→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Felicita Ferrerò è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 9Entità Multimediali, di cui in selezione 6 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 623

Brano: [...]. Divenuto membro del Comitato federale della F.G.C.I., svolse attività politica nell’ambiente universitario. Essendo stato fermato e schedato dalla polizia durante le manifestazioni studentesche seguite all’assassinio di Giacomo Matteotti, nel 1926 si trasferì aM'Università di Torino, dove venne incaricato dal partito di dirigere un gruppo studentesco antifascista intitolato a Marco Friedmann. Nel capoluogo piemontese si legò sentimentalmente a Felicita Ferrerò (18991983), già attiva militante del P.C. d’I..

Dopo la proclamazione delle Leggi eccezionali fasciste (novembre 1926), si diede completamente all'attività clandestina. Nel 1927 fu tra i redattori de “Il Goliardo rosso” (foglio che incitava gli universitari alla lotta antifascista), di “Fronte unico” (organo del Comitato giovanile di unità proletaria) e del Fanciullo proletario (v.). Rotti i rapporti con la famiglia, per sopravvivere dovette lavorare come operaio in fabbrica.

Strettamente controllato dalla polizia, ai primi di giugno del 1927 venne arrestato, condannato a 2 mesi di recl[...]

[...]“Fronte unico” (organo del Comitato giovanile di unità proletaria) e del Fanciullo proletario (v.). Rotti i rapporti con la famiglia, per sopravvivere dovette lavorare come operaio in fabbrica.

Strettamente controllato dalla polizia, ai primi di giugno del 1927 venne arrestato, condannato a 2 mesi di reclusione e infine inviato al confino di Ustica. Mentre si trovava alle Carceri Nuove di Torino, si tenne in contatto con il partito attraverso Felicita Ferrerò (che si occupava del Soccorso Rosso), finché quest'ultima non fu a sua volta arrestata. Deferiti insieme al Tribunale speciale per « associazione e propaganda comunista », il 12. 4.1928 furono condannati, la Ferrerò a 6 anni di reclusione e Spano a

5 anni e 5 mesi. Riacquistò la libertà nel dicembre 1932 e nel gennaio successivo espatriò in Francia. Entrato nell'apparato del Centro estero del partito a Parigi, fu addetto al lavoro fra gli emigrati, che svolse essenzialmente nelle Savoie.

Nel 1935, dopo l’inizio dell’aggressione fascista all’Etiopia, fu inviato in Egitto e, con il falso [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 535

Brano: [...] per periodi più o meno lunghi dell’uno o dell 'altro organismo tra quelli sopra menzionati.

Oltre a Paimiro Togliatti, divenuta secondo segretario dell'Internazionale, presso il Comintern o nelle organizzazioni a questo collegate lavorarono, fra gli altri: Luigi Amadesi, Ersilio Ambrogi, Isidoro Azzario, Giuseppe Berti, Vincenzo Bianco, Giulio Cerreti, Emani CivaIIeri, Carlo Codevilla, Giuseppe Di Vittorio, Edoardo D'Onofrio, Giuseppe Dozza, Felicita Ferrerò, Egidio Gennari, Giovanni Germanetto, Ruggero Grieco, Luigi Longo, Davide Maggioni, Lino Manservigi, Anseimo Marabini, Clarenzo Menotti, Francesco Mi si ano, Mario Montagnana, Rita Montagnana, Celeste Negarvi Ile, Teresa Noce, Agostino Novella, Giancarlo Pajetta, Ottavio Pastore, Edmondo Peluso, Pio Pizzirani, Luigi Poi ano, Antonio Roasio, Vittorio Vidali (si vedano le rispettive voci biografiche).

Vita e problemi degli emigrati

Quantunque appartenessero tutti a un’organizzazione politica formalmente fondata su principi di uguaglianza e di fraterna solidarietà, le centinaia di comunist[...]

