→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Italo Calvino è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 88Entità Multimediali, di cui in selezione 6 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 185

Brano: [...]nte del P.C.I. e da intellettuali non comunisti, ma interessati al confronto con la tematica marxista. Tra gli articolisti più assidui dei primi anni, si ricordano Celeste Negarville, Natalino Sapegno, Guido Dorso, Lucio Lombardo Radice, Ruggiero Grieco, Paolo Alatri, Giuseppe Di Vittorio, Mario Alicata, Franco Rodano, Giuseppe Berti, Felice Platone, Aldo Natoli, Giorgio Amendola, Giorgio Candeloro, Corrado Alvaro, Luigi Longo, Gabriele de Rosa, Italo Calvino, Mauro Scoccimarro.

La redazione, composta da soli membri del partito, subì agli inizi pochi mutamenti. Alla morte di Felice Platone, vicedirettore responsabile dal giugno 1948 al gennaio 1955, subentrò in qualità di redattore responsabile Renato Mieli, poi sostituito (dopo la fuoriuscita di questi dal partito) da Sergio Segre. Dal gennaio 1958 il Comitato di redazione fu composto da Mario Alicata, Luciano Barca, Pietro Ingrao, Bruzio Manzocchi, Renato Mieli, Aldo Natoli, Rossana Rossanda, Mauro Scoccimarro, Emilio Sereni, Gianmario Vianello. Segretaria di redazione, dal 1945 in poi, sarà [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 521

Brano: [...]ma del documentario « KZ Konzentrationslàger » sul campo di Gusen I

Fotogramma del documentario « KZ Konzentrationslager » realizzato da Franco Ciusa, Mauro Artioli e Andrea Liberatori (1960)

tiva XXV Aprile di Torino che riuscì a raccogliere attraverso una sottoscrizione popolare i 12 milioni necessari per la realizzazione, l'opera è firmata da Isacco Nahoum (v.) e dai fratelli Canavero, con montaggio di M. Serandrei e commento parlato di Italo Calvino e Paolo Spriano. Quest'opera non ebbe il successo di pubblico che arrise ad “Allarmi siam fascisti!”, ma costituisce una pietra miliare nell’archivio della Resistenza per la ricchezza e la rarità di immagini raccolte nelle biblioteche di tutta Europa. Alla fine degli anni Settanta ebbe inizio il declino del documentario storicocinematografico, una fine decretata dall'entrata in campo, anche in questo settore, della televisione. Le immagini documentarie non vennero più proposte nel grande schermo, ma cominciarono ad affollare i programmi televisivi, con esiti spesso alquanto discutibili. Ebber[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 433

Brano: [...]ni della pace Pietro Nenni e al segretario generale Emilio Sereni, vanno ricordati Ambrogio Donini, Giuliano Pajetta, Riccardo Lombardi (dopo iniziali riserve), Renato Guttuso, Giulio Cerreti, Gelasio Ada,moli, Giorgio Fenoaltea (rappresentante italiano nella segreteria mondiale), Giorgio Fanti, Ferdinando Santi, Maurizio Valenzi, Umberto Terracini. Tra le personalità della cultura si distinsero Sibilla Aleramo, Luigi Russo, Salvatore Quasimodo, Italo Calvino, Leonida Re paci, Francesco Jovine,

Pai miro Togliatti alla Festa dell'Unità di Roma, mentre viene lanciata una colomba della pace (1956)

Massimo Bontempelli, Giuseppe De Sanetis, Cesare Zavattlni. Tra gli uomini politici provenienti dall'area governativa, l’on. Raffaele Terranova (D.C.), l’on. Giuseppe Nitti (liberale), il sen. Arturo Labriola (indipendente).

