→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale antimperialista è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 1031Entità Multimediali, di cui in selezione 46 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 55

Brano: [...]quotidiano « La Voce » di Napoli. Eletto deputato nel 1948, è stato rieletto in tutte le successive legislature, per la circoscrizione AvellinoSalerno. È membro del Consiglio nazionale dell’A.N.P.I..

America Latina

America del Sud. Nonostante sia indipendente da 150 anni, il continente sudamericano è scosso da un vasto movimento di liberazione nazionale che si articola in differenti tipi di lotta, ma che ha in comune un chiaro orientamento antimperialista e progressista. Le lotte popolari dell'A.L. sono diversamente qualificate dalle particolari condizioni dei diversi paesi. Nel Perù, nel Venezuela, nel Guatemala, in Colombia è in atto una lotta armata; in Cile, in Uruguay e per ora. in Argentina, dove il colpo di stato del generale Juan Carlos Ongania, effettuato il 27.6.1966, ha determinato nuove condizioni di lotta, il movimento segue una linea strategica basata sulla lotta pacifica, ma sempre rivolta alla liberazione del paese.

Il movimento di liberazione Le ragioni dell’esistenza di un mo

vimento di liberazione in un continente già [...]

[...] strategia della lotta rivoluzionaria. Le sconfitte del movimento di liberazione in Argentina (1959 e 1964) e in Ecuador (1962) hanno dimostrato che non basta seguire l’esempio castrista della lotta armata per creare ovunque condizioni rivoluzionarie, e quindi hanno chiarito la necessità di uno stretto legame tra lotta armata e movimento delle masse; ma soprattutto hanno dimostrato l’intima connessione tra obiettivi rivoluzionari interni e lotta antimperialista. La lotta armata è stata ripresa in tutte quelle situazioni, in cui la violenza reazionaria non consente ancora un’azione legale e pacifica delle masse.

Guatemala

Il Guatemala è il paese in cui la lotta armata di liberazione nazionale sta ottenendo i maggiori successi, mettendo in serie difficoltà la dittatura di Peralda Azurdia. La guerriglia è diretta dal Partito Guatemalteco del Lavoro (P.G.7., comunista) e dal Movimento Rivoluzionario 13 novembre (MR13, di ispirazione trotskista). Le origini della guerriglia sono da ricercarsi in uno sviluppo drammatico degli avvenimenti. Nel 1954 u[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 233

Brano: [...]tesa al continente africano, che desse nuovo vigore alla lotta anticolonialista.

Bandung non fu la prima conferenza anticolonialista del dopoguerra. Nel marzo del 1947 vi era stata in India una conferenza panasiatica e, ancor prima, nel 1945, si era tenuta a Manchester la prima conferenza panafricana. Ma Bandung fu la prima conferenza a carattere intercontinentale e, soprattutto, la prima in cui si potè trarre un bilancio positivo della lotta antimperialista, con il concorso di un gruppo di paesi ex coloniali indipendenti.

Fu il capo del governo indonesiano, Ali Sastroamidjojo, a proporre la riunione delle nazioni indipendenti d’Asia e d’Africa, perché « decidessero del proprio avvenire senza l'ingerenza del mondo occidentale ». La conferenza non si svolse pacificamente: le potenze occidentali la ostacolarono in ogni modo e numerosi dei paesi presenti (particolarmente le Filippine) si fecero portavoci di quella opposizione, rifiutando le posizioni neutraliste, antimperialiste e ostili alla guerra fredda che vennero via via emergendo.

Un ruo[...]

[...]acolarono in ogni modo e numerosi dei paesi presenti (particolarmente le Filippine) si fecero portavoci di quella opposizione, rifiutando le posizioni neutraliste, antimperialiste e ostili alla guerra fredda che vennero via via emergendo.

Un ruolo decisivo nella conferenza ebbero l’india e la Repubblica popolare cinese, il cui accordo consentì un esito positivo dei lavori, con l’approvazione di un documento che orientò per molti anni la lotta antimperialista dei paesi ex coloniali. La risoluzione finale conteneva cinque punti centrali: 1) rispetto per la sovranità e Tinte* grità territoriale di tutte le nazioni e riconoscimento dell’eguaglianza di tutte le razze e di tutti i paesi, grandi o piccoli che siano; 2) astensione da interventi e interferenze negli affari interni di altri paesi; 3) astensione dall’uso e dalla minaccia della forza contro i popoli; 4) composizione di tutte le vertenze internazionali con mezzi pacifici, quali trattative, arbitrati e conciliazioni; 5) sviluppo della cooperazione reciproca nel quadro delTONU.