[...]ondizioni di esistenza della popolazione (camere in coabitazione, grandi difficoltà di approvvigionamento alimentare ecc.). Per i lavoratori, i punti di incontro e di riferimento a Mosca erano la Casa degli emigrati politici e il Club degli emigrati politici (sciolto nel

Delegati italiani a Mosca per il III Congresso deH’Intemazionale Comunista. Si riconoscono fra gli altri: Mario Montagnana, Lino Manservigi, Aldo Gorelli, Emani C i vai Ieri, Felicita Ferrerò, Luigi Polano e Rita Montagnana che, negli anni successivi, lavoreranno presso l'I.C.. Al centro, il dirigente sovietico V. Lunaciarskij (agosto 1921)

535



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 129

Brano: [...]Tra le dirigenti comuniste condannate dal Tribunale speciale si ricordano: Camilla Ravera (a 15 anni e 6 mesi di reclusione), Adele Bei (a 18 anni), Ergenite Gili (a

10 anni), Anna Bessone e Francesca Ciceri (a 8 anni ciascuna), Maria Bernetich (una prima volta a 2 anni e una seconda a 16), Anita Pusterla (a 9 anni e 8 mesi), Maddalena Secco e Valeria Wachenhusen (a 10 anni ciascuna), Carmelina Succio (a 8 anni), Anna Pavignano, Lucia Rosso e Felicita Ferrerò (a 6 anni ciascuna), Lea Giaccaglia e Rosa Messina (a 4 anni), Dina Nozzoli (a 3 anni); e tra le antifasciste, Margherita Blaha (a 30 anni), Francesca Leban (a 25 anni).

Nel 1927 un grande sciopero delle



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 134

Brano: [...]ante. Fu arrestata per avere, complice di un medico confinato a Ventotene, inviato nel 1937 memoriali a Edouard Herriot, presidente della Camera francese, e alla Lega dei Diritti deH’Uomo, illustranti le pessime condizioni in cui erano tenuti i confinati politici. Processata per « propaganda antinazionale, menomazione del prestigio nazionale all'estero e offese al duce », il 23.

6.1937 fu condannata a 1 anno, 5 mesi e 10 giorni di carcere.

Felicita Ferrerò, n. a Torino il 31.

12.1900, impiegata. Fu arrestata il

15.7.1927 e accusata di propaganda comunista e cospirazione. Le furono sequestrate alcune lettere dello studente Velio Spano (v.), col quale fu processata. Entrambi furono condannati, a 6 anni la Ferrerò e a 5 anni e 6 mesi Spano che già

si trovava in carcere^ rna in procinto di essere liberato.

Gina Ferretti, n. a Riparbella (Pisa) il 2.10.1888, casalinga. Arrestata e deferita al Tribunale speciale, nel 1937 fu rinviata al Tribunale ordinario.

Elsa Finzi, n. a Genova il 14.5.1891. Fu arrestata nella primavera del 1942 ass[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 11

Brano: [...] costruzione di un centro di disturbi da attivare in Italia e nelle Colonie.

Radio Mosca

Dall’autunno 1937, dall’U.R.S.S., iniziarono le trasmissioni in lingua ita

liana di Radio Mosca. Queste furono curate da numerosi dirigenti del P.C.I. (Luigi Amadesi, Ruggero Grieco, Giovanni Farina, Andrea Marabi ni, Matteo Secchia, Ettore Fiammenghi, Clarenzio Menotti, Bindo Regazzi, Olga Pastore, Anna Bessone, Sergio Di Giovanni, Rita Montagnana, Felicita Ferrerò, Nora Negarville, Lila Grieco, Mira Galiussi), All’indomani del Patto di non aggressione russotedesco (23.8.1939), cioè agli inizi della Seconda guerra mondiale e fino all'attacco nazista all’U.R.S.S. (22.6.1941) queste trasmissioni erano ispirate a una rigorosa « posizione neutrale nel conflitto tra le potenze imperialistiche », sotto la guida di Paimiro Togliatti (v.) che dirigeva e coordinava al tempo stesso gran parte delle emissioni di Libera Jugoslavia, di Espaha indipendiente, di Romania libera, nonché i servizi radiofonici francesi, tedeschi e cecoslovacchi. Dopo l’attacco tedesco all[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 556

Brano: [...], ebbe 5 anni e 6 mesi). Riacquistata la libertà nel novembre 1932, dopo una dura carcerazione a Perugia e a Trani, nel marzo 1933 venne fatta espatriare clandestinamente in Francia dal Centro del partito e, nell'agosto, date le sue precarie condizioni di salute, fu inviata a curarsi nell'Unione Sovietica. Dopo aver soggiornato in un sanatorio si stabilì a Mosca lavorando come traduttrice alla Radio del Comintern fino al termine della guerra.

