→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Fernando De Rosa è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 26Entità Multimediali, di cui in selezione 14 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 82

Brano: [...]o (Filippo Turati, Gaetano Salvemini, Raffaele Rossetti, Francesco Luigi Ferrari, Marion Rosselli Cave, Francesco Saverio Nitti). Il 27 settembre la giuria popolare belga pronunciò il verdetto: cinque anni di carcere, con le più ampie attenuanti e la

possibilità della riduzione della pena a meno della metà per buona condotta.

Il processo e l’atteggiamento del giovanissimo imputato suscitarono una grande eco. Nella sua pubblica deposizione, Fernando De Rosa affermò a fronte alta: « Non credevo di uscire vivo da quella piazza di Bruxelles. Non volevo fare altre vittime innocenti. È per questo che sparai II primo colpo, solo per diradare la folla che stava intorno al principe e farmi un varco che mi consentisse di avvicinarmi fino a cinque

o sei metri. Non voglio negare nessuna mia responsabilità. Mi misi a correre in avanti sempre tenendo l’arma in pugno. Gridai: " Viva Matteotti! ”. Corsi ancora un poco, ma già avevo perduto il senso della direzione. Uno sgambetto mi fece cadere, l’arma mi sfuggì di mano. [...]

È vero, ho voluto uccidere. [...]

[...]di aiutarlo a terminare gli studi, De Rosa si recò in Francia e quindi in Spagna, ove progettava di addestrarsi per un volo dimostrativo sull’Italia, come già avevano fatto Giovanni Bassanesi (v.) e Lauro De Bosis (v.). Fallito il progetto, entrò attivamente nelle file dei seguaci di Francisco Largo Cabali ero (v.) e partecipò in posizione preminente ai moti del 1934. La repressione della rivolta operala gli valse l’arresto e la condanna a 19

Fernando De Rosa



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 83

Brano: [...] (soprattutto Parigi, poi Lione, Marsiglia, Nizza, Tolosa), la Svizzera (Lugano, Zurigo, Ginevra) e il Belgio (Bruxelles).

L’emigrazione in Francia

Si ritrovarono, a Parigi e in altri centri della Francia, centinaia di dirigenti dei diversi partiti antifascisti, di cui si ricordano qui di seguito i più noti.

Socialisti e socialdemocratici: Filippo Amedeo, Angelica Balabanoff, Giuseppe Bensì, Alessandro Bocconi, Bruno Buozzi, Ugo Coccia, Fernando De Rosa, on. Emanuele Modigliani, on. Oddi no Morgari, Pietro Nenni, on. Felice Quaglino, Alessandro Pertini (che abitò qualche tempo a Marsiglia), Pallante Ruggimenti, Giuseppe Saragat (dopo aver soggiornato alcuni anni a Vienna), Giuseppe Sarde!li, Claudio Treves, Filippo Turati.

Repubblicani: Mario e Guido Bergamo, Eugenio Chiesa, .. Cipriano Facchinetti, Randolfo Pacciardi, Egidio Reale, Fernando Schiavetti, Silvio Trentin, stabilitisi parte In Francia e parte in Svizzera.

« Giustizia e Libertà », che come movimento politico organizzato alla fine del 1926 ancora non esisteva, sorse nell'aut[...]



da Contro ogni ritorno : dal fascismo alla Costituzione repubblicana : Provincia di Firenze, 2 giugno 1972 / \a cura di Claudio Galanti, Paolo Tinti, Giovanni Verni!, p. 28

Brano: [...]ascista dal novembre 1922 all’aprile 1923;

2) di non aver condotta a fondo l’opposizione della riforma elettorale fascista nel luglio 1923.

