→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Angelica Balabanoff è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 13Entità Multimediali, di cui in selezione 6 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol I (A-C), p. 83

Brano: [...]one scelte dai nuclei dirigenti dei partiti antifascisti furono pertanto la Francia (soprattutto Parigi, poi Lione, Marsiglia, Nizza, Tolosa), la Svizzera (Lugano, Zurigo, Ginevra) e il Belgio (Bruxelles).

L’emigrazione in Francia

Si ritrovarono, a Parigi e in altri centri della Francia, centinaia di dirigenti dei diversi partiti antifascisti, di cui si ricordano qui di seguito i più noti.

Socialisti e socialdemocratici: Filippo Amedeo, Angelica Balabanoff, Giuseppe Bensì, Alessandro Bocconi, Bruno Buozzi, Ugo Coccia, Fernando De Rosa, on. Emanuele Modigliani, on. Oddi no Morgari, Pietro Nenni, on. Felice Quaglino, Alessandro Pertini (che abitò qualche tempo a Marsiglia), Pallante Ruggimenti, Giuseppe Saragat (dopo aver soggiornato alcuni anni a Vienna), Giuseppe Sarde!li, Claudio Treves, Filippo Turati.

Repubblicani: Mario e Guido Bergamo, Eugenio Chiesa, .. Cipriano Facchinetti, Randolfo Pacciardi, Egidio Reale, Fernando Schiavetti, Silvio Trentin, stabilitisi parte In Francia e parte in Svizzera.

« Giustizia e Libertà », che come movim[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 118

Brano: [...]S.I.

G.M. Serrati, dopo aver scoperto il ruolo di NiccoliniLjubarskij, se ne lamentò in una lettera al Comintern, nella quale affermava tra l'altro: « Il Comitato Esecutivo deM’Internazionale Comunista manda da Mosca in ogni nazione un rappresentante scelto tra i compagni russi [...]. S’è costituita così nell’Internazionale Comunista una specie di massoneria rossa tanto più pericolosa in quanto è irresponsabile ». Più esplicito il giudizio di Angelica Balabanoff, che accusò Niccolini quale « spia » e « agente provocatore » per conto di Zinoviev: « Mentre a Serrati diceva di essere d'accordo con lui, dietro le spalle lo denunciava a Zinoviev ed eseguiva gli ordini di Mosca diretti contro [...] il P.S.I. ».

Comunque Niccolini ebbe modo di seguire dall’interno le vicende delle varie frazioni del P.S.I. e di inflenzarle, usando i mezzi finanziari e di pressione politica messi a disposizione dalla Terza Internazionale. Svolse quindi un ruolo di notevole importanza nella preparazione del Congresso socialista di Livorno che avrebbe portato, nel 1921, all[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 70

Brano: [...]i del dopoguerra, che fu mandato al macero dal fascismo e sarà conosciuto dagli italiani solo nel 1946.

NeH'emigrazione antifascista

In Francia (aveva passato la frontiera alla fine del 1926) Nenni fu uno dei principali artefici della riunificazione socialista realizzata al congresso di Parigi del luglio 1930, il principale nel campo del P.S.I., anche se questo comportò il distacco di una vivace pattuglia di intransigenti allora guidata da Angelica Balabanoff (v.). Due anni prima, egli aveva presentato le « Tesi sul l’unità » e su quella base, certo più politica Che teorica, si era poi realizzato l’incontro con l’elaborazione di Giuseppe Saragat e con la tradizionale dirigenza del P.S.U.L.I. (Partito socialista unitario dei lavoratori italiani),

À Nenni toccò inizialmente di rappresentare, con Giuseppe Emanuele Modiqliani e Claudio Treves, il P.S.I. unificato nell’Internazionale operaia e socialista e di dirigere, con Paliante Rugginenti, l'organo del partito. Dopo l'ascesa al potere dei nazisti in Germania fu uno dei promotori e sostenne nel 1[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 742

Brano: [...]pito da tale gravissima accusa, evidentemente in quanto noto agitatore socialista, per una banale infrazione disciplinare commessa in quei giorni da decine di militari). Per sottrarsi all’arresto, decise di rifugiarsi in Svizzera.

