→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale F.D. è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 29Entità Multimediali, di cui in selezione 11 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 172

Brano: [...]una famiglia di piccoli proprietari agricoli, agli inizi della carriera politica fu appoggiato da Tom Pendergast, il potente boss della macchina elettorale del Partito democratico di Kansas City. Eletto senatore nel 1935, all’inizio della Seconda guerra mondiale presiedette il Comitato speciale del Senato per il controllo delle spese connesse al programma di difesa nazionale e, in tale veste, spesso si oppose ai programmi proposti dal presidente F.D. Roosevelt (v.) e dal Ministero della guerra.

Presidente degli Stati Uniti

Nel 1944 fu scelto dall’apparato partitico come candidato democratico alla vicepresidenza al fianco di Roosevelt, al posto di Henry Wallace che da molti veniva considerato su posizioni eccessivamente “progressiste”. Nell’aprile 1945, cioè pochi mesi dopo le elezioni (20.1.1945) e in seguito alla morte del presidente, Truman automaticamente gli succedette.

Nell’assumere l'importantissimo incarico, Truman era totalmente privo di esperienza internazionale, essendo stato fino ad allora, dato II precedente incarico [...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 684

Brano: [...]lò la ripresa del mercato.

La depressione segnò a livelli spropositati la diminuzione della produzione e del commercio e la crescita della disoccupazione, evidenziando tutte le contraddizioni del sistema socioeconomico americano. A pre

scindere dalle responsabilità del presidente Hoover e della sua amministrazione, la crisi pose termine al periodo di maggioranza repubblicana, portando alla schiacciante vittoria del candidato democratico

F.D. Roosevelt (v.) che, nelle elezioni del 1932, si fece portavoce del diffuso malcontento con il suo programma di riforme, definito New Deal (v.).

Le misure adottate nella prima fase erano complessivamente basate sul ruolo equilibratore dell’intervento pubblico in materia economica e sul generale rafforzamento dell’esecutivo. L’intervento si articolò, da una parte, verso la ripresa economica con la istituzione del N.I.R.A. [National Industriai Recovery Act), legge approvata dal business e dal sindacato, nonché con il compito di regolare il sistema dei prezzi e degli investimenti. L’approvazio[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 384

Brano: [...]mperialistico.

Panamericanismo e imperialismo

La grande crisi economica del 1929 confermò definitivamente questa tendenza e comportò l’inizio di un nuovo ciclo storico nei rapporti tra gli Stati americani. La crisi ebbe due conseguenze immediate nella sfera americana: da una parte, si ebbe, con la scomparsa degli europei dalla scena latinoamericana, un ulteriore rafforzamento dell'egemonia statunitense; dall’altra, durante la presidenza di F.D. Roosevelt la politica degli U.S.A. mutò: furono ritirati i marines, venne abolito dalla costituzione cubana l’emendamento Platt e furono prese altre misure, da ricondursi alla cosiddetta « politica di buon vicinato » inaugurata da Roosevelt in corrispondenza con il New Deal (v.) in politica interna.

Nella Conferenza panamericana del

1933, a Montevideo, gli Stati Uniti accettarono infine il principio formale del « non intervento ». Ma, in un periodo in cui la crisi mondiale restringeva sempre più le capacità di manovra delle repubbliche latinoamericane colonizzate dai capitali statuniten[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 383

Brano: [...]ano militare l'« indipendenza » panamense. Nato così il nuovo Stato di Panamà come protettorato nordamericano di fatto, nel 1915 venne inaugurato il Canale.

Questa situazione segnò gravemente la vita politica panamense per oltre un trentennio, condizionando

lo sviluppo economico del paese e condannandolo alla monocultura del banano, sotto controllo della United Fruii Co.

Durante il periodo del cosiddetto « buon vicinato », inaugurato da F.D. Roosevelt, il governo U.S.A. abolì formalmente la clausola del « diritto d’intervento », continuando tuttavia a condizionare la vita politica ed economica locale, tanto da far deporre nel 1941 il presidente A. Arias, giudicato « pericoloso » per le sue tendenze nazionalistiche. Il suo successore dichiarò guerra alle potenze delI’Asse, lasciando via libera all’occupazione militare americana del territorio panamense.

Secondo dopoguerra

Dopo la fine della Seconda guerra mondiale venne rieletto alla presidenza A. Arias che, due anni più tardi, fu nuovamente rovesciato da un golpe. In quel p[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 56

Brano: [...] le Nazioni.

Origini

Come la Prima guerra mondiale aveva portato, dopo la sconfitta degli Imperi centrali, alla costituzione della Società delle Nazioni, così la vittoria alleata del 1945 sul nazifascismo portò alla fondazione deirO.N.U.. Il fine delle due organizzazioni, pur nella diversità della situazione storica e politica, era identico: dotare i popoli di tutto

11 mondo di uno strumento di pace e di coordinamento internazionale.

F.D. Roosevelt, che deH’O.N.U. fu il massimo assertore, vi vedeva un mezzo per superare quell’isolazionismo (v.) degli U.S.A. che aveva contribuito a lasciare via libera agli Stati fascisti.

