→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Iconografia è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 154Entità Multimediali, di cui in selezione 7 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 559

Brano: [...]ilizzazione di fondi congelati

0 simili.

Comunque la Resistenza è ormai un tema accettato anche dagli stranieri conservatori delle classi dirigenti. Ha perduto ogni carattere di eresia rivoluzionaria. Negli « uffici soggetti » delle produzioni cinematografiche sono finiti molti ex gappisti e partigiani. Il clima politico è quello del centrosinistra. Sia pure tra remore e rigurgiti fascisti (luglio 1960), la Resistenza è ormai entrata nella iconografia ufficiale, quindi tra i temi storici tout court, anche se non mancano opere che tentano un riesame critico e conflittuale aH'interno delle stesse forze politiche che la fecero [Il terrorista). Da un punto di vista ideologico essa non costituisce più un rischio per i produttori; semmai un magro affare.

Gli autori e le opere

Quali sono gli autori, le cui opere sulla Resistenza sono di notevole valore, anche se non tutte ad uguale livello? Ci soffermeremo sui pochi che, riteniamo, permettono di individuare gli elementi di una visione del mondo più o meno organica e coerente, rivelatrice di[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 139

Brano: [...]e masse popolari che già aveva fatto sorgere una fitta rete di associazioni tra la base socialista (v. Casa del popolo), indusse il governo fascista ad avocare e centralizzare tutte le attività concernenti il « tempo libero » dei lavoratori. Nacque così l’O.N.D., con la quale in sostanza i fascisti imposero un’ingombrante sovrastruttura politica e burocratica a iniziative e tradizioni popolari già esistenti, cercando poi di fre

L’O.N.D. nella iconografia del

regime (cartolina edita dal

Dopolavoro Forze Armate nel 1940)

139



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 682

Brano: Guadalajara

La battaglia di Guadalajara nella iconografia fascista: Gesù Cristo sostiene un legionario morente, simbolo della sconfitta subita. Dipinto di Taf uri, riprodotto su cartolina [1939)

Notevoli furono le ripercussioni della vittoria nella Repubblica spagnola, anche se continuò a mancare un aiuto concreto da parte dei paesi di democrazia borghese. L’esito della battaglia, dando fiducia alle masse, contribuì a imprimere una svolta decisiva nell’opera di creazione di un nuovo esercito popolare, disciplinato, capace di affrontare la guerra contro unità militari organiche e ben armate. Il fatto influenzò lo sviluppo delle operazioni belliche[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 73

Brano: [...]età internazionale del proletariato. La fondazione della II Internazionale fu determinante per l’organizzazione e la linea dei vari partiti operai: in base alle sue indicazioni, il Partito socialdemocratico tedesco si dette, al Congresso di Erfurt, un nuovo programma, redatto da Karl Kautsky, che rimase per molto tempo come modello per le nuove organizzazioni.

UINTF.R NAZIONALE E‘lL SOLE DELL* AVVENIRE MÀmmi

La Seconda Internazionale nella iconografia socialista aM’inizio del nostro secolo

73



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 481

Brano: [...]deva ricavare dalla situazione i massimi vantaggi politici e militari, ma soprattutto contro il diffuso sentimento antifascista presente nel paese. L’adesione del governo jugoslavo al Patto, resa nota il 25.3.1941, provocò infatti irrefrenabili dimostrazioni popolari e un colpo di stato che tolse il potere al principe Pavle. L’immediata risposta di Hitler fu di invadere la Jugoslavia (6 aprile) e smembrarla,

S.Bi.

Il Patto Tripartito nella iconografia fascista del 1942

481



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 497

Brano: [...]ai bombardieri in quota, mentre la contemporanea azione dei « sommergibili tascabili » giapponesi non ottenne alcun risultato.

La seconda ondata di aerei giapponesi (54 bombardieri, 80 da picchiata e 36 caccia), partita un’ora dopo la prima, venne più efficacemente contrastata e realizzò risultati più modesti, colpendo solo la « Pennsylvania » e distruggendo due cacciatorpediniere.