L'unità reali[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 724

Brano: Sudafrica

nel paese per importanza, con un programma antimperialista. Nel 193536 questa lega condannò l’invasione italiana dell’Etiopia e l’invasione giapponese della Cina. L’antimperialismo e la noncollaborazione erano ormai diventati i due principi abbinati dei nuovi movimenti di liberazione. Nel 1937 Gool propose una “unità noneuropea” per realizzare questi scopi. Senonché l’A.A.C., l’A.N.C. e il C.P.S.A. accettarono come “portavoce” dell’A.A. C. il N.R.C. e spezzarono il boicottaggio facendo una campagna per far eleggere come rappresentanti indigeni “bianchi” i liberali Ballinger, Hemming e Molteno, ma il 61% degli “elettori” registrati boicottò le elezion[...]

[...]popolo africano » (Verbali del C.P.S.A., 29.12.1938).

Punto di riferimento delle forze della noncollaborazione divenne da questo momento l’Associazione Nuova Era (N.E.F.) fondata nel 1937 a Città del Capo come un forum aperto da Gool, B.M. Kies, I.B. Tabata, S.A. Jayiya e altri che, insieme al gruppo La Guma del C.P.S.A. e a militanti della N.L.L., nel marzo 1938 diedero vita al Fronte unito noneuropeo (N.E.U.F.) per una politica nonrazziale, antimperialista e noncollaborazionista. Nell'autunno del 1939 il N.E.U.F. tenne assemblee di massa contro le nuove leggi di segregazione e in favore della Cina e dell’Etiopia. Il dottor Y. Dadoo, dirigente “indiano” del C.P.S.A., nel settembre 1939 fu arrestato per dichiarazioni contro la guerra fatte dal N.E.U.F.. In seno a questa organizzazione anche Kies, Gool, Tabate, Jaffe, Jayiya e altri del N.E.F. denunciavano il nuovo conflitto mondiale come interimperialista. Essi condannavano la collaborazione del

C.P.S.A. con i nazionalisti sudafricani e con i nazisti, nonché il giornale razzista del C.P.S.A. “[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 171

Brano: [...]vvissuti alla spietata repressione nazista, riuscirono a sviluppare un lavoro clandestino, di carattere disfattista, aH’interno dell'esercito, ma nel 1943 vennero scoperti dalla Gestapo e quasi tutti giustiziati.

Dopoguerra

Dopo la fine del conflitto mondiale, con la suddivisione del mondo in due zone di influenza, i trotzkisti presero posizione per la difesa e l’appoggio “critico” all’U.R.S.S., vedendo in questa una forza fondamentalmente antimperialista. Un’ulteriore conferma della natura “socialista” dell’U.R.S.S., seppure “degenerata”, secondo gli eredi di Trotzkij si sarebbe avuta con l'ondata di statalizzazioni attuate nei paesi dell’Europa orientale divenuti satelliti di Mosca. Per cui, dopo il 1948, i trotzkisti sostennero che anche questi Stati, pur senza passare attraverso una rivoluzione proletaria, si erano trasformati in “Stati operai deformati”. La conclusione che i trotzkisti trassero da questi cambiamenti fu che i rapporti di forza tra capitalismo (da essi identificato esclusivamente nel mondo occidentale) e socialismo (i paesi[...]

[...]anta quando Michel Raptis (Pablo), uno dei massimi dirigenti della Quarta Internazionale, sostenne che la Terza guerra mondiale (ormai ritenuta imminente) avrebbe diviso il mondo in due soli campi contrapposti e, riallacciandosi alle posizioni di Trotzkij, affermò che in tal caso i trotzkisti avrebbero dovuto schierarsi in difesa dell’U.R.S.S.. Spingendosi poi al di là delle posizioni politiche di Trotzkij e partendo dal presupposto che il campo antimperialista si era nel frattempo rafforzato, Pablo giunse a pronosticare una funzione essenziale dell'U.R.S.S. a livello internazionale nella direzione della lotta rivoluzionaria che si stava approssimando e questa era, secondo il suo parere, una ragione sufficiente per indurre i trotzkisti a entrare nei partiti comunisti ufficiali, anche a prezzo di una finta capitolazione. Quasi tutta la Quarta Internazionale si allineò su tali posizioni, a eccezione della maggioranza del Parti Communiste Internationaliste (denominazione della Sezione francese della IV Internazionale), che si schierò con Lambert e si o[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 33

Brano: [...]zzò.

