→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Alberto Damiani è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 3Entità Multimediali, di cui in selezione 3 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 429

Brano: [...]avvocato Alfredo Tino, del Partito d’Azione, nel cui studio milanese s’era costituito il 25 luglio un Comitato delle opposizioni antifasciste; il socialista Rodolfo Morandi; il comunista Sante Massarenti; i democratici cristiani Piero Malvestiti e Stefano Jacini; i liberali Tommaso Gallarati Scotti e Luigi Casagrande; il repubblicano Ciprigno Facchinetti e, successivamente, il comunista Concetto Marchesi. Si trovava nella città anche il liberale Alberto Damiani quale rappresentante militare del C.L.N.A.I.

La Delegazione del C.L.N.A.I.

Da questo gruppo di antifascisti fu presa l'iniziativa di costituire un Comitato di liberazione nazionale che venne poi riconosciuto come Delegazione del C.L.N. dell’Alta Italia in Svizzera. I componenti di questa Delegazione andarono mutando nel tempo, via via con il sopraggiungere di compiti e incarichi che imponevano sostituzioni. A lungo ne furono membri fissi l’avvocato Sante Massarenti, l’avvocato democristiano Edoardo Clerici, l’avvocato Adolfo Tino, l’avvocato Luigi Casagrande e l’avvocato Lucio Luzzatto,[...]

[...]Svizzera. I componenti di questa Delegazione andarono mutando nel tempo, via via con il sopraggiungere di compiti e incarichi che imponevano sostituzioni. A lungo ne furono membri fissi l’avvocato Sante Massarenti, l’avvocato democristiano Edoardo Clerici, l’avvocato Adolfo Tino, l’avvocato Luigi Casagrande e l’avvocato Lucio Luzzatto, socialista. Alle dipendenze della Delegazione fu posto anche un Comitato militare di cui fecero parte, oltre ad Alberto Damiani, Nino Bacigalupi e Sante Frigerio.

La Delegazione aveva il compito di mantenere il collegamento con tutti i patrioti italiani che si trovavano in Svizzera, con i diversi rappresentanti dei servizi alleati, con l'Ambasciata italiana e con i gruppi di partigiani italiani che, costretti a

sconfinare, erano stati internati nei campi di concentramento presenti sul territorio svizzero (v. Lago Nero).

Nel 1944 la Delegazione si insediò nella sede del Consolato italiano a Lugano e assolse a funzioni estremamente utili per il potenziamento della lotta partigiana in Italia, specie in alcuni mo[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 221

Brano: Roma

di Milano) entrò nel movimento di “Giustizia e Libertà” attraverso l'influenza di Gino Luzzatto, L. Basso e lavorando con Giorgio Agosti (v.), Carlo e Sandro Galante Garrone, Ada Gobetti, Vittorio Albasini Scrosati, Alberto Damiani e pochi altri, alla ricostituzione dell’organizzazione clandestina di Torino e Milano (che le retate poliziesche del 193435 avevano quasi completamente distrutta) nonché alla diffusione degli ideali federalistici e in particolare del manifesto di Ventotene (v. Federalismo europeo).

Dopo che nel 1940 “Gioventù cristiana” era stata soppressa per la pubblicazione di una dura denuncia della politica hitleriana stesa dal teologo K. Barth, Rollier riuscì a continuarne l’opera di formazione e informazione con una nuova testata, L’Appello (acquistata col generoso contributo di Adriano Olivetti), c[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 64

Brano: [...]are un’alternativa credibile all'iniziativa monarchica di sganciamento dal fascismo.

Nel corso dei quarantacinque giorni del governo Badoglio rappresentò il Partito d'Azione nel comitato delle opposizioni (v. Comitato nazionale d'azione antifascista), esponendosi pubblicamente in ripetute occasioni.

Dopo r8.9.1943, per sfuggire alle rappresaglie fasciste, fu costretto a rifugiarsi in Svizzera, dove fino al marzo 1944 fece parte, insieme ad Alberto Damiani e a Giorgio Morandi, della delegazione svizzera del Comando militare del C.L.N.A.I.. Su mandato fiduciario di Ferruccio Parri, tenne i contatti con gli Alleati. In tal veste contribuì a organizzare l’incontro di Certenago (v.) fra Io stesso Parri e Leo Valiani con i rappresentanti in Svizzera dei Servizi speciali alleati (3.11.1944). Successivamente Tino fece parte della Delegazione del C.L.N.A.I. a Lugano (v.).

Rientrato a Milano subito dopo la Liberazione, fu tra i rappresentanti azionisti nel C.N.L.A.I.. Nel dopo

guerra, schieratosi nel dibattito all’interno del P.d.A. sulle posizion[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Alberto Damiani, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---C.L.N. <---Adriano Olivetti <---C.L.N.A.I. <---antifascista <---antifasciste <---azionisti <---comunista <---fascista <---italiana <---italiano <---socialista <---Alessandro Levi <---Amato Vittorio <---Amintore Fanfani <---Antonio Banfi <---Bibliografia <---Bruno Serrani <---C.V.L. <---Carlo Mussa Ivaldi <---Chimica <---Ciprigno Facchinetti <---Concetto Marchesi <---Dante Livio Bianco <---Diritto <---Dopo Ì <---Edoardo Clerici <---Enrico Cuccia <---Fernando Santi <---Franco Venturi <---Gianfranco Mattei <---Gino Tommasi <---Guardia Nazionale <---Guerra di Liberazione <---Ignazio De Logu <---Italia Libera <---Italia in Svizzera <---Italia libera <---Klaus Philip Schenk <---Legge a Napoli <---Libera Stampa <---Lucio Luzzat <---Luigi Casagrande <---Medicina <---Michele Giua <---Missione dal Sud <---Mmio Andreis <---Modena Pianura <---Monte La Faggiola <---Nino Bacigalupi <---Nuova Antologia <---P.S.D.I. <---Patriottica Militare Clandestina <---Quartier generale a Rastenburg <---Repubblica socialista <---Resistenza a Imola <---S.A.P. <---Sandro Delmastro <---Sandro Galante Garrone <---Sesto I <---Svizzera dei Servizi <---Torino di Sangro <---Ugo La Malfa <---Villa Nueva del Pardillo <---Vittorio Albasini Scro <---Vittorio Foa <---antifascismo <---antifascisti <---antinazista <---aventiniana <---azionista <---cementista <---civilista <---commercialista <---conformismo <---cristiana <---cristiani <---cristiano <---d'Azione <---fascismo <---fasciste <---federalista <---federalisti <---giellista <---hitleriana <---immobilismo <---italiane <---italiani <---liste <---nazifascismo <---nazista <---qielliste