→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Carlo Del Re è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 8Entità Multimediali, di cui in selezione 7 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 287

Brano: [...] l’opera di gruppi del movimento di « Giustizia e Libertà », composti in prevalenza da professionisti (che si ri* troveranno poi nella Resistenza), tra cui Ernesto Rossi.

Numerosi antifascisti bergamaschi

o residenti a Bergamo furono deferiti al Tribunale speciale e subirono pesanti condanne: Ernesto Rossi, condannato a 20 anni di reclusione e Dino Roberto, condannato a 10 anni, furono arrestati a Bergamo per delazione della spia dell’Ovra Carlo Del Re. Uno degli ultimi gruppi processati fu quello composto da Giuseppe Taino, Virgilio Caffi ed Eugenio Bruni (i primi due condannati a 4 anni ciascuno, il terzo a 3 anni), che nel 1941 espressero clarnorosamente la propria opposizione al fascismo sfasciando e imbrattando Una immagine scultorea di Mussolini.

Un gruppo di partigiani della 53a Brigata Garibaldi « Bergamo » con gli ufficiali inglesi della missione di collegamento sui monti del Bergamasco

287



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 526

Brano: [...]ottobre 1930 fu arrestato con Ernesto Rossi e Riccardo Bauer. Tradotto a Roma, durante gli interrogatori delTO.V.R.A. comprese che una spia l'aveva tradito. Imputato di attività terroristica, neH’impossibilità di respingere la falsa accusa senza accusare a sua volta, nella notte di Natale del 1930 si suicidò nella cella 440 del carcere di Regina Coeli, ignorando che l’uomo per cui così nobilmente sacrificava la vita era la spia e agente fascista Carlo Del Re, che lo aveva spinto alla cospirazione e poi venduto alla polizia.

Poche ore prima di togliersi la vita, scrisse alla moglie: « Santa Elena mia, posso dirti le circostanze che mi portano a compiere oggi un atto che da più di un mese ho deciso. Ho aspettato sino ad ora per essere ben certo che nulla mi facesse velo. Non posso dirti, perché equivarrebbe a rendere Impossibile che ti consegnino queste mie ultime parole. Ho forse toccato inconsciamente mani impure e quello che ho fatto, non grave in sè, può far sorgere dei dubbi, e per difendermi dovrei accusare, senza

Umberto Ceva

un’omb[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 584

Brano: [...]l'arte Lionello Venturi) allargavano la rete dei proseliti nei circoli intellettuali e del ceto medio professionale. Carlo Levi, pittore e scrittore, fervente ammiratore di Gobetti e delle sue Intuizioni sul ruolo della classe operaia nella società moderna, poteva considerarsi l’elemento la cui influenza esercitava maggior peso nell’indirizzo del nucleo piemontese. Nell’ottobre del 1930, traditi da una spia infiltratasi nel movimento (l’avvocato Carlo Del Re), il gruppo milanese di G.L. subì la perdita di Ernesto Rossi, Riccardo Bauer e

584



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 807

Brano: [...]iltrazione » di propri emissari nelle organizzazioni antifasciste in Italia e all’estero. Incaricati di questi compiti potevano essere individui di qualsiasi ceto o estrazione e raramente questi provenivano dai ranghi della polizia. Per rendere più sicura la « mimetizzazione », il personaggio, pure regolarmente stipendiato, non figurava negli organici dellamministrazione statale.

Una spia del regime

Il caso forse più clamoroso fu quello di Carlo Del Re (v.), un avvocato friulano divenuto agente dell’Ovra. Costui si era appropriato di un’ingente somma, della quale era depo* sitario nella sua qualità di curatore fallimentare e, verso la fine del 1929, era entrato a far parte del movimento antifascista clandestino di « Giustizia e Libertà », i cui di* rigenti lo avevano imprudentemente accolto senza una approfondita indagine preventiva che, fra l’altro, avrebbe accertato anche una precedente adesione del personaggio allo squadrismo fascista. Per non finire in prigione come reo di appropriazione indebita aggravata, il Del Re accettò di svolgere[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 270

Brano: [...]da piazzare in varie sedi provinciali dell’intendenza di Finanza la notte del 28.10.1929 (anniversario della marcia fascista su Roma). Ma durante la confezione, cui partecipò anche l’ingegnere chimico milanese Umberto Ceva (v.), le bombe si dimostrarono inutilizzabili e il progetto venne accantonato. Il tentativo ebbe comunque pesanti conseguenze giudiziarie per gli organizzatori. Nel 1939, in seguito a delazioni del provocatore e spia dell’Ovra Carlo Del Re (v.) infiltratosi tra i dirigenti di “Giustizia e Libertà”, l'intero gruppo venne arrestato e deferito

al Tribunale speciale che, il 6.3.1931, inflisse agli accusati pesanti pene detentive.

Carcere e confino

Condannato a 20 anni di reclusione, Rossi rimase in carcere fino al 1939. Ciò non gli impedì di mantenere collegamenti con gruppi antifascisti operanti in Italia, cui faceva avere, tramite la moglie Ada, i suoi scritti economici e politici. Nel 1939, espiata la pena (ridotta per indulti e amnistie), fu scarcerato ma contemporaneamente assegnato a 5 anni di confino nell'isola di V[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 468

Brano: [...] peraltro assolto, Pitigrilli potè ammantarsi di un’aura di perseguitato antifascista. Forse per porsi al riparo dalla vendetta di Brandimarte, da quel momento il brillante scrittore “anticonformista” si vendette all’Ovra (v.).

