→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Giuseppe Giulietti è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 9Entità Multimediali, di cui in selezione 8 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 506

Brano: [...] Travo, G. Tamone, G.B. Donzelli, E. Pastorino, F. Torchio, O. Gorziglia, M. Buffaglia, G.B. Cheirasco, M. Maestri, B. Parodi, L. Verardo, F. Traverso, A. Biaggi (1919)

Gli eletti del Partito Popolare furono Giacomo Agnesi, Angelo Bande

rali, Antonio Boggiano, Paolo Cappa; quelli dell’unione liberale, Francesco Casa retto, Attilio Cerpeili, Michelino Poggi; del Blocco demoliberale, Giovanni Celesia, Orazio Raimondo; del Partito del lavoro, Giuseppe Giulietti (v.) ; dei Combattenti, Giuseppe Macaggi.

Il 20.1.1920 vi fu il grande sciopero dei ferrovieri. Giuseppe Giulietti appoggiò l’agitazione e dichiarò che i lavoratori del mare erano pronti a scendere in sciopero qualora motivi di solidarietà lo avessero richiesto. Nel febbraio 1920 una grande agitazione dei metallurgici, iniziata dagli operai della S.I.A.C. di Cornigliano, sfociò nella prima occupazione delle fabbriche (v.). Alla proclamazione della serrata da parte di alcune direzioni aziendali, gli operai risposero occupando i Cantieri Ansaldo, Oderò, le Acciaierie di Cornigliano, il Proiettificio e altri stabilimenti. Sorsero i Consigli di fabbrica (v.).

L’avvenimento ebbe vaste ripercussioni, in Ital[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 579

Brano: [...] marcia fascista su Roma (v.) del 1922.

Il 2829.8.1920, in una grande manifestazione proletaria svoltasi a Bologna, la Federazione del mare (v.) si schierò a fianco del P.S.I., della C.G.L. e delle altre organizzazioni di sinistra nel chiedere al governo Italiano il riconoscimento del

lo Stato sovietico, e pochi giorni dopo, nel quadro dell’attiva solidarietà decisa dai lavoratori italiani in favore della rivoluzione sovietica, il capitano Giuseppe Giulietti consegnò al governo dei Soviet il piroscafo Rodosti, sottraendolo al controllo degli ufficiali controrivoluzionari russi.

Amico e protetto di D’Annunzio, il socialista Giulietti ebbe con il fascismo (che ne temeva l’indiscussa influenza sulle masse dei lavoratori del mare) duri scontri: nel settembre 1922 una squadra fascista irruppe nella sua abitazione con l’evidente scopo di ucciderlo, ma il

16 ottobre, grazie alla mediazione di D’Annunzio, Giulietti potè firmare con Mussolini un « concordato »» mirante a garantire, nel nuovo clima politico, la sopravvivenza della Federazione del mar[...]

[...]ciderlo, ma il

16 ottobre, grazie alla mediazione di D’Annunzio, Giulietti potè firmare con Mussolini un « concordato »» mirante a garantire, nel nuovo clima politico, la sopravvivenza della Federazione del mare. In realtà, non appena si sentirono saldi al potere, i fascisti tornarono alla carica: nell’ottobre 1926 gli squadristi invasero nuovamente l’abitazione romana di Giulietti, ed egli stesso venne arrestato, pochi giorni dopo, con al

Giuseppe Giulietti parla al Congresso nazionale della C.G.I.L. a Genova (ottobre 1949)

579



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 406

Brano: [...] la giustizia », sta scritto sulla prima pietra posta alla base della sede dell'I&.O. a Ginevra. Ma neppure quando la pace è stata turbata dall’ingiustizia — còm’è frequentemente accaduto in questo dopoguerra — il B.l.T. ha saputo far udire la sua voce.

Gli italiani nel B.l.T.

Prima della seconda guerra mondiale i rappresentanti dei lavoratori italiani nel B.l.T. furono sistematicamente scelti tra i riformisti: Gino Bai desi (1919 e 1921), Giuseppe Giulietti (1920), Ludovico D'Aragona (1922); poi tra i sindacalisti fascisti: Edmondo Rossoni (192328) , Luigi Razza (1928) e altri. Angiolo Cabrini, già socialista riformista espulso dal partito nel 1912 per collaborazionismo, fu per molti anni tra i rappresentanti italiani di parte .governativa, e poi titolare dell 'Ufficio di corrispondenza durante la dittatura fascista fino all’anno della sua morte (1937).

La dichiarazione di Filadelfia

La dichiarazione approvata dalla conferenza di Filadelfia nel maggio 1944 afferma: a) che il lavoro non deve essere considerato una merce; b) che le libertà d[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 304

Brano: [...] Petrolio, Trasporti, Energia atomica, ecc.), ciascuna residente in una capitale diversa; la Banca internazionale per la cooperazione economica.

