→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Attilio Carena è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 9Entità Multimediali, di cui in selezione 3 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 324

Brano: [...]etti, Alfonso

A fianco di Gramsci

Dal luglio 1918 cominciò il suo sodalizio con Antonio Gramsci, allora redattore all’« Avanti!» piemontese e direttore del « Grido del Popolo », al quale Leonetti collaborò subito.

Scrisse a quell'epoca articoli come « Evoluzione e Rivoluzione », « Il centenario di Carlo Pisacane » e « Prima liberi ». Quest’ultimo generò un'accesa polemica sul tema « cultura e socialismo », con interventi di Gramsci e di Attilio Carena.

Alla fine della Prima guerra mondiale Leonetti abbandonò gli studi universitari (si era iscritto alla facoltà di Diritto aH'Università di Camerino) per dedicarsi interamente al giornalismo militante. Entrò infatti nella redazione piemontese deir« Avanti! » a fianco di Gramsci, Pia Carena, Leo Gaietto e Ottavio Pastore che ne era redattore capo.

Collaborò al settimanale « L'Ordine Nuovo », pubblicandovi il 12.8.1919 il suo primo articolo sotto il titolo « I comunisti e le elezioni » e rompendo con la sinistra bordighiana dichiaratasi « astensionista ».

Nel 1919 pose tra i primi la qu[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 265

Brano: [...].

Della prima serie dell’« Ordine Nuovo » uscirono complessivamente, tra il maggio 1919 e il dicembre 1920, 66 fascicoli, con una tiratura oscillante tra le 3.000 e le

5.000 copie, e un numero di abbonati che negli ultinrii mesi di vita oltrepassò il migliaio.

Accanto ai redattori già citati occorre menzionare, del gruppo di redattori più assidui, intellettuali operai e impiegati come Alfonso Leonetti, Ottavio Pastore, Mario Montagnana, Attilio Carena, Pietro Borghi, Andrea Viglongo, Enea Matta, Mario Stragiotti, Umberto Massola, Cesare Seassaro, Leo Gaietto, Arturo lacchia, Zino Zini (si vedano le rispettive voci).

Frequente fu il ricorso alla traduzione di autori stranieri, dai fran

265



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 55

Brano: [...]In quegli stessi anni Camilla prese a frequentare la Camera del lavoro, ma di carattere schivo, troppo timida e già consapevole dell’importanza di un gesto che non poteva essere affrettato, non si decideva ancora a iscriversi al Partito socialista, benché più volte venisse invitata a farlo; prese la tessera nel

1918, al rientro di Cesare dalla guerra. Appena iscritta si unì al

gruppo di Antonio Gramsci, Umberto Terracini, Alfonso Leonetti, Attilio Carena, Pai miro Togliatti, e iniziò la sua vera professione di rivoluzionaria.

Nel 1919 Gramsci fondò L’Ordine Nuovo settimanale e quando questo, dal gennaio 1921, divenne quotidiano, Camilla Ravera vi collaborò con la “Tribuna delle donne”. Allorché il 21.1.1921 a Livorno venne fondato il Partito comunista d’Italia, la Ravera vi aderì. Nello stesso anno chiese l’aspettativa dalla scuola e continuò a lavorare presso l’“Ordine Nuovo”, anche con una rubrica di carattere internazionale

Nel redigere il resoconto di una Conferenza delle donne comuniste, il 6.4.1922 scriveva: « La questione femmini[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Attilio Carena, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---Antonio Gramsci <---Ordine Nuovo <---Paimiro Togliatti <---socialista <---Benedetto Croce <---Ottavio Pastore <---Partito comunista <---comunista <---fascisti <---italiano <---Alfonso Leonetti <---Alma Lex <---America Latina <---Arvid Harnack <---Bibliografia <---Camilla Ravera <---Centro interno <---Col Gentile <---Comitato centrale <---Commissione interna <---Congresso di Livorno <---Diritto <---Emilia Ferrerò <---Giovanni Gentile Je <---Grido del Popolo <---Hans Rothfels <---Harro Schulze <---Ignazio Sifone <---Il Comunista <---Il Lavoratore <---La Battaglia Socialista <---La moglie <---La questione femminile <---Mario Stragiotti <---P.C. <---P.S.I. <---Pietro Tresso <---San Marco <---Schulze-Boysen <---Stato Operaio <---T.D.C. <---Teatro San Marco <---The German Opposition <---U.R.S.S. <---U.S.A. <---Zino Zini <---antifascista <---antiriformista <---astensionista <---collaborazionisti <---comuniste <---comunisti <---dell'Internazionale <---fascismo <---fascista <---femministe <---ghiana <---idealismo <---italiana <---leninismo <---nazisti <---ordinovismo <---resocontista <---socialismo <---socialiste <---socialisti <---zinternazionalista