→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale Adele Bei è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 15Entità Multimediali, di cui in selezione 8 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 129

Brano: [...]re La compagna, il quindicinale creato dal Partito comunista fin dal 1921). Molte di esse varcarono le frontiere con documenti falsi, altre entrarono nelle organizzazioni fasciste per insinuarvi fermenti di critica e di rivolta. Camilla Ravera diresse per lungo tempo il Centro interno del P.C.I., e come lei diedero un grande contributo alla lotta Teresa Noce (che partecipò anche alla guerra in difesa della Repubblica spagnuola), Rita Montagnana, Adele Bei.

Tra le prime processate dal Tribunale speciale fu la tessitrice Giorgina Rossetti di Mongrando (Biella), condannata il 16.11.1927 a 18 anni di reclusione per avere collaborato a redigere e a stampare « La compagna » e la Voce della Gioventù. Centinaia furono le donne arrestate e processate per ragioni politiche durante il regime; 112 le condannate dal Tribunale speciale a pene varianti da 1 a 30 anni di reclusione. Due comuniste morirono in carcere: la biellese Iside Viana nella casa penale di Perugia e Lea Betti nelle carceri di Bologna. Tra le dirigenti comuniste condannate dal Tribunal[...]

[...]Voce della Gioventù. Centinaia furono le donne arrestate e processate per ragioni politiche durante il regime; 112 le condannate dal Tribunale speciale a pene varianti da 1 a 30 anni di reclusione. Due comuniste morirono in carcere: la biellese Iside Viana nella casa penale di Perugia e Lea Betti nelle carceri di Bologna. Tra le dirigenti comuniste condannate dal Tribunale speciale si ricordano: Camilla Ravera (a 15 anni e 6 mesi di reclusione), Adele Bei (a 18 anni), Ergenite Gili (a

10 anni), Anna Bessone e Francesca Ciceri (a 8 anni ciascuna), Maria Bernetich (una prima volta a 2 anni e una seconda a 16), Anita Pusterla (a 9 anni e 8 mesi), Maddalena Secco e Valeria Wachenhusen (a 10 anni ciascuna), Carmelina Succio (a 8 anni), Anna Pavignano, Lucia Rosso e Felicita Ferrerò (a 6 anni ciascuna), Lea Giaccaglia e Rosa Messina (a 4 anni), Dina Nozzoli (a 3 anni); e tra le antifasciste, Margherita Blaha (a 30 anni), Francesca Leban (a 25 anni).

Nel 1927 un grande sciopero delle



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol VI (T-Z e appendice), p. 341

Brano: [...]a dell’era cristiana).

Il 24 luglio gli aerei alleati colpirono il “Santa Lucia”, mandandolo a picco.

/ confinati

Si può dire che a Ventotene, che in certi periodi ebbe una popolazione confinaria di oltre 800 antifascisti, finirono in varie epoche gran parte degli esponenti dell’antifascismo italiano.

Per ricordare solo alcuni nomi, oltre ai già citati: Giuseppe Alberganti, Maria e Nella Baroncini, Giovanni Bassanesi, Riccardo Bauer, Adele Bei, Igino Borin, Vincenzo Calace, Antonio Carini, Agostino Casati, Oberdan Chiesa, Arturo Colombi, Eugenio Colorni, Giuseppe Di Vittorio, Eugenio Curiel, Giovanni Domaschi, Carlo Far ini, Armando Fedeli, Celso Ghini, Enrico Giussani, Pietro Grifone, Ideale Guelfi, Vasco Jacoponi, Pietro Lari, Giuseppe La Torre, Gerolamo Li Causi, Augusto Lodovichetti, Luigi Longo, Camillo Lusenti, Mario Maovaz, Domenico Marchioro, Nello Marconi, Idelmo Mercan

dino, Giovanni Pesce, Giuseppe Pianezza, Camilla Ravera, Ernesto Rossi, Dino Saccenti, Lucia Scarpone, Mauro Scoccimarro, Pietro Secchia, Antonio Sorell[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 713

Brano: [...]ommerciante, al tempo stesso dedicando

si al lavoro politico. Ebbe vari incarichi dirigenti nella Federazione comunista, neiril.D.I. e nella Federazione provinciale delle cooperative.