Il 14.3.1944, per la prima volta da quando era nato il nazionalismo algerino, il movimento di Ferhat Abbas si incontrò con il P.P.A. e con l’Associazione degli Ulema, per dare vita a un’organizzazione unitaria che prese il nome di «Amici del Manifesto e della Libertà » (A.L.M.). Gli obiettivi politici ne erano tra i più avanzati: creare in Algeria « una repubblica autonoma, federata a una repubblica francese rinnovata, anticolonialista e antimperialista »; « lottare contro i privilegi delle classi dirigenti, affermando l’uguaglianza tra gli uomini »; « smascherare gli intrighi e le manovre delle forze reazionarie e feudali mussulmane e francesi, e di tutti coloro che hanno un interesse qualsiasi al mantenimento del regime coloniale ». Nel frattempo, il prolungarsi della guerra aveva aggravato le condizioni di vita delle masse algerine; l’inflazione dilagava, la disoccupazione toccava vertici paurosi, la miseria tipica della dominazione coloniale si trasformava in fame.

Il Congresso nazionale della A.L.M., che si tenne ad Algeri nel 1945, [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 183

Brano: [...]arazione, del 4.2. 1962, fu stesa fn risposta all’embargo delle merci cubane decretato dagli U.S.A. il 3 febbraio. Più ampia della prima, contiene un’approfondita analisi della situazione dell’America Latina (v.)f dello sfruttamento imperialista e dei processi rivoluzionari apertisi negli ultimi dieci anni; afferma la necessità della lotta armata; denuncia l’incapacità della borghesia di « guidare nell’attuale fase storica la lotta antifeudale e antimperialista », e sottolinea il ruolo rivoluzionario dei contadini, quando questi abbiano « la direzione rivoluzionaria e politica della classe operaia e degli intellettuali rivoluzionari ». Questa seconda Dichiarazione ebbe il carattere di « manifesto » in tutto il continente sudamericano, indicando nell’esempio di Cuba un insegnamento valido per gli altri paesi e popoli. Anche se corretta in alcune sue formulazione dagli stessi cubani, essa è stata assunta come base dell’azione rivoluzionaria da vari movimenti politici dell’America Latina, compresi alcuni partiti comunisti.

La Prima conferenza tricon[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 226

Brano: [...] » a carattere « internazionale », capace di unire « tutte le forze democratiche » delle colonie francesi, « per intensificare la lotta di liberazione nazionale ». Il Congresso di Bamako sancì la nascita di questa nuova organizzazione.

Osteggiato violentemente dai grandi partiti francesi, particolarmente dalla S.F.I.O. e dal M.R.P., perseguitato dalle autorità coloniali, il R.D.A. diventò nel giro di pochi mesi la forza principale della lotta antimperialista nell’Africa francese. Con 1.000.000 di aderenti e con un giornale di larga diffusione, il Réveil (Risveglio); con 11 deputati e 7 senatori al Parlamento di Parigi, grazie al suo apparentamento col Partito comunista francese, il R.D.A. mise in movimento tutte le forze nazionaliste deH’Africa nera, creando una serie di fronti nazionali che, dal 1947, furono presenti nel Senegai, nel Sudan, nel CongoBrazzaville, in Guinea, nella Costa d'Avorio, nel Ciad, nel Camerun, nel Dahomey.

Nonostante l’esclusione del Partito comunista dal governo francese (1947) e la repressione operata nel

226



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 227

Brano: Banca Commerciale Italiana

10 stesso anno dai colonialisti nel Madagascar, il R.D.A. rimase fino al 195051 il partito più forte e più decisamente antimperialista dell 'Africa nera. La sua coerente opposizione alle varie formule adottate dal colonialismo francese per conservare i propri privilegi (l’Unione Francese, la leggequadro, etc.), le persecuzioni subite, la sua capacità di mettere in movimento le masse indigene al di là delle fittizie frontiere nazionali erette dal colonialismo, hanno lasciato un solco profondo nella storia del nazionalismo africano.