Felicita Ferrerò

556


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Felicita Ferrerò, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---antifascisti <---comunista <---fasciste <---P.C.I. <---Partito comunista <---antifascista <---fascista <---italiane <---Paimiro Togliatti <---Rita Montagnana <---comunisti <---italiana <---C.L.N. <---D'Onofrio <---Ergenite Gili <---F.G.C.I. <---Giulio Cerreti <---Lea Giaccaglia <---Maria Bernetich <---P.C. <---Radio Londra <---Vincenzo Bianco <---antifasciste <---comuniste <---fascismo <---fascisti <---italiani <---italiano <---socialista <---socialisti <---Adele Bei <---Agata Pizzo <---Alba Perello <---Aldo Gorelli <---Alicata a Roma <---Amalia Gregorio <---Andrea Marabini <---Angela Cremonese <---Angela Facchin <---Angiolina Toni <---Anna Pavignano <---Anna Rosa Canitano <---Benedetto XV <---Camilla Ravera <---Canale di Suez <---Carceri Nuove di Torino <---Celeste Negarvi Ile <---Centro interno <---Ceretto Lomellina <---Clarenzio Menotti <---Clementina Bergamini <---Columbia University <---Comitato centrale <---Consandolo di Argenta <---Consulta nazionale <---D.L. <---Diocesi di Biella <---Dirce Gandolfi <---Dirce Scarazzati <---Diritto <---Edizioni Avanti <---Emani C <---Ersilio Ambrogi <---F.G.S.I. <---F.I.A.T. <---Fabbri di Mi <---Fanciullo proletario <---Fisica <---Fisica nucleare <---Fisica teorica <---Francesca Ciceri <---Francesca Leban <---Francia dal Centro <---Giacomo Matteotti <---Giorgina Rossetti di Mongrando <---Giovanni Farina <---Giuseppe Berti <---Giuseppe Di Vittorio <---Giuseppe Vernetti <---Habib Bourghiba <---Il III <---Isidoro Azzario <---K.I.M. <---L.R.C. <---La Spezia <---La lotta <---Lea Betti <---Lega dei Diritti <---Libera Jugoslavia <---Lila Grieco <---Lino Manservigi <---Luigi Longo <---Luigi Naldini <---Luigi Poi <---Luigi Valencic <---Lux di Mosca <---M.O.P.R. <---Marco Fried <---Margherita Blaha <---Margherita Vienco <---Maria Falorni <---Maria Luigia Trivulzio <---Maria Monchietti <---Matteo Secchia <---Mira Galiussi <---Mussolini a Firenze <---Ordine Nuovo <---Ottavio Pastore <---P.C.T. <---P.S.I. <---Pio Pizzirani <---Pio X <---Pozuelo del Rey <---R.S.I. <---R.S.S. <---Radio Milano <---Radio Milano Libertà <---Radio del Co <---Radio del Minculpop <---Renata Gradi <---Rosa Messina <---Santa Agata Bolognese <---Sergio Di Giovanni <---Severina Galassa <---Sezione del Partito <---Sistematica <---Togliatti in Italia <---Trento Trieste <---U.R.S.S. <---U.S.A. <---Zvonimiro Milos <---antifascismo <---collaborazionista <---dell'Internazionale <---disfattismo <---ideologica <---interventista <---leninista <---liana <---liste <---modista <---nazista <---nell'Unione <---socialiste <---squadrista <---squadristi <---terzinternazionalisti