[Verbale di una riunione di cattolici del Partito popolare in esilio, stesa da Giuseppe Donati]

L’attività del nucleo estero di “Giustizia e libertà

Abbiamo già indicato che, poco dopo l’arrivo in Francia di Rosselli e di Lussu nell’agosto del 1929, si ebbe a Bruxelles (24 ottobre) l’attentato di Fernando De Rosa contro il principe Umberto di Savoia, che si era recato nel Belgio per le nozze con la figlia di quel re. De Rosa, iscritto al partito socialista (e precisamente alTamassimilista) era già stato, prima che si costituisse “ G.L. ”, in collaborazione con Eugenio Chiesa e con altri capi antifascisti per guidare l’azione contro quei collaboratori el regime che si facessero vedere all’estero. Giacché proprio attorno a quell’eppca, stabilizzato il regime all’interno con le leggi speciali, i dirigenti fascisti cominciavano a mostrarsi all’estero, per reclamare un posto legittimo tra le nazioni d’Euro[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 183

Brano: [...]cismo, che seppure carente per quanto riguardava l’analisi sociale e culturale, era animata e sorretta da una forte capacità di resistenza e di sfida.

Il vecchio Turati, che era giunto in Francia sulla soglia dei settantanni, si caratterizzò nell’esilio soprattutto per aver coltivato l’individuazione su scala europea del fascismo, e per non essersi distaccato dalla più giovane intellettualità socialista all’estero rappresentata da uomini come Fernando De Rosa (v.), Pietro Nenni, Giuseppe Saragat e Carlo Rosselli. Ne uscì un rapporto critico con la sua opera e la sua eredità si proiettò, nell’Italia postfascista, anche al di fuori del P.S.I. e del movimento socialista.

Bibliografia: Scritti di Turati: Discorsi parmeritari, a c. di A. Schiavi, Roma 1950; Turati giovane. Scapigliatura, positivismo, marxismo, a c. di L. Cortesi, Milano 1962; Lettere dal l’esilio, a c. di B. Pittoni, Milano 1968; T.A. Kuliscioff, Carteggio, raccolto da A. Schiavi, a c. di F. Pedone, Torino 1977; Socialismo e riformismo nella storia d'Italia. Scritti politici 1878193[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 268

Brano: [...]

Dal 1922 allo scoppio della seconda guerra mondiale molti antifascisti italiani trovarono in Belgio ospitalità (salvo i lavoratori comunisti che, appena individuati, venivano generalmente licenziati ed espulsi dal paese). I comunisti costituirono gruppi di lingua italiana in seno al Partito comunista belga ed ebbero anche un loro settimanale (// Riscatto), inizialmente diretto da Melchiorre Vanni (v.) e poi da altri emigrati.

Il 20.10.1929 Fernando De Rosa (v.) per richiamare l’attenzione del mondo sulle condizioni dell’Italia schiacciata dal fascismo e per protesta contro il regime, si portò a

Bruxelles per sparare un colpo di rivoltella contro Umberto di Savoia, principe di Piemonte, giunto in visita ufficiale nella capitale belga come fidanzato della principessa Maria José. Nel processo svoltosi a Bruxelles dopo l’attentato (2527.9. 1930) deposero a favore di De Rosa le più note personalità dell antifascismo italiano (Nitti, Sforza, Salvemini, Labriola, Turati, Nenni ecc.) e del socialismo belga, tra cui Spaak e De Brouckere. La sentenza [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 302

Brano: [...]orso di altre formazioni « Giustizia e Libertà », costitùì la III Divisione « Langhe », al comando della quale partecipò alla liberazione di Torino.

Bianco, Dante Livio

Livio; Muzio. N. a Cannes (Francia) il 19.5.1909, m. a Punta, SaintRobert, valle Gesso (Cuneo) il 12.7. 1953; avvocato. Studente universitario a Torino nei primi anni del fascismo, appartenne al cenacolo gobettiano e partecipò all’attività antifascista nell’ateneo assieme a Fernando De Rosa, Aldo Garosci, Mario Andreis e Massimo Mila. Militante del Partito d'Azione dalla sua costituzione (luglio 1942), con altri 11 compagni di fede il 10.9.