Nell’emigrazione

Nel corso del suo soggiorno a Zurigo, come collaboratore e poi come direttore de L’avvenire del lavoratore, ebbe modo di conoscere molti esponenti del movimento operaio internazionale. Insieme ad Angelica Balabanoff, rappresentò i socialisti italiani nelle conferenze di Zimmerwald e Kienthal e in altre riunioni internazionali contro la guerra.

Alla fine del 1918, dietro suggerimento della Balabanoff, fu invitato in Russia da Lenin, per collaborare alla produzione propagandistica destinata ai prigionieri di guerra italiani dei campi di concentramento austroungarici e poi tra i militari inviati dal governo Orlando a combattere la repubblica sovietica, nel quadro dell’intervento controrivoluzionario delle potenze dell'Intesa. Poiché le clausole del trattato di pace di BrestUtovsk vietavano esplicitamente[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 250

Brano: [...]elta ».

La Libertà

Settimanale di propaganda della Concentrazione antifascista (v.), pubblicato a Parigi dal maggio 1927 al maggio 1934. Diretto da Claudio Treves (v.), aveva come collaboratori i più rappresentativi esponenti dell’emigrazione antifascista (fatta eccezione per i comunisti), da Gaetano Salvemini a Francesco decotti, da Filippo Turati a Franco Clerici, Fernando Schiavetti, Aurelio Natoli, Pallante Rugginenti, Arturo Labriola, Angelica Balabanoff, Pietro Nenni [Ennio] e Giuseppe Saragat [Spertia] :

Fino all’arrivo di Carlo Rosselli, il settimanale ebbe una impostazione tipicamente aventiniana e generica; sua funzione era più che altro quella di tenere « accesi » gli spiriti con la preoccupazione quindi, non tanto di analizzare i dati permanenti e gli aspetti più profondi della dittatura fascista, quanto piuttosto di denunciare la natura violenta e illegale del regime fascista, sottolineandone al tempo stesso il carattere transitorio.

Questo tipo di denuncia aveva un suo valore morale e serviva a tenere in continua tensione le fo[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 93

Brano: [...]Enrico Ferri, da Guglielmo Ferrerò a Antonio Graziadei, da Mario Garuglieri a Bruno Frizzi.

Difesa delle lavoratrici, La

Quindicinale, poi settimanale delle donne socialiste. Formato cm 46 x 35, poi 50x36, illustrato. Direttori: Anna Kuliscioff, Pietro Nenni. Gerenti: Giuseppe Rigamonti, Giuseppe Invernizzi, Ernesto Schiavello.