Nel campo cattolico, nonostante la rigida ostilità delle gerarchie ecclesiastiche, nettamente schierate su posizioni di oltranzismo atlantico, in calce ai vari appelli vennero raccolte centinaia di migliaia di firme, comprese q[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 99

Brano: Neosocialismo

morire » della partigiana Renata Vigano, « Pane duro » di Silvio Micheli, che vennero ad aggiungersi ad una letteratura di rinnovamento e a testi ispirati alla tragedia della guerra appena passata, nonché all’esperienza antifascista (i nomi sono quelli di Nuto Revelli, di Italo Calvino (v.), di C. Levi, di U. Vittorini, di Cesare Pavese, di V. Pratolini, Oreste Del Buono, Domenico Rea). Questa letteratura si distaccava, per la sua intenzione di essere più vicina alle masse popolari, da quella sorta dalla grande corrente della « poesia pura » che pur aveva dato origine a versi ispirati alla lotta (Quasimodo, Saba, lo stesso Eugenio Montale, Gatto).

Dibattiti e polemiche

Il dibattito sul realismo e il neorealismo si andava intanto sviluppando sulle riviste « Il ’45 », Società diretta da Ranuccio Bianchi Bandinelli (v.) e Romano Bilenchi, il « Calendario del popolo » di [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 334

Brano: [...]boli (1945) di Carlo Levi (v.), invece, rappresenta in certo senso il risvolto di questa produzione: l’esperienza del « confinato » a contatto con il dramma del Mezzogiorno, viene raccontata con una continua tentazione verso l’estetismo e la contemplazione « letteraria », che insidia l’istanza saggistica di partenza.

Altri autori

Nell'orizzonte del neorealismo sono stati spesso collocati anche due narratori tra i più validi di questi anni: Italo Calvino (v.) e Beppe Fenoglio (v.), maturati nel primo decennio del dopoguerra. Ma la classificazione e apparsa ben presto riduttiva ed errata, almeno se si considera il neorealismo nell’accezione più sopra accennata. Calvino si riscatta dai pericoli del naturalismo attraverso una stilizzazione favolistica, che nelle pagine migliori è sostenuta da una lucida consapevolezza critica. Dalle pagine partigiane del romanzo « avventuroso » Il sentiero dei nidi di ragno (1947) e dei rarefatti racconti di Ultimo viene il corvo (1949), alla presa di coscienza dei giovani sotto il fascismo nell’Entrata in guerr[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 198

Brano: [...]cezioni dei rapporti tra politica e cultura, tutte tese al rinnovamento delle strutture della società italiana.

La cerchia dei collaboratori si allargò a nomi di insigni studiosi: Ernesto De Martino, Paolo Serini, Gianfranco Contini, Delio Cantimori, Federico Chabod e Pietro Sraffa. Nuove leve di giovani si affacciavano alla ribalta della vita culturale e, in esse, la Casa editrice trovò nuovi collaboratori per i suoi « quadri » (Bruno Fonzi, Italo Calvino, Giulio Bollati, Luciano Foà, Daniele Ponchiroli e Renato Solmi).

