→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Bosnia-Erzegovina è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 7Entità Multimediali, di cui in selezione 3 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 657

Brano: [...]to precisato nel proclama del Comando generale, in cui si legge:

«’1. Su tutto il territorio della Jugoslavia

i partigiani portano sul cappello il simbolo dell'antifascismo: una stella rossa a cinque punte.

2. Nel territorio della Serbia i partigiani devono portare, oltre alla stella, anche un nastro tricolore serbo di cm 3 di lunghezza e 1,5 di larghezza. Il tricolore va posto orizzontalmente sotto la stella.

3. Nel territorio della BosniaErzegovina i partigiani devono portare sul cappello, oltre alla stella, anche il tricolore serbo e croa

to in forma triangolare, e ciò sotto la stella.

4. Nel territorio della Croazia i partigiani operanti in zone strettamente croate debbono portare, oltre alla stella, anche il tricolore croato, che va posto orizzontalmente sotto la stella. Nel territorio in cui abitano serbi e croati i partigiani debbono portare, oltre alla stella, il tricolore serbo e croato nella stessa forma della BosniaErzegovina.

5. Nel territorio della Slovenia i partigiani debbono portare, oltre alla stella, anche il tr[...]

[...]pello, oltre alla stella, anche il tricolore serbo e croa

to in forma triangolare, e ciò sotto la stella.

4. Nel territorio della Croazia i partigiani operanti in zone strettamente croate debbono portare, oltre alla stella, anche il tricolore croato, che va posto orizzontalmente sotto la stella. Nel territorio in cui abitano serbi e croati i partigiani debbono portare, oltre alla stella, il tricolore serbo e croato nella stessa forma della BosniaErzegovina.

5. Nel territorio della Slovenia i partigiani debbono portare, oltre alla stella, anche il tricolore sloveno. Il tricolore va collocato sotto la stella orizzontalmente.

6. Nel territorio del Montenegro i partigiani devono portare oltre alla stella, anche il tricolore montenegrino che va posto orizzontalmente sotto la stella.

Tutti i Comandi e i comandanti dei distaccamenti partigiani debbono procurarsi il più rapidamente possibile le bandiere nazionali del proprio territorio. Al centro della bandiera, in tutta la sua larghezza, va collocata una stella rossa a cinque punte ». (Dal Bo[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 701

Brano: [...]6) per convocare un convegno nazionale in difesa dei diritti e delle libertà nel lavoro. La situazione era preoccupante e la flessione nel numero degli scioperi era indicativo dello stato d’animo delle masse lavoratrici: dai 1.881 del 1907 gli scioperi erano scesi a 952 nel 1909, mentre le vertenze concluse con esito sfavorevole alla classe operaia erano salite a 332.

Ad acuire le tensioni sociali contribuì in quel momento l’occupazione della BosniaErzegovina da parte dell’Austria. A prima vista poteva sembrare che quella aggressione andasse a vantaggio deU’economia italiana e in particolare lombarda, dato che le esportazioni verso l’Albania e gli altri paesi balcanici, già promettenti all’inizio del secolo, sarebbero state più che mai favorite dal boicottaggio attuato nei confronti dell’Austria; ma in realtà, anche a livello economico, la penetrazione austriaca divenne sul mercato orientale così schiacciante che rischiò di eliminarvi del tutto la presenza italiana.

Nazionalismo e guerra libica

Proprio dalle condizioni di disagio dei ceti me[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 258

Brano: [...]vile, i processi contro diversi ustascia arrestati in Croazia e altre azioni repressive delle autorità jugoslave gonfiarono i fatti e diedero al fallito tentativo ustascia una risonanza internazionale. Nel 1933 il movimento di Pavelic si diede una « Carta dei princìpi ustascia » che prevedeva:

ricorso a ogni mezzo per la conquista del potere; creazione di uno Stato di Croazia esteso a tutti i territori “storicamente” croati, quindi anche alla BosniaErzegovina; rottura di qualsiasi legame con gli altri popoli jugoslavi e misconoscimento di qualsiasi Stato jugoslavo; instaurazione del l’ideologia fascista come ideologia dello Stato croato, con tutte le conseguenze; esclusione di qualsiasi etnia noncroata in Croazia da pubbliche funzioni; assimilazione o sterminio dei noncroati; distruzione di ogni nemico degli ustascia e dei “traditori” nelle fila del movimento; lotta senza quartiere al bolscevismo.

Centri principali di propaganda di questa ideologia furono l’agenzia Gric di Vienna. Organi di stampa i giornali Croatia Press e Nezavizna drzava Hrv[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Bosnia-Erzegovina, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---italiani <---fascisti <---irredentismo <---italiana <---italiane <---nazionalista <---nazionalisti <---A.V.N.O.J. <---Aimone di Savoia <---Alessandro di Jugoslavia <---Balcani dal Risorgimento <---Belgrado nel Patto Tripartito <---Bibliografia <---Bollettino del Comando <---C.G.L. <---Carminati-Toselli <---Comando generale dei Distaccamenti <---Corriere della Sera <---Croazia da Zara <---Diritto <---Enrico Corradini <---Giuseppe Poduje <---Gric di Vienna <---Historija Sfrj <---Il Mezzogiorno <---Isotta Fraschini <---Istria di Giuseppina Mart <---La colonna <---La guerra <---La lotta <---La terra <---Lajos Domonkos <---Movimento operaio <---Mussolini a Pavelic <---Nicolò Martin <---P.O.J. <---P.S.I. <---Parigi Ante Pavelic <---Popolo di Trento <---Scala di Milano <---Slavko Kvaternik <---Società Operaia Pole <---Stato di Croazia <---Storia <---U.S.A. <---antifascismo <---antifascista <---antisocialista <---bellicista <---bolscevismo <---collaborazionisti <---dell'Austria <---dell'Impero <---dell'Italia <---fascismo <---fascista <---ideologia <---imperialismo <---imperialista <---internazionalismo <---irredentista <---irredentisti <---istriana <---istriano <---italiano <---lista <---nazifascismo <---nazionalismo <---nazista <---nell'Europa <---neutralista <---ottimisti <---riformista <---separatista <---socialismo <---socialista <---socialiste <---socialisti <---stremismo <---terroristi