La proditoria aggressione giapponese a Pearl Harbour nella iconografia fascista (1942)

Alle 10 l’attacco era cessato. Con la sola perdita di 9 caccia, 15 bombardieri da picchiata e 5 aerosiluranti (sui 384 aerei impiegati), i giapponesi erano riusciti a mettere fuori combattimento l’intera forza operativa della Pacific Fleet. Inoltre perirono nell’attacco 4.000 marinai americani.

Bibliografia: L. Sarago, La II Guerra mondiale, Milano, 1977.

G.Ta.

Pecchioli, Ugo

N. a Torino il 14.1.1925; pubblicista. Studente al Liceo d’Azeglio di Torino, nel 1943 ebbe i primi contatti con elementi antifascisti durante gli scioperi del marzo. Dopo 1*8.9.

1943 pr[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 352

Brano: ’

San Sepolcro, Adunata di

L'adunata di San Sepolcro nella iconografia fascista (quadro di Giuseppe Palanti, collocato nella Sala del Consiglio della Fed. Prov. Fascista del Commercio di Milano, 1932)

Mussolini disse fra l'altro: « Noi dichiariamo guerra al socialismo non perché socialista, ma perché è stato contrario alla nazione. Su quello che è il socialismo, il suo programma e la sua tattica ciascuno può discutere, ma il partito socialista ufficiale italiano è stato nettamente reazionario, assolutamente conservatore, e se fosse trionfata la sua tesi non vi sarebbe oggi per noi la possibilità di vita nel mondo.

Non è il partito socialista quello che può[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Iconografia, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---fascista <---Bibliografia <---antifascista <---comunista <---fasciste <---socialista <---Comitato centrale <---Diritto <---Storia <---fascismo <---fascisti <---italiani <---socialismo <---C.L.N. <---Italia libera <---Luigi Longo <---P.C.I. <---P.S.I. <---Partito comunista <---antifascisti <---ideologica <---ideologico <---lista <---marxista <---nazisti <---socialisti <---A.N. <---Agraria <---Alexandre Miller <---Arturo Verraz <---August Bebel <---Azione Cattolica <---B.T. <---Boadilla de Monte <---Carol II <---Casa de Campo <---Commercio di Milano <---Congresso di Erfurt <---Congresso di Gotha <---Corriere della sera <---Cristiana a Trieste <---D'Onofrio <---D.C <---D.C. <---Davanti a Villanueva <---Diplomatica <---Dismage di Era <---Emancipazione del lavoro <---F.G.C.I. <---Fiamme Verdi <---Francesco Scotti <---Gianfranco Malfatti <---Giovanni T <---Giuliano S <---Giuseppe Palanti <---Golden Star Film Dismage <---Gran Bretagna <---Henry Mayers Hyndman <---Il Corriere della sera <---Il I <---Il generale Della Rovere <---Jules Guesde <---La II <---London-New <---Luigi Frausin <---Luigi Masini <---Madrid-Avila <---Madrid-Segovia <---Maggiore di Trieste <---Mario Maovaz <---Mario Marino <---My Autobiography <---N.A.T.O. <---N.E. <---Nel C <---Nel C L <---Nicola Siena <---O.N.D. <---P.L.I. <---P.S.I.U.P. <---Patto da Germania <---Patto di Varsavia <---Pearl Harbour <---Pratica <---Primo Maggio <---Puerto de Guadarrama <---Puerto de Nava <---Raimondo Vi <---Roma-Milano <---S.C.B. <---S.O. <---Sala del Consiglio <---Samuel Gompers <---San Sepolcro <---Seconda Internazionale <---Sierra Guadarrama <---Star Film <---Stormo B <---Stormo B T <---Tripartito I <---U.S.A. <---Umberto Felluga <---Villanueva del Par <---Vittorio De Sica <---Zeffirino Risoni <---altipiano <---anarchismo <---anticonformista <---antifascismo <---azionisti <---badogliano <---blanquisti <---classista <---classiste <---comunisti <---d'Amato <---d'Italia <---dell'Italia <---egoista <---escursionismo <---falangisti <---gappisti <---giellista <---gradualismo <---guesdista <---ideologiche <---ideologici <---ideologie <---iniziano <---iraniana <---italiana <---italiano <---leninista <---nazista <---neorealismo <---populisti <---possibilista <---possibilisti <---psicologici <---riformismo <---riformista <---salliani <---sindacalismo <---sindacalisti <---socialiste <---terrorista