L’attività successiva è difficile a sintetizzare. De Sanctis, Gramsci, Gobetti, Omodeo, Dorso, Salvemini; Le lettere dei condannati a morte della Resistenza; Hemingway, Sartre, Mann, Proust, Carlo Levi, Garcia Lorca, Neruda, Eluard, Einstein, Marx, Lukacs; Russia, America, Cina; democrazia, libertà, socialismo; grandi classici, opere di scienza, studi e ricerche; questi gli autori, i temi, le linee di ricerca che all’indomani della Liberazione la Einaudi ha affrontato con rigore e passione profonda. Ognuno di questi temi è p[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Italo Calvino, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiana <---Storia <---P.C.I. <---antifascista <---fascismo <---Antonio Gramsci <---Congresso di Varsavia <---Giuseppe Di Vittorio <---Paimiro Togliatti <---Poetica <---U.R.S.S. <---antifascismo <---comunisti <---dell'Italia <---ideologica <---italiano <---neorealismo <---socialiste <---socialisti <---A.N.P. <---A.N.P.I. <---Anatomia <---Antonio Banfi <---Antonio Giolitti <---Antonio Gramsci a Piero Gobetti <---Aprile di Torino <---Beppe Fe <---C.E.D. <---C.E.E. <---C.G.I.L. <---C.G.T. <---C.L.N. <---Calendario del popolo <---Casa della Cultura <---Casa di Via <---Cesare Pavese <---Cesare Zavattlni <---Cesari-Cagnacci <---Clelia Trotti <---Coeli a Roma <---Corriere della Sera <---Critica Sociale <---Cultura a Bologna <---Cultura a Milano <---D.C. <---Dante Livio Bianco <---Davide Lajolo <---Del Frà <---Dialettica <---Dongo a Villa Bel <---Elio Cicchetti <---Emilio Sereni <---Ernesto De Martino <---Eugenio Corti <---F.I.O. <---Finzi-Contini <---Franco Ciusa <---Gabriele de Rosa <---Gente di Romagna <---Giorgio Bassa <---Giorgio Fanti <---Giorni di gloria <---Gioventù a Berlino <---Giulio Cerreti <---Giuseppe Berti <---Giuseppe De Sanetis <---Giusto Toiioy <---Gott mit uns <---Gramsci a Piero Gobetti a Giaime <---Guido Mlglioli <---Gusen I <---Guttuso a Treccani <---I fratelli Rosselli <---Il ritorno <---Isacco Nahoum <---La Casa di Via Valadier <---La Cultura <---La Pace <---La Resistenza nel Trevigiano <---La Risiera <---La Stampa <---La battaglia delle idee <---La cultura <---La ricerca <---Lager Dachau <---Legge a Torino <---Lizzani a Visconti <---Lucio Lombardo Radice <---Luigi Longo <---Luigi Russo <---Mauro Artioli <---Medicina <---Milano di Paolo Grassi <---Movimento cristiano per la pace <---Movimento in Italia <---Murato di Lalla <---N.A.T.O. <---Natalino Sapegno <---Operazione Tombola <---Oreste Del Buono <---Ottocentoprimo Novecento <---P.I.A. <---P.S.I. <---Palazzo di Re <---Paolo Serini <---Papà Cervi <---Paul Eluard <---Picasso a Roma <---Piccolo Teatro <---Pier Paolo Pasolini <---Piero Gobetti a Giaime Pintor <---Pietro Sraffa <---Pleyel a Parigi <---Politecnico di Torino <---Pop-Art <---Primo Maz <---Quaranta-Cinquanta <---RAI <---Raffaele Terranova <---Ranuccio Bianchi Bandinelli <---Regina Coeli <---Renato Mieli <---Renato Solmi <---Repubblica Popolare Cinese <---Resistenza a Roma <---Resistenza in Italia <---Resistenza in Tetto Murato <---Riforma Sociale <---Rivista di Storia Economica <---Roderigo di Castiglia <---Ruggiero Grieco <---Sala Pleyel <---Scienza delle finanze <---Sergio Segre <---Silvio Micheli <---Stefano Radice <---Storia Economica <---Suzzara a Vado Ligure <---Teatro di Milano <---Terezinske Gheto <---U.S.A. <---Una storia italiana <---Van Gogh <---Varsavia nel Consiglio <---Via Valadier di Cassola <---Villa Bel Monte <---Wroclaw in Polonia <---abbracciano <---antifascisti <---articolisti <---astrattisti <---capitalista <---capitalisti <---clericalismo <---comunista <---cristiano <---cubismo <---dell'Unità <---economista <---estetismo <---fascista <---fascisti <---futurismo <---ideologiche <---ideologici <---italiani <---marxismo <---marxista <---naturalismo <---nell'Europa <---novecentismo <---oltranzismo <---progressista <---realismo <---realista <---realisti <---siano <---socialismo <---socialista <---sociologico <---vitalismo