→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Rapallo è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 27Analitici, di cui in selezione 2 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Analitici)


da Paolo Alatri, Il Governo Nitti e la questione adriatica in KBD-Periodici: Nuovi Argomenti 1959 - 5 - 1 - numero 38

Brano: [...]sato; tuttavia é certo che se nel giugno 1920 Nitti avesse superato la crisi e fosse restato al goveron, i negoziati diretti per la soluzione della questione adriatica sarebbero stati ripresi entro breve tempo e, con ogni probabilità, portati a compimento. Giolitti, che gli succedette a capo del governo, lasciò invece passare qualche tempo prima di riprendere le trattative, che furono poi concluse il 12 novembre 1920 con la firma del Trattato di Rapallo.
L'accordo concluso da Giolitti e Sforza a Rapallo fu lievemente migliore, per l'Italia, di quello che Nitti e Scialoja stavano per raggiungere Pallanza e che avrebbero probabilmente realizzato dopo il giugno se fossero rimasti al potere: in modo particolare fu migliorata la linea di frontiera terrestre italojugoslava (2). Bisogna tener presente, da una parte che Nitti era convinto che fosse opportuno sacrificare eventualmente qualcosa alla celerità
(*) Il presente articolo riproduce alcune pagine conclusive di un ampio lavoro dallo stesso titolo di prossima pubblicazione presso l'editore Feltrinelli.
(1) FRANCESCO SAVERIO NITTI, Rivelazion[...]

[...]era convinto che fosse opportuno sacrificare eventualmente qualcosa alla celerità
(*) Il presente articolo riproduce alcune pagine conclusive di un ampio lavoro dallo stesso titolo di prossima pubblicazione presso l'editore Feltrinelli.
(1) FRANCESCO SAVERIO NITTI, Rivelazioni. Dramatis personae, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1948, pp. 34041.
(2) Non pare perciò fondata l'affermazione di F. S. NIrri (ibid., p. 343): « Al trattato di Rapallo segui l'accordo con la Jugoslavia: nulla era stato ottenuto che io non avessi ottenuto; anzi la situazione era stata di molto peggiorata D. Più aderente al vero RENÉ ALBRECHTCARRIÉ, Italy at Me Peace Conference, New York, Columbia University Press, 1938, p. 289, che scrive: « C'è ogni ragione di ritenere che la lunga disputa [italojugoslava] sarebbe stata portata a conclusione a Pallanza, e che, se così fosse stato, gli jugoslavi si sarebbero asicurate condizioni migliori di quelle che avrebbero ottenute di lì a qualche mese in condizioni che, sotto qualche aspetto, poterono sembrare meno fav[...]

[...]esi nell'Europa balcanica e danubiana, preoccupando la Jugoslavia e facendole intravedere il pericolo di un isolamento, la indussero a maggiore arrendevolezza di fronte all'Italia per chiudere in qualche modo il grave contrasto sul problema adriatico.
Tuttavia, anche tenuto conto di questo mutamento della situazione generale in cui si trovò a trattare Giolitti in confronto di Nitti, non ci sembra di grande importanza discutere se il Trattato di Rapallo fu più sfavorevole all'Italia dell'accordo che il precedente Governo avrebbe potuto firmare. Piuttosto, va messo in rilievo che, nell'affrontare il problema adriatico, Giolitti non soltanto poté avvalersi delle lunghe, estenuanti trattative già svolte da Nitti e dei risultati già da lui raggiunti, ma prosegui nello stesso indirizzo che Nitti aveva inaugurato nei confronti di Orlando e Sonnino. In sostanza, dunque, e salvo qualche aspetto di dettaglio, la questione adriatica fu risolta secondo le linee generali impostate e perseguite da Nitti in modo totalmente nuovo rispetto ai disordinati e [...]

[...]i non spregevoli dell'atteggiamento americano. Rimane da notare, tuttavia, che nella querela Wilson portò uno spirito d'intransigenza e una rigidezza dogmatica che apparvero dannosi anche a Lloyd George e a Clemenceau (6) e che più di una volta, prima ancora delle trattative dirette tra Roma e Belgrado, impedirono il raggiungimento di una soluzione obiettivamente non peggiore di quella assai più faticosamente trovata soltanto nel novembre 1920 a Rapallo. In sostanza, quindi, la difesa della nazione più debole assunta dagli Stati Uniti si converti, poiché attuata con così scarso
(6) Secondo il Premier inglese, ad_ esempio, Wilson era come un predicatore che voleva riscattare l'Europa dai suoi secolari errori. « Senza dubbio l'Europa aveva bisogno della lezione — egli scrisse —, ma il Presidente dimenticava che gli Alleati avevano combattuto quasi cinque anni per il diritto internazionale » (DAVID LLOYD GEORGE, The truth about peace treates, London, Gollancz, 1938, vol. I, pp. 22324). Sui difetti di temperamento di Wilson hanno scritto tutti [...]