Federazione giovanile

Si veda la voce Socialista, Federazione giovanile che comprende anche una parte riguardante la Federazione giovanile comunista.

Federazione nazionale dei lavoratori del mare

F.N.L.M.; Federazione del Mare. Organizzazione sindacale dei marittimi. Ricostituita nel 1909 da Giuseppe Giulietti (v.), condusse memorabili battaglie. Dopo iniziale incertezza, nel 191415 fu interventista, fu anzi l’unica grande organizzazione di classe a lanciare un manifesto prointervento del rital ia nella prima guerra mondiale, con l’argomentazione che, attraverso una guerra « di indipendenza nazionale », i lavoratori si sarebbero aperta la via alla rivoluzione sociale. In realtà, per quanto facesse parte della Confederazione generale del lavoro (v.), la F.N.L.M. contribuì a sostenere posizioni nazionaliste su cui più tardi avrebbe fatto leva anche il fascismo. Nel primo dopoguerra la F.N.L.M. appogg[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 471

Brano: [...]rusco tournant de l'histoire, comunque la guerra abbia a finire ».

In seguito all’accanirsi della persecuzione poliziesca, negli ultimi anni il suo giornale uscì in edizione clandestina, finché il 24.6.1919, dopo un’ingiunzione tifi Tribunale di Boston, Galleani venne espulso dagli Stati Uniti e fatto imbarcare a New York sul « Duca degli Abruzzi » in partenza per Genova. Arrestato al suo arrivo, venne rilasciato in seguito alla mediazione di Giuseppe Giulietti (v.).

A Torino riprese a pubblicare « Cronaca sovversiva » e nelle sue pagine, salutando l'avvento della repubblica sovietica, scriveva con innegabile schiettezza d'animo: « Lenin, la Repubblica dei Soviets, il comuniSmo [...] annunziano finalmente l'apparizione sull'orizzonte della nuova storia dell'eterno contumace, del proletariato.

[...] prima che alle nostre personali impressioni faremo posto al documento, alle testimonianze insospette dei compagni e dei collaboratori che di Nicola Lenin hanno accompagnato i primi passi, divisi i primi rischi, il pane amaro della galera e del bando[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 91

Brano: [...]sione favorevole per risolvere le questioni nazionali, abbattere con gli Imperi Centrali i baluardi più formidabilmente agguerriti della reazione, preparare a tutti

i popoli le condizioni d’ambiente storico per

lo sviluppo delle idealità socialiste ».

Tra gli interventisti democraticorivoluzionari particolarmente attivi, oltre a Mussolini, si ricordano il repubblicano Eugenio Chiesa, i sindacalisti Amilcare De Ambris, Filippo Corridoni, Giuseppe Giulietti, Cesare Rossi, Michele Bianchi, Giuseppe De Falco, Paolo Orano, Angelo Olivetti, Ottavio Dinaie, Arturo Labriola e, insieme a questi, socialisti riformisti e indipendenti come Leonida Bissolati, Orazio Raimondo, Giuseppe Lombardo Radice. Con gli interventisti « rivoluzionari » si schierò Cesare Battisti (18751916). Geografo e socialista trentino, già deputato al Parlamento austriaco, Battisti lasciò Trento per combattere contro l’Austria. Prima di arruolarsi volontario con gli alpini percorse le città italiane te

13.6.1915

nendo numerose conferenze e comizi in favore dell’intervento. Du[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 72

Brano: [...]illanimità, assisteva inerte ostentando spirito di tolleranza, ma in sostanza confidando di poter trarne alla fine il proprio vantaggio.

Si protrasse così per molti mesi una situazione di stallo, mentre le condizioni di vita della popolazione andavano aggravandosi per il crescente numero di disoccupati e per la mancanza di generi alimentari, quantunque D’Annunzio cercasse di sopperire ai rifornimenti facendo compiere, con l’aiuto del capitano Giuseppe Giulietti (v.), veri e propri atti di pirateria contro navi mercantili in transito nell'Adriatico.

A sostegno dell'impresa dannunziana i fascisti lanciarono pubbliche sottoscrizioni attraverso II Popolo d’Italia e fecero sorgere in tutta Italia comitati di solidarietà, ma dopo quasi un anno di occupazione gli abitanti di Fiume cominciarono a esser stanchi di subire la presenza degli oziosi “legionari” e la verbosa retorica dannunziana (già il Plebiscito popolare del 17.12.1919, organizzato per sanzionare in forma solenne l'adesione dei fiumani, aveva dato luogo a disordini ed era stato rapidamente a[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 424

Brano: [...]rte alla Prima guerra mondiale come tenente degli alpini e, nel dopoguerra, si dedicò completamente all’assistenza legale dei lavoratori, odiato dai fascisti che il 24.1.1921, lui assente per malattia, gli distrussero lo studio. Costretto a lasciare Bologna per sfuggire a mortali aggressioni, si trasferì per alcuni mesi a Roma e infine a Genova (marzo 1922), dove divenne consulente della Federazione dei lavoratori del mare diretta dal comandante Giuseppe Giulietti. Preso di mira anche qui dagli squadristi, decise di emigrare e, nel 1924, nominato da Pietro Nenni inviato dell’“Avanti!” in Australia, riuscì a espatriare.