DeH'O.N.U. si cominciò a parlare già nel corso della guerra, quando l’esito di questa appariva tutt altro che scontato: la Dichiarazione di Londra del 12.6.1941, la Carta Atlantica (v.) del 14.8.1941 e la Dichiarazione delle Nazioni Unite dell'1.1.1942 ne anticiparono i contenuti.

La prima bozza dello statuto dell’O.N.U. venne stesa a Dumbarton Oaks (v.) dai rappresentanti degli U.S.A., dell’U.R.S.S., de[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 132

Brano: [...]omandante supremo di tutte le forze armate dell’U.R.S.S.. Ben presto i nazisti videro dileguarsi l’illusione di poter liquidare l’Armata Rossa in poche settimane; il maresciallo tedesco von Kleist scrisse a questo riguardo: « L’esercito sovietico dimostrò sin dall’inizio di essere composto di eccellenti combattenti che lottavano con grande tenacia e possedevano una stupefacente capacità di resistenza ».

Il 23.2.1943 il presidente degli U.S.A. F.D. Roosevelt inviò ai sovietici il seguente messaggio: « In nome del popolo degli Stati Uniti io voglio esprimere aH’Armata Rossa, in occasione del suo 25° anniversario, la nostra profonda ammirazione per le sue rimarchevoli vittorie, senza precedenti nella Storia. Solo un esercito dotato di un comando abile, di un’organizzazione solida e di un’eccellente preparazione, e soprattutto con un'indomita volontà di vincere, malgrado le perdite subite, poteva ottenere tali risultati. L’Armata Rossa e il popolo russo hanno spinto le forze di Hitler alla disfatta definitiva ed hanno conquistato per sempr[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 102

Brano: [...]erre e durante il secondo conflitto mondiale, l'azione per la tutela internazionale dei diritti deH’uomo, fondendosi con la lotta dei democratici di tutto il mondo contro il fascismo nelle sue varie accezioni, ricevette ulteriore impulso. Il problema venne sollevato con vigore nel settembre

1933 alla XIV Assemblea della Società delle Nazioni. Nel corso della guerra lo stesso tema fu posto all’ordine del giorno dal presidente degli Stati Uniti F.D. Roosevelt in un messaggio al Congresso americano (6.1.1941) e fu infine solennemente ripreso, il 14.8. di quel medesimo anno, dalla Carta Atlantica (v.).

La Carta dell'O.N.U.

Le atrocità belliche, i genocidi (v.) e gli altri crimini contro l’umanità commessi dai tedeschi nei territori invasi e nei campi di sterminio, sollevando unanime esecrazione sollecitarono gli Stati vincitori a fissare

i termini di un’ampia tutela internazionale dei diritti umani, attraverso l’organizzazione delle Nazioni Unite (v.) e gli istituti da questa dipendenti o collegati. Si potè così giungere, il 10.12[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 144

Brano: Dragoon, Operazione

ordini del generale Alexander avrebbero dovuto compiere lo sforzo decisivo in direzione di VeneziaTrieste per poi proseguire su Vienna attraverso la sella di Lubiana. Il presidente americano F.D. Roosevelt era invece contrario a questo piano, per varie considerazioni militari è politiche. Alla fine, dopo alcuni rinvìi provocati dalla disputa, l'operazione Dragoon ebbe inizio il 15 agosto.

La deliberata sottrazione allo schieramento alleato in Italia di 7 divisioni (inviate a partecipare all’operazione) modificò i rapporti di forza in favore dei tedeschi nel teatro d’operazioni italiano. All’assenza delle unità trasferite in Francia si aggrapparono poi generali e capi politici, a cominciare da Churchill, per giustificare la piega sfavorevole assunta dalle operazioni militari nella P[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 109

Brano: [...]avano la

« libertà d’azione » statunitense. Di conseguenza il Senato americano rifiutò di ratificare il trattato di Versailles sottoscritto il 28.6.1919 da Wilson e gli U.S.A. non aderirono alla Società delle Nazioni.

Seconda guerra mondiale

Negli anni che precedettero lo scoppio della Seconda guerra mondiale

i fautori dell’isolazionismo si schierarono con l’ala più reazionaria dell’opposizione alla politica riformista del presidente F.D. Roosevelt detta « New Deal ». Nel 193537 essi riuscirono a far passare la cosiddetta legge « sulla neutralità », le cui clausole proibivano la vendita di armi a paesi belligeranti, l’offerta a questi di crediti o prestiti, e perfino il trasporto su navi statunitensi delle merci a essi destinate. Queste misure furono accolte con favore dai paesi del blocco fascista e infatti, poche settimane dopo, quando si ebbe l’aggressione fascista in Etiopia, si vide come la legge « sulla neutralità » agisse di fatto a favore degli aggressori: contro il parere di Roosevelt, il Congresso americano rifiutò d[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 357

Brano: [...] e sussistenti anche nelle vicine colonie francesi e inglesi.

