→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Bruno Buozzi è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 57Entità Multimediali, di cui in selezione 26 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 616

Brano: Matteotti, Brigate

Toscana

In Toscana operarono la Brigata « Bruno Buozzi » aggregata alla Divisione Garibaldi « Potente », i gruppi S.A.P. di Carrara e le forze socialiste della città di Firenze, in tutto circa 1.000 uomini.

Firenze fu divisa in quattro zone operative. La quarta zona, compresa tra il Ponte Rosso, Campo di Marte, Bellariva e l’Arno, venne affidata ai socialisti e al comando di Giorgio Mongoli. Dall’11 al 17.8.1944 questa zona fu teatro di aspri combattimenti. La liberazione della città vide i gruppi socialisti, animati dalla presenza di Sandro Pertini, battersi coraggiosamente e lasciare sul terreno diversi compagni.

Dopo la liberazione di Fi[...]

[...]visa in quattro zone operative. La quarta zona, compresa tra il Ponte Rosso, Campo di Marte, Bellariva e l’Arno, venne affidata ai socialisti e al comando di Giorgio Mongoli. Dall’11 al 17.8.1944 questa zona fu teatro di aspri combattimenti. La liberazione della città vide i gruppi socialisti, animati dalla presenza di Sandro Pertini, battersi coraggiosamente e lasciare sul terreno diversi compagni.

Dopo la liberazione di Firenze la Brigata « Bruno Buozzi » si distinse nei combattimenti culminati con la liberazione di Fiesole e con la cattura della bandiera tedesca posta sul balcone di quel Comune.

Emilia

In EmiliaRomagna i socialisti furono presenti con diverse formazioni: nel Modenese combatterono due Brigate Matteotti; nei pressi di Marzabotto il gruppo « Bruno Buozzi »; a Bologna la Brigata Matteotti «Città» e la Brigata Matteotti della Divisione Garibaldi « Bologna ». Quest’ultima, comandata dal valoroso Antonio Giuriolo (Toni), decorato di medaglia d'oro al valor militare, operò sull'Appennino Toscoemiliano distinguendosi nel luglio 1944 nei combattimenti di Orsigna e del lago Scaffaiolo. Dopo duri scontri con il nemico, entrata in contatto con gli Alleati e con altre formazioni (G.L. e Garibaldi) la Brigata Matteotti venne impiegata al fronte.

In questa regione operarono altri gruppi socialisti come il « Griffith », il « Mazzini » e il' « Fratelli B[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 536

Brano: [...]ero in ogni provincia alle dirette dipendenze dei prefetti, ma la dura reazione degli antifascisti lo convinse ad accettare il suggerimento del nuovo ministro dell'industria Leopoldo Piccardi (v.) di affidare la guida di queste organizzazioni ai vecchi dirigenti sindacali che non si erano pie

gati di fronte al fascismo (v. Commissari alle Confederazioni sindacali). Alla Confederazione dei lavoratori dell’industria venne chiamato il socialista Bruno Buozzi, con due vicecommissari: il comunista Giovanni Roveda (v.) e il democristiano Gioacchino Ouarello (v.) ; a quella dell’agricoltura, il democristiano Achille Grandi (v.) con il socialista Oreste Lizzadri (v.) ; alla Confederazione lavoratori del commercio, il democristiano Ezio Vanoni (v.).

Nonostante gli evidenti squilibri nella ripartizione degli incarichi, i comunisti non sollevarono problemi, puntando invece sulle azioni di lotta per porre fine alla guerra. Gli scioperi si susseguirono e con obiettivi sempre più apertamente politici, per la pace, per la liberazione degli antifascisti an[...]

[...] giugno, alla vigilia della liberazione di Roma, sulla spinta unitaria delle lotte che intanto si svolgevano al Nord, fu firmata nella Capitale ancora occupata dai tedeschi una « Dichiarazione sulla realizzazione dell’unità sindacale » che passerà alla storia come Patto di Roma. Questo venne sottoscritto da Giuseppe Di Vittorio, Emilio Canevari e Achille Grandi, in rappresentanza rispettivamente dei comunisti, dei socialisti e dei democristiani. Bruno Buozzi, che aveva elaborato il documento e si trovava in carcere a Roma, non fece in tempo a coglierne i frutti perché venne ucciso dai tedeschi in fuga pochi giorni più tardi.

536



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 403

Brano: [...]sto, che l’Internazionale di Amsterdam (riformista) risolse a favore di Buozzi. Dal canto suo, la C.G.L. rimasta in Italia e diretta dai comunisti, aderì all’Internazionale dei sindacati rossi.