Le fortune del R.D.A. cominciarono a declinare nel 1949, quando la repressione divenne più violenta. I massacri compiuti a Dibokro (50 morti e un centinaio di feriti), l’assassinio di Biako Boda[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 530

Brano: [...]ovesciata la dinastia, egli si affianca al fondatore della repubblica Sun Yatsen. Questi fonda il Kuomintang, movimento nazionalista progressista che aveva per programma l’emancipazione della Cina (v.) dalla dipendenza e dallo sfruttamento delle grandi potenze, la sua trasformazione in stato democratico, popolare, moderno, e ne fissa il centro dell’attività a Canton.

Dopo la rivoluzione bolscevica Lenin comprese il carattere rivoluzionario ed antimperialista del Kuomintang e la possibilità che questo aveva di raccogliere tutte le forze sane del popolo per scacciare gli imperialisti e creare uno stato unitario democratico e avanzato. Tra Lenin e Sun Yatsen vennero stabiliti rapporti e TUnione Sovietica aiutò la repubblica di Canton ad organizzarsi e a rafforzarsi per diventare il centro motore di un grande movimento rivoluzionario.

Alla testa del Kuomintang

È in questo clima ed in questo ambiente che Chiang Kaishek si distingue per le sue doti di militare, di politico e di intrigante senza scrupoli. Manda il figlio a studiare alTUniversità O[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 531

Brano: [...]osizioni del comandante supremo.

Quest’ultima carica era affidata naturalmente a Chiang Kaishek che, in pari tempo, diveniva anche presidente del Consiglio militare del governo nazionale e capo della sezione militare del Comitato esecutivo centrale del Kuomintang. In tal modo Chiang Kaishek era riuscito a concentrare nelle proprie mani tutti i poteri civili e militari. Non sconfessa ancora gli ideali del Kuomintang e gli obiettivi della lotta antimperialista, che erano alla base dell’alleanza con il P.C.C.; continua a ricevere aiuti dall’Unione Sovietica, si serve dei consiglieri e degli istruttori militari sovietici, ma già tiene i piedi in due staffe. I grandiosi successi dell’esercito rivoluzionario convincono inglesi, americani e giapponesi a puntare su di lui come cavallo vincente. Si arriva così alla stipulazione dell’accordo segreto che ver

rà messo in atto con la presa di Shanghai.

