→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Dino Giacobbe è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 5Entità Multimediali, di cui in selezione 5 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 374

Brano: [...]te per le comunicazioni fra il centro giellista parigino e la Sardegna. Accorso in Spagna, era stato ferito subito in combattimento, ma era poi tornato al fronte, per cadere presso Teruel, nel gennaio del 1937.

La sua morte diede il via a un drammatico episodio dell'antifascismo sardo: una lettera che ne annunciava la scomparsa venne pubblicamente letta, con una serie di commosse osservazioni, da due amiche nuoresi, Graziella Sechi (moglie di Dino Giacobbe) e l'insegnante Mariangela Maccioni Marchi. Il caso fu segnalato alla polizia che procedette all’arresto delle due donne. Queste vennero poi fatte oggetto di un velenoso commento da parte del giornale fascista “Nuoro Littoria”, e quando Dino Giacobbe sfidò a duello il gerarca che dirigeva il giornale, questi lo fece arrestare. (La Maccioni Marchi sarà poi espulsa dall'insegnamento) .

Dino Giacobbe era da tempo in contatto clandestino con Lussu, il quale sosteneva che l’esercito repubblicano spagnolo aveva bisogno soprattutto di ufficiali che avessero già esperienza di guerra, com'era appunto il Giacobbe. Così, poco dopo la scarcerazione della moglie, Giacobbe espatriò clandestinamente, dalla Corsica raggiunse Parigi e da qui, in pochi giorni, arrivò ad AU bacete: nell'ultima fase della guerra comanderà una batteria di artiglieria intitolata a Carlo Rosselli, nel frattempo assassinato dai fascisti in Francia.

In Spagna accorse anche Velio Spano: incaricato della propaganda verso l’It[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 181

Brano: [...]he nelle elezioni del 1921 il candidato sardista di Nuoro ottenne il massimo delle preferenze elettorali.

Nello stesso periodo operavano a Nuoro e nel Nuorese gruppi di anarchici, di socialisti eredi della tradizione socialrivoluzionaria di Deffenu e i primi cattolici uniti nel Partito Popolare, tra cui il deputato Francesco Dorè e il giovane Salvatore Mannironi. Ma, tra tutti, maggior seguito ebbero i sardisti Pietro Mastino, Luigi Oggi ano, Dino Giacobbe e Giovanni Battista Melis. Tuttavia l’influenza di questi dirigenti cominciò a declinare nel 1922: nelle elezioni amministrative di quell’anno essi furono battuti;

10 stesso Mastino non fu rieletto alla Deputazione provinciale, di cui era pur stato presidente.

Alla fine dell’ottobre 1922, negli stessi giorni della marcia su Roma, si svolsero a Nuoro il V Congresso degli ex combattenti e il III Congresso del Partito sardo d’Azione. Di fronte alla violenza fascista, i capi sardisti incitarono alla resistenza e alla lotta, ma il fascismo si era ormai impadronito dello Stato in tutte le sue[...]

[...]iari con intenti di « pacificazione », il deputato sardo Pietro Lissia; poi, dopo una serie di violenze fasciste scatenate nella città e in tutta l’isola, giunse in qualità di prefetto di Cagliari il generale AscJepia Gandolfo. Egli iniziò trattative con alcuni esponenti del Partito sardo d’Azione per addivenire a una fusione dell’organizzazione sarda col Partito fascista. Nelle trattative furono coinvolti anche sardisti nuoresi quali l’ingegner Dino Giacobbe (dirigente regionale dei combattenti) e l’av vocato Oggiano (dirigente regione le del partito).

181



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 182

Brano: [...]nservarono posizioni di dignitoso isolamento, insieme all’avvocato Gonario Pinna, di orientamento radicalsocialista, Essi ebbero qualche collegamento anche

con Emilio Lussu, loro compagno di partito negli anni fervidi del dopoguerra e ora esule a Parigi. Lussu li esortava alla resistenza e alla lotta, nella speranza di poter conservare e riprendere un seguito fra le masse agropastorali dell’isola. Un posto a parte tra i sardisti è occupato da Dino Giacobbe che, nel 1937, sollecitato da Lussu, abbandonò la posizione di sterile attesa e lasciò la Sardegna, per arruolarsi con le Brigate Internazionali in Spagna. Anche alcuni emigrati del Nuorese combatterono per la Spagna repubblicana: tra questi, l’anarchico Giovanni Dettori, caduto a Teruel; i fratelli Pietro e Domenico Golosio, di Mamoiada; i fratelli Pompeo e Ferdinando Franchi, il primo dei quali morì per le ferite riportate nella battaglia di Monte Pelato (v.) combattendo (sotto il nome dj Giuseppe Zuddas) con la Colonna « AscasoRosselli ».