[...]quanto a influenze finanziarie. Certo, i due elementi dovettero intrecciarsi, e il secondo non dovette mancare. Si disse insistentemente, allora, che gli americani avessero particolari mire sul porto di Fiume come elemento di una più vasta penetrazione nell'Europa centrale, che essi attendessero dagli jugoslavi un'arrendevolezza che non avrebbero trovato negli italiani (7); più tardi, nel periodo di vita dello Stato libero creato dal Trattato di Rapallo, gli americani progettarono l'acquisto di una parte importante del porto fiumano, su cui avrebbe dovuto esercitare la sua giurisdizione la « Standard Oil Company » (8), e in ciò si vide una specie di dimostrazione a posteriori dei motivi che avevano reso la diplomazia wilsoniana così dura, rigida, intransigente. Per contro, il banchiere americano Guggenheim, intervistato da un giornale italiano (9), dichiarò che gli Stati Uniti avrebbero dovuto preferire una soluzione italiana del problema di Fiume, perché gli jugoslavi ne avrebbero dato il,controllo agli inglesi (Wilson ormai conta poco, agg[...]

[...]a la pressione di gruppi economici e finanziari, non si creda che in Italia la vasta agitazione nazionalistica per Fiume non avesse le sue radici in ben individuabili interessi costituiti. Vivo era in particolare l'interesse degli armatori triestini a monopolizzare il corn
(7) Cfr. per es. ALCESTE DE AMBRIS, La questione di Fiume, Roma, La Fionda. 1920, pp. 3536.
(8) GIULIO BENEDETTI, La pace di Fiume. Dalla Conferenza di Parigi al Trattato di Rapallo, Bologna, 1924, p. 113.
(9) II Messaggero, 24 febbraio 1920.
(10) L'Idea Nazionale, 7 novembre 1919.
IL GOVERNO NITTI E LA QUESTIONE ADRIATICA 165
mercio dell'Alto Adriatico, controllando Fiume. Non a caso l'irredentismo fiumanodannunziano ebbe il suo quartier generale a Trieste, dove gli armatori, in mancanza di stipulazioni adeguate da parte del Governo italiano prima dell'intervento in guerra, puntavano sulla soluzione integrale del problema di Fiume — l'annessione — allo scopo di eliminare il pericolo di una concorrenza portuale (11). In tal senso, certamente, si adoperavano uomini co[...]

[...] essi dovevano passare armi e bagagli alla collaborazione col fascismo. Bisogna pur sottolineare il fatto che a contatto con la situazione qual era, specialmente quando si trattava di misurarsi con gli Alleati nelle trattative diplomatiche, quegli uomini erano costretti ad acquistare un realismo che era il naturale nemico di ogni atteggiamento nazionalistico. Uno di essi, Salvatore Barzilai, parlando al Senato il 15 dicembre 1920 sul Trattato di Rapallo, diede un riconoscimento prezioso di questo stato di cose: «Chi ebbe l'occasione di trovarsi a Parigi nel 1919 non può, in sua coscienza, moltiplicare le esigenze e accrescere le censure verso i negoziatori del Trattato di Rapallo. Non può per senso di onestà! »; e dopo aver indicato il carattere contraddittorio delle richieste italiane (Patto di Londra più Fiume): « Allora io ebbi il fondato dubbio che la pace italiana non si sarebbe potuta stringere senza una formula di compromesso: ogni più sincero sforzo da molti, da troppi fu fatto, ma era fatale che un compromesso dovesse suggellare la pace »;
(20) Per quanto riguarda Badoglio, vi è un episodio che dimosrra come egli si tenesse in contatto con i nazionalisti anche nel periodo in cui collaborava con Nitti. Durante la Conferenza di San Remo, Badoglio istallò a Vil[...]



da Ernesto De Martino, Apocalissi culturali e Apocalissi Psicopatologiche in KBD-Periodici: Nuovi Argomenti 1964 - 7 - 1 - numero 69

