→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale G.H. è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 54Entità Multimediali, di cui in selezione 2 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 723

Brano: [...]U. e la potente organizzazione I.C.U. presto crollò.

La “repubblica nera"

L’altro aspetto della “politica laburista bianca” che garantiva la perfetta integrazione dei lavoratori europei nel sistema colonialista era costituito da una serie di misure per assicurare illimitate scorte di mano d'opera africana a bassissimo costo, facilmente spostabile, e contemporaneamente per impedire l’urbanizzazione di questa forzalavoro con il sistema della ghettizzazione, ma anche per prevenire nello stesso tempo la trasformazione di elementi ex tribali in contadini stabili. Queste misure erano rese necessarie dall'espansione delle manifatture e dal ricordo del fallimento del tentativo, compiuto tra il 1900 e il 1905, di sostituire i minatori africani con mano

d'opera cinese importata. Tra queste misure fu il decreto di tassazione dei nativi, introdotto nel 1925 per cacciare la mano d’opera dalle riserve imponendo forti tasse in denaro. Nel 1926 si ebbe la Convenzione di Mozambico, stipulata con il ministro delle Finanze portoghese Salazar, per[...]

[...] erano rese necessarie dall'espansione delle manifatture e dal ricordo del fallimento del tentativo, compiuto tra il 1900 e il 1905, di sostituire i minatori africani con mano

d'opera cinese importata. Tra queste misure fu il decreto di tassazione dei nativi, introdotto nel 1925 per cacciare la mano d’opera dalle riserve imponendo forti tasse in denaro. Nel 1926 si ebbe la Convenzione di Mozambico, stipulata con il ministro delle Finanze portoghese Salazar, per reclutare 100.000 mozambicani all'anno destinandoli alle miniere d’oro del Sudafrica, in cambio di un premio da pagarsi appunto in oro al governo portoghese per ciascun lavoratore deportato (questo sistema sarà continuato da S. Machel dopo l’indipendenza del Mozambico nel 1974). Seguì, nel 1927, il decreto dell’Amministrazione nativa che estendeva la rete delle “autorità native”, aprendo la strada al decreto delle autorità bantù che, nel 1951, avrebbe istituzionalizzato i “bantustan”.

In questa elaborazione razzista del dominio indiretto, il C.P.S.A. inserì

10 slogan di Bucharin per una “repubblica nera”, riportato da La Guma che nel 1928 aveva partecipato a! Ili Congresso deH’Internazionale Comunista. Ma Andrews, Bunting e E. Roux si op[...]

[...]l’aprile 1934, che proponeva un programma basato suH’antirazzismo e su rivoluzione agraria. Il Lenin Club si divise in Partito dei lavoratori e in Sezione della Quarta Internazionale. Dopo l’assassinio di Trotzky (1940) entrambe le organizzazioni abbandonarono la Quarta Internazionale avendo questa accettato la spartizione della Palestina e dell’india, e negli anni Quaranta considereranno i “paesi socialisti” dell’Europa Orientale come stati “borghesi”. Entrambe saranno poi soppres

se, insieme al C.P.S.A., dalla legge del 1950 contro il comuniSmo.

Rappresentanze indigene “bianche”

Nel 1936, quando il governo di coalizione tra il filoinglese Smuts e il boero Hertzog varò le nuove leggi sulla terra e suH’amministrazione indigena e quella sulla rappresentanza indigena (Native Land and Trust Act; Native Representation Act), provvedimenti che miravano esattamente al contrario di quanto veniva indicato nel loro nome, 500 delegati di tutte le organizzazioni noneuropee sindacali, religiose, politiche e culturali si incontrarono a Bioem[...]

[...] Convenzione di tutti gli africani [A.A. C.), la prima organizzazione nazionale che superava le divisioni tra africani, coloureds e indiani. La conferenza adottò la risoluzione di boicottare qualsiasi elezione di rappresentanze indigene “bianche” per un Parlamento che era compietamente “bianco” e la elezione di africani al Consiglio dei rappresentanti indigeni (N.R.C.) che veniva instaurato dalla nuova legge. In questa stessa occasione il dottor G.H. Gool propose di creare un « movimento di liberazione nazionale », la prima proposta mai formulata di questo tipo.