Una sua interessante memoria autobiografica è stata pubblicata nel libro Compagne: testimonianze di partecipazione politica femminile, raccolte a cura di Bianca Guidetti Serra (Torino, 1977). Altra testimonianza riguardante Carmelina Succio è stata scritta da Adele Bei e pubblicata nel libro Le donne nel carcere di Perugia (La Pietra 1978).

A.To.

Sudafrica

Repubblica Sudafricana. Repubblica parlamentare dell’Africa meridionale, divisa in 4 “province” (Capo, Natal, Stato libero di Orange, Transvaal), il Sud Africa ha un'estensione di 1.221.037 kmq e una popolazione di circa 35 milioni di abitanti (1984). Fanno parte della repubblica le riserve (chiamate “patrie indipendenti dei Bantù”) di Transkei (41.002 kmq con una popolazione di 2,7 milioni), Ciskei (8.300 kmq, pop. 750.000) nel Capo orientale, Venda (7.184 kmq, pop. 400 mila) e Bophuthatswana (4[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol V (R-S), p. 379

Brano: [...]cci Boncampi e il sottotenente Sorcine!li) fu aggredito dai marinai fascisti ammutinatisi per impossessarsi del natante e passare con i tedeschi. Nonostante fossero già stati proditoriamente uccisi i suoi due colleghi, non volle arrendersi e affrontò i rivoltosi, cadendo stroncato da una raffica di mitragliatrice.

Sarti, Rodolfo

N. ad Apiro (Macerata) il 4.8.1904; sarto.

Membro dell'organizzazione comunista clandestina romana diretta da Adele Bei, nell’ottobre 1933 fu arrestato. Deferito al Tribunale speciale, il 19.7.1934 fu condannato a 12 anni di reclusione.

Sartori, Alberto

Carlo. N. a Stradella (Pavia) il 18.3. 1917; muratore.

Cominciò a lavorare in giovanissima età e nel 1938 emigrò in Francia, dove fu a contatto con elementi dell’Unione Popolare Italiana, organizzazione di emigrati antifascisti. All’inizio della Seconda guerra mondiale si arruolò nei Volontaires pour la durée de la guerre e, dopo varie peripezie, approdò in Tunisia dove si collegò con l’organizzazione comunista clandestina facente capo a Velio Spano.
[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol IV (N-Q), p. 62

Brano: [...]ità antifascista svolta all’estero ». Negli interrogatori negò ogni addebito, ma fu ugualmente ritenuta colpevole, « sia per la piena attendibilità della fonte di informazione, sia per il contegno tipicamente e rigidamente comunista ».

Dopo quattro mesi di detenzione nel carcere di Genova, fu assegnata per 5 anni al confino e inviata nell’isola di Ventotene. Qui si trovavano confinate una ventina di donne, tra cui le comuniste Camilla Ravera, Adele Bei, le sorelle Baroncini, la Bianciotto, nonché alcune slave e altre condannate. Esse vivevano in due grandi cameroni, di cui uno solo era diviso in box. Nell’agosto 1943 Maria tornò a Torino, dove riprese immediatamente l’attività politica. Durante la Guerra di liberazione assunse lo pseudonimo di Franca. Dopo un breve periodo trascorso a Barge (Cuneo), tornò a Torino e lavorò all’organizzazione dei Gruppi di difesa della donna.

Dopo la Liberazione divenne dirigente deU’Unione Donne Italiane, operando dal 1946 al 1951 a Bergamo e a Pavia. Successivamente si staccò dalla vita politica attiva.[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 294

Brano: [...]ande comandate dal colonnello De Michelis, con azioni che si spinsero all’interno dell’Abruzzo.