L’interessata campagna moralistica condotta dalle grandi potenze coloniali sfociò infine nella proposta di fare della Liberia un paese « sotto mandato », spartito tra Inghilterra, Francia e Germania. A questo punto gli Stati Uniti fecero un pronto voltafaccia: montata una

controcampagna per « la difesa dell’indipendenza liberiana », alla quale aderì anche il presidente americano F.D. Roosevelt, la Liberia fu « salvata », ossia totalmente legata al capitale finanziario statunitense.

Seconda guerra mondiale

Durante la Seconda guerra mondiale la Liberia fu la principale fornitrice di caucciù degli Alleati. Il suo territorio servì inoltre da importante base aeronavale americana e, a Monrovia, gli U.S.A. aprirono un grande porto. William S. Tubman, eletto presidente per la prima volta nel 1943, seguì una politica strettamente filoamericana.

Nei decenni successivi, nonostante la formale partecipazione della Liberia al consesso dei paesi africani indipendenti (nel 1959 [...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine F.D., nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---U.S.A. <---U.R.S.S. <---comunista <---isolazionismo <---Bibliografia <---Diritto <---New Deal <---O.N.U. <---Storia <---antifascista <---America Latina <---Carta Atlantica <---Conferenza di Yalta <---G.A.P. <---J.R.R. <---La guerra <---P.C.I. <---Pratica <---S.S. <---comunisti <---fascismo <---fascista <---fascisti <---imperialismo <---italiani <---italiano <---nazista <---panamericanismo <---socialiste <---A.F.L. <---A.R. <---Adjustment Admi <---Affitti e Prestiti <---Alleati a Yalta <---Altiero Degrassi <---Armata Rossa degli Operai <---Armata Sovietica <---Armata del Reno <---Ben Bella <---Borsa di New York <---Brigata G <---Brigata G A P <---C.I.O. <---C.L.N. <---C.T.L.N. <---C.W.A. <---Cesare Luporini <---Charles D King <---Città del Messico <---Comando in Italia <---Conferenza di Bogotà <---Conferenza di Lima <---Conferenza di Panamà <---Conferenza di Potsdam <---Conferenza di Rio de Janeiro <---Conferenza di Teheran <---Conferenza di Washington <---Corea del Nord <---Costa Azzurra <---D.C. <---De Lattre de Tassi <---Dichiarazione di Londra <---Enzo Enriquez Agnoletti <---Esercito Rosso <---Essi sono <---Eugenio Montale <---F.E.R.A. <---F.F.I. <---Federai Emer <---Fisica <---Fort Gulik <---G.C. <---George Catlett <---George Washington <---Giuseppe Rossi <---Gli Stati Uniti <---Gran Bretagna <---Grande Depressione <---Harry S <---Il C <---Il C L <---Il Mattino <---Il Nuovo Corriere <---Il generale De Gaulle <---Il mattino <---In sostanza <---Industriai Organisations <---Industriai Recovery <---La Nazione <---La Nazione del Popolo <---La Patria <---La prima <---Le mani <---Liberazione del Nord <---Linea Gotica <---Linea Sigfrido <---Lutte Ouvrière <---Mario Mora <---N.I.R.A. <---Nazione del Popolo <---Nuovo Corriere <---O.S.A <---Organizzazione degli Stati Americani <---P.L.I. <---P.S.I. <---P.W.A. <---Panamericana a Washington <---Piano Marshall <---Porta San Paolo <---Porto Rico <---Public Works <---RAF <---Repubblica dei Soviet <---Riccardo Bauer <---Rio de Janeiro <---S.A.P. <---San Francisco <---San Martin <---San Paolo <---Social Security Act <---Socialist Labour Ligue <---Soviet Military Strategy <---Stati Uniti F D Roosevelt <---Stato di Panamà <---Stato operaio <---Terzo Mondo <---Tristano Codignola <---True Whig Party <---U.S.A <---Ubaldo Bestiak <---United Fruii Co <---Uniti F <---V.D. <---Vincenzo Coc <---Vincenzo Saba <---Virgilio Paren <---Vittorio Emanuele <---Vittorio Emanuele II <---Voix Ouvrière <---William S <---William S Tubman <---altipiano <---altopiano <---antagonismi <---antagonismo <---anticomunismo <---anticomunista <---antihitleriana <---antinazista <---aprismo <---bolivariane <---capitalismo <---capitalista <---capitalisti <---centesimi <---civismo <---colonialismo <---cristiana <---dell'Assemblea <---dell'Italia <---democristiano <---espansionista <---filofascisti <---franchisti <---gappisti <---ideologica <---indipendentista <---internazionalista <---isolazionisti <---isterismo <---italiane <---latinoamericanismo <---liberiana <---liberiani <---liberiano <---militarismo <---nazifascismo <---nazisti <---nell'Europa <---neofasciste <---oltranzisti <---pablisti <---panamericanista <---paracadutisti <---peronismo <---populisti <---progressista <---progressiste <---protezionisti <---riformista <---schiavismo <---schiavisti <---secessionista <---siano <---socialismo <---socialista <---socialisti <---terzomondismo <---trentatreesimo <---trotzkismo <---trotzkisti <---ultraespansionismo <---varguismo <---zariste