Brano: [...] strani i pomodori ». « Vede quella casa li di fronte? —dice la stessa malata — Per me è solo facciata con niente dentro ». Quando la malata viene dimessa, assicura di sentire tutto come prima:
(18) P. JANET, 1928, II, p. 63; cfr. 1903, pp. 289290, 294, 297, 314 (e perte de la fonction du réel » e « sentiment d'étrangeté » ).
(19) C. G. REDA, Perdita della visione mentale e depersonalizzazione nella psicosi depressiva, in Atti del Symposium di Rapallo, 1960, citato da Vella, 1960, p. 56. Per la «banalità» degli ambiti percettivi coinvolti nel vissuto di mutamento e di spaesamento (p.es. alcune sedie messe in fila, il riflesso del sole sulla strada, tre tavole bianche in un caffè), cfr. MEYERGRoss, Clinical Psychiatry, London 1958, p. 238.
130 ERNESTO DE MARTINO
tocca, con un certo compiacimento, la scrivania, la macchina da scrivere, il tavolo, ne descrive la materia. Poi prende in mano un portacenere e dice: « Adesso lo sento vivo nelle mie mani, so chi è di maiolica: prima sembrava finto ».
L'inizio della crisi di spaesamento, oltre c[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Rapallo, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---Ciò <---Così <---Dogmatica <---Più <---Storia <---italiana <---italiano <---socialista <---Action <---Adesso <---Agraria <---Aibricci <---Albert Camus in Le <---Alcuni <---Alla Conferenza <---Allgemeine Psychopathologie di Jaspers <---Allora <---Alpi <---Alto Commissario <---Antonio Roquentin <---Aperçu <---Apocalisse <---Apocalypse <---Apokalyptik <---Armando Hodnig <---Aspettate <---Aspetti <---Atlante <---Aut-Aut <---Bacone da Verulamio <---Banca <---Banca Commerciale <---Barrère <---Barrés <---Barzilai <---Basterà <---Beauvoisis <---Belgrado <---Bellasich <---Beniamino Finocchiaro <---Beziehung <---Bibliografia <---Big Four <---Bilancio <---Biscaro <---Bissolati <---Boemia <---Bossard <---Bouville <---Bretoni <---British Foreign Policy <---Brofferio <---Bruno Gallieri <---Buchanan <---Caffè dei Bretoni <---Cambray <---Camus <---Casa Editrice <---Cassazione <---Cattaro <---Caviglia <---Centre National <---Chiesa di Cristo <---Chiliasmus <---Christus <---Ciò in Italia <---Clemenceau <---Clinica <---Clinical Psychiatry <---Columbia University <---Come <---Confina Psychiatrica <---Conseil <---Consiglio Supremo <---Constable <---Corriere della Sera <---Cosulich <---Cotard <---Cultural Anthropology <---Cunard Line <---D'Annnuzio <---D'Annunzio <---Dal <---Dal Patto di Londra <---Dalla Conferenza <---Das Reich <---Daseins <---Daseins-Umwandlung <---Daseinsanalyse <---De Martino <---Del resto <---Der Brief <---Devachan <---Dialettica <---Die Metapher <---Die Mitte <---Die Welt <---Dinamica <---Diplomatica <---Diplomats <---Diritto <---Diritto internazionale <---Documents <---Dramatis <---Dépersonalisation <---Ecco <---Edizioni Scientifiche Italiane <---Einmaligkeit <---Enzo Tagliacozzo <---Erkrangunken <---Erneuerung <---Escatologia <---Esquirol <---Esteri Lord Curzon <---Faktoren <---Fenomenologia <---Filippo Lord <---Filosofia <---Filosofia della storia <---First Series <---Foch <---Forges Davanzati <---Fortschritte <---Francesco Bacone <---Francia <---Gaetano Salvemini <---Garnier <---Gegenwart <---Genetica <---Genève <---Geschichtsauffassung <---Gestaltpsychologie <---Giolitti <---Giorgio Mortara <---Giovanni Jervis <---Gollancz <---Governi di Roma <---Governo Nitti <---Gregorio Samoa <---Guggenheim <---Hans Sedlmayr <---Hardinge <---Harold Spencer <---Health <---Heidelberg <---Heilserwartungs <---Heilsgeschichte <---Hoffmannsthal <---Horn-Wien <---Houghton Mifflin Comp <---Ibid <---Ibsen <---Il Messaggero <---Il Pisani <---Ilte <---Images <---Impétraz <---Insecuritas a dell'Archivio di Filosofia <---Interpréte <---Interpréte PAUL <---Jugoslavia <---Kasuistik <---Klagenfurt <---Kranz <---Kubin <---La Fionda <---La Nausée <---La Nuova Italia <---La Rivoluzione <---La Vita <---La lotta <---Limitandoci <---Lloyd George <---Londra <---Lord Chandos <---Lord Curzon <---Lord Hardinge <---Louls <---Ma Giolitti <---Manziana <---Me Peace <---Middle Ages <---Milano-Roma <---Millennial Dreams in Action <---Millennium <---Ministero <---Ministère <---Mitsein <---Mme Séchehaye <---Molfetta <---Mosconi <---Muro Lucano <---Mussolini <---Méphistophélès <---Naissance <---Nativismus <---Nemi <---Neri Pozza <---Neurologia <---Niente <---Nitti <---Nocturne Vulgaire <---Noia <---Nuova Italia <---Oltre <---Opler <---Orlando-Sonnino <---Ospedale <---Pallanza <---Paul Brulat <---Peace Conference <---Peacemaking <---Pensiero filosofico <---Per Nitti <---Pierre Bourget <---Pierre Loti <---Pittaluga <---Plon <---Pléiade <---Pmo <---Pochi <---Pogliani <---Porro <---Pratica <---Presse de Paris <---Preziosi <---Prodam <---Prophetismus <---Prosa <---Psichiatria <---Psicologia <---Psicologia Neurologia <---Psicopatologia <---Psychiatrie <---Psychoanalytische Bemerkungen <---Psychopatologie <---Puccinelli <---Rassegna di Studi Psichiatrici <---Recherche Scientifique <---Religions de Salut <---Rencontres <---Renouvellement <---Retorica <---Robert Volmat <---Robetro <---Robilant <---Roma Buchanan <---Ronchi <---Roquentin <---Rouen <---Russia <---Saladini <---Salata <---Salut <---Salvemini <---Salzburg <---San Remo <---Sandberg <---Schiff <---Schizophrenen <---Schizophrenie <---Scialoja <---Semaine de Sociologie <---Senato <---Sforza a Rapallo <---Sienne <---Silvio Crespi <---Sisyphe <---Society <---Soziologie <---Standard Oil Company <---Stato <---Stato in Italia <---Stato libero <---Storch <---Studi Psichiatrici <---Sulla <---Sylvia L <---Symbole <---Symboles <---Thaon di Revel <---The Big <---The Hague <---Tiefenpsychologie <---Tittoni <---Toeplitz <---Topica <---Tournebride <---Trattato di Rapallo <---Twentieth-Century <---Umsturzbewegungen <---Università di Roma <---Untergangs <---Untersuchungen <---Van Gogh <---Vella <---Venezia Giulia <---Vergleichende Psychiatrie <---Verlaine <---Verlust <---Verulamio <---Vittorio Emanuele Orlando <---Wahn <---Wahnerlebnisse <---Wahnstimmung <---Wahrnehmung <---Wahrnehmungswelt <---Wandlung <---Weltuntergangs <---Weltuntergangser <---Weltuntergangserlebnis <---Weltuntergsangserlebnis <---Weltvernichtung <---Zanellà <---Zeir <---Zur Kenntnis <---afflosciano <---annessionista <---annessionisti <---antifascista <---antinazionalista <---antinazionaliste <---antinazionalisti <---antropologica <---antropologiche <---antropologico <---astrattismi <---autonomisti <---azionisti <---bissolatiano <---capitalisti <---cattolicesimo <---cinismo <---colonialismo <---combattentismo <---corporativismi <---costruttivismo <---cristiana <---cristiano <---cubismo <---d'Aroma <---d'Etude <---d'Europa <---d'Italia <---d'étrangeté <---dannunziana <---dannunzianesimo <---dannunziani <---dannunziano <---danubiana <---dell'Adriatico <---dell'Alto <---dell'Archivio <---dell'Europa <---dell'Intesa <---denunziano <---disfattismo <---dogmatismi <---dostojewskiano <---economista <---escatologia <---escatologica <---escatologico <---eschatologie <---esistenzialismo <---esorcismo <---espressionismo <---estremismo <---estremisti <---etnologico <---eziologici <---facciano <---fascismo <---fascista <---fascisti <---fenomenologica <---filologico <---filosocialista <---futurismo <---geriano <---giolittiana <---giolittismo <---guardiane <---guardiani <---ideologia <---ideologici <---illuminista <---indipendentisti <---interventisti <---intravista <---irredentismo <---italiane <---italiani <---junghiana <---laburista <---liberalismo <---marxismo <---marxista <---massimalismo <---massimalista <---massimalisti <---metodologia <---metodologiche <---metodologici <---metodologico <---militarismo <---militarista <---millenarismi <---millenarismo <---nazionalismi <---nazionalismo <---nazionalista <---nazionaliste <---nazionalisti <---nell'Europa <---nell'Idea <---nell'Inghilterra <---nell'Unità <---neofreudismo <---neutralisti <---nittiana <---nittiano <---ostruzionismo <---ottimismo <---persiane <---piscopatologici <---protocristiana <---protocristianesimo <---protocristiano <---proustiano <---psicoanalisti <---psicologica <---psicologico <---psicopatologia <---psicopatologica <---psicopatologiche <---psicopatologici <---psicopatologico <---radicalismo <---realismo <---riconquista <---riformista <---riformisti <---rimbaudiana <---rimbaudiano <---rinviano <---rischiano <---sartriano <---siano <---simbolismo <---socialismo <---socialisti <---sociologie <---sovversivismo <---stiano <---sull'Ansaldo <---surrealismo <---surrealisti <---tarantismo <---testimoniano <---tismo <---tologie <---vogliano <---volteriani <---wilsoniana