Qui, la sera dell’11.4.1927, i comunisti vennero proditoriamente attaccati e trucidati in massa. Il P.C.C. fu estromesso dal Kuomintang e gettato nella c[...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine antimperialista, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---comunista <---Partito comunista <---comunisti <---socialista <---fascismo <---fascista <---imperialismo <---socialisti <---antifascista <---Storia <---imperialista <---nazionalista <---La lotta <---socialismo <---Diritto <---colonialismo <---fascisti <---italiana <---nazionalisti <---Agraria <---P.C.I. <---U.R.S.S. <---italiani <---nazionalismo <---capitalismo <---progressista <---fasciste <---italiano <---Comitato centrale <---La prima <---U.S.A. <---indiani <---indiano <---italiane <---nazionaliste <---nazista <---C.L.N. <---Pratica <---collaborazionista <---ideologica <---imperialisti <---marxista <---nazisti <---riformisti <---socialiste <---A.N.C. <---A.N.P.I. <---Bibliografia <---Che Guevara <---I.C. <---Il P <---Il Partito comunista <---P.C.C. <---P.S.I. <---Sistematica <---antifascisti <---antimperialiste <---imperialiste <---internazionalista <---marxismo <---razzista <---razzisti <---siano <---A.P.O. <---Antonio Gramsci <---Banco di Roma <---C.C. <---C.G.L. <---C.P.S.A. <---De Beers <---Dinamica <---Diplomatica <---Fidel Castro <---G.A. <---Georgi Dimitrov <---Il P C <---Il P C C <---Il VII <---Il nome <---In particolare <---La Nostra Lotta <---Luigi Longo <---Medicina <---Movimento operaio <---N.A.T.O. <---N.E.U.M. <---Nostra Lotta <---O.N.U. <---P.C. <---R.D. <---R.D.A. <---S.F.I.O. <---Seconda Internazionale <---anticolonialista <---anticomunista <---antifascismo <---antimilitarista <---artigiani <---bellicista <---capitalista <---capitalisti <---castrista <---centralismo <---collaborazionisti <---colonialisti <---comuniste <---futuristi <---ideologiche <---ideologico <---indiana <---indonesiano <---internazionalismo <---interventista <---iraniani <---laburista <---lista <---liste <---marxiste <---marxisti <---nazifascismo <---nazifascista <---nazifascisti <---nazismo <---pacifisti <---propagandisti <---razzismo <---razziste <---revisionismo <---rialismo <---riformista <---stalinismo <---trotzkisti <---zarista <---A.A. <---A.A.C. <---A.L.M. <---A.P.A. <---A.P.O.C. <---African National Congress <---African Peoples <---African Trade <---Al VI <---Alceste De Ambris <---Aldo Palazzeschi <---Alegria del Pio <---Alleanza per il progresso <---Alpina G <---Alpina G L <---Alì Bhutto <---Amedeo Bel Ioni <---America Latina <---Anglo-American <---Anqelo Pietrobelli <---Anseimo M <---Antonio Mettifogo <---As Salim Al <---Attilio Ber <---Autieri a Firenze <---B.M. <---B.P. <---Banca Agricola Italiana <---Banca Commerciale <---Banca Commerciale Italia <---Banca Commerciale Italiana <---Banca Commerciale Italo <---Banca Commerciale Ungaro <---Banca Italiana <---Banca Italiana di Sconto <---Banco di Sicilia <---Bandiera Rossa <---Benedetto Croce <---Biblioteca comunale <---Brest-Litovsk <---Brigata G <---Brigata G L <---C.A.D. <---C.A.F. <---C.G.E. <---C.I.A. <---C.P.S. <---C.V.L. <---Calendario del Popolo <---Capo Orientale <---Capo W <---Capo W P <---Capo W P Schreiner <---Capo-Xhosa <---Capricorn Society <---Carlo Ambrino <---Carlo Farini <---Carlo Fracasso <---Carlo V <---Carta Atlantica <---Carta del lavoro <---Castillo Armas <---Cesare Xompero <---Charlemagne Péralte <---Chiang Chiung <---Clinica <---College di Fort Hare <---Colonial Office di Londra <---Comitati del Comitato <---Conferenza di Ginevra <---Conftrmxa A Bertiiro <---Congresso di Bamako <---Congresso di Livorno <---Corea del Nord <---Cornelia Farinon <---Corpo Organizzato Transkei <---Critica marxista <---D'Onofrio <---Dal Fronte <---Dalla C <---Dalla C A F <---Daria Malaguzzi <---Das Schwalbenbuch <---De Luca Editore <---Delano Roosevelt <---Diego Colombo <---Domenico Baron <---Domenico Lovato <---Domenico Marchioro <---Dorotea Rancan <---Due e mezzo <---E.C.P. <---Editori Riuniti <---Edmund Husserl <---Edoardo VI <---Eisner a Monaco <---El