Opposizione cattolica

Del gruppo degli antifa[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 184

Brano: Nuoro

commando alleato: addosso ai suoi componenti, subito catturati, venne trovato un messaggio con l’indicazione dei nomi di due antifascisti nuoresi sicuri, Salvatore Mannironi ed Ennio Delogu, che erano stati segnalati a Lussu da Dino Giacobbe. I due furono immediatamente arrestati, tradotti a Oristano e da qui alla caduta del fascismo internati in un campo di concentramento a Isernia. Essi potranno tornare liberi in Sardegna solo nel novembre 1943.

La Sardenga, è noto, potè evitare gli orrori della guerra guerreggiata e la guerra civile. L’8.9.1943, all’annuncio deH’armistizio, la divisione tedesca stanziata nell’isola converse ordinatamente verso la Corsica e si imbarcò senza incontrare praticamente ostacoli da parte dei Comandi militari italiani che avevano patteggiato quella ritirata. Solo alcuni valorosi tentarono di oppors[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 372

Brano: [...]rresti connessi alla caduta del centro interno di “Giustizia e Libertà”. Anche se la polizia non riuscì mai a decifrare i nomi in codice che figuravano nella corrispondenza tra Lussu, i giellisti Francesco Fancello e Cesare Pintus (v.) furono condannati dal Tribunale speciale a 10 anni di reclusione: liberato nel 1939, Pintus morirà per le conseguenze di una malattia contratta in carcere (dello stesso gruppo facevano sicuramente parte i sardisti Dino Giacobbe, Luigi Battista Puggioni e il repubblicano sassarese Michele Saba).

Il nucleo sardistagiel lista scoperto nel 1930 era la punta emergente di un iceberg di avversione al fascismo che attraversava, seppur toccandoli in gruppi molto limitati, ampi strati di borghesia urbana intellettuale e professionale. Fu, quel

lo degli “avvocati”, un antifascismo silenzioso e nel complesso non pericoloso, che tuttavia ebbe, soprattutto per la statura morale dei suoi protagonisti, una funzione educativa e morale di grande rilievo.

Un atteggiamento ancora più sfumato, per il quale si userà il termine d[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Dino Giacobbe, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---fascismo <---fascista <---italiano <---sardista <---sardisti <---antifascismo <---antifascisti <---comunista <---comunisti <---Francesco Dorè <---Partito comunista <---Storia <---antifascista <---fasciste <---fascisti <---ideologia <---italiani <---lista <---Alberto Bechi Luserna <---Alfonso Leonetti <---Angelo Corsi <---Antonio Cossu di Ortueri <---Antonio Dearca di Ortueri <---Antonio Gramsci <---Antonio Michele Mesina <---Antonio Tamburini di Magomadas <---Ascaso-Rosselli <---Battaglione Triestino <---Bibliografia <---Brigate Internazionali in Spagna <---Claudio De Fenu <---Colle San Marco <---Comune di Nuoro <---Ennio Delogu <---Ferdinando Franchi <---Fertilia nella Nurra <---Folklore <---Francesco Ciusa <---Giacobbe Melis <---Giovanni Agostino Chironi <---Giovanni Battista Me <---Giovanni Melis di Gergei <---Giuseppe Carboni <---Gonario Pinna <---Ignazio Si Ione <---La Pietra <---La Sardegna nel Risorgimento <---La Spezia <---La prima <---Laconi nel Nuorese <---Luigi Battista Puggioni <---Lussu da Dino <---Manconi-Melis-Picu <---Mario Corona <---Michele Saba <---Michele Zidda di Orune <---Pietro Lissia <---Pietro Maria Campus <---Pietro Mastino <---Pietro Tresso <---Pirri di Cagliari <---Pratica <---R.D. <---Radio Londra <---Radio Milano Libertà <---Resistenza nel Bolognese <---Salvatore Mannironi <---Salvatore Piras <---San Marco <---Sandro Pertini <---Scriverà Leonetti <---Sebastiano Satta <---Stato fascista <---Trenta a Parigi <---Turtas Nuoro <---afascismo <---altopiano <---antifasciste <---autonomismo <---banditismo <---carducciano <---carrista <---cristiani <---d'Azione <---dell'Italia <---ecologico <---franchista <---giellisti <---giolittiano <---italiana <---italiane <---lismo <---liste <---mismo <---paracadutisti <---positivismo <---prefascista <---proselitismo <---protezionismo <---radicalsocialista <---revanscismo <---sardiste <---separatismo <---sindacalista <---socialfascismo <---socialismo <---socialista <---socialisti <---socialriformisti <---staliniana <---verismo