B. fece parte della Concentrazione antifascista (v.) e del suo direttivo, distinguendosi per l’energica e costante attività. Nel 1936, realizzatosi l’accordo di unità d’azione tra socialisti e comunisti, le due Confederazioni del lavoro pubblicarono

Bruno Buozzi

in comune l’appello per il Primo maggio. Da quel momento, lanciando la parola d’ordine: « Una sola classe, una sola organizzazione », B. sviluppò tenacemente l’azione per realizzare l’unità sindacale. Durante la guerra di Spagna, fu incaricato dal suo partito di dirigere l’opera di organizzazione, raccolta e invio di aiuti alla repubblica.

Alla vigilia dell’occupazione tedesca di Parigi, si trasferì a Tours; ma, rientrato nella capitale francese alla fine del febbraio 1941, per visitare la figlia partoriente, fu arrestato dai tedeschi e rinchiuso nelle carceri della Santé. Qui ritrovò G[...]

[...]ere evacuati da Roma. La sera del 3 giugno, con altri 12 compagni di sventura, fu caricato su un camion tedesco che si avviò lungo la via Cassia. Percorsi pochi chilometri, giunti in località La Storta (v.), forse per la difficoltà di procedere sulla strada resa ingombra dalle truppe in ritirata, i prigionieri furono fatti scendere e rinchiusi in un fienile per la notte. All’indomani, brutalmente sospinti in una valletta, furono tutti trucidati. Bruno Buozzi aveva 63 anni.

« Della schiera degli organizzatori sindacali di prima del fascismo, — ha scritto Fernando Santi — tutti usciti dalla feconda scuola della fabbrica, Buozzi è indubbiamente quel

lo che più di ogni altro rappresenta il tipo dell'operaio italiano dei primi del secolo: l’operaio metallurgico. Intelligente, umano, orgoglioso della sua dignità professionale; che sta a testa alta davanti al padrone, rispettato e rispettoso; che legge I' ” Origine della specie ” e frequenta l’Università popolare e i loggioni della stagione lirica; che ammira la tecnica tedesca e odia il Kaiser; c[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 234

Brano: [...]perti e sensibili, venuto il momento decisivo della lotta si schierasse dalla parte della Resistenza. Della sua partecipazione all’attività contro le forze nazifasciste c’è pure un vivo riscontro nella sua opera, dove più di un episodio della Guerra di liberazione è rappresentato con profonda e delicata emozione, con dolcezza e passione, com’era nel suo temperamento. Tra queste opere è giusto ricordare particolarmente quella della fucilazione di Bruno Buozzi e di altri patrioti trucidati dai tedeschi alla Storta.

Su queste medesime premesse, Omiccioli maturò la sua linea di simpatia verso il movimento realista del dopoguerra. Negli anni immediatamente successivi al conflitto, infatti, egli si affiancò idealmente al gruppo che a Roma, da Renato Guttuso ad Attardi, rivolgeva la propria attenzione al mondo contadino, all’azione che i lavoratori portavano avanti per l’emancipazione sociale. Bisogna dire però che in nessun momento Omiccioli venne mai meno alle doti di spontaneità e di effusione lirica che la sua pittura, sin dalle origini, aveva ma[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 267

Brano: [...] anni direttore dell’edizione ligure dell 'Avanti. Combattente nella prima guerra mondiale, tenente di artiglieria decorato di medaglia d’argento al valor militare, venne degradato per aver svolto propaganda socialista a favore della pace. Attivo antifascista, perseguitato e più volte arrestato, dopo la promulgazione delle leggi eccezionali fasciste (1926) fu relegato per 2 anni al confino di polizia.

Alla caduta del regime, con Pietro Nenni, Bruno Buozzi, Giuseppe Romita e Vernocchi iniziò la riorganizzazione del Partito socialista a Roma. Dopo I’8.9.1943 partecipò alla Resistenza armata e varcò le linee del fronte per portarsi al Nord. Arrestato nel dicembre 1944, venne liberato il 24.4.1945.

Primo sindaco di Genova dopo la Liberazione, deputato aH’Assemblea Costituente, venne rieletto nel 1948 e nel 1958. Fu sottosegretario all’industria nel terzo governo De Gasperi (1947).

