e il mare. Milano, Fabbri. (Storia commossa e poetica di un ragazzo che vive nel 1944 in un paese sulla costa atlantica', la sua partecipazione alla Resistenza, il suo odio per i tedeschi che gli hanno ucciso il padre, ed infine la scoperta, attraverso i contatti con un soldato [...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine antinazista, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---nazisti <---nazista <---antifascista <---fascista <---comunista <---nazismo <---socialista <---comunisti <---fascisti <---fascismo <---italiano <---italiana <---Partito comunista <---italiani <---Bibliografia <---Storia <---antifascisti <---S.S. <---Diritto <---naziste <---U.R.S.S. <---fasciste <---socialisti <---italiane <---C.L.N. <---P.C.I. <---U.S.A. <---nazifascisti <---nazionalista <---Gran Bretagna <---N.A.T.O. <---G.A.P. <---K.P.D. <---Pratica <---Repubblica Federale Tedesca <---antifasciste <---ideologica <---A.N.P.I. <---La lotta <---La prima <---P.S.I. <---Storiografia <---anticomunista <---antifascismo <---cristiana <---cristiani <---cristiano <---democristiano <---hitleriano <---laburista <---marxista <---professionisti <---Circolo di Kreisau <---Comitato centrale <---Conferenza di Potsdam <---Filosofia <---Freies Deutschland <---G.L. <---La Pietra <---Monaco di Baviera <---P.A. <---P.S.I.U.P. <---R.F.T. <---Repubblica Democratica Tedesca <---S.A. <---Stella Rossa <---Terzo Reich <---antinazisti <---capitalismo <---cattolicesimo <---classista <---collaborazionista <---comuniste <---eroismo <---filofascista <---hitleriana <---laburisti <---nazifascismo <---nazionalismo <---nazionalsocialismo <---siano <---socialismo <---Adolf Hitler <---Agraria <---Brigata G <---Brigata G A P <---Brigata S <---Brigata S A P <---Brigate nere <---Chiesa confessante <---Commissione interna <---Consiglio di Stato <---De Gasperi <---Der Nurnberger Prozess <---Diritto internazionale <---Engelbert Dollfuss <---F.T.P. <---Fisica <---Heinrich Himmler <---Il popolo <---Ingegneria <---La Repubblica <---La Voce <---La guerra <---Medicina <---N.A. <---O.N.U. <---P.C.I <---P.C.U.S. <---Piano Marshall <---R.D.T. <---Radio Londra <---Resistenza nel Novarese <---Retorica <---Rosa Luxemburg <---S.A.P. <---San Pietro <---Santa Maria <---Scienze <---Sistematica <---Stati Uniti <---T.O. <---U.R. <---Vignale Monferrato <---Winston Churchill <---antisemitismo <---artigiani <---belliciste <---capitalista <---ceramista <---collaborazionisti <---colonialismo <---colonialisti <---d'Azione <---d'Ottobre <---dell'Est <---dell'Italia <---democristiani <---egiziano <---franchista <---gielliste <---gliano <---gollista <---ideologia <---ideologici <---ideologico <---imperialismo <---imperialista <---israeliani <---liano <---liste <---marxismo <---militarismo <---misticismo <---nazifascista <---nell'Europa <---paracadutisti <---pessimismo <---razzista <---riconquista <---riformista <---sindacalisti <---socialiste <---terrorismo <---terroristi <---totalitarismo <---A.C.C. <---A.C.G. <---A.C.I. <---A.K. <---A.L. <---A.M.G. <---A.M.G.O.T. <---A.N.P.P.I <---A.P. <---A.R.B.E.D. <---A.R.C.L <---Abbadia S <---Abbadia S S <---Abbadia San Salvatore <---Accademia di Francia <---Achille Magni <---Adami-Rossi <---Adolf Reich <---Adolph Reichwein <---Adriano Olivetti <---Africari National <---Agostino Spezza <---Alberto Damiani <---Alessandro Levi <---Alexander Schmorell <---Alfredo Casella <---Alfredo Santinelli <---Alleanza per il progresso <---Alleati a Yalta <---Allied Powers <---Alpi Bavaresi <---Amburgo Der Spie <---America Latina <---Amiata Mineraria <---Amintore Fanfani <---André Malraux <---Angela Davis <---Angelo Galafati <---Angelo Maz <---Annibaie Galeotti <---Anthony Eden <---Antologia della Rassegna