→ modalità contesto
modalità contenuto
INVENTARICATALOGHIMULTIMEDIALIANALITICITHESAURIMULTI
guida generale
NEW! CERCA

Modal. in atto: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)disattiva filtro S.M.O.G+

ALBERO INVENTARIALE


ANTEPRIMA MULTIMEDIALI

Il segmento testuale A.F. è stato estratto automaticamente da un complesso algoritmo di KosmosDOC di tipo "autogeno", ossia sulla sola analisi dei segmenti testuali tra loro.
Nell'intera base dati, stimato come nome o segmento proprio è riscontrabile in 21Entità Multimediali, di cui in selezione 1 (Corpus autorizzato per utente: Spider generico. Modalità in atto filtro S.M.O.G.: INTERO CORPUS (AUTORIZZATO)FILTRO S.M.O.G+ passivo). Di seguito saranno mostrati i brani trascritti: da ciascun brano è possibile accedere all'oggetto integrale corrispondente. (provare ricerca full-text - campo «cerca» oppure campo «trascrizione» in ricerca avanzata - per eventuali ulteriori Entità Multimediali)


da Enciclopedia dell'antifascismo e della Resistenza. Vol III (H-M), p. 9

Brano: [...]mbre 1946)

ufficiale, il comunicato nazista informò che il « camerata » Rudolf Hess era mentalmente malato, vittima di allucinazioni dovute a ferite riportate combattendo nella prima guerra mondiale.

Il prigioniero di Spandau Riconosciuto dal tribunale di Norimberga come uno dei maggiori responsabili del nazismo, Hess non fu condannato a morte, in considerazione della sua scarsa lucidità mentale (secondo i medici del carcere, sarebbe stato affetto da schizofrenia). Condannato all'ergastolo e rinchiuso nel castel

lo di Spandau, a 30 anni di distanza dal processo vi è tuttora (1975) come unico prigioniero, custodito dalla apposita guarnigione prevista dallo statuto quadripartito di Berlino. L’anziano prigioniero costituisce ormai l’ultimo simbolo della condanna inflitta al nazismo dal tribunale dei popoli.

Da parte loro i neonazisti tedeschi hanno costituito un « Ente per la liberazione di Rudolf Hess » che conta oltre 2.000 iscritti. L’associazione lavora in varie forme per il raggiungimento di un obiettivo il cui fine reale [...]

[...]1945, dalle missioni (v.) militari britanniche; viene comunemente indicato dagli storici con il nome del colonnello inglese Hewitt che ne fu l’estensore. Il documento, in protocollo segreto e in copie numerate, porta la data del 2.6.1945 e contiene una argomentata valutazione, dal punto di vista degli Alleati, sull’apporto della Resistenza italiana alla Guerra di liberazione nazionale.

Le «■ missioni » alleate

Il Quartier generale alleato (A.F.

H.Q.) esercitava la sua azione di

controllo sulle operazioni dietro le linee del nemico in Italia mediante speciali organi di osservazione e di collegamento: la Special Force inglese e l’O.S.S. [Office of Strategie Services) americano. Queste due organizzazioni, attraverso agenti paracadutati oltre le linee o sbarcati da sommergibili e poi collegati a formazioni e Comandi partigiani, avevano i compiti di trasmettere informazioni raccolte di prima mano e tenere i contatti operativi con le forze della Resistenza. Nel corso della Guerra di liberazione furono inviate nell'Italia occupata da[...]

[...]ne italiana).

Il Rapporto Hewitt, che contiene un bilancio dell’attività svolta dalle sole missioni britanniche, si divide in

10 parti: 1) Introduzione; 2) Linea di condotta e sviluppi della lotta dal gennaio al marzo 1945; 3) Situazione al principio dell’aprile 1945 (schieramento di battaglia dei partigiani, schieramento del nemico, situazione delle missioni); 4) Progressi della campagna; 5) Antisabotaggio; 6) Lavoro della Special Force Staff; 7) Periodo successivo alla liberazione; 8) Operazioni aeree 1945; 9) Risultati conseguiti dai partigiani in collaborazione con le missioni britanniche; 10) Conclusione. Nell’introduzione si fa presente come, al momento della redazione del documento, non fosse stato possibile interrogare tutte le missioni, per cui i dati raccolti non dovevano considerarsi definitivi.

Nella seconda parte si accenna alle ragioni del proclama di Alexander (v.) dell’autunno 1944, inteso a limitare l’attività partigiana in relazione alla dilazione dell'offensiva finale alleata. Vi si trova inoltre riflesso l’o[...]

[...]periore. Dalle statistiche di Hewitt dovevano evidentemente mancare i combattenti delle città.

La quinta parte tratta della collaborazione tra partigiani e missioni alleate nelle operazioni di antisabotaggio (v.) zona per zona.

Particolarmente rilevanti le operazioni per la difesa del porto di Genova « salvato — dice la relazione — per l’energica azione dei partigiani, accoppiata alla perplessità del Comando tedesco ». Il rapporto conclude affermando che « il contributo dei partigiani al salvamento della struttura economica del paese può essere considerato come il più rilevante aspetto del ruolo da essi svolto in tutta la campagna italiana ».

Le settima parte, concernente il periodo immediatamente posteriore alla Liberazione, descrive l’attività svolta dai Comitati di liberazione nazionale prima deH’arrivo del Governo militare alleato.

Il rapporto riconosce « che ciò che essi [I C.L.N.] hanno fatto, hanno fatto bene e il prestigio del movimento italiano di resistenza non è mai stato così alto come durante le recenti settiman[...]


Grazie ad un complesso algoritmo ideato in anni di riflessione epistemologica, scientifica e tecnica, dal termine A.F., nel sottoinsieme prescelto del corpus autorizzato è possible visualizzare il seguente gramma di relazioni strutturali (ma in ciroscrivibili corpora storicamente determinati: non ce ne voglia l'autore dell'edizione critica del CLG di Saussure se azzardiamo per lo strumento un orizzonte ad uso semantico verso uno storicismo μετ´ἐπιστήμης...). I termini sono ordinati secondo somma della distanza con il termine prescelto e secondo peculiarità del termine, diagnosticando una basilare mappa delle associazioni di idee (associazione di ciò che l'algoritmo isola come segmenti - fissi se frequenti - di sintagmi stimabili come nomi) di una data cultura (in questa sede intesa riduttivamente come corpus di testi storicamente determinabili); nei prossimi mesi saranno sviluppati strumenti di comparazione booleana di insiemi di corpora circoscrivibili; applicazioni sul complessivo linguaggio storico naturale saranno altresì possibili.
<---C.L.N. <---C.L.N.A.I. <---Castel San Giovanni <---Castello di Gode <---Emilia-Romagna <---H.Q. <---O.S.S. <---Rudolf Hess <---Special Force <---Special Force Staff <---comunisti <---cristiani <---d'Azione <---italiana <---italiane <---italiano <---nazismo <---nazista <---nell'Italia <---neonazisti <---socialisti