→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Alvo Fontani è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 13Entità Multimediali, di cui in selezione 1 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 424

Brano: [...]nali, da Renato Sodini, da Nestore Cinquini e Gustavo Rontani.

Tra le azioni più importanti di questo periodo sono da ricordare il riuscito colpo di mano contro un posto di segnalazione nazifascista a Montramite, avvenuto alla fine di maggio, e l’attacco a una guarnigione di 35 repubblichini e 2 tedeschi che fu costretta alla resa. Nella stessa epoca giunse in Lucchesia, inviato dal Comando di delegazione delle Brigate Garibaldi della Toscana Alvo Fontani [Paolo], Questi, considerando l’eccessivo spezzettamento delle formazioni partigiane della zona, suggerì un piano per riunirle sotto un Comando unico. Inoltre, il 18 giugno, su Monte Cavallo, l’O.S.S. americano effettuò un lancio di armi e munizioni e paracadutò una missione munita di radiotrasmittenti e composta da 4 agenti: Toscanini, Lauri, Augusto e Aurelio.

Nel mese di giugno cadde il giovane e valoroso patriota lucchese Amos Paoli. Nonostante fosse paralizzato sin dall'infanzia agli arti inferiori, egli si era ugualmente gettato nella lotta raccogliendo, col suo carrozzino azionato a[...]

[...]e scendevano e risalivano per l’alta Versilia. La villa divenne così base di numerose spedizioni terroristiche: interi abitati, come le frazioni di Riva, Corvaia, Rione della Fucina e del Monte Altissimo furono incendiati e distrutti dai nazisti. Non pochi patrioti e partigiani furono impiccati e fucilati sul posto.

L’unificazione delle forze partigiane della Versilia fu decisa in una riunione tenuta alla Tacca Bianca con la partecipazione di Alvo Fontani, Ottorino Balestri, Lorenzo Bandelloni, Sergio Breschi e altri. Essa sarà realizzata soltanto nel successivo mese di luglio, a causa dello scatenarsi dell’offensiva nemica.

Il 26 giugno i tedeschi mossero all’attacco di Azzano, ma furono costretti a ripiegare dal distaccamento appostato a Lalle. Il giorno seguente aggredirono alle spalle le forze partigiane a quota 1.460 in direzione delle Cervaiole. Gli scontri si protrassero per alcuni giorni. I partigiani fecero saltare le strade di Rio Magno, i ponti di Luchera, dei Rossi e di Ruosina, infliggendo gravi perdite a una colonna tedesca ch[...]

[...] Ornato. Caddero in quei giorni Dino Viviani e Adelmo Rossi.

Gli Alleati effettuarono altri lanci di armi che permisero il rafforzamento delle unità partigiane. Il 24 luglio le diverse bande furono riunite nella 10a Brigata Garibaldi « Gi

no Lombardi », schierata lungo il crinale del Monte Gabberò e del Monte Lieto, da San Rocchino fino a Monte Ornato. Facevano parte del Comando della « Lombardi »: Ottorino Balestri [Libertas], comandante; Alvo Fontani, commissario politico; Lorenzo Bandelloni, intendente. La Brigata risultò composta da 3 compagnie, rispettivamente comandate da Guido Vannucci, Giancarlo Taddei [Beppe] e Loris Palma [Villa].

Il 28 luglio una pattuglia di S.S., spintasi in perlustrazione fino a Monte Ornato, colse di sorpresa due corvè partigiane, una che saliva alla base portando ceste di frutta e un’altra che scendeva a valle con tre muli. Tutti gli uomini furono catturati ma le sentinelle della base, che da lontano avevano scorto quanto accadeva, diedero l’allarme. Il pronto intervento della 13a Squadra servì a liberare[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Alvo Fontani, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---Amos Paoli <---Aristodemo Pierotti <---Armando Vignali <---Bianca di Monte <---Cristina Andriman <---Dino Viviani <---Giancarlo Taddei <---La formazione <---Lorenzo Bandelloni <---Loris Palma <---Marcello Garosi <---Monte Frana <---Monte Lieto <---Monte Ornato <---Nino Caprili <---O.S.S. <---S.S. <---Toscana Alvo Fontani <---nazifascista <---nazisti