Faravelli, Giuseppe

Joseph. N. a Broni (Pavia) il 29.5. 1896; laureato in legge. Militante fin dalla giovinezza nel Partito socialista, impiegato al Comune di M[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 82

Brano: [...]ppo Amedeo, Giovanni Bacci, Romeo Campanini, Rossardo Capocchi, Bruno Cassinelli, Giulio Cavina, Paolo Conca, Diego Del Bello, Luigi Fabbri, Angelo Galeno, Dante Gallani, Leonello Grossi, Costantino Lazzari, Arnaldo Lucci, Pietro Mancini, Riccardo Momigliano, Angelo Noseda, Tito Nobili, Giuseppe Romita, Arturo Velia, Domenico Viotto.

Partito Socialista Unitario (23 deputati): Gregorio Agnini, Gino Baldesi, Pietro Bellotti, Alessandro Bocconi, Bruno Buozzi, Emilio Caldara, Giuseppe Canepa, Giovanni Cosattini, Mariano Costa, Enrico Gonzales, Ferdinando Innamorati, Arturo Labriola, Emilio Lopardi, Nino Mazzoni, Giuseppe Emanuele Modigliani, Oddi no Morgari, Elia Musatti, Camillo Prampolini, Antonio Priolo, Francesco Rossi, Mario Todeschini, Claudio Treves, Filippo Turati.

De Rosa, Fernando

N. a Milano il 7.10.1908, caduto a Cabeza Leja (Madrid) l'11.9.1936; studente in lettere.

Figlio di un artigiano meridionale per lunghi anni emigrato nell’America del Sud e di una maestra bolognese, rimasto orfano del padre all’età di cinque anni, avev[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 652

Brano: [...]tta la durata della dittatura, continuarono a condurre in tutte le forme possibili la lotta in Italia contro il fascismo, sia operando all’esterno che all’interno delle stesse organizzazioni sindacali fasciste (v. Attività legale). Numerosi di essi furono individuati, deferiti al Tribunale speciale e condannati per la loro attività a pesanti pene detentive. Mentre all’estero si costituiva una nuova direzione della C.G.L. grazie all’iniziativa di Bruno Buozzi (v.) e di altri sindacalisti riformisti fuorusciti prima delle leggi eccezionali, e questa veniva ufficialmente riconosciuta dalla Internazionale di Amsterdam, i sindacalisti rimasti a lottare in Italia (per la maggior parte comunisti.) davano vita a loro volta a una nuova direzione confederale. Respinta ad Amsterdam, questa seconda direzione venne ufficialmente riconosciuta dalla Internazionale dei Sindacati Rossi di Mo

sca. Dopo il congresso socialista di Parigi (1930) che vide i due partiti (massimalista e riformista) unificarsi, e all’indomani del primo patto di unità d’azione tra il n[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 616

Brano: [...]no) .

Commissari alle Confederazioni sindacali

I commissari per reggere le Confederazioni sindacali dei lavoratori al posto dei vecchi gerarchi fascisti, nella fase di passaggio delle organizzazioni stesse dal sistema di direzione autoritaria a quello democratico, furono designati con decreto reale dopo il 25.7.1943. I giornali ne annunciarono la nomina il

9 agosto.

Commissari alla Confederazione dei lavoratori dell’industria furono: Bruno Buozzi (socialista), Giovanni Roveda (comunista), Gioacchino Quarello (democristiano), Oreste Lizzadri (socialista). Alla Confederazione dei lavoratori del commercio: Ezio Vanoni (democristiano). Alla Confederazione dei lavoratori artisti e professionisti: Guido De Ruggiero e Raffaele Ferruzzi. Al Sindacato nazionale avvocati e procuratori legali: Piero Calamandrei, Al Sindacato avvocati e procuratori legali di Roma: Giovanni Selvaggi. Alla

Confederazione dei lavoratori del credito: Carlo Casali.

Le nomine furono molto laboriose, in quanto la diffidenza della monarchia, la resistenza del gover[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 488

Brano: [...]gliere comunale per il Partito socialista di unità proletaria e poi del Partito socialista dal 1946 al 1964 è, da questa data, consigliere socialista indipendente, eletto nella lista del Partito socialista italiano di unità proletaria.

Senatore dal 1948 al 1953, deputato al Parlamento dal 1958 al 1963, è membro della Giunta della Lega dei Comuni democratici. Ha scritto una storia dell’Alleanza Cooperativa Torinese (Torino, 1954) e un libro su Bruno Buozzi (Milano, 1955).