1943 organizzò a Madonna del Colletto, in valle Gesso, la prima banda partigiana delle future formazioni « Giustizia e Libertà » cuneesi, denominata « Italia Libera ». Membro del Comando del gruppo « Italia Libera » di valle Grana con Tancredi Galimberti, quindi commissario politico de! Il settore partigiano (valli Vermenagna, Gesso, Stura, Grana), nella primavera del 1944 divenne commissario politico della I Divisione Alpina « Giustizia e[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 362

Brano: [...]ue mesi e senza soste, ai durissimi combattimenti della Puerta de Hierro, della Città Universitaria, di Pozuelo, Mirabueno, Las Rozas e Majadahonda, Arganda e Morata de Tajuna, che costarono centinaia di morti e di feriti. Caddero, in quei primi mesi, figure esemplari ~dell’antifascismo italiano, uomini provati nella lotta e nella persecuzione in Italia e in esilio; tra i tanti: il repubblicano Mario Angeloni, sul fronte di Huesca; il socialista Fernando De Rosa, a Peguerinos; il comunista Guido Picei li, veterano degli Arditi del popolo di Parma, colpito a morte nell’attacco al Monte S. Cri

stobai; Piero Jacchia, ex fascista, professore, filosofo e poeta, caduto a Majadahonda; il comunista Nino Nannetti, in combattimento aereo sul fronte di Bilbao (si vedano le rispettive voci).

Nel corso del 1937 la guerra assunse proporzioni sempre più ampie; più micidiali si fecero le battaglie per l’impiego crescente di materiale e di uomini. Le Brigate Internazionali si trasformarono gradualmente in brigate miste, con l’immissione di reclute e di quadri s[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 494

Brano: Garosci, Aldo

Garosci, Aldo

N. a Meana di Susa (Torino) il 13. 8.1907;. docente universitario. Studente in Legge aH’Università di Torino, dopo la promulgazione delle leggi eccezionali (1926), con Fernando De Rosa, Mario Andreis e altri giovani fu tra gli animatori delle manifestazioni studentesche di opposizione al regime. Nel 1930, in collaborazione con Andreis, organizzò il gruppo torinese di « Giustizia e Libertà » (v.) e compilò il periodico clandestino Voci d'Officina, orientato alla ricerca di un collegamento attivo con le forze del proletariato torinese, sulla scorta di influenze gobettiane.

Arrestati nel gennaio del 1932 gli altri esponenti del gruppo, per sfuggire alle ricerche della polizia riparò in Francia. A Parigi divenne uno dei più assidui collaboratori di Cario Rosselli, nella dire[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 574

Brano: [...]berazione). Nel Veneto, l'associazione faceva capo ad Armando Gavagnin e a G. B. Gianquinto.

Sembra che dietro sollecitazione di Mario Neri, recatosi appositamente a Napoli nei primi mesi del 1927, avesse dato la sua adesione all’iniziativa anche Benedetto Croce. Nel

1928 Mario Neri fu inviato a Parigi per stabilire contatti con Francesco Saverio Nitti, Filippo Turati e altri esponenti antifascisti. Contatti con l’organizzazione ebbe anche Fernando De Rosa (v.), prima del suo espatrio e dell’attentato dell'ottobre 1929 contro il principe Umberto di Savoia.

L'associazione pubblicava un perio

574

dico clandestino, VAltoparlante, ciclostilato su un solo foglio di carta velina. Il giornaletto, che usciva puntualmente ogni mercoledì, con notizie provenienti da diverse parti d’Italia, veniva diffuso attraverso triadi, i cui membri erano tenuti a ricopiarlo e a spedirlo poi ad.xamici e a conoscenti. Alcune copie erano destinate ai capi della Chiesa, ai membri del governo e ad autorità minori. L'associazione aveva inoltre escogitato un partico[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 578

Brano: [...]).