musicale <---Anton Safkow <---Antonio Tavani <---Arad Yitzhak <---Ariano Polesine <---Arrestato I <---Arvid Harnack <---Assemblea generale del Patto Atlantico <---Assuan sul Nilo <---Bandiera Rossa <---Bas F <---Battaglia del grano <---Battaglie sindacali <---Battista Giulio Ber <---Baumgruppe a Berlino <---Bayer AG <---Bekennende Kirche <---Belle Arti di Dusseldorf <---Ben-Yussef <---Berlino F <---Berlino F Anfuso <---Berlino Ovest <---Berlino-Weissensee <---Bianchi di Roascio <---Bocca di Magra <---Boemia Reinhard Hey <---Bologna V <---Borgo Panigaie <---Borgo San Martino <---Boulevard New York <---Brigate G <---Brigate G A P <---Brigate Nere <---Bronze Star Medal <---Bruno Serrani <---C.A. <---C.C.C <---C.D.U. <---C.I.L. <---C.L.N <---C.L.N.A.I. <---C.S.U. <---C.V.L. <---CLN <---Cacciatori delle Alpi <---Cairoli a Milano <---Calogero Graceffo <---Camera dei Fasci <---Canale di Suez <---Cantiere di Muggia <---Carlo Emanuele <---Carlo Fissore <---Carlo Ganzinelli <---Carlo Mie <---Carlo XIV <---Cattedrale di Harrar <---Centro interno <---Cerpelli di Migliarina <---Cesare Amisano di Frassinello <---Charles Poletti <---Charlotte Eisenbletter <---Che-Lib <---Chemagro Corporation di Kansas City <---Chimica <---Ciprigno Facchinetti <---Clinica <---Clotilde Canavese <---Col Alt <---Collegio di Mondovì <---Comando di Brindisi <---Combattè nella Divisione Garibaldi <---Comitato di Liberazione <---Comitato nazionale Germania libera <---Commissione Alleata di Controllo <---Commissioni A C <---Compagnia del Canale di Suez <---Compagno italiano <---Comune di Biella <---Comunista a Mosca <---Concetto Marchesi <---Conferenza di Lancaster <---Conferenza di Punta <---Conferenza di Teheran <---Conferenza di Yalta <---Congresso del Partito <---Consiglio di Europa <---Consulta nazionale <---Control Commissioni <---Corporation di Kansas <---Corrente a Milano <---Corrente del Golfo <---Corriere della Sera <---Costa Cavalieri <---Costa Montefedele <---Costantino Figini <---Crescentino Marinone <---Croce Rossa Italiana <---Còllegio Serafico di Sommariva Bosco <---D'Aragona <---D.C. <---D.D.R. <---D.T. <---Dachau a Mauthausen <---Dario Barni <---David Ben Gurion <---De Lattre de Tassigny <---Decima M <---Decima M A S <---Der Hass <---Der Nurnberg Prozess <---Der S <---Der S S <---Der Sinn <---Deutsche Kommunisti <---Deutscher Bergarbeiter <---Dialettica <---Difesa S <---Difesa S Peres <---Dio del Vangelo <---Diritto amministrativo <---Diritto canonico <---Diritto ecclesiastico <---Distaccamento Garibaldi <---Divisione Alpenjae <---Domenico Bozzolo <---Domenico Marcocci <---Dominicano Juan <---Economia politica <---Editori Riuniti <---Edizioni La Pietra <---Edizioni in lingue estere <---Edmondo Mazza <---Edoardo Clerici <---Edoardo Lupano <---Ein Appel <---El-Glaoui <---Emanuele III <---Emilio Secerini <---Enciclopedia Treccani <---Enrico IV <---Entartete Kunst <---Ermes Baz <---Erminio Ferretto <---Ernst Rohm <---Erwin Witzleben <---Esteri Bevin <---Esteri Mazzolini <---Estetica <---Etica <---Evasione in Mongolia <---F.D. <---F.O.Z. <---F.P.O. <---Farbenfabriken Bayer <---Farbenindustrie Max Faust <---Fecia di Cossato <---Feda di Cossato <---Felice Cippa <---Felice Pa <---Ferdinando Mego <---Fernand Bonnier <---Fernando Santi <---Ferruccio Parri <---Finocchiaro Aprile <---Folke Bernadotte <---Fondazione Corrente <---Forte San Martino <---Forte del Giovo di Sassello <---Forte di Mont <---Francesco Car <---Francesco Fresco <---Francesco Paul <---Francia Enrico <---Francoforte sul Meno <---Francois Mauriac <---Franz Haider <---Fratelli di Soledad <---Front-Line <---Frère Mature <---G.B.B. <---G.C. <---G.M. <---Garibaldi del Reggiano <---Gebel El Akdar <---Genova Quezzi <---Geografia <---George Catlett <---Germania a Bucarest <---Germania a Dimitrov <---Germania dei Thomas Mann <---Germania di Bonn <---Germania nel Baltico <---Geropoli di Frigia <---Giacomo Buranello <---Giandomenico Di Ambri <---Gino Moranino <---Giorgio di Sestri <---Giovani Turchi <---Giovanna Mi <---Giovanni Battista Borgna <---Giovanni Battista Giulio <---Giovanni Bertini <---Giovanni Canavese <---Giovanni Corrado <---Giovanni Rocco di Rossigna <---Giovanni XXIII <---Giovanni Zeppa <---Girolamo Li Causi <---Girolamo Savonarola <---Giulio Della Gala <---Giunti Bemporad Marzocco <---Giuseppe Ac <---Giuseppe Bottai <---Giuseppe Esposito <---Giuseppe Gangale <---Giuseppe Pagano Pogatschnig <---Giuseppe Pampuro <---Gli ideali <---Governo Militare Alleato di Territorio <---Gradisca a Romans <---Guglielmo Brunori <---Guido Chiesa <---Gustavo V <---Gwardia Ludova <---H.G. <---H.H. <---Haakon VII <---Hans Scholl <---Harold Wilson <---Harrar in Etiopia <---Harro Schulze <---Henri Daubeuf <---Henri IV <---Hermann Goering <---Hitler in Germania <---Ho Chi Minh <---I.G. <---I.G.F. <---Ignazio De Logu <---Il P <---Il P C <---Il P C I <---Il Partito comunista <---Il Principe <---Il dramma <---Il flagello della svastica <---Il mattino <---Il nome <---Il ritorno <---Illuminato dalla Dea Giustizia <---In particolare <---International Deve <---Interni nella Francia <---Ispettorato Speciale di Pubblica Sicurezza <---Italia Indipendente <---Italia Libera <---Italia TA <---Italia in Svizzera <---Italo Berardengo <---Ivan Stephanovic <---J.B. <---J.F. <---Jean Cassou <---Jean De Vincennes <---Jean-Paul <---Jesi-Arcevia-Senigallia <---Jewlsh Prisoner Uprising <---Joffre Priatti <---Johannes Wickann <---John Heartfield <---Joseph Kessel <---Juan Jacobo Arbenz Guzman <---Juiz de Fora <---Kaboul I <---Kaiser-Wilhelm <---Kathe Kollwitz <---Kiesinger-Brandt <---Kim Lien <---Klaus Philip Schenk <---Kommissarbefehl di Keitel <---Kossighin a Mosca <---Kurt Franz <---Kurt Georg Kiesinger <---Kurt Hu <---Kurt Huber <---Kòln-Berlin <---L.P.F. <---La I <---La I G <---La I G F <---La K <---La K P <---La Nuova Provincia <---La Stampa <---La Voce del Popolo <---La Z <---La Z W <---La Z W Z <---La colonna <---La dittatura <---La formazione <---La fuga <---La maschera <---La nostra lotta <---La notte <---La protesta <---La rivolta <---La sera <---La storia <---La vita <---Lanificio Rossi <---Le Havre <---Le Procès de Nuremberg <---Le S <---Le S S <---Le Strette <---Leandro De Bernardi <---Lelio Basso <---Leopoldo Scalcini <---Lettere dal carcere <---Lev A Besymenski <---Libera Stampa <---Liberazione Nazionale <---Libero di Trieste <---Linea Gotica <---Lipsia Cari Goerdeler <---Lord Russell <---Lotte in Weimar <---Luchino Dal Verme <---Luciano Pi <---Lucio Luzzat <---Luigi Achille Riva <---Luigi Angeloni <---Luigi Casagrande <---Luigi Maestri di Pavia <---Luigi Nono <---Luigi Sturzo <---Luigi Ta <---Luigi Tinti <---M.A.S. <---M.B.M. <---M.U.P. <---Mackenzie King <---Madonna dei Monti a Grazzano <---Maggiore Moshe <---Makada di Tunisi <---Mar Nero <---Marcel Cachin <---Mare Glaciale Artico <---Mare di Barents <---Maria Canavese <---Mario Bastia <---Mario Blengino <---Mario Cottini <---Mario Falchi <---Mario Giovacchini <---Mario Laveri <---Mario Pallavicini <---Mass und Wert <---Max Jacob <---Max Simmering <---Memorie di Winston Churchill <---Mercy Killing <---Merleau-Ponty <---Michael Verhoeven <---Michele Pantaleone di Villalba <---Michele di Romania <---Militare Alleato di Territorio Occupato <---Missione Galla <---Modena Pianura <---Molotov-Ribbentrop <---Monfalcone a Ronchi <---Mont-Valerien <---Mont-Valérien <---Monte Faggiola <---Monte del Fabbro <---Monterosso Grana <---Montichiari di Brescia <---Movimento