Hambrito <---Ernst Toller <---Etica <---Eugenio Curiel <---F.L.D. <---Fabrizio Maffi <---Felix Houphouet Boigny <---Ferdo Kozak <---Ferro-Tramvie <---Fondo Pia Carena Leonetti <---Francesco Dalla Valle <---Francesco Novati <---Fraschini di Milano <---Fronte Unico <---Fubine Monferrato <---G.E. <---G.L. <---Gabriel Péri <---Georg Friedrich Zundel <---Georg Simmel <---Giobatta Faedo <---Giornale di Vicenza <---Giovanni Amendola <---Giuseppe Belluzzo <---Giuseppe Di Vittorio <---Giuseppe Liberti <---Giustizia C <---Giustizia C Steyn <---Gli Algerini <---Gli Stati Uniti <---Guido Picelli <---H.L. <---Hailè Selassiè in Etiopia <---Hazal nello Huzistan <---Hikmat Sulaiman <---Houphouet Boigny <---I Congresso dell'Internazionale Comunista <---I.B. <---I.L.V.A. <---I.M.I. <---I.S.L. <---Igiene <---Il C <---Il C P <---Il Calendario <---Il Calendario del Popolo <---Il Comunista <---Il Fronte <---Il N <---Il N E <---Il N E F <---Il P S <---Il Partito comunista italiano <---Il V <---Il V Congresso <---Il punto <---Il ritorno <---Il vecchio <---Il viaggio <---Imanato del Golfo <---In carcere <---In segno di protesta <---Indie O <---Iraq Petroleum Company <---Irwin-Gandhi <---Isacco Serafini <---Isotta Fraschini <---Italian Superpower Corporation <---J.P. <---Jacobo Arbenz <---Jan Van Riebeeck <---Jawaharlal Nehru <---Jerome di New York <---Jesus College <---Joseph Kasavubu <---Juan Carlos Ongania <---Jugend in Deutsch <---Jusuf Sulaiman <---K.N.P.C. <---Kashmir nello Stato <---Kemal Ataturk <---Konno Yojiro <---Kuomintang di Sun Yat <---Kuwait National Petroleum Company <---L.D. <---L.I.D.U. <---La Guma <---La L <---La L I <---La L I D U <---La Repubblica <---La Voce <---La dittatura <---La guerra <---La lotta di classe <---La nostra lotta <---La rivoluzione russa <---Land Husbandry Act <---Lanificio Rossi <---Laureano Gomez <---Lavoro di Milano <---Lega Awami <---Lenin del Cusio <---Lenin-Churchill <---Leonida Bissolati <---Leopardo in Trastevere <---Letsie II <---Lettow-Voorbeck <---Liberazione di Terni <---Lloyd George <---Lloyd Sabaudo <---Lo Stato Operaio <---Lorenzo Ti <---Luigi Bevilacqua <---Luigi Campolonghi <---Luigi Repossi <---Léonard Spencer <---M.D.M. <---M.N.C. <---M.R.P. <---M.T. <---M.T.L.D. <---Ma non <---Maiori a Paestum <---Malawi-Rhodesia <---Manifeste Algérien <---Mario Rollier del Politecnico <---Marx del Giappone <---Masse-Mensch <---Meccanica <---Metallurgica Veneta <---Miguel Ydigoras Fuentes <---Mira Lanza <---Mobarek Al Sabah <---Mobiliare Italiano <---Modibo Keita del Sudan <---Mongolia Interna <---Monte Amiata <---N.A.P. <---N.D.P. <---N.E. <---N.E.F. <---N.E.U.F. <---N.I.C. <---N.L.L. <---N.R.C. <---Napoleone I <---Narciso Xompero <---Natale Kolaric <---National Democratic Party <---National Petroleum <---National Rail Road <---Nel N <---Nel N E <---Nel N E F <---Non European Unity Movement <---Nord L <---Nyasaland Move <---O.F. <---O.S.A. <---OSA <---Olimpo Xompero <---Operai e contadini <---Organizzatore dei Gruppi <---Organizzazione Speciale <---Organizzazione Stati Americani <---Orientale di Mosca <---Oscar Pino Santos <---Osoppo-Friuli <---P.C.A. <---P.C.F. <---P.C.U.S. <---P.D. <---P.G. <---P.K. <---P.P. <---P.P.A. <---Paimiro Togliatti <---Paolo Spadiliero <---Papà Doc <---Parlamento di Londra <---Parlamento di Parigi <---Parti Ouvrier <---Partito Comunista Algerino <---Partito Guatemalteco del Lavoro <---Partito Jusuf Sulaiman Fahid <---Partito Operaio <---Partito Unito di Smuts <---Partito del Congresso <---Partito del Popolo <---Party di Kenneth Kuan <---Patto Gentiioni <---Patto di Bagdad <---Penisola Arabica <---Persia Riza Khan <---Peuple Algérien <---Piero Bucalossi <---Piero Pergoli <---Pietro Tresso <---Pinar del Rio <---Pino Tomazic <---Pino del Agua <---Playa de Giron <---Poetica <---Popolo Algerino <---Populaire Algérienne <---Protettorato del Basutoland <---Questioni del Fronte <---R.A.U. <---Raimondo Ala <---Regno di Jugoslavia <---Repubblica del Mali <---Repubblica democratica <---Resistenza nel Ca <---Resistenza nel Lazio <---Resistenza nel