Casteldebole, Scontro di

II 30.10.1944 il Gruppo comando della 63a Brigata Garibaldi « Bolero », comprendente una ventina di uomini, fu costretto a sostare in una capanna a Casteldebole (frazione a 5 km dal centro di Bologna e, a quel tempo, in aperta campagna), in attesa di poter traghettare il Reno e raggiungere il capoluogo.

All’alba, in seguito a una delazione, il gruppo venne attaccato da paracadutisti tedeschi. Malgrado la schiacciante superiorità numerica del nemico, i partigiani non accettarono l’intimazione di resa e impegnarono il combattimento. A uno a uno,[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 374

Brano: [...]e « Po », « Val Bormida », « Val Tanaro »; il Battaglione « Fratelli Lenti », operante nella zona tra il Monferrato, il Tortonese e l’Ovadese; la Divisione « Giorgio D’Avito », su 4 brigate, più una brigata d’aìsalto e una di manovra, operante nella zona canavesana e nelle valli di Lanzo; la Divisione « Renzo Cattaneo », operante nel MonregaleseLanghe; la Divisione « Valle d’Aosta », operante nell'Aostano, con 5 brigate; la Divisione cittadina « Bruno Buozzi », formata da 7 brigate, operante in Torino e nell’area collinare limitrofa. Nei mesi precedenti la Liberazione fu costituita la Divisione « Cuneense », su 2 brigate operanti nell’Albese e nell'area orientale della provincia di Cuneo; sorsero anche la Brigata collinare « Erik Giachino », operante nella zona MoncalieriSciolze e la Brigata « Martorelli », operante in valle Susa (quasi interamente formata da elementi già inquadrati in formazioni garibaldine). Questo insieme di unità fu posto sotto il comando di Andrea Camia, membro del Comando militare regionale piemontese.

Lombardia e altre [...]


