→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Gino Baldini è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 1Entità Multimediali, di cui in selezione 1 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 601

Brano: [...]indomani, la Centuria al completo si mosse per togliere al nemico il controllo di un importante bivio a 8 km oltre il villaggio. Ma i franchisti si erano pre^ parati a tale eventualità e accolsero gli italiani con un fuoco micidiale, sostenuti anche da tre aerei da bombardamento (dell'Aeronautica fascista italiana) che coprirono di bombe l’intero settore occupato dalla Colonna “Libertad”. Caddero in questa fase della battaglia Domenico Nardini e Gino Baldini, nel generoso tentativo di mettere in salvo Vittorio Ghini (v.) che era rimasto gravemente ferito. Ghini verrà ugualmente salvato da un coraggioso intervento di Francesco Leone (e finirà assassinato in Italia, dai nazifascisti, nel giugno 1944). Nonostante le perdite, la “Sozzi” riuscì a occupare il bivio, lasciandovi a difesa la sola squadra mitraglieri di Cannonerò e Pavanin, ma nei giorni 2223 settembre la battaglia riprese in forma sempre più cruenta, tanto che gli italiani furono costretti a difendersi con bombe a mano da attacchi ravvicinati.

Scriverà sempre Pavanin: « Quel mattino ([...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Gino Baldini, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---Angelo Dabalà <---Antonio Canonica <---Antonio Magoga <---Cesare Gasparelli <---Edoardo Wedin <---Giovanni Battista Ambrosini <---Giovanni Zennaro <---Giuseppe Beretta <---La sera <---Lendinara nel Polesine <---Luigi Barisone <---P.C.I. <---Pietro Pavanin <---Renazzo di Cento <---Virgilio Llanos <---antifascisti <---comunista <---dell'Aeronautica <---fascista <---fasciste <---fascisti <---franchisti <---italiana <---italiani <---nazifascisti