La spia n. 2 del regime

Secondo la definizione di Emilio Lussu, il Pitigrilli fu la « spia del regime numero due » (dovendosi attribuire il primato, nello stesso ruo

lo, a un altro abilissimo delatore: l’avvocato Carlo Del Re). In effetti, per lunghi anni lo scrittore torinese seppe avvalersi del credito acquistato presso alcuni esuli in

Francia per riferire diligentemente ai dirigenti dell’Ovra, senza mai scoprirsi di fronte alle sue vittime, tutto quanto veniva a sapere dagli ambienti della “Concentrazione antifascista”, a Parigi e in altre località francesi. In particolare, sue furono le delazioni che gettarono in carcere Barbara Allison e Leone Ginzburg, come pure altri antifascisti torinesi. E ciò egli fece, quantunque disponesse di altri mezzi, in cambio di un lauto stipendio.

Negli archivi del Ministe[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 390

Brano: [...]el 1930 era in forza alla 146a squadriglia idrovolanti di stanza a Elmas (Cagliari).

D’accordo col padre e con il fratel

lo Romano, Giordano Viezzoli organizzò un piano audace: sottrarre un idrovolante, imbarcare padre e fratello ed espatriare in Corsica. Un primo tentativo, compiuto 1*11.9. 1930, fallì a causa delle cattive condizioni del mare. L’impresa venne rinviata al 30 ottobre.

Ma nel frattempo l'Ovra (v.) aveva saputo dalla spia Carlo Del Re che era in programma un volo antifascista simile a quello di Giovanni Bassanesi (v.), avvenuto nel luglio precedente, che avrebbe avuto come protagonista un pilota militare di base a Elmas. Il progetto di Giordano Viezzoli era effettivamente simile a quello di Bassanesi (che gettò manifestini su Milano): ammarare in Corsica, lasciarvi padre e fratello, imbarcare Raffaele Rossetti, l'affondato re della "Viribus Unitis”, Medaglia d’oro al valor militare e irriducibile antifascista, caricare pacchi di manifestini, lanciarli su Genova e poi ammarare in Francia.

Purtroppo la delazione impedì l’[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Carlo Del Re, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---antifascista <---fascismo <---fascista <---Storia <---comunista <---fascisti <---italiani <---italiano <---Partito comunista <---Riccardo Bauer <---antifascisti <---socialista <---Benedetto Croce <---Dino Segre <---La lotta <---antifasciste <---comunisti <---d'Azione <---italiana <---socialisti <---A.D.V. <---A.N.C.R. <---Agraria <---Andrea Guarducci <---André Malraux <---Antifascisti di Trieste <---Antonio Del Bello <---Antonio Di Domenico <---Antonio Giannone <---Antonio Meiuschi <---Antonio Peressini <---Artemio Matteucci <---Arthur Neville <---Bibliografia <---Brembate di Sotto <---C.G.L. <---C.L.N. <---Caproni di Ponte <---Carlo Oreggia <---Carlo Tarditi <---Chimica <---Clienze Bartolotti <---Clinica <---Club Alpino Italiano <---Consulta nazionale <---Diritto <---Domenica di sangue <---Editori Riuniti <---F.C. <---F.U.C.I. <---Ferdinando De Rosa <---Filosofia <---Filosofia morale <---Francesco Pozzi <---Friuli in Spagna <---G.L. <---Giorgio Allais <---Giorgio Carasso <---Giovane Italia <---Giovanni Amendola <---Giuliano Montaldo <---Giulio Grandi <---Giuseppe Pier <---Giuseppe Taino <---Grazio Mottura <---ILVA <---Iago di Garda <---Il Ponte <---In particolare <---Italia Libera <---Italia dal Centro <---Italia libera <---La Comune <---La Pietra <---Luciano Vivaldi <---Luigi Longo <---Mario Andreis <---Mario Vittorelli <---Ministero degli Interni <---Mont Blanc <---Napoli da Benedetto <---Non mollare <---Non posso <---Osservatore romano <---P.C.L <---P.S.I. <---Paolo Di Porto <---Parigi da Carlo Rosselli <---Piero Brandimarte <---Pietro Porta <---Pietro Sferrazza <---Ponte San Pietro <---Pratica <---Regina Coeli <---Risiera di S Sabba <---Rivista storica italiana <---Rivoluzione liberale <---San Pietro <---Sandro Attanasio <---Scienze <---Storia medioevale <---Storia moderna <---Tunon de Lara <---U.S.A. <---Ugo La Malfa <---Union Val <---Unione nazionale <---Viribus Unitis <---alpinismo <---alpinista <---amendoliano <---annessionisti <---anticonformista <---anticonformisti <---attivismo <---autonomista <---aventiniana <---azionista <---cattolicesimo <---comuniste <---crociana <---crociani <---dell'Esecutivo <---fasciste <---federalista <---franchiste <---interventismo <---interventista <---liberalsocialista <---listi <---mazziniana <---meridionalista <---mussoliniane <---nichilismo <---professionisti <---proselitismo <---provincialismo <---repubblicanesimo <---sadismo <---sardista <---scetticismo <---socialismo <---socialiste <---squadrismo <---squadrista <---valligiano <---vegetariani <---zarista