→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Antonio Arena è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 3Entità Multimediali, di cui in selezione 1 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 24

Brano: [...]ttro giornate di

Bruno Zambretti; il tenente dei carabinieri Carmine Musella.

In uno scontro avvenuto l’ultimo giorno alla Masseria Pozzalonga, al Vomero, vengono uccisi: l’universitario Adolfo Pansini, Alfonso Sommella, Edoardo Peluso, Gennaro Russo, Vincenzo Varri al e, Gennaro Varriale, la contadina Teresa Esposito. Altri, feriti nello scontro, vengono fatti prigionieri e successivamente trucidati in località Trombino: Ferdinando Morra, Antonio Arena, Antonio Greco, Gennaro Gravina, Enrico Cebriola e Giuseppe Palumbo. Numerosi altri cittadini e militari italiani vengono uccisi in varie circostanze. Anche dopo la fine dei combattimenti, molte sono le vittime di mine a scoppio ritardato lasciate dai tedeschi in fuga. Il 7 ottobre, un ordigno esplose alla Posta Centrale, provocando la morte di circa 50 persone e il ferimento di un altro centinaio. Numerosi sono anche i deportati in Germania, fra cui 170 studenti universitari.

Bibliografia: Giacomo De Antonellis, La fine del fascismo a Napoli (Milano, 1967); Giacomo De Antonellis, Napoli s[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Antonio Arena, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---A.N.P.I. <---Adolfo Pansini <---Aldo De Jaco <---Alessandro di Jugoslavia <---Antonio Greco <---Antonio in Svizzera <---Bibliografia <---Casetta di Tiara <---Castel San Pietro Terme <---Comitato di Rinascita <---Comune di Sanremo <---Edoardo Pansini <---Edoardo Peluso <---Felice Cascione <---Gennaro Gravina <---Giacomo De Antonellis <---Ginnasio-Liceo <---Giornate di Napoli <---Giuseppe La Torre <---Masseria Pozzalonga <---P.C.I. <---Partito a Pola <---Partito comunista <---Portatosi a Calais <---Quattro giornate <---San Pietro <---Vincenzo Varri <---antifascista <---antifascisti <---carrista <---comunista <---comuniste <---emiliano <---fascismo <---fasciste <---fascisti <---italiani <---leninista <---socialista