di Unità Proletaria <---Movimento operaio <---N.A.T.O <---N.S.D. <---N.S.D.A.P <---Nanni Truffi <---Nazareno Rovidotti <---Nazionale Filatelica Tematica <---Nazioni Unite <---Neubauer-Poser <---Nguyen Ai Quoc <---Nguyen Tat Thanh <---Nicola Marchis <---Nicos Beloyannis <---Nino Bacigalupi <---Nostra Lotta <---Nuova Antologia <---Nuovo Ordine <---O.S.A <---O.S.A. <---O.T. <---Oftalmologia <---Olga Benario Prestes <---Olivetti di Ivrea <---Ondina Pe <---Operazione Valchiria <---Orchestra Rossa <---Ossola Libera <---Ottorino Bai <---Ovidio Sabatini <---P.C. <---P.P.R. <---Padova in Medicina <---Paolo Cantamessa <---Paolo Ghigini <---Paolo VI <---Partigiano in Albissola <---Partito Rivoluzionario Dominicano <---Partito Socialista Unitario <---Paul Joseph Goebbels <---Pierino Scar <---Pietro De Bernardi <---Pietro Lupano <---Pietro Rocco Sciacca <---Pino Budicin <---Pio XI <---Pio XII <---Poetica <---Poligono di Opicina <---Polonia del Governatorato <---Porta S <---Porta S Paolo <---Potenze del Tripartito <---Powers in Europe <---Problemi del Socialismo <---Programma di governo <---Prospero Mirotti <---Provincia del Carnaro <---Psicologia <---Punta del Este <---Quartier generale a Rastenburg <---Raffaele De Grada <---Raffaello Della Giovampaola <---Rajzman Samuel <---Rassegna musicale <---Remo Sordo <---Renato Birolli <---Renato Faraudo <---Renato Morandi <---Repubblica Sociale Italiana <---Repubblica Sovietica Italiana <---Repubblica democratica <---Repubbliche Socialiste Sovietiche <---Resistenza a Roma <---Resistenza a Torino <---Resistenza in Europa <---Resistenza in Germania <---Resistenza in Italia <---Rhodesia del Sud <---Rientrò in Germania <---Riviera Ligure <---Rivista Storica del Socialismo <---Rivoluzionario Dominicano Juan Bosch <---Robert Einstein Agar Mazzetti <---Roberto Verrati <---Rodhesia del Sud <---Roi Kaboul <---Ruckerl Adalbert <---Rudi Arndt <---Rudolf Jacobs <---Russia di Stalin <---S.E.D. <---S.F.K.O. <---S.H.A.P.E. <---S.O.L. <---S.P.D. <---Sacrario dei Caduti <---Sacre Scritture <---Saint-Ciprien <---Saint-Laurent <---Sam-Dierdarena <---San Damiano Macra <---San Francesco <---San Giorgio <---San Lorenzo da Brindisi <---San Michele <---San Pietro Mosez <---San Pietro di Monterosso Grana <---Sandro Pertini <---Santa Croce <---Santa Croce di Carpi <---Santa Fiora <---Santa Maria Capua Ve <---Santa Maria del Tempio <---Sauro Sorbini <---Schleswig-Holstein <---Scholl-Sophie <---Schulze-Boysen <---Schumann-Engert-Kresse <---Scienze agrarie <---Scienze economiche <---Serafico di Sommariva Bosco <---Sereny Gitta <---Services de Rensei <---Servizio del Reich <---Siemens di Berlino <---Silvio Carlo <---Sinfonia di Stalingrado <---Sobibor Exter <---Sovietica nella Commissione <---Speciale di Pubblica <---Stabenov di Amburgo <---Stati di Zambia <---Statistica <---Stato Byrnes <---Stato In Italia <---Stato Indipendente Croato <---Stato Maggiore Moshe Dayan <---Stato Operaio <---Stato fascista <---Stello Ronzani <---Storia contemporanea <---Storia del Movimento <---Storia del Terzo Reich <---Storia di Milano <---Studente di Genova <---Sud dalla Corona <---Supérieure a Ginevra <---Susacko-Kastavski <---T.R.T. <---Tedesca nella Germania <---Teologia <---Terni Clemente Maglietta <---Terzo mondo <---Terzo programma <---The Nurnberg Case <---The S <---The S S <---Theo Haubach <---Thyssen a Krupp <---Tornò in Europa <---Tornò in Germania <---Torre degli Alberi <---Tribunal Militare International <---Tribunale del Popolo <---Triste a Firenze <---Turchi Giulio <---Turri Adamo <---U.F.C.O. <---U.G.C.C. <---U.H.R.O. <---U.R.S.S <---U.S.A <---USA <---Ugolini Giulio <---Ugolini Luigi <---Ulbricht a E Weinert <---Ulisse Igliori <---Umberto Recalcati <---Umberto Savio <---Unità Proletaria <---Universale di Roma <---Urbanistica <---Uva Vaccari <---V Armi a Krajova <---Val Cismon <---Valle San Nicolao <---Valli Valdesi <---Valli di Lanzo <---Vallo di Caluso <---Vendicatori di Vilna <---Veneto a Roma <---Veracini Elisa <---Verano in Roma <---Vicino Oriente <---Vienna dalla Gestapo <---Villa Nueva del Pardillo <---Villa San Pietro di Monterosso <---Villa Triste <---Vincenzo Carbone <---Vinicio Fontanot <---Vistola a Sando <---Viti Ferdinando <---Vittoria Nenni <---Vittorio Emanuele <---Volterrani Aurelio <---W.L. <---Walter Schellenberg <---Werner Scharff <---Willi Graf <---Willy Brandt <---Z.A.N. <---Z.A.N.U. <---Z.A.P.U. <---Z.W.Z. <---Zagabria in Austria <---Zatini Oscar <---Zimbawe Africari National Union <---Zona del Canale <---Zum Tode <---Zyklon B <---abbiano <---alpinismo <---alpinista <---anarchismo <---antagonismi <---antagonisti <---anticomunismo <---anticomunisti <---antiegiziano <---antiimperialiste <---antinazionalista <---antinazismo <---antinaziste <---antisocialismo <---antisocialista <---apprendista <---apprendisti <---ariani <---articolista <---artigiana <---artigiano <---attivista <---autoritarismo <---azionisti <---badogliano <---batteriologica <---bellicista <---bolscevismo <---browderista <---cacciano <---calvinismo <---capitalisti <---caselliano <---casigliani <---castrismo <---cementista <---centriste <---centristi <---collaborazionismo <---colonialista <---colonialiste <---conformismo <---conservatorismo <---crismi <---cristiane <---dell'Aronchio <---dell'Atlantico <---dell'Economia <---dell'Egitto <---dell'Europa <---dell'Occidente <---deologia <---dilettantismo <---disfattismo <---dogliani <---doppiogiochista <---egiziana <---egiziane <---egiziani <---egoismo <---elettricista <---emiliano <---estremiste <---estremisti <---filonazista <---funzionalismo <---fuoruscitismo <---futurismo <---futurista <---gappista <---gappiste <---gappisti <---germanesimo <---giano <---giansenismo <---giellista <---goethiano <---golliste <---guardiani <---guevarismo <---hitleriane <---ideologie <---individualismo <---internazionalista <---internazionaliste <---internazionalisti <---irredentismo <---isolazionismo <---israeliana <---israeliane <---israeliano <---isterismo <---istriana <---istriano <---kennediana <---laburismo <---latifondista <---leninismo <---lista <---marchigiana <---mariana <---marxiste <---mazziniano <---mecenatismo <---militarista <---monolitismo <---mosaicista <---musicista <---musicisti <---mussoliniano <---nazionaliste <---nazionalisti <---nazionalsocialista <---nazionalsocialisti <---negliano <---nell'Africa <---nell'Estremo <---neoclassicismo <---neocolonialismo <---neofascisti <---neofuturismo <---neonazisti <---neutralismo <---nismo <---novecentismo <---oftalmologia <---oltranzisti <---pacifista <---pacifiste <---pacifisti <---paracadutista <---patriottismo <---perialismo <---pisti <---pomeridiane <---postbismarckiana <---postweberniana <---prefascista <---pretoriani <---professionista <---protestantesimo <---protezionismo <---protezioniste <---prussiana <---prussiano <---psicologia <---psicologico <---radiologia <---radiologico <---radiotelegrafista <---rattrista <---razionalismo <---razionalisti <---razzismo <---razzisti <---realismo <---realista <---revisionismo <---rialiste <---riano <---ribellismo <---rodhesiano <---sappiste <---saragattiana <---scissionisti <---secessionisti <---semifasciste <---separatisti <---siana <---sioniste <---sionisti <---snobismo <---spontaneismo <---squadrismo <---squadristi <---sraeliano <---staliniana <---surrealismo <---teologia <---teologica <---teologici <---teologico <---ternazionalisti <---tigiani <---trotzkista <---uturismo <---voluzionarismo <---wilsonismo