La Brigata Autonoma « Stalin »

Verso la fine del marzo 1944 venne costituita nella bassa Sabina la « Brigata Autonoma Stalin » comandata dai comunisti Luigi Forcella e Nino Franchellucci (commissario politico), già dirigenti deH’VIN Zona. Epicentro operativo di questa formazione fu il Monte Tencia, sul quale si trovavano anche i fratelli Amato e Adele Bei (v.), vecchi combattenti antifascisti e attivi organizzatori della Resistenza. Alla « Brigata Autonoma Stalin » si aggregarono più tardi gruppi di giovani e anziani antifascisti della provincia di Rieti, comandati da Ennio Melchiorre e Alcide Monici di Poggio Mirteto.

La Liberazione

Quando il 2.6.1944 gli Alleati trasmisero il messaggio con la parola d’ordine Elefante per avvertire le formazioni partigiane che stava per avere inizio l'avanzata sulla Capitale, tutte le bande dei Castelli scesero in campo attaccando i tedeschi, facendo saltare ponti e interrompendo strade per ostacolare l[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 132

Brano: [...]lara Balboni, n. a Bologna il 9.4. 1913, bustaia. Faceva parte di un gruppo bolognese caduto nella rete della polizia fascista nel periodo giugnoluglio 1939. Accusata di « associazione comunista e propaganda sovversiva », fu rinviata a giudizio e processata. Il 14.11.1939 fu mandata assolta.

Calista Bavoletti, n. a Cervia (Ravenna) nel 1896, casalinga. Arrestata é deferita al Tribunale speciale, nel 1942 fu rinviata al Tribunale ordinario.

Adele Bei (v.), n. a Cantiano (Pesaro) il 4.5.1904, casalinga. Comunista, fu arrestata e accusata di essere più volte entrata in Italia dalla Francia, dove risiedeva, per svolgere attività antifascista. Il Tribunale, dopo averle ricordato i figli lasciati m Francia sperando di farla crollare moralmente, di fronte al suo fiero atteggiamento il 19.7.1934 la condannò a 18 anni di carcere. Natalia Beltrame, n. a Sequals (Udine) il 25.12.1906, casalinga. Faceva parte di un gruppo di 16 persone che dovette rispondere di « partecipazione ad associazione criminosa e propaganda antitaliana». Processata, il 19.1[...]



da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol II (D-G), p. 130

Brano: [...]tornarono dalle carceri o dal confino, mentre altre rientrarono in Italia dall'emigrazione, prendendo subito il loro posto nella lotta per por termine alla guerra e liberare l’Italia dai tedeschi. Oltre ai nuclei femminili antifascisti dei grandi centri del Nord, particolarmente attivo fu quello di Roma, formatosi attorno a Laura Lombardo Radice, Marisa Cinciari, Maria Bezzi Scala, Clara Cannarsa, Nora Balzani, Carla Capponi. A queste si unirono Adele Bei, Maria e Nella Baroncini, Egle Gualdi, Lidia D’Angelo, Marcella Lapiccirrella, Maria Felice Alicata, Giulia Rocco, Fausta Petri, Maria Michetti, Giovanna Martur ano, Marisa Musu.