Modenese <---Rhoclesi a African National Congress <---Rhodesia del Nord <---Rhodesia del Nord L Katilungu <---Rhodesia del Sud <---Rhodesia del Sud Joshua Nkomo <---Rhodesian African Trade Union Congress <---Rhodesian Front <---Rodhesia del Nord <---Rosa Lu <---Rosa Luxemburg <---S R I di Gretto <---S.A. <---S.A.D.E. <---S.I.P. <---S.M. <---S.P. <---S.S. <---Saint Do <---Salih Giabr <---Salim Al Sabah <---Samora Mosses Machel <---San Pietro <---San Pietro Musso <---Santa Clara <---Scienze <---Scuola Libera Popolare <---Scuola Rossa Superiore <---Sekou Touré <---Servants Act <---Shakai Taishuto <---Sierra Mae <---Snia Viscosa <---Società Cantieri Riuniti <---Società Navigazione Italiana <---South Rhodesian African Trade Union <---Southern Rhoclesi a African National <---Spalato nella Jugoslavia <---Spartaco Stagnetti <---Stati Uniti <---Stato Operaio <---Stato del Kuwait <---Stato democratico <---Stato operaio <---Storia dei Fuorusciti <---Storia sociale <---Studi filosofici <---Suboza II <---Sud Joshua <---T.I.G.R. <---T.O.B. <---Terzo Mondo <---Terzo Reich <---Tesi di Buk <---Tevfik Suvei <---The Socia <---Tito in Jugoslavia <---Tokuda Kyuichi <---Tontons Macoute <---Trattato di Versailles <---Tribunale di Napoli <---U.D.M.A. <---U.M. <---U.P.A. <---U.S <---U.S.P.D. <---URSS <---Unione Democratica del Manifesto <---Unione Popolare Algerina <---Unione nazionale <---Uria Timoeto Siman <---V Divisione Alpina <---Victor Adler <---Vili Divisione Garibaldi <---Voix Ouvrière <---Volume I <---W.H. <---Winston Léonard Spencer Churchill <---Z.A.P. <---Zona liberata <---Zulfikar Alì Bhutto <---abbiano <---analfabetismo <---antagonismo <---antibelliciste <---anticolonialiste <---antifasciste <---antimperialismo <---antimperialisti <---antipartigiana <---antischiavista <---antisemitismo <---antisocialista <---arditismo <---astigiana <---attendista <---attivisti <---avventurista <---awenturismo <---azerbaigiana <---barocchismo <---batistiana <---batistiano <---boliviano <---bolscevismo <---centristi <---cialfascismo <---cialismo <---cialisti <---classista <---colonialista <---costruttivisti <---crismi <---d'Algeria <---dell'Africa <---dell'Alta <---dell'America <---dell'Asse <---dell'Internazionale <---dell'Italia <---dell'Ottocento <---dell'Unione <---determinismo <---dinamismo <---disfattista <---dista <---dogmatismi <---dogmatismo <---doppiogiochista <---draconiane <---dualismo <---economisti <---egiziana <---egiziano <---elettricista <---espansionismo <---espressionista <---estremista <---estremiste <---eurocomunismo <---filofascisti <---filoimperialista <---filonazista <---fukumotismo <---futurismo <---futurista <---futuriste <---gappiste <---giuliane <---giuliani <---giuliano <---haitiani <---idealista <---ideologici <---ideologie <---imperialismi <---incoraggiano <---indiane <---indipendentista <---indonesiana <---induismo <---interimperialista <---interventismo <---iraniane <---irredentisti <---kuwaitiani <---latifondista <---leninismo <---leninista <---liana <---liberalismo <---liniani <---lismo <---maoiste <---marinettiana <---massimalista <---massimalisti <---militarismo <---motorista <---mussoliniana <---nasseriano <---nell'Africa <---neocolonialista <---neutralista <---noncollaborazionista <---opportunista <---pablista <---pacifista <---panafricanismo <---panindiano <---patriottismo <---persiana <---persiano <---progressiste <---progressisti <---protezionismo <---prussiana <---psicologica <---razionalismo <---realismo <---revisionista <---rhodesiane <---rhodesiani <---riconquista <---riformismo <---riformiste <---riste <---schiavista <---secessionisti <---segregazioniste <---sentimentalismo <---settarismo <---sindacalismo <---sindacalisti <---soliniana <---spartachiani <---spartachista <---spontaneista <---squadrista <---squadriste <---squadristi <---stalinista <---sull'Indocina <---svoltisti <---taliano <---tecnologiche <---ternationaliste <---terzinternazionalisti <---traliste <---trotskista <---trotzkismo <---trotzkista <---velleitarismo <---voluzionarismo <---weimariano <---zarismo