In seguito alle pressioni della Chiesa anglicana e dei liberali, i capi deH'A.A.C., compreso Mfutsinyana del C.P.S.A., accettarono tuttavia il cosiddetto “compromesso della Città del Capo” e in luglio, in una seconda conferenza deH'A.A.C., cui parteciparono 206 delegati in rappresentanza di 112 organizzazioni, entrambi i progetti di legge del 1937 vennero accettati. Una mozione di C. Kadalie per boicottarli fu “rimandata”.

Nella successiva conferenza dell’A. A.C., svoltasi i[...]

[...]la propose un’altra mozione di boicottaggio, chiedendo un « parlamento separato e indipendente ».

Il C.P.S.A. sospese dal partito M. Kotane e altri africani per aver criticato la nuova linea di “sicurezza collettiva” che vedeva schierarsi il C.P.S.A. con i razzisti liberali, sionisti e laburisti in una Lega antifascista (ma contro il fascismo tedesco, non quello del Sudafrica). Dissidenti noneuropei del C.P.S.A. si raccolsero allora intorno a G.H. Gool (che verrà per questo classificato “asiatico”), il quale diede vita alla Lega nazionale di liberazione (N.L.L.), che diverrà la seconda organizzazione

723



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 642

Brano: [...]rminio degli ebrei, Torino 1977 (quinta ediz.); B.F. Smith, Heinrich Himmler: a nazi in thè Making, Stanford, 1971; H. Arendt, Eichmann in Jerusalem, London 1963, trad. it. La banalità del male, Milano 1964; R. Hoess, Kommandant in Auschwitz, Stuttgart 1958, trad. it. Comandante ad Auschwitz, Torino 1985 (sec. ediz.); G.L. Mosse, Toward thè Final Solution, New York 1978, trad. it. Il razzismo in Europa dalle origini all’olocausto, RomaBari 1980; G.H. Stein, The WaffenSS, Ithaca 1984; I. Kershaw, Antisemitismus und Volksmeinung, in “Bayern in der NSZeit”, voi. Il, Munchen, 1979, pp. 281348.

G.Cor.

SS Italiane

Come in altri paesi occupati, all’indomani dell’8.9.1943 Himmler (v.) decise che anche in Italia si costituissero formazioni volontarie inquadrate nelle SS (v.), quindi spinte dalla stessa fanatica e cieca obbedienza ai suoi ordini. Sorsero così aH’interno delle WaffenSS le SS italiane, al comando di ufficiali superiori tedeschi, ma composte da organici misti italotedeschi per quanto riguardava ufficiali inferiori, sottuffici[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine G.H., nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---A.A. <---A.C. <---Agraria <---B.F. <---Bibliografia <---C.P.S.A. <---Convenzione di Mozambico <---Creech Jones <---Der SS <---Eichmann in Jerusalem <---Final Solution <---G.L. <---Heinrich Himmler <---I.C.U. <---Il C <---Il C P <---K.D. <---Kadalie W <---Kadalie W G <---Kadalie W G Ballinger <---Koeln-Berlin <---La dittatura <---Le Ili Reich <---Legione SS <---Monte Rosa <---N.L.L. <---N.R.C. <---Native Representation Act <---Nuovo Ordine <---Nuovo Ordine Europeo <---Roma-Bari <---San Marco <---Sant'Anna <---Sant'Anna di Stazzema <---Sybil Thorndyke <---Trade Unions <---Trade Unions del Sudafrica <---Trade Unions di Motherwell <---Trust Act <---W.G. <---W.H. <---Waffen-Grenadier-Brigade <---Waffen-Grenadier-Division <---anticomunismo <---antifascista <---antihitleriana <---antirazzismo <---antisemitismo <---antislavismo <---colonialista <---deirideologia <---fabiani <---fabianisti <---fascismo <---fascista <---fasciste <---hitleriano <---ideologia <---indiani <---italiana <---italiane <---italiani <---italiano <---laburista <---laburisti <---nazismo <---razzismo <---razzista <---razzisti <---sindacalista <---sionisti <---socialisti