Il 16.7.1937 fu nuovamente ferito, ma dopo cinque giorni d’ospedale volle ripartire per la prima linea, con la ferita ancora sanguinante. Un mese più tardi, sul fronte di Saragozza, a quota 402, subì una terza ferita, che tuttavia non lo distolse se non per poco tempo dal suo incarico di comando. Nell'ottobre 1937, a ventitré anni, ebbe la nomina a capitano e il comando della 3a Compagnia del II Battaglione della Brigata « Garibaldi ». Con Fernando De Rosa, era uno dei più giovani comandanti delle formazioni repubblicane.

Durante l’offensiva sul fronte dell’Estremadura, la notte tra il 16 ed il 17.2.1938, nel corso di un'operazione d’attacco che vide cadere il comandante di battaglione, assunse la guida del reparto, trascinan

dolo con l’usuale impeto. Colpito da una pallottola all’addome, si spense mentre ancora cercava di riordinare i ranghi dell’unità duramente provata dallo scontro.

M.Gi.

Giudice, Vincenzo

Medaglia d’oro al valor militare alla memoria. N. a Eboli (Salerno) nel 1891, ucciso dai tedeschi a Bergiola Foscalina di [...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Fernando De Rosa, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---antifascista <---fascismo <---italiani <---socialista <---fasciste <---comunista <---antifascismo <---fascista <---socialisti <---Storia <---italiana <---italiano <---comunisti <---C.L.N. <---G.L. <---Umberto di Savoia <---antifascisti <---fascisti <---Partito comunista <---italiane <---nazista <---socialismo <---Comitato centrale <---P.S.I. <---S.S. <---massimalisti <---Alessandro Bocconi <---Alpina G <---Alpina G L <---Bibliografia <---Brigata G <---Brigata G L <---Bruno Buozzi <---Dante Livio Bianco <---Emanuele Modigliani <---Filippo Amedeo <---Francesco Luigi Ferrari <---Giovane Italia <---Italia Libera <---Luigi Sturzo <---Mario Andreis <---Mario Passoni <---Massimo Mila <---P.C.I. <---Sandro Pertini <---U.R.S.S. <---alpinista <---d'Azione <---d'Italia <---lista <---massimalista <---nazifascisti <---riformisti <---A.B. <---A.N.P.I. <---Adriano Colombo <---Adriano Olivetti <---Alberico Molinari <---Alberto Molinari di Cremona <---Alessandro Pertini <---Ammalati di Gradisca <---Angelica Balabanoff <---Angelo Noseda <---Arditi del popolo <---Armando Gavagnin <---Armando Quadri <---Arnaldo Lucci <---Azione Cattolica <---Belgio dal Trattato di Locamo <---Bergiola Foscalina <---Bergiola Foscalina di Carrara <---Berneri a Bruxelles <---Bombrini-Parodi <---Borgo San Dalmazzo <---Bruno Cas <---Bruno Zevi <---Buonaventura Durruti <---Calvi in Corsica <---Camillo Berneri a Cianca <---Camillo Prampolini <---Carletto Besana <---Cattolica Leon Degrelle <---Centro interno <---Cerro de Ios Angeles <---Christus Rex <---Cipriano Facchinetti <---Città di Milano <---Club Alpino Italiano <---Colonna Rosselli <---Conca di Vinca <---Congresso di Vienna <---Consiglio Francesco Saverio Nitti <---Conte-Capriolo-Prioglio <---Corriere della Sera <---D.L.B. <---Dante Livio <---De Gasperi <---Delfino di Roma <---Diego Del Bello <---Diritto <---Diritto internazionale <---Divisione G <---Divisione G L <---Divisione di Novara <---Domenico Viotto <---Don Luigi Sturzo <---Don Sturzo <---Elia Musatti <---Elmo Simoncini <---Emilio Lopardi <---Emilio Lus <---Emma Forconi <---Enrico Gonzales <---Esteri Paul Henri Spaak <---Eugenio Li <---Ferdinando Innamorati <---Ferrero-Spano <---Filippo Acciarini <---Filippo Beltrami <---Flottiglia M <---Flottiglia M A S <---Francesco Ciccotti Scozzese <---Francesco Saverio Nitti <---Francia di Rosselli <---Francisco Largo Cabali <---Fronte Popolare <---Gaspare Paletta <---Giacomo Matteotti <---Gian Carlo Pajetta <---Gioacchino Guarello <---Giovanni Cosat <---Giovanni Golinelli <---Giuseppe Bensì <---Giuseppe Emanuele Modigliani <---Giuseppe Mazzini <---Giuseppe R <---Grandi a Ginevra <---Gregorio Agnini <---Greve in Chianti <---Guido Bergamo <---Gustave Le Clercq <---Henri de Man <---Hubert Pierlot <---I Brigata Garibaldi <---I Divisione Alpina <---I.O.S. <---I.T.F. <---Il Corriere <---Il Corriere della Sera <---Il Mondo <---Il Popolo <---Il mattino <---Il vecchio <---Ilio Barontini <---In carcere <---In particolare <---Innocente Por <---Ios Angeles <---Italia libera <---L.N. <---La Resistenza in Piemonte <---La Resistenza nei Saiuzzese <---La Spezia <---La Voce <---La lettera <---La morte <---La prima <---Le figure <---Leone Ginzburg <---Leopoldo III <---Linea Gotica <---Lugano da Randol <---Lupi di Toscana <---M.A.S. <---Maria José <---Mario An <---Mario Neri <---Mario Todeschini <---Marion Rosselli Cave <---Martino in Rio <---Meana di Susa <---Meccanica <---Membro del Comando <---Mezzo secolo <---Monte S <---Monte S Cri <---Morata de Tajuna <---Nenni a Berlino <---Nino Nannetti <---Non so <---Oggi in Ispagna <---Ordine Nuovo <---Ottorino Petroni <---P.C. <---P.S. <---P.S.I.U.P. <---P.S.U. <---Palacio de Ibarra <---Paul Henri Spaak <---Pianfei I <---Piero Brandimarte <---Piero Jacchia <---Pietro Bellot <---Pietro Mastino <---Puerta de Hierro <---Quaderni Italiani <---Quarto stato <---Questura di Pisa <---R.A.I. <---Renato Martorelli <---Renato Poggioli <---Resistenza in Liguria <---Resistenza nella Capitale <---Rivoluzione Liberale <---Romeo Campanini <---Scala-Andreis <---Scritti di Turati <---Segre-Mario <---Segretario Generale del Partito <---Sempre Avanti <---Silvio Trentin <---Sion Segre <---Storia contemporanea <---Storia moderna <---Storiografia <---Studi Politici <---T.A. <---Tito Nobili <---Tribunale di Milano <---Tribunale di Nizza <---Trovatosi a Milano <---Umanità Nuova <---Umberto Zanotti Bianco <---Veterinaria <---Vita di Carlo Rosselli <---affacciano <---artigiana <---artigiano <---attesiste <---attivista <---austromarxismo <---azionisti <---badogliani <---collaborazionismo <---collaborazionista <---cristiana <---cristiani <---d'Officina <---dell'Aventino <---dell'Italia <---dell'Olanda <---dell'Ufficio <---democristiani <---democristiano <---dinamismo <---filonazista <---giani <---giellisti <---gobettiane <---gobettiano <---hitleriana <---ideologica <---ideologico <---interviste <---liana <---marxismo <---marxista <---nazifascismo <---nazionalismo <---nazionalista <---nazisti <---positivismo <---postfascista <---professionisti <---propagandista <---rexista <---rexisti <---riformismo <---riformista <---seismo <---simbologie <---socialiste <---squadrismo <---squadristi <---tismo