In Australia

Sbarcato a Melbourne il 7.4.1924, divenne il leader dell’emigrazione antifascista italiana in Australia, amico di dirigenti sindacali australiani. Nonostante gli interventi del Consolato fascista per impedirgli di lavorare, riuscì a ottenere la nomina a insegnante di italiano presso l'Università di Melbourne e, il 10.6.1928, fondò la Antifascist Concentration of Australia che, sull’esempio di quella sorta in Francia, r[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Giuseppe Giulietti, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---comunista <---socialista <---fascismo <---fascista <---fascisti <---italiani <---socialisti <---fasciste <---italiano <---P.S.I. <---Partito comunista <---interventista <---italiana <---Congresso di Livorno <---D'Annunzio <---P.C.I. <---Storia <---anarchismo <---comunisti <---interventismo <---interventisti <---italiane <---nazionalismo <---riformista <---riformisti <---sindacalisti <---socialiste <---squadristi <---A.E.F. <---A.N.P.L <---Acciaierie di Cornigliano <---Alceste De Ambris <---Alla C <---Alla C E <---Alla sera <---Alpina G <---Alpina G L <---Amilcare De Ambris <---Andrea Detof <---Angelo Bande <---Angelo Olivetti <---Anti-Fascista <---Antonio Gramsci <---Antonio II <---Armando Vezzelli <---Attilio Cerpeili <---Banca Commerciale <---Benedetto Bocchiola <---Bibliografia <---Brigate SAP <---C.E.C.A. <---C.E.E. <---C.G.I.L. <---C.G.L. <---C.L.N. <---Cantieri Ansaldo <---Cantieri O <---Carletto Besana <---Carlo Serrati <---Casa dell'Italia Antifascista a Melbourne <---Castelluccio di Norcia <---Clodoaldo B <---Comitato centrale <---Comune di Pegli <---Consiglio Vittoriano <---D'Aragona <---Diritto <---Duca degli Abruzzi <---E.F.T.A. <---Edmondo Rossoni <---Emilia-Romagna <---Errico Malatesta <---Esteri degli Stati <---F.N.L.M. <---Federazione del Mare <---Francesco Saverio Merlino <---G.B. <---G.L. <---Gaiety Theatre <---Garibaldi di Milano <---Giacinto Menotti Serrati <---Gilindo Passetto <---Giuseppe De Falco <---Giuseppe Lombardo Radice <---Giuseppe Tesser <---Gran Bretagna <---Grande Martire Giacomo <---Guardia Nazionale <---I.B. <---Il Lavoratore <---Ingegneria <---Italia Libera <---La guerra <---Leonida Bissolati <---Libero Tancredi <---Lo Stato operaio <---Lubiana a Trieste <---M.E.F. <---Malatesta a Londra <---Martire Giacomo Matteotti <---Mezzo secolo <---Michelino Poggi <---Movimento operaio <---New Gaiety Theatre in Melbourne <---Omero Schiassi <---Ordine Nuovo <---Ordine nuovo <---P.S.L <---Paimiro Togliatti <---Paolo Cappa <---Pasquale Lucchetto <---Repubblica Democratica Tedesca <---Repubblica Sudafricana <---Repubblica dei Soviets <---Retorica <---S.I.A.C. <---S.S. <---SAP <---San Candido <---San Giorgio <---San Giorgio di Piano <---Schiavetti Arcangeli <---Sessione del Consiglio <---Stato Operaio <---Stato operaio <---Tra H <---Tribunale di Boston <---U.E.F. <---Ugo Fedeli <---Vie Proleta <---York II <---annunziano <---antifascista <---antifasciste <---antifascisti <---apoliticismo <---artigiano <---attivista <---australiana <---australiane <---australiani <---burocratismo <---centrazionisti <---chismo <---classismo <---collaborazionismo <---d'Italia <---dannunziana <---dell'Ansaldo <---dell'Italia <---dell'Oceania <---estremisti <---evidenziano <---federalismo <---federalista <---federalisti <---feudalesimo <---imperialismo <---interclassista <---internazionalismo <---irredentista <---leninista <---lista <---liste <---malthusiana <---massimalista <---massimalisti <---nazifascisti <---nazionalista <---nazionaliste <---nazismo <---nell'Italia <---revisionismo <---sindacalista <---socialismo <---tecnologico <---umorismo <---vandalismo