successivi
Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Bruno Buozzi, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---socialista <---fascismo <---fascista <---antifascista <---fascisti <---comunista <---italiano <---socialisti <---italiana <---antifascisti <---fasciste <---P.S.I. <---comunisti <---Storia <---nazista <---italiani <---C.L.N. <---nazisti <---riformista <---riformisti <---sindacalisti <---Antonio Gramsci <---C.G.L. <---Partito comunista <---nazismo <---Bibliografia <---Comitato centrale <---Diritto <---F.I.O.M. <---Filippo Amedeo <---G.A.P. <---Giuseppe Di Vittorio <---La sera <---P.C.I. <---Regina Coeli <---S.A.P. <---Sandro Pertini <---Stato operaio <---democristiano <---italiane <---lista <---massimalista <---nazifascista <---socialismo <---socialiste <---Alessandro Bocconi <---Angelica Balabanoff <---C.V.L. <---Cipriano Facchinetti <---Corriere della Sera <---Crocetta di Montello <---Domenico Viotto <---Emilio Lus <---Fernando De Rosa <---Francesco Luigi Ferrari <---G.L. <---Giacomo Matteotti <---Ingegneria <---La prima <---Lo Stato operaio <---Oreste Lizzadri <---P.C. <---P.S.I.U.P. <---Pratica <---Retorica <---S.S. <---San Marco <---Santa Sede <---Storia della Resistenza <---antifascismo <---democristiani <---ideologica <---ideologiche <---marxista <---nazifascisti <---realista <---siciliano <---sindacalismo <---squadristi <---A Reggio Emilia <---A.N.P.I. <---A.N.S. <---AGIP <---Agraria <---Alberto De Stefani <---Aldo Aniasi <---Aldo Oviglio <---Alessandro Pertini <---Alfeo Brandi <---Alfredo Canevari <---Alleanza Cooperativa Torinese <---Alleati in Germania <---Alto Milanese <---Amedeo Modigliani <---Andrea Camia <---André Leroux <---Angelo Micheli <---Angelo Noseda <---Angiolo Cabrini <---Ansaldo di Genova <---Ansaldo di Muggiano <---Antonio Corgiola <---Antonio Fusaroli <---Anzio-Nettuno <---Appello di Tolosa <---Armando Diaz <---Arnaldo Lucci <---Arturo Capettini <---Bagno a Ripoli <---Bagnolo in Piano <---Bassano del Grappa <---Becco Giallo <---Bergamina di Sizzano <---Bernardino Gabrielli <---Brigata Ga <---Brigata S <---Brigata S A P <---Brigata del Bresciano <---Bruno Cas <---Buozzi a Mon <---C.G.I.L. <---C.G.L <---C.I.L. <---C.I.O. <---C.I.S.L. <---Cacciatori delle Alpi <---Caerano San Marco <---Cairano San Marco <---Camera a Montecitorio <---Camillo Prampolini <---Campo di Marte <---Cantieri Ansaldo di Genova Sestri <---Cario Cartiglia <---Carlo Andreoni <---Carlo Cafiero <---Carlo Casali <---Carlo Marx <---Centro interno <---Cesare a Roma <---Cfba Buia <---Chimica <---Chimica analitica <---Chimica industriale <---Chimica organica <---Chimica teorica <---Città del Vaticano <---Clermont-Ferrand <---Colonna di Cesarò <---Comando generale del Corpo <---Comintern a Mosca <---Comune di Milano <---Congresso di Genova <---Consiglio Francesco Saverio Nitti <---Consiglio Regionale Federativo <---Consiglio di Londra <---Consulta Nazionale <---Corrado Masetti <---Critica sociale <---Ctttnlf Id Imr <---Cìafckraitat Ctttnlf Id Imr <---Dante Livio Bianco <---Davide Vicini <---De Gasperi <---Diego Del Bello <---Diletta Diletti <---Dino Vannucci <---Don Sturzo <---Economia politica <---Editori Riuniti <---Edmondo Di Pillo <---Elia Musatti <---Emanuele Modigliani <---Emilia-Romagna <---Emilio Canevari <---Emilio Lopardi <---Emo Egoli <---Ennio Morlotti <---Enrico Gon <---Enrico Gonzales <---Enrico Sorrentino <---Erik Giachino <---Errico Malatesta <---Eugenio Curiel <---Eugenio Tomiolo <---Ezio Calboli <---F.A.L. <---F.O.Z. <---F.S.I. <---F.S.M. <---FIAT <---Facoltà di Economia <---Federazione Sindacale Mondiale <---Ferdinando Innamorati <---Filosofia <---Fisica <---Fontanabuona a Bargagli <---Forte dei Marmi <---Francesco Burione <---Francesco Ciccotti Scozzese <---Francesco Pacelli <---Francesco Reveredo <---Francesco Saverio Nitti <---Francisco Largo Cabali <---Franco Ven <---Fratelli Bandiera <---Fratelli Lenti <---Fronte Unico <---Fucilazione di Bruno Buozzi <---Gabriello Carnazza <---Gaetano Fusaroli <---Gettuglio Marcelli <---Giacomo Calboli <---Gian Carlo Pajetta <---Giandante X <---Gianfranco Mattei <---Gilda La Rocca <---Gino Alessandrini <---Gino Valenti <---Gioacchino Quarello <---Gioele Gabrielli <---Giovanbattista Stucchi <---Giovane Italia <---Giovanni Cosat <---Giovanni Giuriati <---Giovanni Minzoni <---Giovanni Selvaggi <---Gioventù di Forte dei Marmi <---Giulio Cesare <---Giuseppe Annichini <---Giuseppe Bensì <---Giuseppe De Capitani <---Giuseppe Di Vagno <---Giuseppe Emanuele Modigliani <---Giuseppe Emanuele Modiqliani <---Giuseppe Ma <---Gott mit uns <---Governo Parri <---Gregorio Agnini <---Guglielmo Gambetti <---Guido Bergamo <---Guido De Ruggiero <---Guido Donati <---Guido Pi <---Guido Picelli <---Gustav Krupp <---Hermann Goering <---Hi Imt <---Hitler in Germania <---I Brigata Matteotti <---I Divisione Proletaria <---I.G. <---I.G.F. <---I.S.R. <---Il C <---Il C I <---Il Centro <---Il Comunista <---Il Corriere <---Il Corriere della Sera <---Il Divisione Garibaldi <---Il Popolo <---Il fronte unico <---Il lamento <---Il popolo <---Il signor Giuliano Schmidt <---In carcere <---Internazionale dei Sindacati Liberi <---Internazionale dei Sindacati Rossi <---Internazionale di Amsterdam <---Isola Leonardi <---L.L.R. <---La F <---La F A L <---La F S <---La I <---La Scintilla <---La Spezia <---La Tribuna <---La casa <---La lotta <---La morte <---Lassalle a Marx <---Lazzaro Gabrielli <---Lega dei Comuni <---Lelio Basso <---Leone Ginzburg <---Libero De Angelis <---Lione nel Comitato <---Loco di Rovegno <---Loira Salvatore Jannello <---Luciano Rigo <---Luigi C <---Luigi Campolonghi <---Luigi Castagno <---Luigi Franzin <---Luigi Repossi <---Luigi Sturzo <---M.D.M. <---M.U.P. <---Marco Ciriani <---Margherita Gabrielli <---Maria Novelli <---Maria Vicini <---Marianna Mazzoni <---Mario Abram <---Mario An <---Mario Bonfantini <---Mario Todeschini <---Marion Rosselli Cave <---Marx-Engels <---Massimo Mila <---Medicina <---Michele Guai <---Milano del Partito <---Milano-Pavia <---Moncalieri-Sciolze <---Monregalese-Langhe <---Monte Grappa <---N.V.V. <---Natale di Roma <---Nell'Italia <---Nenni a Parigi <---New Deal <---Non mollare <---Olga T <---Ordine Nuovo <---Origine della specie <---P.N.F. <---P.S.D.I. <---P.S.U.L.I. <---PSIUP <---Paimiro Togliatti <---Paliante Rugginenti <---Paolo Thaon de Revel <---Partito Socialista Italiano <---Partito Socialista Italiano di Unità <---Partito di Azione <---Patto di Roma <---Paul Henri Spaak <---Piazza di Milano <---Piazzale Loreto <---Piero Passoni <---Pietro Bellot <---Pietro Dodi <---Pietro Gaspar <---Pietro Mastino <---Pinan-Cichero <---Pio XII <---Pippo Coppo <---Poetica <---Politecnico di Milano <---Ponte Paglia <---Porta San Paolo <---Prealpi Giulia Orientali <---Prealpi Giulie Occidentali <---Premio Nobel Giulio Natta <---Primo Maggio <---Quarto stato <---Querceta di Sera <---R.S.I. <---R.S.S. <---Raffaele Ferruzzi <---Renato M <---Renzo Cattaneo <---Repubblica Sociale Italiana <---Resistenza Toscana <---Resistenza nella Capitale <---Riccardo Già <---Rodolfo Ghi <---Rodolfo Mo <---Rolando Baciocchi <---Roma dalla Direzione <---Romagnano Se <---Romeo Campanini <---Romualdo Gabrielli <---Roosevelt negli Stati <---Saint Lo <---Salvatore Buia <---San Paolo <---Sandro P <---Santino Campora <---Saverio Merlino <---Schleswig-Holstein <---Scienze <---Scienze agrarie <---Sezione di Lerici <---Silvio Trentin <---Sindacati Rossi di Mo <---Soccorso rosso <---Socialista Italiano di Unità Proletaria <---Stati U <---Stato Operaio <---T.U. <---Terzo Gambetti <---Tito Nobili <---Tobia a Saint <---Tullio Vecchietti <---U.R.S.S. <---Ugo Mattei <---Ulda Gabrielli <---Ulo UM <---Umanità Nuova <---Umberto Murri <---Umberto di Savoia <---Unità Proletaria <---V.E. <---Val Bor <---Val Natisone <---Val Tanaro <---Vallo Atlantico <---Valsesia a Ri <---Vento del Nord <---Vezio Crisafulli <---Viberti a Torino <---Villa Triste <---Vincenzo Baccalà <---Vincenzo Caretti <---Vincenzo Gamberini <---Vincenzo Tangorra <---alimentaristi <---alpinista <---anarchismo <---antifasciste <---artigiano <---attivismo <---aventiniana <---azionisti <---bellicismo <---bellicisti <---bordighiana <---bordighista <---capitalismo <---collaborazionismo <---collaborazionista <---collettivismo <---corporativismo <---cristiano <---dell'Alto <---dell'Ambasciata <---dell'Aventino <---dell'Internazionale <---deviazionismo <---disfattismo <---dualismo <---emiliana <---emiliano <---eroismo <---falangista <---feudalesimo <---giellisti <---gliano <---guttusiana <---hitleriana <---ideologie <---ideologismo <---imperialismi <---imperialismo <---interviste <---liberista <---luzionarismo <---marxismo <---massimalisti <---mitologiche <---mussoliniano <---nazifascismo <---nazifasciste <---nazionalista <---nazionalsocialista <---nell'Aostano <---nell'Oltrepò <---nenniana <---neosocialisti <---neutralismo <---niana <---nichilisti <---niste <---ordinovista <---paracadutista <---paracadutisti <---planiste <---professionisti <---prussiana <---prussiano <---razionalismo <---realismo <---revisionismo <---riformismo <---rismo <---scissionista <---scisti <---servilismo <---simbologie <---squadrismo <---staliniane <---stalinismo <---stiano <---sull'Appennino <---zismo