Nei giorni dell’8 settembre le donne fecero a gara nell'aiutare soldati e ufficiali del disciolto esercito a sfuggire ai tedeschi, provvedendoli di cibo, abiti civili, assistenza; diedero rifugio agli ex prigionieri di guerra alleati fuggiti dai campi di concentramento; stabilirono e mantennero i collegamenti tra i centri abitati e le prime formazioni partigiane; assicurarono la distribuzione della stampa e il tra[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine Adele Bei, nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---comunista <---Storia <---fascisti <---socialista <---Bibliografia <---antifascista <---antifascisti <---fascismo <---fascista <---italiana <---italiano <---P.C.I. <---Partito comunista <---comuniste <---comunisti <---cristiana <---fasciste <---italiane <---Camilla Ravera <---Diritto <---Nella Baroncini <---Pietro Secchia <---Rita Montagnana <---antifasciste <---italiani <---nazisti <---socialiste <---socialisti <---Ada Marchesini Gobetti <---Agata Pizzo <---Al FASCISTI <---Al TEDESCHI E <---Alberto Jaco <---Alcide Monici di Poggio Mirteto <---Aleksej Kaliaskin <---Alessandria-Tortona <---Alfredo Bonelli <---Angela Cremonese <---Angiolina Toni <---Anna Pavignano <---Annamaria Finale <---Antonio Carini <---Antonio Morra <---Antonio Salvati <---Antonio Sorelli <---Arcangelo Valli <---Archivio del Partito <---Archivio di Pietro Secchia <---Assunta Bronzetti <---Aurelio Del Gobbo <---Bagnolo in Piano <---Baraggia da Biella <---Benedetto XV <---Bianca Guidetti Serra <---Biblioteca comunale <---Brigata Autonoma Stalin <---Brigata G <---Brigata G L <---C.V.L. <---Calista Bavoletti <---Centro interno <---Ceretto Lomellina <---Clara Cannarsa <---Clementina Bergamini <---Comando Zona di Palestrina <---Comitato centrale <---Concetta Zubba <---Consandolo di Argenta <---D.L. <---Dino Saccenti <---Dirce Scaraz <---Domenico Marchioro <---Enrica Borgatti <---Ergenite Gili <---Erminia Benotti <---Eugenio Co <---Eugenio Curiel <---Ezio Maroncelli <---Ezio Padovani <---F.G.S. <---F.T.P. <---Fabbri di Mi <---Felicita Ferrerò <---Filosofia <---Flavio Fornasiero <---Fondo C <---Fondo C V <---Forte San Leonardo <---Francesca Ciceri <---Francesca Dorso <---Francesca Leban <---Francesco Meo <---Francese di Berlino <---Franz Stoka <---G.A.P. <---G.L. <---Gaetano Pe <---Gerolamo Li Causi <---Giorgina Rossetti di Mongrando <---Giovanna Mar <---Giovanni Domaschi <---Giovanni Pesce <---Giovanni Verginelli <---Giulia Rocco <---Giuliana Nenni <---Giuseppe Di Vittorio <---Giuseppe La Torre <---Guerriglia nei Castelli Romani <---Igiene <---Igiene rurale <---Igino Borin <---Ignazio Sbardella <---Il III <---Istituto Gramsci <---Italia dalla Francia <---Jean-Paul <---L.D.A. <---L.P.F. <---La Pietra <---La Resistenza nei Biellese <---La Risaia <---La lotta <---La morte <---Laura Lombardo Radice <---Le Havre <---Le Mur <---Lea Betti <---Lea Brognara <---Lea Giaccaglia <---Leonardo di Verona <---Lina Merlin <---Lucia Scarpone <---Luigi Forcella <---Luigi Longo <---M.A.S. <---Margherita Blaha <---Margherita Sarfatti <---Margherita Vienco <---Maria Bernetich <---Maria Bezzi Scala <---Maria Bronzo Nega <---Maria Felice Alicata <---Maria Michetti <---Maria Monchietti <---Mario Leporatti <---Mario Maovaz <---Marisa Cinciari Rodano <---Merleau Ponty <---Monici di Poggio <---Natalia Beltrame <---Nazi Concentration Camps <---Nella Marcellino <---Oberdan Chiesa <---Ordine nuovo <---Osvaldo Negarville <---P.C. <---P.O.I. <---P.S. <---P.S.I. <---Paola Bensì <---Patto di Monaco <---Pietro Grifone <---Pietro Lari <---Pio X <---Punta Eolo <---Questura di Genova <---R.F.T. <---Resistenza in Roma <---Riccardo Bauer <---Rita Gagliotti <---Romano Lombardo <---Rosa Messina <---Salvatore Assenso <---Santa Agata Bolognese <---Santhià a Torino <---Santo Stefano <---Sesto Rolli <---Società Terni a Papigno <---Storia della Resistenza <---Teresa Cirio <---The Death Marches <---V Armata Americana <---Vincenzo Assenso <---Vittorio Saltini <---antifascismo <---antifranchisti <---antitaliana <---d'Italia <---dell'Interno <---dell'Isola <---esistenzialismo <---indiani <---leninista <---nazifasciste <---nazifascisti <---nazista <---oscurantismo <---possibilismo <---riformista <---sindacalismo <---squadrista <---squadristi <---teppista <---vogliano