Tra le collaboratrici vi furono: Rita Mai erotti, Giuseppina Martinuzzi, Margherita Sarfatti, Giselda Brebbia, Angelica Balabanoff, Argentina Altòbelli, Clara Zetkin, Giuseppina Moro, Luisa Draghi Martegnani, Abigaille Zanetta, Rina Mellin, Adelaide Poff, Laura Casertelli, Maria Gioia, Maria Giudice, Alessandrina Ravizza, linda Malnati, Teresina B ietti, Teresita Pasini, Ester Tel lazzi Biettl, Giuseppina Moro Landoni, Maria Perotti Bornaghi, Carlotta Clerici, Argia Bianchi, Vittoria Mariani, Placida Rambelli, Emilia Candelari, Maria Lavagna, Regina Teruzzi; tra i collaboratori: Carlo Azimonti, Ettore Reina, Giovanni Zibordi, Enrico Agostini, Emidio Agostinone, Fabio Matti, Rinaldo Rigola, Giovanni Allevi, Nico Gasparini[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Angelica Balabanoff, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---socialisti <---antifascista <---fascismo <---fascisti <---italiana <---italiani <---italiano <---socialista <---Partito comunista <---Storia <---comunista <---fascista <---Bibliografia <---Bruno Buozzi <---Comitato centrale <---P.C.I. <---P.S.I. <---antifascisti <---comunisti <---Agronomia <---Alceste Della Seta <---Alessandro Bocconi <---Alessandro Pertini <---Alleati Alberto Sartori <---Alleati in Piemonte <---Alo Simplicini <---Amedeo Modigliani <---Appello di Tolosa <---Arnaldo Raviz <---Arrivò a Milano <---Badaloni a Oddino <---Berlino nel Comitato <---Borgo San Lorenzo <---Brest-Utovsk <---Camera Enrico <---Carlo Niccolini <---Carlo Pucci <---Cesare Pavese <---Ciccotti a Enrico <---Cipriano Facchinetti <---Circolo di Cultura <---Comando Marte <---Consiglio Francesco Saverio Nitti <---Consolato degli Stati Uniti a Budapest <---Corriere della Sera <---Dante Cornei <---Diritto <---Divisione Garibaldi del Basso Monferrato <---Emanuele Modigliani <---Emidio Agostinone <---Emilia Can <---Emilio Lus <---Enrico De Nicola <---Enrico Ferri <---Fernando De Rosa <---Ferrerò a Antonio Graziadei <---Filiberto Smorti <---Filippo Amedeo <---Filippo Turati a Franco Clerici <---Franca Pieroni Bortolotti <---Francesco Ciccotti Scozzese <---Francesco Luigi Ferrari <---Francesco Misiano <---Fronte Popolare <---G.A. <---G.M. <---Gaetano Pacchi <---Garibaldi del Basso <---Garuglieri a Bruno <---Gennari a Fernando <---Giacinto Menotti Serrati <---Giacomo Lombardi <---Giorni-Vie <---Giovanni Allevi <---Giuseppe Bensì <---Giuseppe Emanuele Modiqliani <---Giuseppina Martinuzzi <---Giuseppina Moro Landoni <---Governo Parri <---Guido Bergamo <---Guido Cec <---Il Comitato Esecutivo <---Il Corriere <---Il Corriere della Sera <---Il Popolo <---La Libertà <---La vita <---Lavagnini a Filiberto Smorti <---Livio Bini <---Luigi Frontini <---Luigi Sturzo <---Luisa Draghi Martegnani <---Margherita Sar <---Maria Gioia <---Maria Perotti Bor <---Mario Garuglieri a Bruno Frizzi <---Membro del Comitato <---Mentre a Serrati <---Movimento operaio <---Nenni a Parigi <---New Deal <---Niccolini-Ljubarskij <---Nico Gasparini <---Nicola Badaloni a Oddino Morgari <---Nikolaj Markovic Ljubarskij <---Nino Del Poggetto <---Non mollare <---Organo del Partito <---P.S.U.L.I. <---Paimiro Togliatti <---Paliante Rugginenti <---Placida Rambelli <---Pratica <---Quarto stato <---Rita Mai <---Roberto Di Ferro <---Rodolfo Mo <---Rondani a Nicola <---Russia da Lenin <---Salvemini a Francesco <---Sandro P <---Settimanale socialista <---Silvio Trentin <---Sociologia <---Spartaco Lavagnini <---Storia del Partito <---Storia del Partito comunista italiano <---Teresina B <---Terzo Libro <---Turati a Franco <---Ugo Guido Mondolfo <---Vento del Nord <---Vie Nuove <---Vittoria Mariani <---antifascismo <---antifasciste <---aventiniana <---centrazioniste <---d'Azione <---dell'Aventino <---fasciste <---ideologica <---ideologiche <---internazionalista <---interventismo <---lanciano <---liste <---massimalista <---massimaliste <---nazifascista <---nazifascisti <---nazionalisti <---nazisti <---nenniana <---riformista <---riformisti <---rooseveltiana <---rooseveltiano <---scioviniste <---socialiste <---sociologia <---spartachista <---squadrismo <---squadristi <---staliniana <---staliniane <---stalinismo <---turatiano <---zarista